La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

RelatoreDott.ssa Caterina Pesce AffiliazioneDirig. Resp. UOSVD di Fragilità e Complesità Assistenziale ASL Bari UNITA’ DI FRAGILITA’ E COMPLESSITA’ ASSISTENZIALE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "RelatoreDott.ssa Caterina Pesce AffiliazioneDirig. Resp. UOSVD di Fragilità e Complesità Assistenziale ASL Bari UNITA’ DI FRAGILITA’ E COMPLESSITA’ ASSISTENZIALE."— Transcript della presentazione:

1

2 RelatoreDott.ssa Caterina Pesce AffiliazioneDirig. Resp. UOSVD di Fragilità e Complesità Assistenziale ASL Bari UNITA’ DI FRAGILITA’ E COMPLESSITA’ ASSISTENZIALE Valore aggiunto dell’Assistenza Domiciliare Integrata 1.261.294 di abitanti 41 Comuni 5.138 Km 2 14 Distretti Socio Sanitari DSSIPC.D. I-II livello C.D. III livello III livello internalizz. III livello estern. 1 3112 7NO7 212 108 12 NO mix ospedale 3 724110NO10 41525725 NO 510346 6NO6 66 + 2 comune 298 I liv 1(ester) II liv 13NO13 7 612717215 8 6147 6NO6 9 4125NO 10 61SI 111236214131 12 8 8921 813 8 55 3 21 141129474 NO

3 UNITA’ DI FRAGILITA’ E COMPLESSITA’ ASSISTENZIALE Delibera del D.G. n. 687/2014 nord murgia sud metropolitana MACROAREA NORD DD. SS. SS. 1 - 2 – 3 1 Dir. Medico 2 Infermieri MACROAREA MURGIA DD. SS. SS. 4 – 5 1 Dir. Medico 2 Infermieri MACROAREA METROPOLITANA DD. SS. SS. 6 e 7 1 Dir. Medico 2 Infermieri DD. SS. SS8 – 9- 10 1 Dir. Medico 2 Infermieri MACROAREA SUD DD. SS. SS. 11- 12 – 13 – 14 1 Dir. Medico 2 Infermieri

4 GESTIONE DELLE PROBLEMATICHE ASSISTENZIALI DEI PAZIENTI COMPLESSI IN ADI DI III LIVELLO Organizzazione della Rete Assistenziale: – Emergenza – Continuità Assistenziale Monitoraggio ed implementazione della qualità dell’assistenza erogata.

5 1) CONTINUITA’ DELL’ASSISTENZA: RICOVERO DI TRANSITO in Hospice (Delib. del D. G. n. 2069 del 5 novembre 2014 ). 2) RETI CLINICHE : CENTRO DI RIFERIMENTO (Delib. del D. G. n. 1524/2014) 39 ricoveri: 7 Accertamenti diagnostici 5 Gestione di complicanze 27 Procedure (Tracheo e Peg) SEI MESI DI ATTIVITA’ 3) EMERGENZA: Call center telefonico H/24 (Delib. del D. G. n. 1524/2014) ORGANIZZAZIONE DELLA RETE ASSITENZIALE - Ridurre i tempi di degenza nei reparti per acuti - Individuare il care giver più idoneo e consentire una sua idonea formazione. - Assicurare ai DD.SS.SS. Il tempo necessario per organizzare l’Assistenza Domiciliare

6 Monitoraggio ed implementazione della qualità dell’assistenza erogata

7 Luglio 2013 Luglio 2014Dicembre 2014 Aprile 2015 90 220 320 368 Monitoraggio ed implementazione della qualità dell’assistenza erogata 92 (25%) Elevata Complessità 135 (36%) Bassa Complessità 141 (38%) Media Complessità

8 Monitoraggio ed implementazione della qualità dell’assistenza erogata

9 FORMAZIONE 2014 Formazione degli infermieri dell’Unità di Fragilità e Complessità Assistenziale » 10 Corsi di formazione per gli infermieri delle ADI Distrettuali » 2 Corsi ECM per gli operatori del 118 sulla gestione delle tracheostomie » 1 Corso ECM per gli operatori del 118 sulla gestione della PEG e della Nutrizione Enterale » 4 corsi sulle dimissioni protette per medici ospedalieri e territoriali » 2015 » Corso Master di formazione per i Medici di Medicina Generale (21 febbraio) » Corsi di formazione teorico-pratici sulla gestione delle emergenze ventilatorie e nutrizionale per gli operatori del 118 » Corsi di formazione teorico-pratici sulla gestione delle problematiche ventilatorie e nutrizionale per gli infermieri delle ADI Distrettuali » Corso specialistico sulla gestione dei pazienti complessi per Infermieri e Operatori Socio Sanitari di coopertative e/o ditte esternalizzate.

10

11


Scaricare ppt "RelatoreDott.ssa Caterina Pesce AffiliazioneDirig. Resp. UOSVD di Fragilità e Complesità Assistenziale ASL Bari UNITA’ DI FRAGILITA’ E COMPLESSITA’ ASSISTENZIALE."

Presentazioni simili


Annunci Google