La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Progetto di prevenzione del fenomeno del traffico degli esseri umani nel territorio dellaTransnistria Fondazione REGINA PACIS Agosto 2003.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Progetto di prevenzione del fenomeno del traffico degli esseri umani nel territorio dellaTransnistria Fondazione REGINA PACIS Agosto 2003."— Transcript della presentazione:

1 Progetto di prevenzione del fenomeno del traffico degli esseri umani nel territorio dellaTransnistria Fondazione REGINA PACIS Agosto 2003

2 Slogan del progetto: Titolo: La tua dignità dipende da te. Difendila! Sottotitolo: Fermiamo il traffico delle donne

3 Criteri della campagna Dignità Dialogo Rispetto

4 Obiettivi sociali del progetto  Istituire un dialogo aperto e continuo sui problemi della donna e dei minori nel territorio della Transnistria  Evidenziare il ruolo della donna/madre in una società in stato di transizione  Promuovere la dignità femminile quale fattore essenziale della personalità della donna  Promuovere il rispetto della minore età ed il superamento dello stato di abbandono dei bambini  Far crescere il livello d’informazione della popolazione del territorio della Transnistria per quanto riguarda le problematiche della donna e dei minori  Promuovere un’altra immagine della donna nel territorio della Transnistria, la quale può vivere una vita dignitosa nell’ambito familiare e nell’ambiente sociale.  Monitoraggio della situazione dei minori

5 Destinatario diretto –Donne di età compresa fra 18 a 45 anni, residenti in un contesto rurale ed urbano, con redditi molto bassi, bassi e medi. –Minori in condizione di rischio e di probabile traffico Destinatario indiretto –Autorità governative, autorità locali, mass-media ed eventuali soggetti formatori Chi sono i destinatari

6 Approccio strategico Tutta la campagna si fonda sul concetto creativo di comunicare in modo efficace ed individuare punti di incontro con i destinatari L’APPROCCIO DEVE QUINDI AVVENIRE A 360 GRADI

7 Approccio a 360 gradi significa… Televisione, radio, stampa, Pubblicità affissa Produzione materiali Autorità statali e locali Pubbliche relazioni Concetto di comunicazione Direct mailing

8 Strategia di comunicazione La strategia della comunicazione si basa sull’aspetto emozionale e ragionevole della problematica della donna e dei minori nel territorio della Transnistria

9 Strategia di comunicazione A livello emozionale si deve comunicare l’immagine di una donna comune, piena di dignità e contenta delle gioie ordinarie della vita, le stesse in tutto il mondo (modello nuovo della femminilità). Per quanto riguarda i minori bsiogna invece approfondire i valori fondamentali: famiglia, scuola, interessi. A livello ragionevole si deve comunicare la necessità di istituire un dialogo aperto e continuo sul problema della donna e dei minori. Il dialogo mira ad aiutare soprattutto le donne che hanno vissuto le più gravi esperienze di riabilitazione e reinserzione.

10 Strategia di comunicazione Per un impatto comunicativo adeguato si dovranno utilizzare i seguenti itinerari della comunicazione: attività Above The Line (ATL) – TV; attività radio, stampa e Below The Line (BTL); direct mailing etc.

11 Strategia di comunicazione La tipologia dei servizi sul territorio della Transnistria induce a preferire l’attività comunicativa BTL nei confronti di ATL. La proporzione proposta potrebbe essere: ATL – 25% BTL – 75%

12 Supporto ATL Nel quadro della comunicazione ATL si potranno utilizzare: Televisione (canali con copertura del territorio) Pubblicità affissa (cartelloni pubblicitari)

13 Supporto BTL Nel quadro della comunicazione BTL si potranno utilizzare: Campagna Public Relations Direct Mailing Cosa bisogna intraprendere: -Conferenze, incontri nelle scuole e con le autorità -Poster A2, depliant A4, sticker A4 -Reportage -Inserzioni menabo di stampa che riprendono l’immagine della pubblicità dei cartelloni e lo spot video -Nell’ambito di Direct Mailing si dovrà istituire un database con gli indirizzi delle autorità locali ed altri soggetti di interesse nel territorio della Transinistria, a cui saranno inviati i materiali informativi ed illustrativi

14 Durata del progetto Il progetto avrà la durata di 12 mesi, con la possibilità del prolungamento ed ulteriore approfondimento e miglioramento nel corso della attuazione Tale progetto avrà la funzione di effettuare una corretta analisi delle povertà del territorio, in modo tale da poter individuare ulteriori forme di intervento sociale a beneficio delle fasce deboli e di tutti coloro che vivono situazioni a rischio.

15 BTL ,00 Euro ATL ,00 Euro VARIO 2.000,00 Euro TOTALE ,00 Euro Preventivo totale


Scaricare ppt "Progetto di prevenzione del fenomeno del traffico degli esseri umani nel territorio dellaTransnistria Fondazione REGINA PACIS Agosto 2003."

Presentazioni simili


Annunci Google