La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

AM. Gilberti – Milano - 14 maggio 2009 Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Servizio per la Valutazione I referenti per la valutazione - funzione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "AM. Gilberti – Milano - 14 maggio 2009 Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Servizio per la Valutazione I referenti per la valutazione - funzione."— Transcript della presentazione:

1 AM. Gilberti – Milano - 14 maggio 2009 Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Servizio per la Valutazione I referenti per la valutazione - funzione professionale e prospettive dimpegno: dal sistema nazionale di valutazione alle situazioni concrete

2 AM. Gilberti – Milano - 14 maggio 2009 Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia SOMMARIO Il contesto culturale Il contesto normativo Le criticità concrete Le prospettive

3 AM. Gilberti – Milano - 14 maggio 2009 Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia rilevanza dei processi di verifica e di valutazione impegno nella prospettiva di costruire un sistema di valutazione affidabile, valido, trasparente e funzionale al miglioramento della preparazione degli studenti Che cosa sappiamo degli studenti al termine del primo ciclo? e del secondo ciclo?

4 AM. Gilberti – Milano - 14 maggio 2009 Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Interventi per migliorare i livelli dapprendimento e valutazione finale degli studenti La valutazione finale è, per la scuola, una verifica dellefficacia delle azioni messe in atto per favorire il raggiungimento di livelli adeguati dapprendimento per ciascun impegno. Attenzione al passaggio dalla valutazione di esiti dapprendimento (abilità e conoscenze) alle competenze

5 AM. Gilberti – Milano - 14 maggio 2009 Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia dagli esiti ai traguardi alle competenze Definizione di competenza mutuata dal Consiglio dellUnione Europea (fin dal 1996), presente nella proposta di Raccomandazione del Parlamento europeo e del Consiglio (7 settembre 2006) relativa al Quadro europeo delle Qualifiche e dei Titoli, formalizzata nelle Raccomandazioni del Parlamento europeo e del Consiglio sulla costituzione del Quadro europeo delle Qualifiche e dei Titoli per l'apprendimento permanente (23 aprile 2008)

6 AM. Gilberti – Milano - 14 maggio 2009 Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Le domande: Come valorizzare i risultati della scuola? Come verificare che gli investimenti fatti stiano andando nella giusta direzione? Come sapere se gli incrementi di conoscenze dei nostri studenti sono in linea con gli altri paesi? Come avere informazioni oggettive per responsabilizzare i genitori sulla necessità di far lavorare gli studenti? La risposta: Disponibilità di dati confrontabili a livello nazionale ed internazionale

7 AM. Gilberti – Milano - 14 maggio 2009 Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia

8 AM. Gilberti – Milano - 14 maggio 2009 Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia La comparazione parte da studi di caso nazionali per identificare gli elementi curriculari comuni Curriculum svolto Curriculum percepito Curriculum istituzionale Curriculum raggiunto

9 AM. Gilberti – Milano - 14 maggio 2009 Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Profilo funzionale

10 AM. Gilberti – Milano - 14 maggio 2009 Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Criteri guida nessuno deve essere escluso affinché la valutazione promuova di per sé valorizzazione e formazione la risorsa principale sono le persone la situazione di valutazione deve essere caratterizzata da un clima di benessere le opportunità devono essere paritetiche e perequative gli strumenti valutativi adeguati sia sotto il profilo della facilitazione della relazione comunicativa di contorno sia del contenuto la riflessione sugli strumenti implica produzione di differenziazione

11 AM. Gilberti – Milano - 14 maggio 2009 Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Casi concreti dintervento che determina differenza Formulazione giudizio didoneità/ammissione agli esami secondo griglia di parametri Voto espressione di sufficienza da parte del c.c. Adozione modello di attestazione/certificazione Raccolta dati rilevazioni ed allestimento situazioni tipo per il confronto Ricaduta didattica delle indagini nazionali ed internazionali

12 AM. Gilberti – Milano - 14 maggio 2009 Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Iniziative Servizio per la valutazione -USRLO ForUVa Il giornale delle Qualità Cd Punti e spunti… Valutare le competenze per i diversamente abili Cerca e Trova - DVD Referente per caso Tra debiti e recuperi

13 AM. Gilberti – Milano - 14 maggio 2009 Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia comunicazioni Servizio per la valutazione -USRLO Presentazione Prova nazionale Iscrizione seminario MatEstate2009 Presentazione Griglia valutazione prova di Matematica fine secondo ciclo

14 AM. Gilberti – Milano - 14 maggio 2009 Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Il referente distituto per la valutazione con un piede saldo nel passato e la testa proiettata nel futuro svolge funzione di memoria storica inventa un possibile sviluppo delle situazioni valutative. Prospettive


Scaricare ppt "AM. Gilberti – Milano - 14 maggio 2009 Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Servizio per la Valutazione I referenti per la valutazione - funzione."

Presentazioni simili


Annunci Google