La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Indicatori di efficienza dellanagrafe vaccinale Piano Nazionale di eliminazione del morbillo e della rosolia congenita 2003-2007.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Indicatori di efficienza dellanagrafe vaccinale Piano Nazionale di eliminazione del morbillo e della rosolia congenita 2003-2007."— Transcript della presentazione:

1 Indicatori di efficienza dellanagrafe vaccinale Piano Nazionale di eliminazione del morbillo e della rosolia congenita

2 MONITORAGGIO E VALUTAZIONE DEL PIANO DI ELIMINAZIONE Il capitolo 10 del Piano di eliminazione MPR Presupposto fondamentale è che ogni Centro Vaccinale Distrettuale (CVD) sia dotato di una efficiente anagrafe vaccinale.

3 IL SISTEMA INFORMATIVO PER IL MONITORAGGIO DELLATTIVITA VACCINALE Ogni CVD deve dotarsi di un sistema informativo sulle vaccinazioni che sia integrato con il sistema informativo aziendale sulle malattie infettive e con il sistema informativo sulle reazioni avverse. Tale sistema deve essere collegato con lanagrafe comunale, e, per migliorare la ricerca attiva dei bambini che non si presentano per le vaccinazioni obbligatorie e raccomandate, dovrebbe essere informatizzato. Il sistema deve essere tale da consentire sia la valutazione dellimpatto dellattività sulla copertura vaccinale che limpatto delle vaccinazioni sulle malattie infettive prevenibili con vaccino.

4 Lanagrafe vaccinale Lofferta attiva è la chiave di volta per il successo di un programma di prevenzione. Pertanto è necessario disporre di una anagrafe vaccinale, tempestivamente aggiornata, non solo sulla base dei dati dellattività vaccinale, ma anche alla luce del movimento demografico. Il sindaco, autorità sanitaria abilitata a chiedere conto alla ASL del rispetto dei diritti di salute (e la vaccinazione è tale), ha lobbligo di segnalare tempestivamente alla ASL i nuovi titolari di tali diritti.

5 Struttura Notifica da parte dei comuni Laggiornamento dellanagrafe vaccinale sulla base dei bilanci demografici (notifiche di nascita, schede di morte, flussi migratori) da parte dei comuni deve avvenire con cadenza almeno mensile. Le notifiche da parte dei comuni dovranno quindi essere accurate e tempestive, massimo entro 30 giorni dallevento, e dovranno contenere le seguenti informazioni: Cognome e nome del nuovo nato/trasferito/deceduto/immigrato Cognome e nome dei genitori se minore Sesso Data di nascita Comune di nascita Codice comune di nascita Comune di residenza Codice comune di residenza Comune di domicilio, se diverso dalla residenza Codice comune di domicilio Indirizzo di residenza, e domicilio se diverso dalla residenza

6 Cognome e nome Cognome e nome genitori se minore Sesso Data di nascita Comune di nascita e Codice comune di nascita Comune di residenza e Codice comune di residenza Comune di domicilio e Codice comune di domicilio, se diversi dalla residenza Indirizzo e Telefono Data-set minimo dellAnagrafe Vaccinale. Dati anagrafici

7 Data di somministrazione Nome commerciale del vaccino (ed eventuale codifica) Composizione antigenica (D, T, pertosse, MPR, etc) Numero di lotto Data di scadenza del vaccino Ditta produttrice Sede fisica in cui è avvenuta la somministrazione (braccio sin, gamba dx, etc) In caso di non effettuazione della vaccinazione alla data prevista le ragioni della non effettuazione Cognome e nome di chi ha somministrato il vaccino Cognome e nome del MMG o PdF che ha in carico il soggetto Data-set minimo dellAnagrafe Vaccinale. Dati sulle vaccinazioni Per ogni dose somministrata:

8 Linformatizzazione: strumento per migliorare lefficienza organizzativa Lanagrafe vaccinale computerizzata diviene uno strumento indispensabile per ridurre i tempi relativi allarruolamento dei denominatori alla predisposizione delle lettere di invito alla registrazione delle vaccinazioni alla stampa delle lettere di richiamo e dei certificati alla gestione delle scorte allesportazione dellinformazione per la valutazione esterna allautovalutazione

9 Linformatizzazione dellanagrafe vaccinale deve permettere il calcolo degli indicatori di copertura vaccinale per ogni sezione spazio-temporale della popolazione iscritta e identificare la proporzione di bambini vaccinati entro tempi prefissati: 6, 12 e 24 mesi di vita. Linformatizzazione e lo sviluppo di indicatori

10 Il timing (rispetto delle scadenze previste dal calendario) è un eccellente predittore della copertura vaccinale finale e il suo controllo permette di identificare tempestivamente le aree critiche per intraprendere azioni correttive mirate. Inoltre i ritardi vaccinali possono dipendere anche dalle caratteristiche specifiche dei sottogruppi di popolazione (ad es. i più difficili da raggiungere vivono in aree di deprivazione sociale). Linformatizzazione per valutare lefficienza del sistema attraverso il rispetto del timing

11 Il confronto degli indicatori può permettere di formulare ipotesi ragionevoli per le differenze osservate tra distretti di una stessa ASL e tra AA.SS.LL. diverse della Regione, da verificare con rapide indagini, al fine di implementare misure organizzative correttive. Linformatizzazione a supporto di processi di benchmarking

12 In sintesi il sistema dovrà consentire: il controllo di tutte le fasi di attività archiviazione dei dati dalle anagrafi comunali generazione degli inviti e definizione del piano di lavoro archiviazione delle vaccinazioni effettuate generazione dei reinviti gestione delle scorte controllo dei dati di efficienza del servizio ritardi di inizio del ciclo primario ritardi alle dosi successive identificazione dei soggetti difficili da raggiungere e attività effettuate conseguentemente sul campo il controllo periodico della copertura vaccinale la raccolta delle segnalazioni delle reazioni avverse e attività effettuate conseguentemente alla ricezione delle segnalazioni

13 Percentuale invio in tempo utile (entro 30 gg) attestati di nascita dai comuni al distretto e inserimento in archivio computerizzato Tempi di invio (giorni) della 1° lettera-invito e delle lettere per i successivi inviti rispetto alla data prevista delle vaccinazioni Numero reinviti previsti per le vaccinazioni obbligatorie e per le vaccinazioni raccomandate Percentuale di bambini che iniziano in ritardo il ciclo vaccinale primario alla 1° dose alla 2° dose alla 3° dose Percentuale di vaccinati entro il 3° mese per la 1° dose Percentuale di vaccinati entro il 5° mese per la 2° dose Percentuale di vaccinati entro l 12° mese per la 3° dose Percentuale di vaccinati entro il 15° mese per la 1° dose di MPR Indicatori di efficienza dellanagrafe vaccinale

14 Ritardo della notifica di nascita/trasferimento da parte dei comuni Ritardi nellerogazione delle vaccinazioni da parte dei servizi Controindicazioni false Mancata identificazione di aree o gruppi a rischio Rifiuti in particolari aree geografiche Possibili cause che compromettono lefficienza del sistema


Scaricare ppt "Indicatori di efficienza dellanagrafe vaccinale Piano Nazionale di eliminazione del morbillo e della rosolia congenita 2003-2007."

Presentazioni simili


Annunci Google