La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Intervento presso Scuola Primaria E.T. Moneta – Missaglia 15 aprile 2015.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Intervento presso Scuola Primaria E.T. Moneta – Missaglia 15 aprile 2015."— Transcript della presentazione:

1 Intervento presso Scuola Primaria E.T. Moneta – Missaglia 15 aprile 2015

2  Il settore manifatturiero lecchese  Analisi sulla tipologia di aziende della Provincia di Lecco  Cenni sui principali prodotti e materiali  Focus sulle PMI  Informazioni sull’Import-Export provinciale  Cenni sui processi produttivi  Cenni sulle caratteristiche gestionali delle aziende

3 La provincia di Lecco - una realtà manifatturiera con caratteristiche particolari A Lecco, il contributo alla creazione di ricchezza da parte del settore secondario (Industria) è superiore alla media regionale e a quella nazionale.

4  V.A. dell’Industria (II settore) - Raffronto con le medie regionale e nazionale

5  V.A. dell’Industria in senso stretto - Raffronto con le medie regionale e nazionale

6  Occupati e persone in cerca di occupazione

7  Numero di aziende per abitanti – un raffronto tra le province lombarde  Lecco “vanta” il più elevato indice nella Regione

8  I numeri delle realtà della provincia di Lecco

9  Il settore manifatturiero lecchese  Analisi sulla tipologia di aziende della Provincia di Lecco  Cenni sui principali prodotti e materiali  Focus sulle PMI  Informazioni sull’Import-Export provinciale  Cenni sui processi produttivi  Cenni sulle caratteristiche gestionali delle aziende

10  Le aziende manifatturiere – i settori (2014)

11  Le aziende manifatturiere – i settori (2013)

12  Delle oltre aziende iscritte alla CCIAA di Lecco (2014) ne risultano attive circa  In provincia il settore più rappresentativo è quello Metalmeccanico e Lecco è internazionalmente nota per il numero e la qualità di aziende operanti in tale ambito  Il secondo settore per rilevanza è quello Tessile  Sono presenti realtà dei settori del legno, plastica e chimica, della carta, dei minerali, ecc.

13  Considerando congiuntamente la produzione meccanica ed elettromeccanica, oltre un’azienda su due (52%) opera in tali ambiti  L’8% delle realtà è attivo nel settore tessile (principalmente tessuti per arredamento)  Il restante 40% è rappresentato da “Altri settori”

14  Tra le realtà (registrate) del territorio lecchese ci sono casi di imprenditoria straniera e femminile, nonché di imprese giovanili  Rispetto alle aziende totali registrate nel 2013, l’8% sono straniere, oltre il 16% sono femminili e il 4% sono giovanili (fondate da soggetti con meno di 35 anni).

15  Focus su Imprese straniere (registrate nel 2013)

16  Focus su imprese femminili (registrate nel 2013)

17  Focus su Imprese giovanili (registrate nel 2013)

18  Il settore manifatturiero lecchese  Analisi sulla tipologia di aziende della Provincia di Lecco  Cenni sui principali prodotti e materiali  Focus sulle PMI  Informazioni sull’Import-Export provinciale  Cenni sui processi produttivi  Cenni sulle caratteristiche gestionali delle aziende

19  La produzione prevalente in provincia di Lecco riguarda il settore Metalmeccanico; le realtà ivi operanti lavorano una grande varietà di materiali producendo per tutti gli ambiti di mercato esistenti, dall’automotive, al navale, al ferroviario, industria del bianco, ai macchinari e impianti di produzione, ecc.  Il secondo settore di riferimento è il Tessile  Lecco vanta 2 DISTRETTI TECNOLOGICI: quello Metalmeccanico e quello Tessile

20  Un elenco (non esaustivo) dei prodotti realizzati dalle imprese manifatturiere lecchesi A. prodotti meccanici ed elettromeccanici B. prodotti tessili C. prodotti dell’industria plastica, chimica e farmaceutica D. prodotti dell’industria del legno E. prodotti dell’industria carta e cartotecnica

21 A. prodotti meccanici ed elettromeccanici -stampi per materiali metallici e plastica -catene (catene da neve, per moto, per impianti) -minuterie metalliche -tubi, valvole e flange -macchinari e impianti per l’industria e per l’edilizia -parti e accessori per autoveicoli, moto, vetture ferroviarie e mezzi navali -moto, auto -barche e motori nautici -carpenterie metalliche di piccole, medie e grandi dimensioni -munizioni -coltelli e strumenti da cucina (DISTRETTO DI PREMANA)

22 A. prodotti meccanici ed elettromeccanici (continua) -impianti di riscaldamento e condizionamento dell’aria -attrezzature sportive (alpinismo) -attrezzature per il giardinaggio e il fai da te -motori e generatori elettrici -quadri elettrici, azionamenti e moduli di controllo MA ANCHE… -lavorazioni meccaniche e produzione conto terzi -trattamenti termici e superficiali -operazioni di saldatura -controlli e prove di laboratorio

23 A. prodotti meccanici ed elettromeccanici (continua) Per le produzioni precedentemente citate si utilizzano molteplici tipologie di materiali metallici, ferrosi e non ferrosi -Acciaio e leghe -Ferro -Ghisa -Alluminio e leghe -Rame, Ottone -Zama -Zinco, Cromo -Oro e Argento -Ecc.

24 B. prodotti tessili -tessuti per arredamento e tessuti murali -tessuti per la casa (biancheria) -tessuti per impieghi tecnici (geotessuti e tessuti artificiali) -tessuti per abbigliamento -articoli tessili in generale -prodotti di pelletteria MA ANCHE… -lavorazione delle fibre tessili, torcitura -operazioni di finissaggio dei filati e dei tessuti -tinture

25 B. prodotti tessili (continua) Per la realizzazione dei prodotti, le imprese tessili utilizzano una grande varietà di fibre animali, vegetali o artificiali e altri materiali -lana -cotone -seta -nylon -viscosa -pelli -ecc.

26 C. prodotti dell’industria plastica, chimica e farmaceutica -prodotti in materie plastiche (realizzati per stampaggio o per soffiaggio): bottiglie e contenitori, packaging alimentare, espositori, sedie, attrezzature sportive, articoli per il giardinaggio e il fai da te, parti per industria automotive, ecc. -ceramiche -vernici naturali e di vario genere -lubrificanti -sostanze chimiche, gas tecnici -ecc. MA ANCHE… -lavorazioni di materie plastiche e compositi

27 C. prodotti dell’industria plastica, chimica e farmaceutica (continua) Per la realizzazione dei prodotti e delle lavorazioni le imprese del territorio impiegano svariati materiali -polimeri e materie plastiche (polietilene, polipropilene, ABS, PET, PVC, resine, ecc.) -minerali -materiali ceramici -sostanze chimiche -sostanze naturali -ecc.

28 D.prodotti dell’industria del legno -mobili da ufficio e per arredamento -pavimenti -prodotti in legno -packaging e pallets (bancali) -pellets (per riscaldamento) -ecc. Per tali produzioni vengono impiegati differenti tipologie di legname

29 E. prodotti dell’industria carta e cartotecnica -imballaggi di carta e scatole per usi specifici e per packaging in generale -carte e cartoni tecnici, adesivi, gommate, metallizzate -prodotti da cartiere -carte per l’industria dolciaria (da forno e da pasticceria) -carte e tessuti di carta (cellulosa) per la cosmesi e l’igiene -riviste (prodotti dell’editoria) -ecc. Anche in questo caso, vengono impiegati differenti tipologie di materie prime (non solo carta e inchiostri)

30  Il settore manifatturiero lecchese  Analisi sulla tipologia di aziende della Provincia di Lecco  Cenni sui principali prodotti e materiali  Focus sulle PMI  Informazioni sull’Import-Export provinciale  Cenni sui processi produttivi  Cenni sulle caratteristiche gestionali delle aziende

31  La distinzione delle aziende in, micro, PMI e grandi imprese si basa su parametri (numero di occupati e il fatturato) -MICRO IMPRESA: occupati < 10 fatturato ≤ 2 milioni € -PICCOLA IMPRESA: occupati < 50 fatturato ≤ 10 milioni € -MEDIA IMPRESA: occupati < 250 fatturato ≤ 50 milioni €

32  In Italia oltre il 99% delle imprese rientra nella definizione di micro e PMI; sono davvero rari i casi di imprese, o gruppi di imprese, che occupano oltre 250 persone e che superano i 50 mln € (meno dell’1%).  Le micro e PMI costituiscono il principale elemento del sistema manifatturiero nazionale ed occupano oltre l’80% della forza lavoro nazionale

33  Anche nel territorio lecchese le PMI (micro e PMI) rappresentano la maggior parte delle realtà presenti, sia a livello manifatturiero sia negli altri settori, confermando il quadro nazionale  Su oltre imprese manifatturiere registrate, infatti, il numero delle grandi aziende è circa di 50 unità (1% del totale)

34  Per la grande maggioranza, le micro e PMI della provincia di Lecco sono imprese a conduzione familiare

35  Il settore manifatturiero lecchese  Analisi sulla tipologia di aziende della Provincia di Lecco  Cenni sui principali prodotti e materiali  Focus sulle PMI  Informazioni sull’Import-Export provinciale  Cenni sui processi produttivi  Cenni sulle caratteristiche gestionali delle aziende

36  Il territorio provinciale lecchese vanta una forte propensione al commercio internazionale.  L’Export lecchese nel 2013 è stato pari allo 0,96% di quello totale nazionale, più del doppio rispetto al “peso numerico” delle imprese lecchesi sul totale italiano (0,46%).  Nel 2013 la bilancia commerciale lecchese è stata positiva (1,65 miliardi di euro) ed ha rappresentato il 5,4% dell’intero avanzo commerciale italiano.

37  Oltre il 98% delle esportazioni totali lecchesi è rappresentato da scambi delle imprese manifatturiere ed è diretto in prevalenza in Europa

38  Esaminando l’export manifatturiero, quasi il 65% riguarda prodotti del settore metalmeccanico (l’80% considerando anche la produzione elettrica elettronica ed i mezzi di trasporto)

39  Sono tuttavia rilevanti anche i contributi delle componenti manifatturiere derivanti da: -prodotti tessili e di abbigliamento (6,5%) -produzioni alimentari (6%) -mezzi di trasporto ( 5,4%) -prodotti gomma-plastica(3,9%), sostanze e prodotti chimici (3%)

40  Classifica dei principali Paesi per importanza nel caso dell’Export  I primi 15 mercati assorbono i ¾ dell’Export totale 74,5%

41  Import-Export: uno sguardo più approfondito… …sui Paesi

42  Import uno sguardo più approfondito… …sulle merci

43  Export uno sguardo più approfondito… …sulle merci

44  Un raffronto con le altre province lombarde

45  Un raffronto con le altre province lombarde (2)

46  Il settore manifatturiero lecchese  Analisi sulla tipologia di aziende della Provincia di Lecco  Cenni sui principali prodotti e materiali  Focus sulle PMI  Informazioni sull’Import-Export provinciale  Cenni sui processi produttivi  Cenni sulle caratteristiche gestionali delle aziende

47  Considerata la rilevanza delle realtà del settore metalmeccanico a livello provinciale, è utile illustrarne, in sintesi, i principali processi produttivi e le tecnologie utilizzate.  È altrettanto importante considerare anche una sintesi dei processi e delle tecnologie utilizzate nel settore tessile  Si tratta comunque di descrizioni esemplificative e per nulla esaustive

48  Le imprese del settore metalmeccanico e Il “Distretto Metalmeccanico Lecchese” A Lecco è presente un Distretto Metalmeccanico - noto per la produzione e la lavorazione di metalli e leghe e lavorazioni di prodotti in metallo – che si sviluppa attorno a tre principali filiere produttive: - la lavorazione del filo - la lavorazione dei laminati piatti - la lavorazione della billetta All’interno del Distretto operano aziende ad elevata specializzazione

49  Il “Distretto Metalmeccanico Lecchese” rappresenta solo una parte delle realtà manifatturiere e delle competenze metalmeccaniche diffuse esistenti  Vi sono infatti numerose imprese (oltre 2.000) metalmeccaniche che lavorano a Lecco  Il tessuto è arricchito anche dalla presenza di Enti di ricerca quali l’unità locale del CNR-IENI e del Campus lecchese del Politecnico di Milano; tali realtà collaborano con le imprese per lo sviluppo di innovazione tecnologica e di processi produttivi  Il settore metalmeccanico lecchese oltre a prodotti offre know-how tecnologico e lavorazioni.

50  Le imprese metalmeccaniche utilizzano pressoché tutte le lavorazioni e i processi produttivi esistenti  La lavorazione dei metalli avviene con processi: -di asportazione di truciolo (con spreco di materiali) -di deformazione plastica a caldo e a freddo (senza spreco di materiali) -non convenzionali (taglio laser, elettroerosione, plasma, ecc.)  Vengono inoltre effettuati trattamenti di lavaggio, di rivestimento, di tempra, di verniciatura, ecc.  Vi sono controlli di qualità e di laboratorio

51  Alcune aziende progettano e producono i propri prodotti, assiemi e componenti  Altre realtà realizzano invece elementi su disegno/progetto del cliente (specie nel caso delle officine e delle carpenterie meccaniche)  Alcune aziende sono specializzate sui prodotti, altre sulle lavorazioni e sulle dimensioni degli elementi prodotti, altre ancora sui materiali lavorati

52  Principali specializzazioni del settore metalmeccanico (alcuni esempi) Asportazione di truciolo Deformazione plastica TranciaturaPiegaturaForatura, Fresatura Imbutitura TornituraSaldaturaLaminazioneForgiaturaFusioneFucinatura Stampaggio a freddo Stampaggio a caldo Trattamenti termici Finitura superficiale Processi di coatings Decapaggio ZincaturaCromaturaAssemblaggio

53  Il settore tessile rappresenta un secondo ambito di riferimento per il territorio lecchese  A Lecco è presente un Distretto Tessile  Le specializzazioni produttive sono orientate prevalentemente alla produzioni di tessuti per arredamento e tessuti tecnici  Vi sono tuttavia realtà che producono tessuti per abbigliamento  Le aziende lavorano la materia prima (filo), realizzano filati e tessuti, eseguono lavorazioni di finissaggio, ed operazioni di confezionamento

54  Il “finissaggio”: inteso come serie di operazioni che attribuiscono al filato/tessuto caratteristiche particolari: -lavaggi e candeggi -vaporizzazioni -trattamenti antibatterici e antimuffa -pelatura e bruciatura -pressatura, trattamenti antipiega -idrorepellenza -trattamenti “antifiamma” o ritardanti di fiamma -stampa -ecc.

55  Il settore manifatturiero lecchese  Analisi sulla tipologia di aziende della Provincia di Lecco  Cenni sui principali prodotti e materiali  Focus sulle PMI  Informazioni sull’Import-Export provinciale  Cenni sui processi produttivi  Cenni sulle caratteristiche gestionali delle aziende

56  La maggior parte delle aziende lecchesi rientra nella definizione di PMI (micro e PMI); la tipologia di gestione è la conduzione familiare  L’imprenditore ricopre più ruoli di controllo ed è spesso responsabile anche dell’ambito tecnico- produttivo  Nelle aziende di medie dimensioni (dai 50 occupati a crescere), di norma più strutturate rispetto a quelle piccole, l’imprenditore è affiancato da figure (managers) che coordinano particolari aree dell’azienda

57  Vi sono casi particolari di imprese della provincia che sono “a partecipazione straniera” (nel 2012 ne risultavano 61 per oltre occupati corrispondenti)  In altri casi aziende lecchesi vengono acquisite da gruppi industriali di medio-grandi dimensioni  In entrambe le tipologie sopra citate la gestione può essere affidata direttamente a manager

58 GRAZIE PER L’ATTENZIONE Mauro Medola


Scaricare ppt "Intervento presso Scuola Primaria E.T. Moneta – Missaglia 15 aprile 2015."

Presentazioni simili


Annunci Google