La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

DOCUMENTARE IL PROGETTO 2.0 BOLOGNA 13 ottobre 2011 Nucleo Regionale ANSAS – ex IRRE ER.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "DOCUMENTARE IL PROGETTO 2.0 BOLOGNA 13 ottobre 2011 Nucleo Regionale ANSAS – ex IRRE ER."— Transcript della presentazione:

1 DOCUMENTARE IL PROGETTO 2.0 BOLOGNA 13 ottobre 2011 Nucleo Regionale ANSAS – ex IRRE ER

2 OBIETTIVI DEL PROGETTO 2.0 [Il MIUR…] Nel quadro del piano di sostegno dellInnovazione Digitale, promuove lallestimento di classi tecnologicamente avanzate denominate 2.0… Lintento delliniziativa è quello di realizzare ambienti di apprendimento adatti ad un utilizzo costante e diffuso delle tecnologie nella quotidianità scolastica, al fine di verificare…come e quanto limpatto possa intervenire nei processi formativi in unepoca di trasformazioni dei linguaggi della comunicazione e della diffusione dei saperi.

3 DAI DOCUMENTI NAZIONALI… Dal Documento nazionale: Progetto 2.0: assistenza e supporto alle scuole (Progettazione e Sperimentazione) Fase 1: progettazione assistita …strumenti di progettazione, documentazione e schede di descrizione degli strumenti saranno gli attrezzi del mestiere offerti dal team al docente e progettati dal Gruppo di Coordinamento tecnico-scientifico Fase 2: sperimentazione assistita …questo lavoro confluirà in un report conclusivo che documenti passo, passo i processi innescati nelle due fasi…. …Lambiente nazionale prevederà unarea repository per la documentazione dei progetti dove le scuole potranno inserire i propri prodotti realizzati durante la sperimentazione.

4 FUNZIONI DELLA DOCUMENTAZIONE E un processo per: lasciare tracce e memoria (archivio dei saperi- identità/autobiografia professionale e istituzionale); formare i docenti accrescendone le competenze (sviluppo professionale); comunicare con gli altri (circolazione di esperienze)

5 FUNZIONI DELLA DOCUMENTAZIONE E un processo di: Riflessione e metacognizione: trasformare la conoscenza implicita in conoscenza esplicita Valutazione ed autoanalisi: rendere conto della qualità formativa dei risultati- monitorare lesperienza

6 FUNZIONI DELLA DOCUMENTAZIONE E un processo che: aiuta una migliore riprogettazione delle azioni future (comprendere, rielaborare, generare nuove conoscenze) aiuta la discussione professionale e la costruzione di comunità permette di imparare dalle pratiche altrui

7 PUNTI DI ATTENZIONE come integrate le tecnologie nella didattica esistente (pratiche di insegnamento) Come cambia il vostro modo di insegnare con le tecnologie; come cambia la progettazione della lezione; i vantaggi e gli svantaggi dellintroduzione di dispositivi tecnologici; la gestione del tempo; luso dei contenuti e/o del libro di testo; come cambia la valutazione; che impatto osservate nel lavoro con i vostri colleghi.

8 PUNTI DI ATTENZIONE come cambiano gli spazi e i tempi dellapprendimento Come si trasformano gli spazi e gli arredi scolastici; quali strumenti diversi hanno gli studenti a disposizione; che impatto hanno le tecnologie nel rimodulare i tempi della scuola; se e come leducazione formale va a convergere con leducazione informale.

9 PUNTI DI ATTENZIONE come cambia la lezione Come gli studenti si relazionano con le nuove proposte didattiche; se cè maggiore partecipazione o motivazione; come cambia la comunicazione e linterazione tra gli studenti, tra i docenti e tra studenti e docenti; che impatto ha questo modo nuovo di fare lezione sugli apprendimenti.

10 PUNTI DI ATTENZIONE i pro e i contro dei cambiamenti che osservate nelle vostre pratiche Qualunque problema/ostacolo abbiate incontrato voi e/o i vostri studenti durante limplementazione del progetto e considerate cosa è stato utile e cosa ha veramente aiutato voi e/o i vostri studenti ad impegnarvi in modo positivo in un nuovo modo di lavorare.

11 QUALE DOCUMENTAZIONE? Generativa Partecipata Formativa Comunicativa Valutativa/autovalutativa Multimediale

12 LA DOCUMENTAZIONE MULTIMEDIALE Utilizza diversi tipi di codice (testuale, audiovisivo, interattivo) Introduce una vasta gamma di linguaggi (emotivo, cognitivo, relazionale, metacognitivo) Aiuta/consolida la familiarizzazione con le ICT È orientata allutente e non è autoreferenziale Facilita la condivisione, diventando un processo partecipato che accomuna diversi soggetti

13 LA MAPPA INTERATTIVA

14 I CONTENUTI DELLA SCHEDA DELLA SINGOLA SCUOLA Il contesto socio-culturale: classe, istituto, territorio Lambiente di apprendimento: setting daula, spazi, tempi, relazioni docenti-alunni e alunni-alunni, lextrascuola, formale, non formale, informale I contenuti didattici: unità di apprendimento, software, risorse digitali, materiali, applicazioni) Le attività in classe Le tecnologie: strumenti tecnologici, integrazione tra diverse tecnologie e finalizzazione pedagogica

15 TIPOLOGIE DI DOCUMENTI Le tipologie di documenti che si possono trovare allinterno della vostra documentazione possono essere i seguenti: Fotografie Video Registrazioni audio File testuali misti Link a risorse utili Presentazioni in ppt Schemi, mappe, diagrammi di flusso

16 PAGINA DI IMMISSIONE DATI C:\Eudora\Attach\immissione.htm immissione. html

17 QUALI MODALITA TAGLIO IPER- TESTUALE TAGLIO SLIDE- SHOW TAGLIO GIORNALI- STICO TAGLIO DOCU- FICTION TAGLIO AMBIENTE INTEGRATO TAGLIO NARRATIVO

18 STRUMENTI Link a utili strumenti di creazione/gestione di file multimediali: ?action=read_pagina&id_cnt= ?action=read_pagina&id_cnt=10511

19 PRIVACY E COPYRIGHT Nella creazione della documentazione e nella gestione di file multimediali si faccia attenzione a due aspetti: Privacy Lutilizzo di immagini, audio, artefatti deve essere autorizzata dalla persona, a maggior ragione nel caso di minore. Pertanto, se decidete di filmare una lezione, di scattare delle foto ecc. dovete ottenere la liberatoria dei genitori degli alunni o di chi ne detiene la patria potestà. Potete utilizzare il fac-simile predisposto da ANSAS, avendo cura di personalizzarlo con lintestazione della scuola in quanto rappresenterà un documento ufficiale che vi autorizza ad utilizzare il materiale multimediale acquisito. Link al facsimile: %20e%20privacy.pdf %20e%20privacy.pdf Si tenga presente che la liberatoria è necessaria anche nel caso di persona non minore se si intenda pubblicarne limmagine. Oltre alla liberatoria, si consiglia di omettere il nome degli studenti e comunque di non divulgare dati sensibili. Copyright Se volete utilizzare materiale trovato su Internet per comporre e presentare la vostra documentazione (ad esempio immagini metaforiche o musiche di sottofondo ad un video ecc.) ricordate che vale generalmente questa regola: tutto ciò che trovo su Internet e non è dichiaratamente soggetto ad una licenza duso di tipo open è protetto da copyright (ossia posso consultarlo ma non posso copiarlo, modificarlo, utilizzarlo in alcun modo). Soltanto se il materiale è condiviso con una licenza di tipo open posso avere dei diritti duso. A tale proposito, si legga il seguente articolo:


Scaricare ppt "DOCUMENTARE IL PROGETTO 2.0 BOLOGNA 13 ottobre 2011 Nucleo Regionale ANSAS – ex IRRE ER."

Presentazioni simili


Annunci Google