La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Tavola rotonda Ruolo e funzioni degli operatori sanitari dell’Ospedale Sacco: Milano, 30 ottobre 2014 Aula Magna AO Polo Universitario L.Sacco Il laboratorio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Tavola rotonda Ruolo e funzioni degli operatori sanitari dell’Ospedale Sacco: Milano, 30 ottobre 2014 Aula Magna AO Polo Universitario L.Sacco Il laboratorio."— Transcript della presentazione:

1 Tavola rotonda Ruolo e funzioni degli operatori sanitari dell’Ospedale Sacco: Milano, 30 ottobre 2014 Aula Magna AO Polo Universitario L.Sacco Il laboratorio di microbiologia R Grande

2 Quando incominciamo a ballare? Milano, 30 ottobre 2014 Aula Magna AO Polo Universitario L.Sacco

3 TIPOLOGIA ESAME PROVETTE EMOCROMO: Globuli Bianchi Tot Globuli Rossi Tot Emoglobina Piastrine Linfociti Granulociti n. 1 provetta con anticoagulante EDTA k3 (tappo LILLA) da 3ml ref BIOCHIMICA: AST ALT GGT Amilasi Bilirubina Totale Albumina Glucosio Creatinina Sodio, Potassio, Cloruri, CO2 tot Lattato n. 1 provetta con anticoagulante litio eparina (tappo VERDE) da 3 ml ref COAGULAZIONE: PT e aPTT n. 1 provetta con anticoagulante sodio citrato (tappo AZZURRO) da 2.7 ml ref BIOLOGIA MOLECOLARE 1: EBOLA virus n. 1 provetta con anticoagulante EDTA (tappo VIOLA) da 6 ml ref BIOLOGIA MOLECOLARE 2: Dengue virus (Biologia molecolare 2) e malaria n. 1 provetta con anticoagulante EDTA (tappo VIOLA) da 6 ml ref n. 1 provetta con anticoagulante EDTA k3 (tappo LILLA) da 3 ml ref BIOLOGIA MOLECOLARE 3: EBOLA virus Controllo per invio a n. 1 provetta con anticoagulante EDTA (tappo VIOLA) da 6 ml ref Laboratorio Spallanzani Confezionare con diverso involucro (contenitore rigido rotondo) e porlo nella medesima cassetta di metallo NOTA: L'identificativo colore è universale. E' importante che la provetta arrivi in laboratorio con il corretto anticoagulante. Le provette devono anche rispettare le dimensioni (capacità) richieste. Sopratutto la provetta di emocromo, che non potrebbe altrimenti essere analizzata sul nostro contaglobuli. Le provette con queste caratteristiche sono vendute dalle principali ditte presenti sul mercato. Il prelievo non deve essere con impiego di siringa ma con sistemi tipo vacutainer o equivalente. Milano, 30 ottobre 2014 Aula Magna AO Polo Universitario L.Sacco

4 BSL 3/ BSL4 Ambiente a pressione negativa Milano, 30 ottobre 2014 Aula Magna AO Polo Universitario L.Sacco

5 BSL 3/ BSL4 Milano, 30 ottobre 2014 Aula Magna AO Polo Universitario L.Sacco

6 TIPOLOGIA ESAME PROVETTE EMOCROMO: Globuli Bianchi Tot Globuli Rossi Tot Emoglobina Piastrine Linfociti Granulociti n. 1 provetta con anticoagulante EDTA k3 (tappo LILLA) da 3ml ref BIOCHIMICA: AST ALT GGT Amilasi Bilirubina Totale Albumina Glucosio Creatinina Sodio, Potassio, Cloruri, CO2 tot Lattato n. 1 provetta con anticoagulante litio eparina (tappo VERDE) da 3 ml ref COAGULAZIONE: PT e aPTT n. 1 provetta con anticoagulante sodio citrato (tappo AZZURRO) da 2.7 ml ref BIOLOGIA MOLECOLARE 1: EBOLA virus n. 1 provetta con anticoagulante EDTA (tappo VIOLA) da 6 ml ref BIOLOGIA MOLECOLARE 2: Dengue virus (Biologia molecolare 2) e malaria n. 1 provetta con anticoagulante EDTA (tappo VIOLA) da 6 ml ref n. 1 provetta con anticoagulante EDTA k3 (tappo LILLA) da 3 ml ref BIOLOGIA MOLECOLARE 3: EBOLA virus Controllo per invio a n. 1 provetta con anticoagulante EDTA (tappo VIOLA) da 6 ml ref Laboratorio Spallanzani Confezionare con diverso involucro (contenitore rigido rotondo) e porlo nella medesima cassetta di metallo NOTA: L'identificativo colore è universale. E' importante che la provetta arrivi in laboratorio con il corretto anticoagulante. Le provette devono anche rispettare le dimensioni (capacità) richieste. Sopratutto la provetta di emocromo, che non potrebbe altrimenti essere analizzata sul nostro contaglobuli. Le provette con queste caratteristiche sono vendute dalle principali ditte presenti sul mercato. Il prelievo non deve essere con impiego di siringa ma con sistemi tipo vacutainer o equivalente. Cosa possiamo fare in BSL3?

7 POCT BSL3 Milano, 30 ottobre 2014 Aula Magna AO Polo Universitario L.Sacco

8 Cosa Si DEVE Fare in BSL4? Isolamento colturale Ricerca anticorpale Milano, 30 ottobre 2014 Aula Magna AO Polo Universitario L.Sacco

9 Malaria Solo antigene Milano, 30 ottobre 2014 Aula Magna AO Polo Universitario L.Sacco

10 FIGURE 1 Decision logic for selecting sharps disposal containers. (Adapted from NIOSH, 1998.) American Society For Microbiology © 2012 Citation: Hunt D Standard (Universal) Precautions for Handling Human Specimens, p 341–359. In Fleming D, Hunt D (ed), Biological Safety. ASM Press, Washington, DC. doi: / ch18

11 Malaria Solo antigene Milano, 30 ottobre 2014 Aula Magna AO Polo Universitario L.Sacco

12 Milano, 30 ottobre 2014 Aula Magna AO Polo Universitario L.Sacco Proposta CoSP-AMClI La diagnosi di malaria è posta come diagnosi differenziale con l’infezione da virus Ebola in soggetti che rientrano dai Paesi con epidemia da Ebola in corso. Riteniamo utile fare alcuni commenti riguardo ai test diagnostici da eseguire. Per ridurre al minimo la gestione del campione e quindi ridurre al minimo il rischio di contatto si propone: La gestione del campione deve avvenire in BLSII con operatore formato nella vestizione svestizione con tuta impermeabile, guanti, maschera FFP3 e occhiali a maschera o visiera L’esecuzione solo della ricerca dell’antigene (Ag) per Malaria (per P. falciparum o per P. falciparum e altre specie) Se Ag Negativo non si fa altro e si invia campione per ricerca virus Ebola Se Ag positivo esecuzione striscio e valutazione critica se inviare il campione per la ricerca di virus Ebola Al minimo dubbio anche per pazienti a basso rischio si consiglia la ricerca di virus Ebola senza attendere conferma in base all’evoluzione clinica di sola infezione da malaria poiché possono essere necessarie anche ore Il campione in EDTA per ridurre la carica virale può essere trattato con Triton X 100 allo 0,1% finale per un’ora secondo raccomandazioni dei CDC consultabili ai seguenti indirizzi web:


Scaricare ppt "Tavola rotonda Ruolo e funzioni degli operatori sanitari dell’Ospedale Sacco: Milano, 30 ottobre 2014 Aula Magna AO Polo Universitario L.Sacco Il laboratorio."

Presentazioni simili


Annunci Google