La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LE SANZIONI * Federazione Italiana Scherma G S A ruppo chermistico rbitrale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LE SANZIONI * Federazione Italiana Scherma G S A ruppo chermistico rbitrale."— Transcript della presentazione:

1 LE SANZIONI * Federazione Italiana Scherma G S A ruppo chermistico rbitrale

2 Premesse Natura delle sanzioni. Vi sono tre tipi di sanzioni che si applicano nei casi che figurano nella tabella dellart. 120: Lavvertimento Cartellino giallo; La stoccata di penalizzazione Cartellino rosso; Lesclusione, la sospensione Cartellino nero; Quando un arbitro deve penalizzare un tiratore che commette più infrazioni allo stesso tempo, penalizzerà l'errore meno grave. Le sanzioni sono cumulabili e validi per tutto il match, ad eccezione del cartellino NERO che può significare lesclusione dalla prova o la sospensione. Alcune infrazioni possono comportare lannullamento della stoccata portata dallo schermitore che lha commessa. Nel corso del combattimento sono annullate soltanto le stoccate relative allinfrazione. Ogni avvertimento (CARTELLINO GIALLO), stoccata di penalizzazione (CARTELLINO ROSSO) ed esclusione (CARTELLINO NERO), deve essere menzionato sul foglio del match, del girone o dellincontro riportando la motivazione e il gruppo di appartenenza. Tutte le sanzione sono competenza dellarbitro ed in alcuni casi della direzione di torneo.

3 Sono divise in: Infrazioni del 1° gruppo Infrazioni del 2° gruppo Infrazioni del 3° gruppo Infrazioni del 4° gruppo

4 Assenza del nome sulla schiena, assenza della tenuta nazionale quando obbligatorio, ai Campionati del Mondo e Coppa del Mondo a squadre t.45.4 a), b) i e iii ELIMINAZIONE DALLA COMPETIZIONE Assenza del nome sulla schiena a seguito della sostituzione del giubetto elettrico non conforme t.45.5 Non presentazione alla prima chiamata dell'arbitro 10 min prima dell'ora indicata per l'entrata in pedana per l'inizio del girone o dell'incontro a squadre o per l'inizio dei match di eliminazione diretta t.86.5 Non presentazione sulla pedana pronto a tirare all'ingiunzione dell'arbitro, dopo tre appelli ad intervalli di un minuto t ° appello2° appello3° appello ELIMINAZIONE SANZIONI GENERALI

5 Eliminazione dalla competizione Ogni tiratore deve presentarsi sulla pedana in tenuta regolamentare: a) Nome e nazionalità regolamentari sulla schiena della giacca, applicazione per tutte le competizioni ufficiali della FIE b) Tenuta nazionale, cf. m.25.3, applicazione come segue: i) Campionati del Mondo e Campionati del Mondo Juniors/Cadets, per tutti i match, girone, eliminazione diretta e incontri a squadra; iii) Competizioni di coppa del Mondo a squadre, per tutti i match; In caso di violazione dei punti sopra l'arbitro eliminerà il tiratore colpevole il quale non potrà partecipare più alla prova. Assenza del nome sulla schiena, assenza della tenuta nazionale quando obbligatorio, ai Campionati del Mondo e Coppa del Mondo a squadre t.45.4 a), b) i e iii

6 Assenza del nome sulla schiena a seguito della sostituzione del giubetto elettrico non conforme t.45.5 Eliminazione dalla competizione In caso di non conformità del giubetto elettrico, il tiratore dovrà indossare un giubetto di ricambio regolamentare. Se questultimo non sarà munito di nome e nazionalità del tiratore sulla schiena, il tiratore, avrà tempo fino al turno seguente della competizione, del girone al tebellone dei 64, tabellone dei 32, ecc.) per farli stampare stampare. In caso contrario, salvo casi di forza maggiore, l'arbitro eliminerà il tiratore colpevole che non potrà partecipare più alla prova.

7 Non presentazione al primo appello dellarbitro 10 minuti prima dellora indicata per lentrata in pedana per linizio del girone, del match di e.d. o dellincontro a squadre t.86/5 Prima dellinizio del girone eliminatorio, dellincontro a squadre o dellassalto di eliminazione diretta (individuale o a squadre): 10 minuti prima dellentrata in pedana allorario indicato per linizio del girone o dellincontro a squadre o per la disputa dellassalto di eliminazione diretta (art. t.43) qualora un tiratore o una squadra al completo non si presentino al primo appello dellarbitro, il tiratore o la squadra saranno eliminati dalla competizione Una squadra è considerata al completo quando almeno tre tiratori si presentano. Allincontro possono presentarsi solamente i componenti la squadra (tiratori, il capitano della squadra e un allenatore, art. t.92), che si presenteranno al primo appello dellarbitro 10 minuti prima dellora indicata per linizio dellincontro previsto. Eliminazione dalla competizione

8 Non presentazione in pedana pronto a tirare alla chiamata dellarbitro: tre appelli ad intervalli di un minuto t.86.6 I tiratori, completamente equipaggiati di materiale conforme al Regolamento (vedi art. da t.43 a t.45) e pronti a tirare, dovranno presentarsi allora e nel luogo indicato per linizio di ogni girone, incontro o match, o allora indicata per la verifica del materiale, prima dell'inizio delle gare, (vedi art. t.43), così come, durante la gara, ad ogni ordine dell'arbitro. Nel corso della gara (individuale o a squadre), qualora un tiratore non si presenti, su ingiunzione dellarbitro, in pedana, pronto a tirare: - il tiratore o il componente della squadra sarà sanzionato con un cartellino giallo; - sarà effettuato un secondo appello, a un minuto di intervallo dal primo appello, seguito da un cartellino rosso per il tiratore o per il componete della squadra che non si presenta; - un terzo e ultimo appello sarà effettuato, a un minuto dal secondo appello, seguito da un cartellino nero (esclusione dalla gara) per il tiratore che non si presenta nella gara individuale o per tutta la squadra nella competizione a squadre.

9 Infrazioni del 1° gruppo la prima infrazione è sanzionata con un CARTELLINO GIALLO. Se durante lo stesso match il tiratore commette, la stessa o unaltra infrazione di questo gruppo, verrà sanzionato con un CARTELLINO ROSSO. Se un tiratore, che commette uninfrazione del 1° gruppo è già stato sanzionato per uninfrazione del 2° e 3° gruppo con un CARTELLINO ROSSO, egli riceverà un nuovo CARTELLINO ROSSO alla prima infrazione del 1° gruppo rilevata.

10 Abbandono della pedana senza autorizzazionet.18.6 Corpo a corpo semplice (fioretto e sciabola)(*)t.20.2 Corpo a corpo per evitare una stoccata (*)t.20.3 ; t.63.2 Volgere la schiena allavversario (*)t.21.2 Copertura o sostituzione del bersaglio valido (*)t.22.2 ; t.49.1; t.72.2 Toccare o afferrare il materiale elettrico (*)t.22.3 Uscita laterale dalla pedana per evitare una stoccatat.28.3 Interruzione abusiva del combattimentot.31.2 Materiale o divisa non regolamentare. Mancato rispetto delle norme sulla curvatura della lama. Mancanza dellarma o del passante regolamentare/di riserva. t.45.1/2/3.a)ii; t.86.4 Poggiare larma sulla pedana per raddrizzarlat.46.2; t.61.2; t.70.6 Al fioretto e alla spada appoggiare o trascinare la punta sulla pedana elettrica t.46.2; t.61.2 Contatto dellarma con il giubbetto elettrico (*)t.53.3 Alla sciabola, colpo portato con la coccia (*), passo-avanti, flèche e tutti i movimenti in avanti incrociando gambe o piedi (*) t.70.3 ; t.75.5 Rifiuto dobbedienzat.82.2 ; t.84 Capelli in disordine e non conformet Spinta/urto (bousculade), gioco disordinato (*); togliersi la maschera prima dellAlt; spogliarsi in pedana t.86.3, t.87.2/7/8 Spostamenti anormali (*); Colpi portati brutalmente o stoccata portata durante e dopo una caduta (*) t.87.2 Reclamo ingiustificatot.122.2/4

11 Abbandono della pedana senza autorizzazionet.18.6 Salvo caso eccezionale, larbitro non può autorizzare un tiratore ad abbandonare la pedana. Chiunque lo faccia senza autorizzazione, sarà passibile delle sanzioni previste agli art. t.114, t.116, t.120. Corpo a corpo semplice (fioretto e sciabola)(*) t.20.2 Nel fioretto e nella sciabola, è proibito provocare il corpo a corpo (anche senza brutalità e violenza). In questo caso, larbitro infliggerà allo schermitore falloso le sanzioni previste dagli art. t.114, t.116 e t.120 e la stoccata eventualmente portata dal tiratore falloso sarà annullata. !!!ATTENZIONE!!! Nella spada il corpo a corpo (SEMPLICE) è ammesso purchè senza brutalità o violenza, ma va comunque dato lalt

12 Corpo a corpo per evitare una stoccata (*) t.20.3 ; t.63.2 t.20.3 In tutte e tre le armi è proibito provocare il corpo a corpo volontario per evitare una stoccata, o di urtare lavversario. Nel caso di una simile infrazione, larbitro infliggerà al tiratore colpevole le sanzioni previste dagli art. t.114, t.116 e t.120 e leventuale stoccata portata dal tiratore colpevole sarà annullata. t.63.2 Il tiratore che provoca il corpo a corpo volontariamente per evitare una stoccata, o che urta lavversario, riceve le sanzioni previste dagli articoli t.114, t.116 e t.120.

13 Volgere la schiena allavversario (*)t.21.2 È proibito durante il combattimento volgere la schiena allavversario. In tal caso, larbitro infliggerà al tiratore colpevole le sanzioni previste dagli art. t.114, t.116 e t.120 e leventuale stoccata portata dallo schermitore colpevole sarà annullata. !!!ATTENZIONE!!! Nel corso di un combattimento, quando un tiratore supera lavversario, larbitro deve dare immediatamente il comando Alt! e rimettere i tiratori nel posto occupato prima del superamento. In caso di scambio di stoccate nel momento del superamento, la stoccata immediatamente portata è valida; la stoccata portata dopo il superamento è annullata, ma quella immediatamente portata dal tiratore che ha subito lazione offensiva è valida anche se questultimo si gira.

14 Copertura o sostituzione del bersaglio valido (*) t.22.2; t.49.1 t.72.2 Nel fioretto e nella sciabola è proibito proteggere o sostituire un bersaglio valido con unaltra parte del corpo, sia per copertura, sia con un movimento anormale. (vedi art. t.114, t.116 e t.120). La stoccata eventualmente portata dal tiratore falloso sarà annullata. Se, durante la frase darmi, ci sono protezioni o sostituzioni di una superficie valida, il tiratore colpevole riceverà le sanzioni previste per le infrazioni del 1° gruppo Se, durante la frase darmi, in seguito a protezione o sostituzione di una superficie valida una stoccata correttamente portata è stata registrata non valida, il tiratore colpevole riceverà le sanzioni previste per le infrazioni del 1° gruppo, inoltre la stoccata verrà accordata come valida dall'arbitro.

15 Gli assessori Nel caso in cui larbitro saccorge che nel corso del match uno dei tiratori fa uso del braccio o/e della mano non armata, o protegge, o copre un bersaglio valido con unaltra parte del corpo non valida, può chiedere lassistenza di due assessori neutrali, che saranno designati dalla Direzione di Torneo. Questi assessori, piazzati da una parte e dallaltra della pedana seguono linsieme del combattimento e segnalano, alzando la mano o rispondendo alla richiesta dellarbitro, lutilizzo del braccio o della mano non armata, o la protezione o la copertura della superficie valida con unaltra non valida. (vedi art. t.49, t.114, t.116 e t.120). Larbitro può far cambiare di posto i due tiratori in maniera tale che colui che è ritenuto commettere tale infrazione non gli volga le spalle. IN PARTICOLARE Nella SPADA: Colpi a terra, voltare le spalle, tirare o toccare il materiale elettrico, uscite laterali a dal limite di fondo pedana; Nel FIORETTO: Sostituzioni e coperture di bersaglio, voltare le spalle, tirare o toccare il materiale elettrico, uscite laterali a dal limite di fondo pedana; Nella SCIABOLA: Passi e movimenti in avanti incrociando, sostituzioni e coperture di bersaglio, voltare le spalle, tirare o toccare il materiale elettrico, uscite laterali a dal limite di fondo pedana;

16 Toccare o afferrare il materiale elettrico (*)t.22.3 Durante il combattimento, la mano non armata del tiratore non deve in alcun caso afferrare una parte qualsiasi dellequipaggiamento elettrico (vedi art. t.114, t.116 e t.120). La stoccata eventualmente portata dal tiratore falloso sarà annullata. Uscita laterale dalla pedana per evitare una stoccatat.28.3 Il tiratore che, per evitare di essere toccato, esce con i due piedi da uno dei limiti laterali della pedana – specialmente facendo una flèche – riceverà le sanzioni previste dagli articoli t.114, t.116 e t.120.

17 LIMITI DELLA PEDANA Limiti posteriori Quando uno schermitore supera completamente, con i due piedi, il limite posteriore della pedana è dichiarato toccato. Limiti laterali 1 Se un tiratore supera un limite laterale, dovrà indietreggiare di un metro a partire dal punto di uscita; se esce durante un attacco, dovrà tornare al punto in cui il suo attacco è incominciato e indietreggiare ancora di un metro. 2 Se, in seguito allapplicazione di questa sanzione, uno dei tiratori avrà i due piedi oltre il limite posteriore della pedana, verrà dichiarato toccato.

18 !!!ATTENZIONE!!! Se un tiratore supera con uno o con due piedi uno dei limiti laterali della pedana, larbitro deve immediatamente dare l Alt. Se il tiratore esce di pedana con i due piedi, l'arbitro deve annullare tutto quello che è successo dopo il superamento del limite, salvo la stoccata ricevuta dallo schermitore che ha sorpassato il limite, anche se dopo il superamento, a condizione che si tratti di una stoccata semplice e immediata. Per contro la stoccata portata dal tiratore uscito di pedana con un piede resta valida se l'azione è lanciata prima dell'Alt. Quando uno dei due tiratori esce dalla pedana con i due piedi, può solo essere presa in considerazione la stoccata portata dallo schermitore che è rimasto in pedana con almeno un piede, anche in caso di un colpo doppio.

19 Interruzione abusiva del combattimentot.31.2 Quando un tiratore cerca abusivamente di provocare o di prolungare interruzioni di combattimento, larbitro gli infliggerà le sanzioni previste dagli articoli t.114, t.116 e t.120. Lo schermitore può richiedere il tempo ogni volta che il combattimento è interrotto.

20 Materiale o divisa non regolamentare. Mancanza dellarma o del passante regolamentare/di riserva.t.45.1/2/3. a)ii; t.86.4 Qualunque sia le circostanze in cui un tiratore si trova sulla pedana munito di materiale non conforme al Regolamento, (Cf m.8, m.9, m.12, m.13, m.16, m.17, m.23) o difettoso, suddetto materiale sarà sequestrato immediatamente e sarà affidato per un esame agli esperti. Il materiale in in questione non sarà riconsegnato al suo proprietario se non dopo aver preso delle misure secondo lesito dellesame e, all'occorrenza, mediante pagamento delle spese a seguito delle eventuali riparazioni. Prima del riutilizzo, il materiale sarà nuovamente controllato. I tiratori devono presentarsi in pedana con due armi, una di ricambio, e due passanti, uno di ricambio, regolamentari ed in perfetto stato di funzionamento

21 CASISTICA Qualunque siano le circostanze nelle quali un tiratore si trovi in pedana munito di materiale non conforme al Regolamento o difettoso, il suddetto materiale sarà immediatamente sequestrato e consegnato agli esperti in servizio per un esame. Il materiale in questione non sarà restituito al proprietario se non dopo gli esami ai quali si dà luogo in questi casi, le riparazioni del caso ed il pagamento delle spese. Prima della riutilizzazione il materiale sarà nuovamente controllato. 1. Quando un tiratore si presenta in pedana (Cf. t.86): con una sola arma regolamentare, con un solo passante regolamentare, con unarma o con un passante che non funziona, o non conforme agli articoli del Regolamento. senza la corazzetta di protezione (Cf. t.44 qui sopra) con un giubbetto metallico che non ricopre completamente il bersaglio valido con una divisa non regolamentare Se, al momento della presentazione in pedana o nel corso dellassalto si constata che il materiale usato dal tiratore: non porta i marchi di controllo preventivi: larbitro annullerà lultima stoccata eventualmente portata dal tiratore in difetto, gli infliggerà le sanzioni previste dagli articoli t.114, t.117, t.120; non è regolamentare in merito a parti non soggette al controllo preliminare: Quando, nel corso di un assalto, si constata unirregolarità nel materiale che può essere intervenuta nel corso del combattimento: larbitro non infliggerà né avvertimenti, né sanzioni. e la stoccata validamente portata con l'arma divenuta difettosa sarà assegnata.

22 Poggiare larma sulla pedana per raddrizzarla t.46.2/3; t.61.2/3; t.70.6 È vietato, in qualsiasi momento, di porre l'arma sulla pedana per raddrizzarla. Ogni infrazione sarà sanzionata secondo gli articoli t.114, t.116, t.120. Al fioretto e alla spada appoggiare o trascinare la punta sulla pedana elettricat.46.2; t.61.2 È severamente proibito durante il combattimento (tra l A voi e l Alt), appoggiare o trascinare la punta dellarma sulla pedana metallica

23 Contatto dellarma con il giubbetto elettrico (*)t.53.3 È proibito al tiratore di mettere una parte non isolata dellarma in contatto con il giubbetto metallico allo scopo di provocare il blocco dellapparecchio ed evitare così di essere toccati. La stoccata eventualmente portata dallo schermitore colpevole sarà annullata.

24 Alla sciabola, colpo portato con la coccia (*), passo-avanti, flèche e tutti i movimenti incrociando gambe o piedi (*)t.70.3; t.75.5 t.70.3 È proibito portare colpi con la coccia. Ogni stoccata provocata da un colpo portato con la coccia deve essere annullata t.75.5 Il passo avanti, la flèche e tutti i movimenti in avanti tali che il piede posteriore supera completamente il piede anteriore sono vietati. Queste infrazioni comporteranno lapplicazione delle sanzioni previste dagli art. t.114, t.116 e t.120. La stoccata eventualmente portata dal tiratore che ha commesso linfrazione sarà annullata. La stoccata, invece, correttamente portata dallavversario sarà considerata valida.

25 Rifiuto dobbedienzat.82.2 e t.84 t.82.2 Gli schermitori dovranno osservare scrupolosamente e lealmente il Regolamento e gli Statuti della F.I.E., le regole particolari delle gare in corso, le regole tradizionali di cortesia e di lealtà e gli ordini degli ufficiali di gara Essi si sottoporranno, scrupolosamente, con ordine, disciplina e spirito sportivo alle norme che seguono; ogni infrazione a tali regole può comportare sanzioni da parte delle autorità disciplinari competenti, dopo o anche senza avvertimento, secondo il caso e le circostanze t.84 Per il semplice fatto di partecipare ad una gara schermistica, i tiratori assumono limpegno donore di rispettare i regolamenti e le decisioni dei giudici, dessere deferenti nei confronti dellarbitro e degli assessori e di obbedire scrupolosamente agli ordini dellarbitro

26 Capelli in disordine e/o non conformi t.86.2 Prima dell'inizio del match, i capelli dei tiratori, devono essere legati e collocati sotto la divisa e/o la maschera in modo adeguato da: - non coprire una superficie valida, e dunque impedire una stoccata valida; - non coprire il nome e la nazionalità del tiratore; - non dover essere rimessi a posto durante il match, provocando così un'interruzione del combattimento. In caso di infrazione, l'arbitro infliggerà le sanzioni previste per le infrazioni del 1 gruppo (t.114, t.116 e t.120.)

27 Spinta/urto (bousculade), gioco disordinato (*); togliersi la maschera prima dellAlt; spogliarsi in pedanat.86.3; t.87.2/7/8 t.87/2 Ogni incontro deve conservare le caratteristiche di cortesia e lealtà. Ogni atto diverso (flèche che termina con uno spintone allavversario, gioco disordinato, caduta, spostamenti anormali, colpi portati con brutalità, stoccate portate cadendo o dopo una caduta) è assolutamente proibito. In caso di tali infrazioni, la stoccata eventualmente portata dallo schermitore che le ha commesse sarà annullata. t.87/7 Il tiratore, dentro o fuori della pedana, non si deve togliere la maschera fino allordine dellAlt dato dallarbitro. Egli non può intervenire mai prima che larbitro abbia espresso la sua decisione t.86/3 e 87/8 I tiratori non possono in alcun caso spogliarsi in pedana, neppure per cambiare il loro passante. In nessun caso è ammesso vestirsi o spogliarsi in luogo visibile al pubblico, salvo nei casi di incidente e per disposizione del medico di servizio o del delegato della Commissione Medica

28 Spostamenti anormali (*); colpi portati brutalmente o portati durante e dopo una caduta (*)t.87.2 Ogni incontro deve conservare le caratteristiche di cortesia e lealtà. Ogni atto diverso (flèche che termina con uno spintone allavversario, gioco disordinato, caduta, spostamenti anormali, colpi portati con brutalità, durante o dopo una caduta) è assolutamente proibito (vedi art. da t.114 a t.120). In caso di tali infrazioni, la stoccata eventualmente portata dallo schermitore che le ha commesse sarà annullata.

29 Reclamo ingiustificatot.122.2/4 Contro ogni decisione nel fatto dellarbitro non è possibile presentare un reclamo (vedi art. t.95/c, t.96/b). Se un tiratore infrange questo principio, mettendo in dubbio in corso e per le due prove FIE seguenti nell'arma relativa. I punti o i titoli ottenuti al momento della infrazione restano acquisiti ma sarà sanzionato secondo le prescrizioni del Regolamento. Ma, al contrario, se larbitro misconosce una prescrizione formale del regolamento, o ne fa unapplicazione contraria ad esso, è ammissibile un reclamo a questo titolo. Questo reclamo deve essere fatto: dal tiratore nelle prove individuali, dal tiratore o dal capitano di squadra nelle prove a squadre senza alcuna formalità, ma cortesemente e deve essere indirizzato verbalmente allarbitro immediatamente e prima di qualsiasi decisione di stoccata ulteriore. Se larbitro persiste nella sua opinione, la Direzione di Torneo è chiamato a decidere in appello. Se un tale appello è ritenuto ingiustificato, il tiratore sarà punito secondo gli art. t.114, t.116 e t.120.

30 Infrazioni del 2° gruppo Nel secondo gruppo, ogni infrazione è sanzionata, sin dalla prima volta con un CARTELLINO ROSSO (stoccata di penalizzazione). Utilizzo del braccio o della mano non armata (*)t.22.1 Richiesta di sospensione con il pretesto di un infortunio o crampo non riconosciuto t.33.3 Mancanza del marchio di controllo (*)t.45.3.a).i Assenza del nome sul dorso, assenza della divisa nazionale quando obbligatoria, ai Campionati del Mondo individuale e dei campionati di zona t.45.4 a), b) ii Stoccata portata volontariamente al di fuori dellavversario t.53.2; t.66.2 Atto violento dannoso o vendicativo, colpo con la coccia o con il pomolo (*) t.87.2, t.103, t.105.1

31 Utilizzo del braccio o della mano non armata (*) t.22.1 L'utilizzo della mano e del braccio non armati per esercitare o un'azione offensiva, o un'azione difensiva, è vietato (cf. t.114, t.117, t.120). Nel caso di un tale infrazione, la stoccata portata dal tiratore colpevole sarà annullata e questo ultimo riceverà le sanzioni previste per le infrazioni del 2 gruppo (cartellino rosso).

32 Richiesta di sospensione con il pretesto di un infortunio o crampo non riconosciutot.33.3 In caso di richiesta di una sosta per infortunio o crampo, ufficialmente constatata ingiustificata dal Delegato della Commissione Medica o dal medico di servizio, larbitro infliggerà allo schermitore le sanzioni previste

33 !!!RICORDATEVI!!! A causa di un trauma (infortunio o crampo) sopravvenuto nel corso del combattimento e constatato ufficialmente dal delegato della Commissione Medica o dal medico di servizio, potrà essere concessa una sosta di 10 minuti di massimo, calcolata dal momento che il medico ha constatato il trauma, e strettamente destinata alle cure del trauma. Durante o alla fine di tale sosta di 10 minuti, se il medico constata limpossibilità dello schermitore a riprendere lassalto, si decide il ritiro dello schermitore per le prove individuali e/o la sua sostituzione, se possibile, negli incontri a squadre. Nel seguito della stessa giornata non potrà essere concessa una nuova sosta a meno che il trauma non sia diverso dal precedente. Negli incontri a squadre, lo schermitore giudicato dal medico di servizio incapace a riprendere il combattimento, potrà tuttavia, dopo la decisione dello stesso medico, disputare nella stessa giornata incontri successivi. La Direzione di Torneo può modificare lordine degli incontri dei gironi per assicurare il buon andamento della gara.

34 Mancanza del marchio di controllo (*)t.45.3.a).i Se, al momento della presentazione in pedana o nel corso dellassalto si constata che il materiale usato dal tiratore non ha i marchi di controllo preventivi, larbitro annullerà lultima stoccata eventualmente portata dal tiratore in difetto gli infliggerà le sanzioni previste dagli articoli t.114, t.117, t.120,;

35 Assenza del nome sul dorso assenza del nome della nazione quando obbligatoria (Coppa del Mondo individuale, Campionati di zona)t.45. a), b) ii Ogni tiratore deve presentarsi sulla pedana con in tenuta regolamentare nel seguente modo: - Nome e nazionalità regolamentare sulla schiena della giacca, per tutte le competizioni ufficiali della FIE - Tenuta nazionale per le Competizioni di Coppa del Mondo Senior individuale, per tutti i match a partire dal tabellone di eliminazione diretta dei 64; Per le competizioni menzionate l'arbitro sancirà il tiratore colpevole con un cartellino rosso. Il tiratore colpevole ha il diritto di restare in pedana e di tirare il match.

36 Stoccata portata volontariamente al di fuori dellavversario t.53.2e t.66.2 Il tiratore che, volontariamente, provocherà una segnalazione ponendo la sua punta sul suolo o su una superficie qualsiasi all'infuori del suo avversario, riceverà le sanzioni previste.

37 Atto violento dannoso o vendicativo, colpo con la coccia o con il pomolo (*)t.87.2, t.103, t Ogni incontro deve conservare le caratteristiche di cortesia e lealtà. Ogni atto diverso (flèche che termina con uno spintone allavversario, gioco disordinato, caduta, spostamenti anormali, colpi portati con brutalità, atto vendicativo, stoccate portate durante o dopo una caduta) è assolutamente proibito.In caso di tali infrazioni, la stoccata eventualmente portata dallo schermitore che le ha commesse sarà annullata.

38 Nel terzo gruppo, una prima infrazione è sanzionata con un CARTELLINO ROSSO (ciò anche se il tiratore colpevole ha già ricevuto un CARTELLINO ROSSO per uninfrazione del 1° o Se il tiratore commette, nello stesso match, la stessa o unaltra infrazione di questo gruppo, larbitro lo punisce con un CARTELLINO NERO (esclusione dalla prova). Infrazioni del 3° gruppo del 2° gruppo).

39 Tiratore che turba lordine in pedana (2)t.82.3; t.83; t.96.2 Esclusione Nei casi gravi Combattimento non leale (*),t.87.1 Infrazione del codice della pubblicitàCodice della pubblicità Ogni persona che turba lordine della pedanat.82.3/4; t.83; t.96.3; t.118.3/4 Espulsione Nei casi gravi espulsione immediata

40 Tiratore che turba lordine in pedana (2)t.82.3,t.83, t.96.2 t.82.3 Tutte le persone che partecipano o assistono ad una gara di scherma, devono rispettare lordine e comportarsi in modo da non turbare il corretto svolgimento della manifestazione. Nel corso dei combattimenti nessuno è autorizzato ad avvicinarsi alla pedana, a dare consigli ai tiratori, a criticare larbitro o gli assessori o ad ingiuriarli; o ad infastidirli in qualsiasi modo. Anche il capitano di squadra deve rimanere nella posizione che gli è stata assegnata e non può intervenire se non nei casi e nei modi previsti dallart. t.90 del Regolamento. Larbitro ha lobbligo di impedire immediatamente qualsiasi atto turbante il corretto svolgimento del match. t.83 Larbitro e (o) la Direzione di Torneo, dufficio o su richiesta di un rappresentante ufficiale della F.I.E. o del Comitato Organizzatore, possono decidere lespulsione dal locale della manifestazione, con o senza avvertimento, qualsiasi persona che, con gesti, atteggiamenti o parole, turbi lordine o il corretto svolgimento della gara. t.96.2 in qualità di direttore di combattimento e giudice delle stoccate può, in conformità con il Regolamento, penalizzare i tiratori, sia rifiutando di riconoscere una stoccata effettivamente portata sull'avversario, sia infliggendo loro una stoccata non effettivamente ricevuta, sia escludendoli dalla prova che arbitra, il tutto, a seconda dei casi, dopo o senza avvertimento. In questa materia e se il giudizio è "nel fatto " le sue decisioni sono irrevocabili

41 Combattimento non leale (*) t.87.1 I tiratori combatteranno con lealtà e osservando strettamente le regole del presente Regolamento. Ogni infrazione a tali regole li sottoporrà alle sanzioni previste di seguito (vedi art. da t.114 a t.120) Ogni incontro deve conservare le caratteristiche di cortesia e lealtà. Ogni atto diverso (flèche che termina con uno spintone allavversario, gioco disordinato, caduta, spostamenti anormali, colpi portati con brutalità, stoccate portate durante o dopo una caduta) è assolutamente proibito (vedi art. da t.114 a t.120). In caso di tali infrazioni, la stoccata eventualmente portata dallo schermitore che le ha commesse sarà annullata. Infrazione del codice della pubblicità (vedi CODICE PUBBLICITA)

42 Ogni persona che turba lordine della pedanat.82.3/4, t.83, t.96.3, t Tutte le persone che partecipano o assistono ad una gara di scherma, devono rispettare lordine e comportarsi in modo da non turbare il corretto svolgimento della manifestazione. Nel corso dei combattimenti nessuno è autorizzato ad avvicinarsi alla pedana, a dare consigli ai tiratori, a criticare larbitro o gli assessori o ad ingiuriarli; o ad infastidirli in qualsiasi modo. Anche il capitano di squadra deve rimanere nella posizione che gli è stata assegnata e non può intervenire se non nei casi e nei modi previsti dallart. t.90 del Regolamento. Larbitro ha lobbligo di impedire immediatamente qualsiasi atto turbante il corretto svolgimento del match. (vedi art. t.96). È proibito fumare nei locali della gara. Il fatto di fumare sarà considerato turbamento dellordine della manifestazione In virtù del diritto di giurisdizione che possiede su tutti gli schermidori che partecipano od assistono alla prova che egli giudica, può altresì proporre alla Direzione di torneo l'espulsione dal luogo di gara di spettatori, massaggiatori, allenatori e altri accompagnatori dei tiratori Per tutti coloro che turbano lordine al di fuori della pedana: alla prima infrazione un avvertimento, segnalato con un cartellino giallo, valido per tutta la gara, che deve essere menzionato sul foglio del match e annotato dal Direttore di Torneo; alla seconda infrazione nel corso della stessa manifestazione, un CARTELLINO NERO (espulsione dal luogo di gara). Nei casi più gravi di turbamento dellordine sia in pedana che fuori, larbitro può escludere o espellere immediatamente il colpevole.

43 Nel 4° gruppo, la prima infrazione è sanzionata con il CARTELLINO NERO (esclusione dalla gara e sospensione per il resto del torneo e per i due mesi seguenti della stagione o i primi due della nuova stagione. Infrazioni del 4° gruppo

44 Tiratore munito di attrezzatura elettronica che permette di ricevere delle comunicazioni durante il combattimento t.43.1.f; t.44.2; t.45.3.a) vi Frode, falsificazione dei marchi di controllo, o spostati t.45.3 a)III e IV Materiale che permette la segnalazione di una stoccata o il mal funzionamento dell'apparecchio t.45.3.a) v) Rifiuto di un tiratore di incontrare non importa quale tiratore, individuale o squadre, regolarmente iscritto t.85.1 Frode contro lo spirito sportivot.87.2; t Rifiuto del saluto allavversario prima di iniziare lassalto o dopo lultima stoccata t.87.3 Favorire l'avversario, approfittare della collusionet.88; t Brutalità intenzionale (*)t Dopingt.127

45 Tiratore munito di attrezzatura elettronica che permette di ricevere delle comunicazioni durante il combattimento t.43.1.f; t.44.2; t.45.3.a).vi Alle tre armi, non è ammesso che il tiratore non sia munito di attrezzatura di comunicazione elettronica permettendo ad una persona al di fuori della pedana di comunicare col tiratore durante il combattimento.

46 Frode, falsificazione dei marchi di controllo, o spostati t.45.3.a) iii) e iv) Se, al momento della presentazione in pedana o nel corso dellassalto si constata che il materiale usato dal tiratore: a)… III) è stato vidimato al controllo preventivo, ma presenta irregolarità che si sospetta provenire da modifiche volontarie. IV) riporta marchi del controllo preventivo imitate o contraffatte. larbitro deve immediatamente sequestrare il materiale (arma, passante, eventualmente il giubbetto metallico, maschera, ecc) e farlo esaminare dal tecnico di servizio. Dopo aver consultato lesperto (il membro della SEMI nelle prove delle Olimpiadi e nei Campionati del Mondo), dopo aver fatto le constatazioni del caso larbitro applicherà al tiratore colpevole le sanzioni previste dagli articoli t.114, t.118, t.12

47 Materiale che permette la segnalazione di una stoccata o il mal funzionamento dell'apparecchio t.45.3.a) v) E proibito utilizzare materiale che permette la segnalazione di una stoccata non avvenuta realmente o che causi il mal funzionamento dellapparecchio elettrico.

48 Rifiuto di incontrare un tiratore o una squadrat.85.1 Nessun tiratore (individuale o squadra) di una Federazione Nazionale affiliata può partecipare alle prove ufficiali se si rifiuta di incontrare un qualsiasi altro tiratore (individuale o squadra), regolarmente iscritto alla gara. Ogni incontro deve conservare le caratteristiche di cortesia e lealtà. Ogni atto diverso (flèche che termina con uno spintone allavversario, gioco disordinato, caduta, spostamenti anormali, colpi portati con brutalità, stoccate portate durante o dopo una caduta) è assolutamente proibito Frode contro lo spirito sportivo t.87.2; t.105.1

49 Rifiuto del saluto allavversario prima di iniziare lassalto o dopo lultima stoccata t.87.3 Prima dellinizio ed alla fine del combattimento, gli schermitori devono effettuare il saluto allavversario, allarbitro ed al pubblico. Perciò, allorché è stata portata lultima stoccata, lassalto non sarà terminato finché ogni schermidore non avrà salutato il proprio avversario, larbitro e il pubblico; essi dovranno, pertanto, restare immobili durante la decisione dellincontro da parte dellarbitro, e procedere al saluto dello schermitore stringendo la mano non armata dellavversario quando la decisione sarà stata data. Se uno o entrambi gli schermidori rifiutano di conformarsi a questa regola, larbitro infliggerà una sospensione per il resto della gara in corso e per due prove successive nella stessa arma

50 Favorire l'avversario, approfittare della collusione t.88; t I tiratori devono difendere sportivamente fino alla fine le loro probabilità personali delle prove per ottenere la migliore classifica possibile, senza dare o chiedere un stoccata affinchè questo avvenga Il tiratore che non difende in modo leale la sua fortuna o che approfitta di uno accordo fraudolento col suo avversario, può vedersi escludere dalla prova.

51 Brutalità intenzionale t Il tiratore che commette combattendo certe violenze o degli atti vendicativi contro il suo avversario può vedersi escludere dalla prova. Doping t.127 t.127.a, Il doping è vietato dalla F.I.E. Ogni trasgressione a questa regola è soggetto a delle sanzioni disciplinari. t.127.b, Il doping è definito come una grave violazione delle regole antidoping come espresso dall'articolo 2.1 all'articolo 2.8 del Regolamento antidoping della FIE.

52 Non Combattività Se si verifica uno dei due criteri qui sotto elencati saremo in presenza di non-combattività: 1. Criterio del Tempo: circa un minuto di combattimento senza stoccata; 2. Assenza di contatto di ferro o distanza eccessiva ( superiore alla distanza di un passo avanti – affondo) per almeno 15 secondi.

53 PROVE INDIVIDUALI a) se nel corso delle prime due frazioni entrambi i tiratori danno prova di non-combattività manifesta nel corso di un assalto di eliminazione diretta, larbitro passerà alla frazione successiva senza effettuare il minuto di riposo; b) quando i due tiratori danno prova di non-combattività manifesta nel corso della terza frazione di un assalto di eliminazione diretta, larbitro procederà di ufficio ad un ultimo minuto di combattimento. Questultimo minuto, che verrà tirato per intero, sarà decisivo e sarà preceduto da un sorteggio per determinare il vincitore in caso di parità di punteggio alla fine del minuto.

54 a) Quando le due squadre danno prova di non-combattività manifesta nel corso di un incontro a squadre larbitro passerà allassalto successivo. b) Quando le due squadre danno prova di non-combattività manifesta durante lultima frazione, larbitro procederà dufficio ad un ultimo minuto di combattimento. Questultimo minuto, che sarà tirato per intero, sarà decisivo e sarà preceduto da un sorteggio per determinare il vincitore in caso di parità di punteggio alla fine del minuto. PROVE A SQUADRE


Scaricare ppt "LE SANZIONI * Federazione Italiana Scherma G S A ruppo chermistico rbitrale."

Presentazioni simili


Annunci Google