La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Università degli studi di Pavia Facoltà di Lettere e filosofia, Scienze Politiche, Giurisprudenza, Ingegneria, Economia Corso di laurea interfacoltà in.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Università degli studi di Pavia Facoltà di Lettere e filosofia, Scienze Politiche, Giurisprudenza, Ingegneria, Economia Corso di laurea interfacoltà in."— Transcript della presentazione:

1 Università degli studi di Pavia Facoltà di Lettere e filosofia, Scienze Politiche, Giurisprudenza, Ingegneria, Economia Corso di laurea interfacoltà in Comunicazione Interculturale e Multimediale Tesi di Laurea di Giulia Cuzzoni Relatore: Prof.ssa Silvia Luraghi Correlatore: Prof.ssa Cecilia Andorno Anno accademico 2006/2007

2 Può essere definita come quella comunicazione che avviene quando un messaggio prodotto da un membro di una determinata cultura deve essere ricevuto, compreso e interpretato da un altro individuo appartenente ad una cultura diversa. Lo scopo è quello di analizzare le difficoltà che emergono dal venir meno di un base comune di conoscenze o di una stessa cultura di provenienza per cercare di aumentare e facilitare lefficacia della comunicazione tra due interlocutori. (Castiglioni, 2006)

3 GLI OSTACOLI ALLA COMUNICAZIONE INTERCULTURALE ANALISI DI ALCUNI DIARI DI STUDENTI CINESI COME ACQUISIRE LA COMPETENZA INTERCULTURALE

4 Differenze linguistiche Fattori che possono rendere vani i tentativi dellinterlocutore di stabilire una relazione con una persona proveniente da una cultura diversa. Possono: LaRay Barna li divide in: Assunto di similarità Preconcetti e stereotipi Tendenza a giudicare Forte ansia Fraintendimenti non verbali Causare fraintendimenti Ridurre lefficacia della comunicazione Compromettere il buon esito della comunicazione

5 Si tratta di diari di alcuni studenti cinesi che hanno partecipato al Programma Marco Polo e frequentato un corso di italiano presso luniversità di Pavia Conoscere una cultura molto diversa dalla nostra, la cultura cinese, e tentare di capirne le modalità di comunicazione e di espressione. ? Cosè il Programma Marco Polo Alto contesto Stile indiretto Stile circolare Stile accomodazione Stile cognitivo Orientamenti valoriali Stile di comunicazione Caratteristiche testuali

6 E un Programma creato e sviluppato dalla CRUI su diretta sollecitazione della Presidenza della Repubblica Italiana per incrementare la presenza di studenti cinesi nelle Università Italiane. Durata 6 mesi (marzo-settembre 2007) Acquisizione delle competenze linguistiche e culturali Corso Propedeutico di Lingua ItalianaProfessoriTutorAule tecnologicheVisite guidate, attività di Tandem, feste

7 Diari normali Diari degli studenti cinesi Tipo di testoProsa narrativa in cui chi scrive registra ogni giorno fatti, sensazioni, pensieri. Prosa narrativa che contiene esperienze autobiografiche e personali. DestinatarioIl destinatario coincide con lautore Il destinatario è diverso dallautore Tipo di scritturaScrittura spontaneaScrittura condizionata e non istintiva Temi trattatiTemi scelti dallautoreTemi talvolta proposti dai docenti Linguaggio utilizzatoInformale e privato

8 Scarsa dimestichezza nelladeguarsi ad un nuovo sistema di segni

9 I cinesi adottano lo stile di comunicazione ad alto contesto Cornici di comunicazione ad alto e a basso contesto CAC (alto contesto)CBC (basso contesto) Valori orientati al gruppoValori individualistici E importante salvare la faccia per entrambi gli interlocutori E importante salvare la faccia per la propria autostima Logica a spiraleLogica lineare Stile indirettoStile diretto Stile orientato allo statusStile orientato alla persona Stile orientato alla modestiaStile orientato allautopromozione Stile orientato allascoltatoreStile orientato allemittente Comprensione basata sul contestoComprensione basata sul messaggio verbale Fonte: Ting-Toomey (1999)

10 Struttura morfologica e sintattica della lingua cinese : Ordine rigido delle parole Struttura topic-comment Le risposte negative sono considerate maleducate: No! Forse, Vedremo, Ci penserò… Nei diari:

11 Oggi è sabato. Mi sono preparato per andare a Perugia perché lì ci sono molti miei amici. Quando sono arrivato alla stazione di Pavia ho comprato il biglietto e poi ho aspettato il treno. Ma dopo unora il treno non è arrivato. Dopo la telefonata ho deciso di prendere lautobus.. Ma ho preso lautobus sbagliato. Dopo..mi sono perso! A Milano …. non cera il treno per Perugia..Adesso sono triste! Non sapevo cosa era successo e poi ho telefonato ad Enzo che mi ha detto che il treno italiano era in ritardo. Si omettono allinizio del testo: i punti che verranno argomentati le conclusioni cui si vuole giungere Si inseriscono: informazioni inutili dettagli che fanno da contesto

12 E lo stile di comunicazione utilizzato nelle situazioni di conflitto dagli asiatici elaborato da M. Hammer, il quale ha elaborato un semplice modello degli stili interculturali più diffusi al mondo. Si riscontra per: Approccio indiretto Bassa espressività emotiva Ambiguità per mantiene aperte più posizioni Tendenza a frenare le emozioni e a rispettare i sentimenti delle parti coinvolte Evitare confronto intellettuale e relazionale

13 Da una ricerca di M. Bennet in Cina: La descrizione degli eventi include i sentimenti di chi descrive levento

14 Collettivismo Insegnamenti di Confucio Feng Shui LI (regole di condotta) GUANXI (relazione) REQING (scambio sociale) KEQI (ospitalità) LIAN (rispettabilità)

15 Orientamento al passato Trarre degli insegnamenti dalle esperienze passate per fare più attenzione in futuro

16 Forte volontà di raggiunge gli obbiettivi prefissati Orientamento allattività

17 EFFICACIA APPROPRIATEZZA Abilità degli interlocutori negli scambi interculturali Ciò che è ritenuto adatto e appropriato in una data situazione allinterno di una cultura Secondo Bennet … MINDSET SKILLSET Riconoscimento della differenze Mantenimento di un atteggiamento positivo Identificare aree di incomprensione Scegliere il comportamento appropriato

18 Mostra come viene acquisita la competenza interculturale. Lesperienza della differenza viene integrata in una prospettiva soggettiva. MODELLO DI SENSIBILITA INTERCULTURALE di Milton J. Bennet Lesperienza della differenza è sofisticata La competenza nelle relazioni internazionali cresce potenzialmente

19 NEGAZIONEDIFESA MINIMIZZAZIONE ACCETTAZIONEADATTAMENTOINTEGRAZIONE Esperienza della differenza LE FASI IN CUI SI DIVIDE IL MDSI di Milton J. Bennet


Scaricare ppt "Università degli studi di Pavia Facoltà di Lettere e filosofia, Scienze Politiche, Giurisprudenza, Ingegneria, Economia Corso di laurea interfacoltà in."

Presentazioni simili


Annunci Google