La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La LIM nella scuola dellEmilia Romagna: osservando e analizzando il progetto ministeriale Modena 28 aprile 2010.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La LIM nella scuola dellEmilia Romagna: osservando e analizzando il progetto ministeriale Modena 28 aprile 2010."— Transcript della presentazione:

1 La LIM nella scuola dellEmilia Romagna: osservando e analizzando il progetto ministeriale Modena 28 aprile 2010

2 La società dellinformazione e della conoscenza Mark Prensky (2001): crea lespressione digital natives per riferirsi alle generazione nate dopo lavvento e lo sviluppo delle tecnologie digitali. Rapporto OCSE The New Millennium Learners. Challenging our Views on ICT and Learning (2006): vengono delineati lidentità dei nativi digitali e individuati i processi di innovazione che la scuola dovrebbe attuare per preparare i giovani a vivere nella società della conoscenza.

3 Gli studenti del nuovo millennio fuori dallambiente scolastico multi-tasking multi-spazio frammentazione del tempo simultaneità, connessioni reticolari apprendimento non lineare interagiscono con lo schermo che diviene il punto dingresso per connettersi creano e gestiscono la conoscenza attraverso oggetti e testi (immagini, parole scritte, audio, video) dentro lambiente scolastico –mono-tasking –uno spazio alla volta –Il tempo è sequenziale (ad es. 1 ora di lezione per disciplina) –un compito alla volta –apprendimento lineare, sequenziale –La classe è tipicamente un luogo non connesso

4 Una risposta possibile: il Piano per la diffusione delle lavagne interattive multimediali Finalità generale: sviluppare e potenziare linnovazione didattica attraverso luso delle nuove tecnologie, in modo tale da: integrare la LIM in pratiche educative innovative stimolare la motivazione, la partecipazione e lapprendimento attivo degli studenti migliorare lapprendimento nei diversi ambiti disciplinari sviluppare le competenze trasversali Destinatari: docenti di scuola secondaria di I grado

5 La lavagna interattiva multimediale… si integra facilmente nella classe e il suo uso è immediato è uno strumento adatto a tutte le discipline e ai diversi livelli scolastici attraverso l'interattività, la possibilità di manipolare e produrre i contenuti influisce positivamente sull'attenzione, sulla motivazione e sul coinvolgimento degli studenti attraverso la multimedialità, rende più interessante lesposizione del docente

6 La lavagna interattiva multimediale… consente di condividere, scambiare, salvare riutilizzare i materiali prodotti incrementa le interazioni tra studenti e docenti, supporta le discussioni, migliora la comunicazione supporta e valorizza i diversi stili cognitivi e differenzia i percorsi di apprendimento facilita la personalizzazione e l'inclusione trasforma lambiente di apprendimento, che è al centro del cambiamento e allarga i confini dellaula

7 Le fasi del Piano di diffusione delle lavagne interattive multimediali Attività didattica supportata Formazione metodologica docenti Richiesta di dotazioni tecnologiche tramite formulario online Individuazione delle scuole e assegnazione delle LIM Individuazione tutor tramite bando Acquisto delle dotazioni tecnologiche Installazione dotazioni e training tecnico Formazione tutor Monitoraggio

8 Lo sviluppo del Piano 1a fase di formazione metodologica (presenza/online) Obiettivo: fornire ai corsisti le competenze di base per pianificare e condurre in classe attività didattiche con la LIM Gruppi di docenti organizzati per ambiti disciplinari, umanistico e scientifico, seguiti da un tutor che ha il compito di: effettuare una mediazione tra il docente e i contenuti dellofferta formativa stimolare e coordinare la discussione facilitare le interazioni nel gruppo preparare il docente a sperimentare luso della LIM in classe

9 Lo sviluppo del Piano 2a fase di sperimentazione assistita (presenza/online) Obiettivo: progettazione e realizzazione di attività in classe con lutilizzo della LIM Gruppi di docenti organizzati per ambiti disciplinari seguiti da un coach che ha il compito di: svolgere azioni di accompagnamento e ascolto assistere i docenti nella progettazione, nella realizzazione e conduzione delle attività in classe documentare e riflettere sul processo attivato

10 Il docente in formazione… acquisire la capacità di pianificare attività didattiche che prevedano l'integrazione della LIM saper reperire ed utilizzare risorse e strumenti digitali nella didattica in classe con la LIM saper integrare la LIM nella conduzione delle attività didattiche, nelle interazioni con e tra gli studenti saper individuare gli elementi di innovazione e le criticità

11 A livello nazionale 580 docenti che occupano i primi posti utili nelle graduatorie definitive (tutor) 50 ricercatori dei Nuclei regionali dellAgenzia ex- IRRE 15 ricercatori della sede centrale dellAgenzia ex- INDIRE Sono stati attivati 1250 corsi suddivisi tra corsi di area umanistica e corsi di area matematico- scientifica Processo su grandi numeri che punta ad una innovazione graduale e ad un impatto soft senza trasformazioni radicali ( classi, insegnanti…)

12 In Emilia Romagna Scuole secondarie di I grado: 218 Corsi di formazione: 82 Sedi di formazione: 25 Totale docenti in formazione: 1748 LAE: 1058 MST: 690 Tutor: 33 (da 1 a 5 corsi) Provincia di Modena: 171 docenti LAE – 122 docenti MST

13 Processo di adozione Superamento delle barriere allutilizzo (breve periodo) Integrazione nella didattica ordinaria (medio periodo) Sviluppo del potenziale innovativo (lungo periodo) utilizzo evoluzione innovazione ripensamento familiarizzazione adattamento appropriazione non-utilizzo


Scaricare ppt "La LIM nella scuola dellEmilia Romagna: osservando e analizzando il progetto ministeriale Modena 28 aprile 2010."

Presentazioni simili


Annunci Google