La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ricerca sociale in ambito urbano Lezione 18 marzo 2010 La relazione con lattore sociale Lorenza Maluccelli Università di Ferrara a.a. 2009-2010.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ricerca sociale in ambito urbano Lezione 18 marzo 2010 La relazione con lattore sociale Lorenza Maluccelli Università di Ferrara a.a. 2009-2010."— Transcript della presentazione:

1 Ricerca sociale in ambito urbano Lezione 18 marzo 2010 La relazione con lattore sociale Lorenza Maluccelli Università di Ferrara a.a

2 La relazione con lattore sociale … aspetto inevitabile della pratica di ricerca [Ranci Costanzo, Relazioni difficili. Linterazione tra ricercatore e attore sociale in Alberto Melucci Verso una sociologia riflessiva. Ricerca qualitativa e cultura, Il Mulino, Bologna, 1998 ]

3 Duplice senso perché le pratiche dellattore costituiscono loggetto diretto della ricerca stessa o perché lattore è il depositario di informazioni preziose per il ricercatore in quanto implicato più o meno direttamente con i fenomeni sociali oggetto dellanalisi

4 Problema metodologico gli attori che ha diverso titolo sono implicati nella selezione e trasmissione delle informazioni utilizzate nella ricerca sociale sono in grado di esercitare uninfluenza significativa sulla definizione delloggetto della ricerca stessa, nonché sui risultati a cui si perverrà.

5 Duplice ruolo dellattore sociale in quanto parte o testimone di un fenomeno è parte delloggetto di studio del ricercatore, in quanto soggetto discorsivo agisce come medium tra il ricercatore e la realtà sociale più ampia che si sta indagando viene interpellato in qualità di osservatore e di interprete.

6 Influenza dellattore sociale nel processo conoscitivo Tradizione positivista, post- positivista Nella pratica di ricerca tradizionale, linfluenza dellattore sociale costituisce un elemento di perturbazione che impedisce lapplicazione rigorosa delle procedure tecniche del metodo scientifico. Anche se si riconosce come inevitabile essa viene sottoposta a procedure di controllo che consentano di evitare distorsioni eccessive dei dati Ricerca qualitativa Con lo sviluppo delle metodologie qualitative è emerso un approccio che vede nella relazione con lattore sociale una parte integrante del processo conoscitivo sviluppato tramite la attività di ricerca.

7 La ricerca come gioco relazionale o Linsieme dei processi relazionali che si sviluppano tra i soggetti partecipanti, sostiene la costruzione delloggetto e la produzione delle spiegazioni e dei significati associati a tali oggetto.

8 La visione dualistica tradizionale Nella pratica di ricerca più consolidata lesistenza di quest accordo implicito tra il ricercatore e lattore sociale non viene generalmente esplicitato. Predomina una visione dualistica secondo la quale solo la netta separazione tra la figura del ricercatore e quella dellattore sociale garantisce la validità del processo conoscitivo. Gran parte delle istruzioni metodologiche fornite ai ricercatori mira a salvaguardare la distanza e la separazione tra ricercatore – con il ruolo di osservatore – e lattore sociale – con il ruolo di osservato-

9 La relazione ricercatore-attore sociale Costituisce un requisito funzionale per lattuazione concreta della ricerca sociale Agisce come un fattore che influenza la definizione delloggetto della ricerca Costituisce il campo in cui si realizza quel processo di natura interattiva – la ricerca – attraverso il quale avviene la costruzione sociale delloggetto e la sua interpretazione.

10 Incidenti e inciampi nella pratica di ricerca: il rifiuto a collaborare Non tutte le donne contattate hanno accettato di rilasciare lintervista; un caso poi è stato particolarmente rivelatore sia delle difficoltà che delle potenzialità della ricerca. Le complicazioni erano dovute in gran parte alla necessità di posizionarci rispetto al sistema burocratico a cui le donne si rapportano per la permanenza in Italia e di spiegare chiaramente la nostra richiesta (un contributo personale e non un colloquio finalizzato, ad esempio, allottenimento del permesso di soggiorno o allaccesso a misure attive del lavoro); le potenzialità, invece, emergevano dallosservazione ravvicinata delle nuove generazioni di donne migranti e dei loro desideri di cambiamento (…) Tratto da Maluccelli L., Da prostitute a domestiche. Storie di mercati sommersi e donne "in transizione, i n Colombo A. e Sciortino G. (a cura di ) Stranieri in Italia. Assimilati ed esclusi, Bologna, Il Mulino, 2002, pp. Tra le annotazioni che lintervistatrice Micaela Schincaglia ha scritto sullincontro con una giovane donna dellest europeo inserita nel progetto Inclusione della città di Bologna, si legge: «Perché devo dire queste cose?» domanda T. «ho già detto tutto ad un'altra ragazza del Comune: cosa ho fatto prima di Italia, cosa voglio fare qui, quali sono miei bisogni... tutto! A cosa serve questo ancora?!». La donna si era resa disponibile allintervista pensando che la potesse aiutare a trovare un altro lavoro: «Sai, io adesso lavoro in una casa editrice; la mia borsa lavoro è già stata rinnovata un paio di volte, ma a giugno scade definitivamente. Sono molto preoccupata perché non so cosa fare dopo. Se adesso non facessi ore in nero... faccio le pulizie... non so come farei. Ho già mandato il curriculum in tanti posti, ma niente. Ho anche fatto dei colloqui di lavoro, ma mi dicono che richiamano per un periodo di prova, e invece niente. Perché mi scartano senza neanche vedere come lavoro? Perché sono straniera! Se io volessi fare le pulizie o stare dietro una signora anziana qualcosa trovo, ma io non voglio fare questo. Quando ero in Russia facevo la modella; adesso voglio fare la segretaria».

11 La presenza di inciampi cosa ci indica? difficoltà di comunicazione: tra linguaggi e culture precedentemente non in contatto scarti o conflitti nella definizione della realtà e della sua struttura di rilevanza [problema della legittimità: il linguaggio sociologico porta con sé una pretesa di definizione della realtà – fornita dalle sue categorie analitiche - che non coincide necessariamente con quelle del linguaggio comune].

12 Le pratiche di riparazione Come affrontare gli inciampi? Riconoscere che il rapporto con lAS modifica il campo della ricerca e che gli inciampi non sono che segnali degli scarti tra le definizioni di R. e quelle di AS. riconoscere lalterità esistente tra i punti di vista delle due parti e ridurre la distanza sociale tra AS e R date dalle difficoltà di comprensione, ecc.

13 Tecniche di prevenzione degli inciampi Adattare AS agli schemi mentali propri del R Abbandono del R del distacco tipico dellosservatore esterno e partecipazione al mondo sociale di AS

14 Esiste un approccio che valorizzi la distanza culturale tra R e AS, invece di soffocarla o ignorarla? il primo passo in questa direzione è quello di includere la relazione con lAS dentro il campo di osservazione, in modo da evidenziare le dinamiche relazionali attraverso cui la distanza emerge e contribuisce alla costruzione delloggetto dellindagine.

15 La questione metodologica come osservare il gioco relazionale che si sviluppa al centro e ai margini del campo di indagine? [lindagine non solo come forma di esplorazione della realtà sociale, ma anche come gioco relazionale in cui sono implicati il R (e la comunità scientifica alle sue spalle) e gli AS ai quali viene chiesto di collaborarvi.]

16 osservare il gioco relazionale La relazione con lAS - diventa un oggetto dellindagine - una delle dinamiche attraverso cui loggetto della ricerca viene costruito Diventano necessarie procedure che evidenzino linfluenza reciproca tra i soggetti (area di conflitto, area di accordo, area di incomprensione, etc)

17 La riflessività La riflessività (non la distanza) è una capacità che il R deve sviluppare per sciogliere il paradosso in cui si trova: implicato dentro il campo, osservatore da fuori di tale relazione. La distanza, secondo questa prospettiva, non è sottrarsi alla relazione con lAS ma la capacità di osservare linterazione.


Scaricare ppt "Ricerca sociale in ambito urbano Lezione 18 marzo 2010 La relazione con lattore sociale Lorenza Maluccelli Università di Ferrara a.a. 2009-2010."

Presentazioni simili


Annunci Google