La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I Fantastici quattro…. Che cos’è la fisica? Lo scopo della fisica è quello di spiegare molti dei fenomeni naturali che avvengono intorno a noi Lo scopo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I Fantastici quattro…. Che cos’è la fisica? Lo scopo della fisica è quello di spiegare molti dei fenomeni naturali che avvengono intorno a noi Lo scopo."— Transcript della presentazione:

1 I Fantastici quattro…

2 Che cos’è la fisica? Lo scopo della fisica è quello di spiegare molti dei fenomeni naturali che avvengono intorno a noi Lo scopo della fisica è quello di spiegare molti dei fenomeni naturali che avvengono intorno a noi Dal greco Dal greco phỳsis = natura Es: il movimento dei corpi, l’alternarsi del Es: il movimento dei corpi, l’alternarsi del giorno e della notte, il calore e la luce, la corrente elettrica… la costituzione della materia.

3 Un po’ di storia… Aristotele fu uno dei più grandi filosofi greci. Aristotele fu uno dei più grandi filosofi greci. La sua opera fu riscoperta in Europa nel XIII secolo e studiata nelle università (come una vera enciclopedia del sapere) La sua opera fu riscoperta in Europa nel XIII secolo e studiata nelle università (come una vera enciclopedia del sapere) Si occupò di logica, filosofia, astronomia, fisica, geologia, biologia, politica, retorica e poetica. Si occupò di logica, filosofia, astronomia, fisica, geologia, biologia, politica, retorica e poetica. La spiegazione della natura era di tipo qualitativo, Aristotele immaginava una distinzione tra corpi celesti e corpi terrestri (corruttibili) La spiegazione della natura era di tipo qualitativo, Aristotele immaginava una distinzione tra corpi celesti e corpi terrestri (corruttibili) Stagira 384 a.C. Calcide 322 a.C.

4 Uno dei fondatori della scienza moderna: Galileo Galilei Galileo gettò le basi della nuova scienza: cominciò a considerare gli aspetti quantitativi della natura (misurabili) come forma, dimensioni, collocazione nello spazio. Galileo gettò le basi della nuova scienza: cominciò a considerare gli aspetti quantitativi della natura (misurabili) come forma, dimensioni, collocazione nello spazio. Solo il linguaggio matematico può esprimere la vera natura delle cose. Solo il linguaggio matematico può esprimere la vera natura delle cose. Pisa 1564 – Arcetri 1642

5 ... questo grandissimo libro (quello della natura) che continuamente ci sta aperto innanzi agli occhi (io dico l'universo), ma non si può intendere se prima non s'impara a inteder la lingua, e conoscer i caratteri, ne' quali è scritto. Egli è scritto in lingua matematica, e i caratteri son triangoli, cerchi, ed altre figure geometriche, senza i quali mezzi è impossibile a intendere umanamente parola; senza questi è un aggirarsi vanamente per un oscuro laberinto. (G.Galilei - da Il Saggiatore 1623) La realtà che vediamo è spiegata attraverso ciò che non vediamo: le relazioni matematiche

6 Il metodo scientifico sperimentale Osservazione del fenomeno Scelta delle grandezze Formulazione di ipotesi Formulazione della legge Esperimento controllato L’ipotesi è giusta?

7

8 Grandezze fisiche Una grandezza fisica è una qualunque caratteristica di un oggetto o di un fenomeno che possa essere misurata, espressa cioè attraverso un numero e una unità di misura Una grandezza fisica è una qualunque caratteristica di un oggetto o di un fenomeno che possa essere misurata, espressa cioè attraverso un numero e una unità di misura Misurare significa confrontare una grandezza fisica con una unità di misura. Misurare significa confrontare una grandezza fisica con una unità di misura. Esistono misure dirette e misure indirette Esistono misure dirette e misure indirette

9 Grandezze fisiche e unità di misura GRANDEZZAUNITÀSIMBOLO lunghezzametrom temposecondos massakilogrammokg intensità di corrente ampéreA TemperaturakelvinK quantità di materia molemol intensità luninosa candelacd Nel 1960 la Conferenza Internazionale dei Pesi e delle Misure introdusse il Sistema Internazionale di Unità (S.I.)

10 La lunghezza Rappresenta la distanza tra le estremità del regolo Rappresenta la distanza tra le estremità del regolo Un metro è definito come la distanza percorsa dalla luce nel vuoto in 1/ di secondo. Un metro è definito come la distanza percorsa dalla luce nel vuoto in 1/ di secondo.

11 Il tempo È un concetto intuitivo legato ai cambiamenti che vediamo intorno a noi: l’alternarsi del giorno e della notte, le stagioni etc. È un concetto intuitivo legato ai cambiamenti che vediamo intorno a noi: l’alternarsi del giorno e della notte, le stagioni etc. Un secondo equivale alla durata di oscillazioni complete dell’isotopo 133 dell’atomo di cesio Un secondo equivale alla durata di oscillazioni complete dell’isotopo 133 dell’atomo di cesio

12 La massa La massa è definita operativamente come la grandezza misurata dalla bilancia a bracci uguali Indica la quantità di materia presente nel corpo. Il kilogrammo campione di platino-iridio è conservato nel Museo dei Pesi e delle Misure di Sèvres

13 Multipli e sottimultipli PREFISSOVALORESIMBOLOPREFISSOVALORESIMBOLO exa Edeci10 -1 d peta Pcenti10 -2 c tera Tmilli10 -3 m giga 10 9 Gmicro10 -6 μ mega10 6 Mnano10 -9 n kilo10 3 kpico p etto10 2 hfemto f deca 10 1 daatto a

14 Notazione scientifica In fisica si incontrano spesso numeri molto grandi o molto piccoli. In fisica si incontrano spesso numeri molto grandi o molto piccoli. Es: r T = m (raggio della terra) Es: r T = m (raggio della terra) r H =0, m (raggio dell’atomo di idrogeno) r H =0, m (raggio dell’atomo di idrogeno) Utilizzando le potenze di 10 possiamo scrivere in notazione scientifica: Utilizzando le potenze di 10 possiamo scrivere in notazione scientifica: r T = m = 6,4  10 6 m r T = m = 6,4  10 6 m r H =0, = 5,3  m r H =0, = 5,3  m

15

16


Scaricare ppt "I Fantastici quattro…. Che cos’è la fisica? Lo scopo della fisica è quello di spiegare molti dei fenomeni naturali che avvengono intorno a noi Lo scopo."

Presentazioni simili


Annunci Google