La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Agricoltura Produzioni agricole, zootecnia, pesca Agricoltura.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Agricoltura Produzioni agricole, zootecnia, pesca Agricoltura."— Transcript della presentazione:

1

2 Agricoltura

3 Produzioni agricole, zootecnia, pesca Agricoltura

4 Produzioni agricole zootecnia pesca CONTENUTI 1. Il settore primario 3. Le tecniche dell'agricoltura 2. I fattori che incidono sull'agricoltura 4. I prodotti dell'agricoltura 5. La zootecnia ATTIVITÀ L'agricoltura della mia regione 6. La pesca e l'acquacoltura 7. Test di verifica

5 1. Il settore primario Il settore primario raggruppa tutte le attività che riguardano le colture. Esso comprende le seguenti sezioni: AgricolturaSilvicolturaPesca commercialeAcquacolturaZootecnia Insieme delle pratiche necessarie alla coltivazione dei campi al fine di ottenere dalle piante prodotti alimentari o non alimentari Allevamento del bestiame per ottenerne carne, latte, uova, lana ecc. Cattura e commercio delle specie ittiche Allevamento di pesci, molluschi e crostacei Sfruttamento delle foreste per ricavarne legname

6 2. Fattori che incidono sull'agricoltura Ogni coltivazione prospera solo in determinate aree climatiche e richiede precise caratteristiche di composizione del terreno. IL CLIMAIL SUOLO AGRICOLO Il clima dipende dalla vicinanza al mare, dall’esposizione al Sole e da fattori geografici come la latitudine, l’altitudine ecc. Ciascuna specie di pianta ha bisogno di un diverso quantitativo di luce, acqua e calore, e pertanto di una adeguata condizione climatica È lo strato superficiale della crosta terrestre usato dalle piante come supporto, ancoraggio e fonte di sostanze nutritive. Un terreno agricolo deve avere un'equilibrata composizione degli elementi minerali e organici necessari allo sviluppo delle piante. Inoltre deve essere adeguatamente irrigato

7 3. Le tecniche dell'agricoltura LAVORI DI PREPARAZIONE Prima della semina occorre fare numerose lavorazioni del terreno: la terra infatti deve essere ripulita dalle erbacce e dissodata. L'aratura consiste nel tagliare e rivoltare il terreno al fine di favorire il migliore assorbimento delle sostanze nutrive da parte delle piante. In seguito si compiono le operazioni dell'erpicatura, della rullatura e della spianatura, che servono rispettivamente a sminuzzare le grosse zolle lasciate all'aratro, regolarizzare il terreno e prepararlo per la semina

8 3. Le tecniche dell'agricoltura LAVORI DI COLTIVAZIONE Può essere fatta a dimora, cioè sul campo con macchine seminatrici, o in semenzaio protetto e coperto: dopo il primo sviluppo, le piantine verranno trapiantate in campo aperto Poiché il raccolto non lascia le piante sul terreno (che lo nutrirebbero), esso si impoverisce. Perciò oggi si usano fertilizzanti artificiali. Generalmente il concime si distribuisce all’inizio del ciclo colturale, al momento della semina. È un’importante lavorazione superficiale del terreno che si fa tra file di piante già cresciute: con la sarchiatrice si rompe la crosta del terreno, si aerano le radici, si rimuovono le erbacce. È la lavorazione con cui si somministrano alle piante diserbanti e fitofarmaci al fine di proteggerle dai parassiti vegetali e animali Semina Concimazione Sarchiatura Irrorazione *Per ciascuna delle operazioni sopradescritte esistono apposite macchine.

9 3. Le tecniche dell'agricoltura RACCOLTO Avviene con modalità e in momenti diversi a seconda delle coltivazioni. Un tempo si faceva a mano, oggi si usano macchine apposite che in pochi passaggi sui campi svolgono tutto il lavoro. I raccolti dovrebbero avvenire con terreni asciutti, sia perché l’operazione è più agevole, sia per garantire una miglior conservazione del raccolto stesso.

10 3. Le tecniche dell'agricoltura AGRICOLTURA BIOLOGICA L’abuso dei prodotti chimici in agricoltura è pericoloso per l’ambiente. Per questo motivo si sta progressivamente diffondendo l’agricoltura biologica, i cui prodotti sono ormai reperibili in moltissimi negozi e supermercati e i cui criteri sono rigorosamente disciplinati L'agricoltura biologica considera l'intero ecosistema agricolo, sfrutta la naturale fertilità del suolo favorendola con interventi limitati, promuove la biodiversità dell'ambiente in cui opera e limita o esclude l'utilizzo di prodotti di sintesi e degli organismi geneticamente modificati.

11 4. I prodotti dell'agricoltura I CEREALI I cereali sono piante erbacee, i cui semi, macinati, danno farina adatta alla panificazione. I cereali più comuni sono il grano, l’orzo, la segale, l’avena, il mais, il riso, il miglio e il sorgo. Sono originari di Europa, Africa e Asia, eccetto il mais, originario del continente americano.

12 4. I prodotti dell'agricoltura I CEREALI La produzione di grano, riso e mais rappresenta da sola quasi la metà della produzione agricola globale. Le ragioni di tale “successo” dei cereali sono si adattano ai climi più vari crescono in fretta, sono molto produttivi, consentono la coltivazione meccanizzata possono essere immagazzinati per lunghi periodi senza perdere valore nutritivo o capacità di germogliare sono una insostituibile fonte energetica in una corretta alimentazione.

13 4. I prodotti dell'agricoltura L'ORTICOLTURA Nell'orticoltura si pratica la rotazione, in modo tale che il terrno non sia mai impoverito: alle leguminose, che arricchiscono il terreno di azoto, seguono piante sfruttatrici, come (cavoli e cavolfiori), poi piante con radici profonde, quindi altre con radici superficiali, ecc. L'orticoltura è un settore dell'agricoltura che consiste nell'insieme delle pratiche agricole ed agronomiche per la produzione di ortaggi. L'orticoltura industriale si avvale di impianti speciali, come le serre e le coperture per la coltura in ambiente protetto.

14 4. I prodotti dell'agricoltura GLI ORTAGGI Gli ortaggi si classificano, in base alla parte commestibile della pianta, in: leguminoseortaggi da fogliaortaggi da fiorefrutti bulbi e tuberiradici fagioli, piselli, fave, lenticchie, ceci, soia, lupini cavoli, bietole, lattughe, indivie, spinaci, sedani, porri carciofi, cavolfiori pomodori, peperoni, melanzane, cetrioli aglio, cipolle, scalogni, patate carote, rape, barbabietole

15 4. I prodotti dell'agricoltura LA FRUTTICOLTURA La frutticoltura è la coltivazione delle piante dal fusto a consistenza legnosa o arborea. Gli alberi da frutto si ricavano per innnesto. In seguito gli alberelli ottenuti vengono cresciuti in vivai fino all'epoca del trasferiemnto nel frutteto, il quale deve essere sistemato su un terreno stabile, lavorato, drenato e concimato. Le piante vengono irrorate di antiparassitari in quanto i frutteti sono molto soggetti agli attacchi dei parassiti. Le piante vengono potate In inverno per dare all'albero una forma che agevoli la raccolta e in estate per diradare le foglie ed esporre i frutti al Sole In genere viene svolta a mano. I frutti sono deposti ordinatamente in cassette che possono essere raccolte da un trattore con rimorchio che percorre i filari di piante. Gli alberi da frutto Pratiche colturali Raccolta

16 4. I prodotti dell'agricoltura LA FRUTTICOLTURA Le piante da frutto si dividono in due categorie: pomacee: i frutto sono pomi (come il melo e il pero) drupacee: i frutto sono drupe (come il ciliegio, il pesco, l'albicocco, il pruno) baccacee: i frutti sono bacche (come la vite, il lòampone, il cachi, l'arancio) PIANTE DA FRUTTA FRESCA piante da frutta secca o in guscio (come il mandorlo, il noce, il nocciolo)

17 I prodotti dell'agricoltura/Attività Descrivi le principali produzioni agricole della tua regione, indicandone l'ambiente di coltivazione e le caratteristiche colturali. ATTIVITÀ

18 5. Zootecnia La zootecnia è l’insieme delle conoscenze e delle tecniche necessarie per allevare gli animali al fine di ottenere sia prodotti alimentari, come carni, latte, uova, sia materie prime per le industrie, come lana e pelli.

19 5. Zootecnia LA ZOOTECNIA OGGI Il moderno allevamento si basa su: i miglioramenti apportati dalla ricerca sulla riproduzione e sull’alimentazione del bestiame l’applicazione di rigorose misure sanitarie l’introduzione dell’elettronica e dell’informatica nel monitoraggio delle condizioni sanitarie e ambientali dell’allevamento

20 5. Zootecnia I SISTEMI DI ALLEVAMENTO Allevamento estensivo o brado. Allevamento intensivo o stabulato. Il bestiame è lasciato libero su pascoli estesi, senza ricoveri fissi Il bestiame vive su superfici limitate e l’alimentazione è rigidamente controllata dall’uomo. Può essere a stabulazione libera o fissa a seconda che gli animali abbiano libertà di movimento o meno

21 5. Zootecnia I PRINCIPALI ALLEVAMENTI Gli animali allevati oggi nel mondo appartengono a poche specie: bovini, suini, ovini, bufali, polli, tacchini, anatre, oche, conigli e oltre il 70% della produzione totale è ottenuto da bovini e suini.

22 6. Pesca e acquacoltura L’INDUSTRIA DELLA PESCA La pesca commerciale è l’attività di ricerca e cattura di pesci e prodotti ittici finalizzata al loro commercio sul mercato ittico all’ingrosso o al dettaglio. La pesca commerciale di oggi è paragonabile a un’industria: i pescherecci oceanici moderni sono navi lunghe anche più di 100 m, in grado di issare a bordo reti con più di 100 tonnellate di pesce, e dotati di attrezzature per la lavorazione, la refrigerazione e la surgelazione immediate del pescato.

23 6. Pesca e acquacoltura GLI STRUMENTI DELLA PESCA Pesca con reti a traino Si effettua trainando reti a forma di imbuto, sia in superficie (reti volanti) sia sul fondo (a strascico). Queste reti raccolgono indistintamente una grande varietà di animali marini, causando gravi danni ecologici Con queste reti si catturano pesci di una sola specie, che vivono in banchi. Individuato il banco, lo si circonda con una rete di aggiramento tenuta in superficie da galleggianti, mentre il bordo inferiore, zavorrato, affonda Reti molto lunghe, tenute verticalmente in acqua da zavorre poste lungo il lato inferiore e da galleggianti sul lato rivolto alla superficie. Nelle acque dell'Unione Europea sono state proibite dal 2002 perché vi si possono impigliare anche tartarughe, delfini o focene

24 6. Pesca e acquacoltura L’ACQUACOLTURA L'acquacoltura consiste nell’allevamento di pesce o molluschi in ambienti confinati e controllati come gabbie, vivai, valli da pesca. Fino alla fine del XX secolo non implicava il nutrimento del pesce. Oggi invece, con l’acquacoltura intensiva, come la maricoltura, la densità di allevamento viene incrementata mediante somministrazione di mangimi appositamente preparati.

25 6. Pesca e acquacoltura LA MARICOLTURA La maricoltura si pratica in grandi gabbie galleggianti ancorate al fondo marino. A seconda della distanza degli impianti dalla costa si distingue in offshore o inshore. Nel primo caso gli impianti sono situati al largo in acque profonde e soggette alle correnti, dunque non si presentano grossi problemi di accumulo delle sostanze inquinanti di origine organica e farmacologica sul fondale. Sotto questo profilo gli impianti inshore (sottocosta) preoccupano assai di più.

26 7. Verifica le tue conoscenze Indica quali fra queste sono caratteristiche proprie dei cereali si adattano ai climi più vari sono ricchi di fosforo e potassio se immagazzinati per lunghi periodi perdono i propri valori nutritivi consentono la coltivazione meccanizzata

27 7. Verifica le tue conoscenze Indica se la seguente affermazione è vera o falsa. La tecnica della rotazione delle colture permette al terreno di non impoverirsi una volta avvenuto il raccolto Vero Falso

28 7. Verifica le tue conoscenze Scegli l’alternativa corretta. Nell'allevamento a stabulazione intensiva libera, il bestiame è lasciato libero su pascoli estesi vive in piccoli pascoli recintati vive su superfici limitate in cui non ha possibilità di movimento vive su superfici limitate in cui ha una ristretta possibilità di movimento

29 7. Verifica le tue conoscenze Abbina ciascun tipo di rete da pesca alla corrispondente descrizione. reti volanti reti di circuizione reti a strascico reti di posta Reti molto lunghe, tenute verticalmente in acqua da zavorre poste lungo il lato inferiore e da galleggianti sul lato rivolto alla superficie Reti con cui si catturano pesci di una sola specie, che vivono in banchi Reti a forma di imbuto appostate in superficie che raccolgono indistintamente una grande varietà di animali marini Reti a forma di imbuto appostate sul fondo che raccolgono indistintamente una grande varietà di animali marini

30 7. Verifica le tue conoscenze Indica se la seguente affermazione è vera o falsa. La maricoltura consiste nell'allevamento di specie ittiche in ambienti confinati e controllati senza che l'uomo intervenga nella loro alimentazione Vero Falso


Scaricare ppt "Agricoltura Produzioni agricole, zootecnia, pesca Agricoltura."

Presentazioni simili


Annunci Google