La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le competenze della popolazione adulta Gruppo di lavoro Vittoria Gallina Alessia Mattei Antonella Mastrogiovanni Vincenzo DOrazio Gianluca Reddavide.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le competenze della popolazione adulta Gruppo di lavoro Vittoria Gallina Alessia Mattei Antonella Mastrogiovanni Vincenzo DOrazio Gianluca Reddavide."— Transcript della presentazione:

1 Le competenze della popolazione adulta Gruppo di lavoro Vittoria Gallina Alessia Mattei Antonella Mastrogiovanni Vincenzo DOrazio Gianluca Reddavide

2 Alcune precisazioni (1) Concetto complesso che richiama abilità, contesti di vita, dimensioni socio culturali, sviluppo di politiche nazionali, effetti di processi storici recenti e remoti. La verifica non può quindi essere rivolta solo a singoli soggetti, ma deve stabilire correlazioni ed individuare variabili significative. Competenze della popolazione adulta

3 Analfabetismo versus Possesso dellalfabeto Illetteratismo versus Letteratismo Competenza alfabetica funzionale: literacy e document literacy numeracy e problem solving Life skills - Abilità per la vita Competenze strategiche per il nuovo millennio: Numeracy e Document literacy Alcune precisazioni (2)

4 Osservare direttamente: Perché? Le società contemporanee richiedono un continuo incremento delle competenze che genericamente si indicano come literacy, ma anche la capacità di padroneggiare strumenti e strategie intellettuali che consentano di inserirsi nel mondo del lavoro e di esercitare con consapevolezza il diritto di cittadinanza attiva. La finalità dei percorsi di istruzione/formazione è quella di arricchire il sapere e le competenze delle persone che si trovano a far fronte ai problemi della società attuale.

5 Lobiettivo dei rientri scolastici è quello di garantire il sapere e il saper fare contenuti nei curricoli propri delle diverse istituzioni istruttivo/formative, necessari a realizzare performance adeguate. In questo senso i percorsi individualizzati nellambito dellistruzione e della formazione accrescono non solo il possesso degli apprendimenti ma soprattutto quelle abilità che sottostanno allesercizio dei diritti di cittadinanza e della partecipazione sociale. Osservare direttamente: Cosa? (1)

6 Una performance richiama: Specificità di ambiti (contenuti e saperi). Sistemi di principi modularizzati e di regole. Applicazione di regole. La qualità delle performance dipende da alcuni principi base, ma anche da esperienze di apprendimento e dal contesto di vita degli attori. Una performance non rappresenta solo il possesso di una conoscenza e/o di una competenza, ma soprattutto una capacità di prestazione creativo/evolutiva (il concetto di performance in Chomsky). Osservare direttamente: Cosa? (2)

7 Economy-wide measures of routine and non-routine task input (US)

8 Componenti essenziali per prestazioni (performance) positive Competenze concettuali sapere astratto Competenze procedurali applicare competenze in situazioni concrete Competenze di prestazione (performance) selezionare e applicare strategie per risolvere problemi

9 Questionario socio-demografico Informazioni demografiche Informazioni sulle lingue parlate Informazioni sulla famiglia Informazioni su attività lavorative Competenze richieste dal lavoro Partecipazione ad attività formative Abitudini culturali del quotidiano Per la costruzione di un profilo che rappresenti la distribuzione di abilità/competenze possedute (prose, document, numeracy e problem solving) è necessario considerare una serie di variabili correlate. STRUMENTI Osservare direttamente: Come? Test cognitivi Prove di competenza funzionale Variabili correlate

10 Attività INVALSI a supporto dellEDA Partecipazione indagini OCSE (IALS – ALL). Costruzione degli strumenti per i percorsi individualizzati. Supporto e diffusione della cultura dellEdA in Italia: coinvolgimento diretto dei soggetti che istituzionalmente hanno competenza sullEdA, Stato – Regioni – agenzie/istituzioni scolastiche formative. Il Glossario EdA. EdA formale - non formale - informale Osservazione sulla cultura della popolazione Distribuzione di competenza

11 Titoli di studio – Regione Sardegna/Italia Fonte: Censimento ISTAT

12 Finalità delle attività di istruzione e formazione e processi di apprendimento LOBIETTIVO dellattività di istruzione e formazione è quello di promuovere e sostenere la capacità di: Reagire in contesto Applicare regole Scegliere Creare strategie di soluzioni di problemi Assumersi compiti Finalizzare le azioni Usare nuove tecnologie Un processo di apprendimento deve essere progettato in modo da valorizzare anche: La fase DIAGNOSTICA di valutazione delle performance deve essere costruita in modo da evidenziare tali aspetti. Le componenti emotive (motivazione, gratificazione, riconoscimento) I saperi taciti

13 Problema 1: necessità di progettare corsi per adulti che provengono da esperienze diverse (es. tipologie di scuola diverse). Problema 2 : necessità di progettare percorsi individualizzati che tengano in considerazione le caratteristiche e le aspirazioni dei soggetti. In Italia il problema dei rientri in formazione è fondamentale per realizzare politiche di supporto agli adulti che intendono frequentare percorsi di livello superiore a quello che hanno conseguito (Obiettivi di Lisbona) Questo comporta : avere degli strumenti scientifici per valutare i livelli di partenza (in ingresso) in modo non generico ma specificamente articolato. valutare non le conoscenze nelle singole discipline ma le competenze funzionali per vedere se la persona è in grado di continuare ad apprendere Competenza funzionale Una persona è alfabetizzata in senso funzionale quando è capace di comprendere e utilizzare linformazione scritta nella vita quotidiana domestica, lavorativa e sociale con lo scopo di raggiungere le proprie finalità, di accrescere le proprie conoscenze ed arricchire le proprie potenzialità.

14 Prose literacy, letteratismo, competenza alfabetica funzionale Le conoscenze ed abilità necessarie per capire ed usare linformazione contenuta in testi quali editoriali di giornali, notiziari, brochure, manuali di istruzioni ecc. allo scopo di interagire con efficacia nei contesti sociali di riferimento, di raggiungere i propri obiettivi, di migliorare le proprie conoscenze ed accrescere le proprie potenzialità. Document literacy Le conoscenze e le abilità richieste per localizzare e usare linformazione contenuta in vari formati, quali formulari per domande di lavoro, busta paga, orari di treni, bus, aerei, carte geografiche e mappe, tabelle e grafici. Numeracy, competenza matematica funzionale La conoscenza e la capacità di utilizzare in modo efficace linguaggi formalizzati e strumenti matematici nei diversi contesti in cui ne è richiesta lapplicazione (rappresentazioni dirette, simboli, formule, che modellizzano grandezze e variabili). Problem solving Il Problem solving è la capacità di pensare per obiettivi e agire in situazioni per le quali non sono disponibili procedure di routine. Chi risolve un problema ha un obiettivo più o meno definito, ma non sa immediatamente come raggiungerlo. Il problema nasce dalla incongruenza tra obiettivi e scelte ammissibili. La comprensione della situazione problematica e il suo progressivo svilupparsi, basato sulla capacità di ragionare e di pianificare, costituisce il processo di Problem solving. Ambiti entro i quali si definiscono e si evidenziano le abilità/competenze


Scaricare ppt "Le competenze della popolazione adulta Gruppo di lavoro Vittoria Gallina Alessia Mattei Antonella Mastrogiovanni Vincenzo DOrazio Gianluca Reddavide."

Presentazioni simili


Annunci Google