La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IL PROGRAMMA ERASMUS PLUS Andrea Boffi. Indice Obiettivi generali3 Priorità4 Budget6 Paesi eligibili8 Paesi partner9 Azioni chiave ed attività finaziabili10.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IL PROGRAMMA ERASMUS PLUS Andrea Boffi. Indice Obiettivi generali3 Priorità4 Budget6 Paesi eligibili8 Paesi partner9 Azioni chiave ed attività finaziabili10."— Transcript della presentazione:

1 IL PROGRAMMA ERASMUS PLUS Andrea Boffi

2 Indice Obiettivi generali3 Priorità4 Budget6 Paesi eligibili8 Paesi partner9 Azioni chiave ed attività finaziabili10 Azione chiave 111 Azione chiave 212 Azione chiave 313 Le attività Jean Monnet14 Sport15 Bandi Aperti 16 Esempio: cooperazione e scambio di buone pratiche17

3 Obiettivi generali Settori: istruzione, formazione, gioventù e sport Nella precedente programmazione la formazione dei giovani era implementata attraverso il ricorso di una moltitudine di programma, separati l’uno dall’altro. Erasmus + ha riunito tali programmi e persegue i seguenti obiettivi di carattere generale:  Gli obiettivi del nuovo programma ERASMUS + sono l'incremento delle competenze e, in ultima analisi, l’occupazione delle persone attraverso la modernizzazione dei sistemi di istruzione e formazione.  Il programma avrà come focus la mobilità e la cooperazione tra studenti universitari, scuole professionali, formatori, insegnanti, tirocinanti e giovani lavoratori. Pertanto i beneficiari diretti saranno gli organismi, pubblici e privati, attivi nei settori dell'istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport di base. I comuni possono essere coinvolti in qualità di partner di progetto. 3

4 Priorità (1/2) 6 priorità per gli Stati Membri 1.Promuovere l’eccellenza nell’Istruzione e formazione professionale 2.Migliorare le performance di studenti a rischio di abbandono scolastico e con basse qualifiche di base 3.Rafforzare le competenze trasversali per l’occupabilità (spirito di iniziativa, competenze digitali e linguistiche) 4.Ridurre il numero di adulti con basse qualifiche 5.Sfruttare appieno le ICT, ampliare l'accesso e uso di risorse educative aperte in tutto il percorso dell’istruzione 6.Rafforzare il profilo professionale di tutti i ruoli di insegnamento Education and training – Gli obiettivi i Europa 2020 Ridurre l’abbandono scolastico al di sotto del 10% tra i giovani tra 18 e 24 anni Conseguimento di titoli di istruzione terziaria (o equivalente): almeno il 40% delle persone tra 30 e 34 anni Occupabilità: 82% dei laureati (età 20-34) con occupazione dopo tre anni dal conseguimento del titolo di studio

5 Priorità (2/2) Valore Aggiunto Europeo Aiutare i cittadini ad acquisire maggiori e migliori abilità Accrescere la qualità dell’insegnamento negli istituti di istruzione sia nell’UE che altrove Sostenere gli Stati membri e i Paesi partner extra UE nella modernizzazione dei propri sistemi di istruzione e formazione, rendendoli maggiormente innovativi Promuovere la partecipazione dei giovani alla società e la costruzione di una dimensione europea degli sport di base

6 Budget (1/2) BUDGET TOTALE14,7 Miliardi di euro per i sette anni (2014 – 2020) ESEMPI DI AZIONI FINANZIATE Esperienze ed attività di apprendimento formale e non formale; (opportunità di studio, formazione, insegnamento e volontariato internazionali) Azioni di sostegno agli sport popolari Raccordo tra mondo della scuola e contesto aziendale (apprendimento cross-culturale e cross-istituzionale in istituzioni educative e formative, nonché in organizzazioni giovanili tramite “Knowledge Alliances” a livello universitario e tramite “Sector Skills Alliances” in istituzioni professionali) Nota: non vengono finanziate infrastrutture (ad esempio il campo da calcio od un laboratorio di informatica) ma lo scambio di esperienze come l’organizzazione di progetti transnazionali al fine di individuare e testare reti adeguate e buone pratiche nei settori di riferimento.

7 Budget (2/2)

8 Paesi eleggibili

9 Paesi partner

10 Azioni chiave ed attività finanziabili

11 KA1: mobilità individuale per l’apprendimento

12 KA2: cooperazione per l’innovazione e le buone pratiche

13 KA3: riforma delle politiche Sostegno all’agenda UE in tema di istruzione, formazione e gioventù mediante: strumenti di trasparenza e agende politiche specifiche

14 Le attività Jean Monnet Le attività Jean Monnet hanno come principale obiettivo il supporto per l’insegnamento e la ricerca sull’integrazione europea, in particolare: Attività principali  Integrare l’insegnamento di studi europei all’interno di curriculum standard  Condurre, monitorare, ed effettuare ricerche in materie afferenti l’UE  Organizzare e coordinare risorse umane e documenti correlati a studi sull’Unione Europea (inclusa la creazione di master o training inerenti all’UE) Moduli Cattedre Eccellenza 40 Programmi di insegnamento nel settore degli studi europei 90 cattedre con specializzazione in studi europei Competenze e conoscenze relativi all’Unione Europea (sostegno Istituzionale al collegio d’Europa ed all’Istituto Europeo di Firenze)

15 Sport Obiettivi:  Focus sulle attività sportive di base (non il livello massimo professionistico)  Contrasto alle minacce transnazionali allo sport (doping dei non professionisti, competizioni truccate, violenza, razzismo, intolleranza)  Sviluppo della Cooperazione Europea nello sport (miglioramento della governance, promozione delle Carriere parallele per gli atleti)  Inclusione sociale nello sport e miglioramento della salute Azioni principali finanziabili  Partnership di collaborazione  Organizzazione di eventi sportivi  Rafforzare l’importanza dello sport di base tra decisori politici  Dialogo tra stakeholder europei

16 16 Bandi aperti BandoSettore/iScadenza Azione chiave 3 – poliche sperimentali nelle scuole all’interno del settore dell’educazione Inizative in prospettiva20/03/2015 Ore Azione chiave 1 – Erasmus Mundus Lauree congiunte04/03/2015 Ore Alleanze della conoscienzaAlleanze nelle capacità settoriali26/02/2015 Ore Jean Monnet 26/02/2015 Ore Progetti di cooperazione lungimiranti Supporto alle riforme politiche24/02/2015 Ore Azione chiave 2 – capacity building Cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche 10/02/2015 Ore 12.00

17 Esempio: cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche Titolo progetto Alleanza per le competenze settoriali per la manifattura avanzata nel settore dei trasporti Obiettivo generale del progetto Training ed educazione settoriale concernente i trend, i requisiti e le innovazioni all’interno del settore dei trasporti. Obiettivo del progetto é formare e/o incrementare le competenze dei lavoratori del settore, con particolare attenzione alla manifattura avanzata relativa alle performance energetiche, all’utilizzo della robotica ed al’uso combinato di diversi materiali. Principale beneficiario Centro Studi Cultura Sviluppo Associazione, Pistoia Consorzio Centro ricerche FIAT, Consulting&Solutions srl, CNR (IT) ; Birmingham Metropolitan College, Jaguar land rover limited, Excellence, Achievement & Learning ltd (UK) ; Teknisk Erhvervsskole Center, Scandinavian Airlines System Sas Consortium (Denmark) Contributo UE Eur Durata del progetto 36 mesi


Scaricare ppt "IL PROGRAMMA ERASMUS PLUS Andrea Boffi. Indice Obiettivi generali3 Priorità4 Budget6 Paesi eligibili8 Paesi partner9 Azioni chiave ed attività finaziabili10."

Presentazioni simili


Annunci Google