La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 MIUR – Direzione Generale del Veneto Dott.ssa Gianna Miola Referente regionale IL SITO TELEMATICO DELLA DIREZIONE GENERALE NEL QUADRO DEI NUOVI SCENARI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 MIUR – Direzione Generale del Veneto Dott.ssa Gianna Miola Referente regionale IL SITO TELEMATICO DELLA DIREZIONE GENERALE NEL QUADRO DEI NUOVI SCENARI."— Transcript della presentazione:

1 1 MIUR – Direzione Generale del Veneto Dott.ssa Gianna Miola Referente regionale IL SITO TELEMATICO DELLA DIREZIONE GENERALE NEL QUADRO DEI NUOVI SCENARI DELLA CONOSCENZA, DELLAPPRENDIMENTO E DELLA COMUNICAZIONE Treviso, settembre 2002

2 2 Dietro alla sfida del globale e del complesso si nasconde unaltra sfida, quella dellespansione incontrollata del sapere (Edgar Morin) Nelleconomia delle reti, il cui patrimonio immateriale ha più importanza di quello materiale, la titolarità allimprenditorialità spetta a chi possiede il know-how, i concetti, le idee, il marchio e le procedure operative(Jeremy Riflin) Poiché il XXI secolo fornirà mezzi senza precedenti per la comunicazione e per la circolazione e limmagazzinamento delle informazioni,….occorre che leducazione trovi e additi punti di riferimento che consentano agli individui di non essere sommersi dal flusso delle informazioni (Jacques Delors)

3 3 La conoscenza è conoscenza solo in quanto organizzazione, solo se messa in relazione e in contesto con le informazioni (Edgar Morin, La testa ben fatta)

4 4 A supporto della scuola dell AUTONOMIA ELEMENTI CRUCIALI L INNOVAZIONE Tramite la sperimentazione, ovvero sensate esperienze Non più come deroga, ma come regola Nuovo Sistema educativo di Istruzione e Formazione LA COMUNICAZIONE Il successo La qualità Dellorganizzazione scuola Per

5 5 RUOLO DELLE TECNOLOGIE nel knowledge management Alle interazioni tra le persone Alle comunità di pratiche Per aiutare a Condividere pratiche di successo Prendere decisioni Realizzare linnovazione Non solo CONTENITORI SUPPORTO Ma anche Elevata disponibilità Facilità di accesso e di uso Coerenza con le conoscenze degli utenti DI INFORMAZIONI

6 6 T. I. C. Tecnologie dellInformazione e della Comunicazione Finalità INNOVAZIONE SITO TELEMATICO INTERATTIVO (uno strumento) FORMAZIONE (la costante) La comunicazione Efficacia Trasparenza Partecipazione Condivisione Obiettivi

7 7 MOTIVAZIONE diffondere la conoscenza della nuova realtà istituzionale presso il personale delle scuole, gli studenti e le famiglie, gli operatori delle comunicazioni di massa, il mondo del lavoro e delle professioni, i cittadini tutti promuovere la partecipazione e il senso di appartenenza contribuire allo sviluppo delle scuole autonome quali entità facenti parte di unorganizzazione strutturata e capace di evolversi Fornire un contributo all organizzazione delle conoscenze e all integrazione cognitiva Sito telematico interattivo

8 8 Garantire la trasparenza del servizio offerto Costituire un luogo di evidenziazione delle proposte, delle esigenze e delle problematiche locali cui poter rispondere con tempestività ai fini della soddisfazione dellutenza Rappresentare la complessità delle connessioni interistituzionali Favorire un dialogo virtuale tra dette istituzioni e le scuole autonome Rispondere con servizi di pronta consulenza e di sportello Aprire spazi di comunicazione e discussione, o forum telematici, atti al confronto sui temi e/o problemi di volta in volta emergenti OBIETTIVI

9 9 PER I PARTECIPANTI Flessibilità di fruizione (informazioni,risposte, soddisfazione di bisogni,possibilità di avanzare proposte, di avviare discussioni e/o approfondimenti…) Accessibilità diretta e tempestiva alle fonti Possibilità di apprendimento cooperativo Possibilità di personalizzazione del percorso PER LA SCUOLA AUTONOMA Ottimizzazione dei tempi e dei costi Maggiore responsabilizzazione dei partecipanti Omogeneità di diffusione dei contenuti Tempestività e capillarità ASPETTATIVE

10 10 Costituzione di un sito telematico interattivo – aperto allutenza agile – facilmente gestibile flessibile – utilizzabile in diversi modi via via integrabile e/o modificabile, grazie al coinvolgimento e al concreto contributo dei responsabili delle aree, dei settori, dei servizi in cui è funzionalmente articolata la Direzione RISULTATI ATTESI

11 11 CARATTERISTICHE Compatibilità – con i sistemi esistenti e con computer più o meno evoluti Rispetto della struttura psicologica dellutente – organizzazione per mappe cognitive per favorire lattenzione Velocità – pena la rinuncia dellutente Razionalità – organizzazione logica delle informazioni e delle immagini che faciliti la comprensione Sobrietà dellimpianto grafico – mirato alla comunicazione dellimmagine e dei valori della Direzione

12 12 CONTENUTI Configurazione dellorganizzazione - struttura, articolazione interna e decentrata, organigramma News- comunicazioni in particolare evidenza, informazioni urgenti (scadenze, concorsi, bandi…), eventi, evidenziazione di contenuti rilevanti rinvenibili nelle singole sezioni tematiche… - iniziative promosse dalla Direzione Lidentità della scuola veneta-anagrafe, dati statistici, La mission – linee programmatiche e progettuali, attività, interventi, progetti, servizi, adempimenti

13 13 CONTENUTI Segnalazioni – eventi, attività, iniziative significative promosse da altri Enti La vetrina delle scuole – segnalazioni di particolare rilevanza Spazio genitori, spazio studenti – informazioni mirate, raccolta richieste e proposte… FAQ – sulla base del monitoraggio degli accessi e dei quesiti pervenuti in Direzione

14 14 POSSIBILE EVOLUZIONE OLTRE al SITO ISTITUZIONALE Mirato alla FIDELIZZAZIONE DELLUTENTE IL SITO DI COMMUNITY – le persone che navigano contribuiscono alla costruzione dei contenuti; negli spazi virtuali si interagisce su diverse tematiche con strumenti interattivi ( chat via web, forum, Newsletter, mainlig list, formazione a distanza…)

15 15 RISORSE UMANE COINVOLTE Per il Gruppo di Progetto: - Referente regionale sito – dott.ssa Gianna Miola - Dirigente Area Comunicazione – dott.ssa Carmela Palumbo - Collaboratore di settore – dott.ssa Alfea Faion - Responsabile Nuove Tecnologie – dott. Antonio Lucca - I Dirigenti delle 4 Aree o loro delegati - 1 rappresentante per ciascun CSA - 1 Collaboratore amm.vo della Direzione – Sig.ra Angela Pierri -Gruppo di Gestione A cura della Direzione

16 16 RIFERIMENTI NORMATIVI Legge 7 agosto 1990 n.241 – sulla trasparenza Legge 7 giugno 2000, n. 150 – forme di comunicazione nella Pubblica Amministrazione Circolare del Dipartimento della funzione pubblica n. 3/2001 Circolare 6 settembre 2001, n.AIPA/CR/32


Scaricare ppt "1 MIUR – Direzione Generale del Veneto Dott.ssa Gianna Miola Referente regionale IL SITO TELEMATICO DELLA DIREZIONE GENERALE NEL QUADRO DEI NUOVI SCENARI."

Presentazioni simili


Annunci Google