La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CODICI VISIVI E CODICI VERBALI NELLA COMUNICAZIONE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CODICI VISIVI E CODICI VERBALI NELLA COMUNICAZIONE."— Transcript della presentazione:

1 CODICI VISIVI E CODICI VERBALI NELLA COMUNICAZIONE

2 la comprensione migliore deriva dallintegrazione dei due codici Il contenuto di un messaggio può essere indipendente dal tipo di linguaggio utilizzato CODICE VISIVO E CODICE VERBALE

3 favorisce la comunicazione di concetti spaziali (piantine geografiche, disegni anatomici, indicazioni stradali) Universalità può essere compreso anche da individui che non parlano la stessa lingua Luniversalità dipende dalla relazione di somiglianza strutturale/percettiva con loggetto descritto CODICE VISIVO

4 SEGRETERIA AMBIGUITA DEL CODICE VISIVO

5 Alcuni principi di organizzazione percettiva sono considerati innati (Psicologia della Gestalt) Articolazione figura-sfondo: la capacità di isolare le diverse configurazioni presenti nel campo visivo. REGOLE DI CONFIGURAZIONE SPAZIALE

6 6 articolazione figura - sfondo Rubin : Quali zone del campo tendono ad assumere il ruolo di figura? Candelabro o Profili. Non entrambi Lo sfondo si estende dietro alla parte che viene percepita come figura. lo sfondo non ha forma né contorni REGOLE DI CONFIGURAZIONE SPAZIALE

7 - grandezza relativa delle parti - rapporti topologici - tipo di margine articolazione figura - sfondo - grandezza relativala zona più piccola è la figura - rapporti topologicila zona inclusa è la figura REGOLE DI CONFIGURAZIONE SPAZIALE

8 convessità concavità diventa figura larea con i margini convessi la figura sta (percettivamente) davanti o sopra lo sfondo - tipo di margine - tipo di margine articolazione figura - sfondo REGOLE DI CONFIGURAZIONE SPAZIALE

9 Figure reversibili (inversione sistematica fra figura e sfondo): a) Instabilità percettiva b) Impossibilità di percepire i due stimoli contemporaneamente articolazione figura - sfondo

10 –legge della vicinanza –legge della somiglianza –legge del destino comune –legge della chiusura –legge della pregnanza Tutte le leggi sono governate dal principio del tutto PRINCIPI DI ORGANIZZAZIONE PERCETTIVA Gli elementi presenti nel campo visivo tendono a organizzarsi in unità percettive, cioè a venire raggruppati in modi diversi in funzione delle leggi di unificazione

11 modificando la distanza relativa tra i punti si ottengono figure stabili vicinanza tendono a diventare oggetti fenomenici elementi vicini

12 vicinanza tendono a diventare oggetti fenomenici elementi vicini gli elementi tra loro vicini vengono percepiti come un tutto 3 colonne verticali sottili non 2 colonne larghe

13 Administration Cafeteria Cashier Elevators Information Maintenance Pay phones Security Washrooms Administration Cafeteria Cashier Elevators Information Maintenance Pay phones Security Washrooms Wayfinding - Paul Arthur and Romedi Passini, McGraw-Hill Ryerson

14 somiglianzatendono a diventare oggetti fenomenici elementi simili è possibile modificare caratteristiche qualitative e non spaziali per ottenere oggetti definiti somiglianza cromaticasomiglianza di forma

15 somiglianzatendono a diventare oggetti fenomenici elementi simili

16 somiglianzatendono a diventare oggetti fenomenici elementi simili

17

18 Lac Meech Plage Belvédère Meech Lake Beach Lookout Meech Lake Beach Lookout Lac Meech Plage Belvédère

19 buona continuazionetendono a diventare oggetti fenomenici elementi con lo stesso andamento

20 buona continuazionetendono a diventare oggetti fenomenici elementi con lo stesso andamento

21 chiusura tendono a diventare oggetti fenomenici forme che si chiudono i raggruppamenti si realizzano secondo la vicinanza e la somiglianza gli elementi neri sono percettivamente completati dietro ai rettangoli bianchi si formano due esagoni in parte coperti

22 chiusura tendono a diventare oggetti fenomenici forme che si chiudono il nostro sistema percettivo tende a completare le parti mancanti

23 PAROLA telegiornale legislatura chiusura tendono a diventare oggetti fenomenici forme che si chiudono

24 Il tappo a corona e la fettuccia su cui è scritto il nome dell'aperitivo, inducono in chi guarda questa illustrazione il completamento amodale: chiudere percettivamente i contorni losservatore difficilmente dimenticherà questa immagine perché lui stesso l'ha costruita mentalmente.

25 esperienza passata tendono a diventare oggetti fenomenici le forme familiari lesperienza passata non è molto forte e agisce quando non agiscono altri fattori la configurazione difficilmente diventa una frase speculare

26 esperienza passata tendono a diventare oggetti fenomenici le forme familiari

27 pregnanza tendono a diventare oggetti fenomenici forme coerenti equilibrate simmetriche e armoniche le tre forme sono percepite come figure distinte per il principio di chiusura quando le tre figure si avvicinano si trasformano in due figure diverse e non è più possibile vedere le tre figure di partenza nel nuovo insieme ogni linea trova un nuovo ruolo ed appartiene al contesto che è più congeniale

28 ancora la pregnanza

29

30

31

32 un caso speciale di pregnanza: costanza di larghezza diventano figure gli elementi che hanno margini paralleli o alla stessa distanza


Scaricare ppt "CODICI VISIVI E CODICI VERBALI NELLA COMUNICAZIONE."

Presentazioni simili


Annunci Google