La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Topic 7 1 Programmazione e Controllo LE VALUTAZIONI DI CONVENIENZA ECONOMICA NELLE DECISIONI DI GESTIONE OPERATIVA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Topic 7 1 Programmazione e Controllo LE VALUTAZIONI DI CONVENIENZA ECONOMICA NELLE DECISIONI DI GESTIONE OPERATIVA."— Transcript della presentazione:

1 topic 7 1 Programmazione e Controllo LE VALUTAZIONI DI CONVENIENZA ECONOMICA NELLE DECISIONI DI GESTIONE OPERATIVA

2 topic Le possibili tipologie di decisioni 2. I costi rilevanti nelle decisioni tipo make or buy 3. L’analisi costi/volumi/risultati a supporto delle decisioni di gestione operativa

3 topic 7 3 LA DIVERSA RILEVANZA DELLE INFORMAZIONI DI COSTO CON RIFERIMENTO A: DECISIONISTRATEGICHE DECISIONI DI GESTIONE OPERATIVA - COSTI VARIABILI - COSTI FISSI SPECIFICI - SOLI COSTI VARIABILI O EVENTUALI COSTI FISSI “CHUNKY” Informazioni economiche rilevanti 1. Le possibili tipologie di decisioni

4 topic 7 4 DECISIONI DI GESTIONE OPERATIVA * PER LE DECISIONI DI GESTIONE OPERATIVA (Decisioni che non comportano modifiche della struttura dell’azienda, della sua capacità produttiva/distributiva, ma che riguardano il loro utilizzo), L’INFORMAZIONE ECONOMICA RILEVANTE E’ QUELLA DI: RICAVI - COSTI VARIABILI (Margine di Contribuzione) DAL MARGINE DI CONTRIBUZIONE PUO’ ESSERE OPPORTUNO IPOTIZZARE DI SOTTRARRE EVENTUALI INCERMENTI IN ALCUNI ELEMENTI DI COSTO FISSO IN MODO “SOTTERRANEO” MODIFICABILI DALLA DECISIONE COSTI SOMMERSI o SUNK COSTS (Un esempio è la decisione se accettare o meno un ordine) 1. Le possibili tipologie di decisioni

5 topic 7 5 VI SONO ALTERNATIVE DI AZIONE TRA LE QUALI SCEGLIERE CHE, SUL PIANO ECONOMICO, SONO DIFFERENTI TRA LORO SOLO IN TERMINI DI COSTI SI TRATTA DELLE DECISIONI MAKE OR BUY TIPO MAKE OR BUY Alcuni esempi di queste decisioni: * Produzione interna o lavorazione presso terzisti; * Rete di vendita diretta o agenti; * Trasporti con strutture interne o trasportatori esterni * Macchina diesel o a benzina, ecc. 2. I costi rilevanti nelle decisioni tipo make or buy

6 topic 7 6 IN TUTTI QUESTI CASI SI TRATTA DI CONFRONTARE LE STRUTTURE DI COSTO DELLE DIVERSE ALTERNATIVE OGGETTO DI SCELTA, NORMALMENTE CARATTERIZZATE DA UNA DIVERSA PROPORZIONE TRA I COSTI VARIABILI E I COSTI FISSI Ad esempio L’ALTERNATIVA DIESEL RISPETTO AL BENZINA IN TERMINI DI CONVENIENZA ECONOMICA E’ CARATTERIZZATA DA: - COSTI VARIABILI PIU’ BASSI (Costo unitario del carburante) - MA DA COSTI FISSI PIU’ ALTI (Tassa di circolazione) 2. I costi rilevanti nelle decisioni tipo make or buy

7 topic 7 7 Costi Totali Buy Costi Totali Make Costi Fissi Buy Costi Fissi Make Punti di indifferenza VOLUME DI PRODUZIONE COSTO PER VALUTARE E’ NECESSARIO CONFRONTARE: VS. Costo variabile unitario MAKE * Volume + Costo Fisso MAKE Costo variabile unitario BUY * Volume + Costo Fisso BUY COSTO TOTALE MAKECOSTO TOTALE BUY 2. I costi rilevanti nelle decisioni tipo make or buy

8 topic 7 8 Costo Var. unitario BUY * Qi + Costi Fissi BUY = Costo Var. unitario MAKE * Qi + Costi Fissi MAKE (Costo Var. unitario BUY - Costo Var. unitario MAKE) * Qi = Costi Fissi MAKE - Costi Fissi BUY Costi Fissi MAKE - Costi Fissi BUY (Costo Var. unitario BUY - Costo Var. unitario MAKE) Qi = Livello di attività per il quale le due alternative si equivalgono convenienza economica sul piano della pura convenienza economica 2. I costi rilevanti nelle decisioni tipo make or buy

9 topic 7 9 BEN SI COGLIE CONSIDERANDO UN MODELLO DI ANALISI ECONOMICA DI TIPO STATICO A SUPPORTO DELLE DECISIONI OPERATIVE: BREAK EVEN ANALYSIS (B.E.A.) O COST/VOLUME PROFIT ANALYSIS (ANALISI COSTI/VOLUMI/RISULTATI) 3. L’analisi costi/volumi/risultati a supporto delle decisioni di gestione operativa

10 topic 7 10 UNA DELLE IPOTESI SEMPLIFICATRICI ALLA BASE DI QUESTA TECNICA È LA COSTANZA DEI COSTI FISSI AL VARIARE DEI VOLUMI DI PRODUZIONE/VENDITA CHE È ACCETTABILE SOLO SE: a) CI SI TROVA ENTRO LA CAPACITÀ PRODUTTIVA INSTALLATA b) SI È IN ASSENZA DI INCREMENTI DI COSTO DOVUTI A COMPLESSITÀ 3. L’analisi costi/volumi/risultati a supporto delle decisioni di gestione operativa

11 topic 7 11 LE ALTRE IPOTESI SEMPLIFICATRICI SULLE QUALI POGGIA LA B.E.A. SONO: * Le relazioni matematiche tra i livelli di attività e i costi variabili, livelli di attività e prezzi di vendita, siano di tipo lineare * I volumi di produzione e di vendita coincidano (non vi siano variazioni nelle rimanenze); * Non si considerino i chunky cost 3. L’analisi costi/volumi/risultati a supporto delle decisioni di gestione operativa

12 topic 7 12 NONOSTANTE QUESTE IPER SEMPLIFICAZIONI L’UTILITÀ DELLA B.E.A., OGGI, NON VIENE COMPLETAMENTE MENO POICHÈ CONSENTE DI: COGLIERE LE RELAZIONI TRA IL COMPORTAMENTO DEI COSTI AL VARIARE DEI LIVELLI DI ATTIVITÀ ED IL RISULTATO ECONOMICO 3. L’analisi costi/volumi/risultati a supporto delle decisioni di gestione operativa

13 topic 7 13 LA B.E.A. CONSENTE DI INOLTRE DI: * Determinare il punto di pareggio o punto di rottura (Break-Even Point); * Determinare il Grado di Leva Operativa * Determinare il Margine di Sicurezza * Definire i valori obiettivo delle singole variabili inserite nell’equazione: Risultato Economico = Ricavi Totali - Costi Totali che, di volta in volta, possono diventare l’incognita rispetto alla quale risolvere l’equazione; * Svolgere l’analisi di sensitività (Sensitivity Analysis) 3. L’analisi costi/volumi/risultati a supporto delle decisioni di gestione operativa

14 topic 7 14 I POSSIBILI METODI PER APPLICARE L’ANALISI COSTI / VOLUMI / RISULTATI SONO: A. METODO MATEMATICO B. METODO GRAFICO 3. L’analisi costi/volumi/risultati a supporto delle decisioni di gestione operativa

15 topic 7 15 PARTENDO DALL’EQUAZIONE: RICAVI - COSTI = REDDITO O RISULTATO ECONOMICO (P * V) - [(Cv * V) + C.F.] = R.E. A. METODO MATEMATICO Dove: P = Prezzo di vendita unitarioCv = Costo variabile unitario V = Volumi di produzione/venditaC.F. = Costi Fisso 3. L’analisi costi/volumi/risultati a supporto delle decisioni di gestione operativa

16 topic 7 16 (P - Cv) * V - C.F. = R.E. Margine di Contribuzione unitario Margine di Contribuzione complessivo QUINDI... Sviluppando: 3. L’analisi costi/volumi/risultati a supporto delle decisioni di gestione operativa

17 topic 7 17 (P - Cv) * V - C.F. = R.E....Qualora si consideri il volume di vendita come incognita l’equazione può essere scritta come segue: C.F. + R.E. P - Cv V = 3. L’analisi costi/volumi/risultati a supporto delle decisioni di gestione operativa

18 topic 7 18 ricavi esprimendo tutto in termini di ricavi si moltiplicano entrambi i termini per il prezzo e si può quindi scrivere ovvero C.F. + R.E. P * V = P - Cv P RICAVI = C.F. + R.E. M.d.C. % 3. L’analisi costi/volumi/risultati a supporto delle decisioni di gestione operativa

19 topic L’analisi costi/volumi/risultati a supporto delle decisioni di gestione operativa Costi Totali Costi Fissi Break-Even Point VOLUMI COSTI RICAVI Ricavi B. METODO GRAFICO Costi Fissi VOLUMI COSTI RICAVI M. di C. totale M. di C. unitario Risultato Economico + - Risultato Economico M. di C. unitario VOLUMI

20 topic 7 20 GRAZIE ALL’ANALISI C/V/R SI PUO’ TRARRE L’INDICAZIONE SU: IL GRADO DI LEVA OPERATIVA DI UN’IMPRESA che evidenzia il grado di sensibilita’ del reddito a variazioni nei volumi di produzione/vendita VARIAZIONI DI REDDITO % VARIAZIONI DI VOLUME % 3. L’analisi costi/volumi/risultati a supporto delle decisioni di gestione operativa

21 topic 7 21 IL GRADO DI LEVA OPERATIVA DI UN’IMPRESA SARA’ TANTO PIU’ ALTO QUANTO PIU’: A. E’ AMPIA LA FORBICE PREZZI DI VENDITA - COSTI VARIABILI; B. E’ ELEVATA L’INCIDENZA DEI COSTI FISSI E QUINDI QUANTO PIU’ SI E’ VICINI AL PUNTO DI PAREGGIO 3. L’analisi costi/volumi/risultati a supporto delle decisioni di gestione operativa

22 topic 7 22 OVVERO: Costi Totali Costi Fissi Break-Even Point VOLUMI COSTI RICAVI Ricavi 3. L’analisi costi/volumi/risultati a supporto delle decisioni di gestione operativa


Scaricare ppt "Topic 7 1 Programmazione e Controllo LE VALUTAZIONI DI CONVENIENZA ECONOMICA NELLE DECISIONI DI GESTIONE OPERATIVA."

Presentazioni simili


Annunci Google