La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA STORIA DELL’UNIONE EUROPEA. 1. Verso l’unione 2. Trattato di Maastricht 3. Euro 4. Problemi UE e crisi monetaria.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA STORIA DELL’UNIONE EUROPEA. 1. Verso l’unione 2. Trattato di Maastricht 3. Euro 4. Problemi UE e crisi monetaria."— Transcript della presentazione:

1 LA STORIA DELL’UNIONE EUROPEA

2 1. Verso l’unione 2. Trattato di Maastricht 3. Euro 4. Problemi UE e crisi monetaria

3  Ernesto Rossi:  Ernesto Rossi: uomo politico, giornalista e scrittore antifascista Altiero Spinelli Ernesto Rossi  Altiero Spinelli: politico e scrittore italiano Robert Shuman Jean Monnet  Robert Shuman: ministro degli affari esteri, grazie al manifesto di Ventotene ideò la CECA  Jean Omer Marie Gabriel Monnet: politico francese, tra i padri fondatori dell'Europa.

4  Il Manifesto di Ventotene è un documento composto da alcuni antifascisti che erano stati confinati sull'isola di Ventotene negli anni '40.

5 Il 9 Maggio 1950 nacque la CECA Stemma della CECA

6 Intorno al 1953/1954 si pensò di creare la CED (Comunità Europea di Difesa) Membri fondatori della CECA CED

7  La Comunità Economica Europea nasce il 1 gennaio 1958  Contemporaneamente nasce l'EURATOM o CEEA (Comunità Europea dell'Energia Atomica).  Tutte e tre le Comunità insieme sono poi confluite, con il Trattato di Maastricht, nella Comunità Europea (CE)

8 MAASTRICHT  Maastricht è un comune dei Paesi Bassi, Situato nella provincia di cui è capoluogo

9 Trattato di Maastricht  Il 7 febbraio 1992 nasce l’U.E.  I tre pilastri a base della UE La Comunità europea (CE) La politica estera e di sicurezza comune (PESC) Politica di cooperazione in materia di polizia e nel campo giudiziario e penale (JAI).

10 Obietivi del trattato rafforzare la legittimità democratica delle istituzioni; rendere più efficaci le istituzioni; instaurare un'unione economica e monetaria; sviluppare la dimensione sociale della Comunità; istituire una politica estera e di sicurezza comune.

11 Il motto dell'UE " Unita nella diversità ", il motto dell'Unione europea, è stato usato per la prima volta nel 2000 L'inno europeo "Inno alla gioia" La melodia utilizzata per rappresentare l'UE è tratta dalla Nona sinfonia, composta nel 1823 da Ludwig van Beethoven

12 L’EURO

13 1979: Il sistema monetario europeo, un precursore dell’unione economica e monetaria, è stato introdotto per stabilizzare i tassi di cambio, limitare le fluttuazioni valutarie tra paesi e contenere l’aumento dei prezzi (inflazione). 1957: il trattato di Roma basava la ricostruzione dell’Europa sul graduale sviluppo di un mercato comune senza frontiere e sulla libera circolazione di beni, servizi, persone e capitali. Gli Stati firmanti: Belgio, Francia, Germania Ovest, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi Un pò di storia...

14 7 febbraio 1992: a Maastricht in Olanda viene sottoscritto il trattato dell’Unione Europea, che sancisce l’avviamento dell’UEM (unione economica e monetaria). L’obiettivo era completare il mercato unico ed istituire la Banca centrale europea.  il trattato prevedeva, inloltre, l’introduzione di una moneta unica europea: l’EURO (€). 1 gennaio 2002: l’Euro entra in circolazione in 12 paesi dell’Unione Europea: Belgio, Germania, Spagna, Francia, Irlanda, Olanda, Austria, Portogallo, Finlandia, Lussemburgo, Italia e Grecia. Era stato introdotto per le transazioni finanziare e commerciali nel 1999 e nel 2001 (Grecia).  Gran Bretagna, Svezia e Danimarca non introducono l’euro, non aderendo all’unione monetaria. LA NASCIA DELL’UEM E L’EURO

15

16  Il deficit pubblico è l’ammontare della spesa statale non coperto dalle entrate in un dato anno. Il patto di stabilità e crescita impone ai governi di assicurare che ogni anno il loro deficit non superi il 3 % della produzione annuale complessiva (o prodotto interno lordo — PIL).  Il debito pubblico è la somma dei deficit pubblici degli anni passati. Il debito pubblico di un paese corrisponde quindi al debito accumulato nel corso di diversi anni. Il patto di stabilità e crescita impone ai governi di garantire che il loro debito non superi il 60 % del PIL  PATTO DI STABILITÀ E CRESCITA(1999) 

17  L’unione economica e monetaria rafforza l’euro  L’unione economica e monetaria garantisce la stabilità dei prezzi  L’euro, un protagonista sulla scena mondiale  L’unione economica e monetaria promuove la crescita economica  L’euro è pratico per i cittadini  L’euro aiuta le imprese  I problemi di un paese si ripercuotono sugli altri membri  i paesi aderenti non possono permettere al debito e ai deficit di accumularsi a tempo indeterminato.  non ci si può permettere di non correggere le divergenze economiche tra i paesi dell’UE in termini di crescita e competitività  non si può temporaneamente compensare una perdita di competitività facendo ricorso alla svalutazione della propria valuta  vantaggi e svantaggi 

18 Sede Parlamento europeo (Strasburgo, Bruxelles e Lussemburgo). Consiglio Unione europea con sede a Bruxelles (palazzo Justus Lipsius). Commissione europea con sede a Bruxelles.  CHI GESTISCE L’UEM? 

19 Corte di giustizia europea con sede e Kirchberg (Lussemburgo). Corte dei conti europea con sede a Lussemburgo.  BANCA CENTRALE EUROPEA (francoforte)

20 Sebbene siano stati compiuti importanti progressi, l’unione economica e monetaria non è ancora completata.  un’unione bancaria, con un rigoroso controllo sui mercati finanziari e le banche e norme e risorse comuni per venire incontro agli istituti di credito in difficoltà.  un’unione economica più profonda per sostenere l’unione monetaria, con investimenti mirati per promuovere la crescita e la competitività e rafforzare la dimensione sociale;  un’unione fiscale che garantisca finanze pubbliche sane e rafforzi la solidarietà finanziaria tra i paesi in tempi di crisi.  L’UEM NEL FUTURO 

21 CRISI EUROPEA  Crollo finanziario  Crisi greca  Spread  Deficit Cause principali: Scoppio di bolle speculative Forte rallentamento economico

22 CONSEGUENZE DEL CROLLO  Disoccupazione, in particolare Spagna e Grecia  Recessione, specie per i paesi meno sviluppati  Rischio di collasso bancario  Debito pubblico di alcuni stati è tuttora elevato

23 POLITICHE EUROPEE Solo un numero limitato di membri dell’unione europea può decidere le politiche estere, come nel caso della guerra in Libia Questi paesi sono Francia, Germania e Regno Unito


Scaricare ppt "LA STORIA DELL’UNIONE EUROPEA. 1. Verso l’unione 2. Trattato di Maastricht 3. Euro 4. Problemi UE e crisi monetaria."

Presentazioni simili


Annunci Google