La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Definizioni di probabilità 1.Classica: la probabilità di un evento E è il rapporto tra il numero di casi favorevoli e il numero di casi possibili (supposti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Definizioni di probabilità 1.Classica: la probabilità di un evento E è il rapporto tra il numero di casi favorevoli e il numero di casi possibili (supposti."— Transcript della presentazione:

1 Definizioni di probabilità 1.Classica: la probabilità di un evento E è il rapporto tra il numero di casi favorevoli e il numero di casi possibili (supposti egualmente possibili) 2.Frequentista: la probabilità di un evento E ripetibile è il limite della frequenza di successi allaumentare del numero di prove.

2 Si scelga un punto P a caso allinterno di un triangolo equilatero di lato 3. Si determini la probabilità che la distanza di P da ogni vertice sia maggiore di 1. 1 G P(p G)=Area(G) / Area(T) Sessione ord corsi sperimentali Area(G)= Area T –3*Area (settore circolare)

3 Definizione Assiomatica di Probabilità

4 EVENTI Nellambito della probabilità lesito di una qualsiasi esperienza viene detto evento. Un evento si dice aleatorio o casuale se non si è nelle condizioni per esprimere un giudizio certo sul suo verificarsi o meno. Evento certo : è quello il cui verificarsi è certo Evento impossibile: è quello il cui verificarsi è impossibile Eventi elementari Eventi composti Lancio un dado : esce la faccia 3 Lancio un dado esce un pari Evento lancio un dado: esce un pari Evento lancio un dado:esce un dispari Eventi incompatibili: se il verificarsi delluno esclude la possibilità del verificarsi dellaltro

5 ESEMPI DI EVENTI LEGATI AL LANCIO DI UN DADO S= {1,2,3,4,5,6} A= esce un pari = {2,4,6} B= esce un dispari = {1,3,5} C= esce un numero divisibile per 5 = {5} D= esce un numero maggiore di 2 = {3,4,5,6} E= esce un multiplo di 3 = {3,6}

6 SPAZIO CAMPIONARIO: Insieme di tutti i possibili esiti di un dato esperimento Lancio un dado: S={1,2,3,4,5,6} Un evento elementare è un elemento di S Uscita della faccia 2 Linsieme di tutti gli eventi di cui posso indagare la probabilità dato un certo esperimento corrisponde a P (S), ovvero dallinsieme delle parti di S. {1,3,5} e {3,6} sono alcuni elementi di P (S) Anche linsieme vuoto e linsieme S sono eventi: Il primo corrisponde allevento impossibile, laltro allevento certo.

7 Definizione assiomatica di probabilità Dato P definiamo una funzione P che associa ad ogni evento un numero reale. P : P (S) R A P(A) Tale funzione è detta misura di probabilità se gode delle seguenti proprietà: 1.Per ogni evento A vale 0 P(A) 1 2.P(S)=1 3.Se A e B sono eventi incompatibili, vale P(A B)=P(A)+P(B) Se A è un evento e P una misura di probabilità p=P(A) è detta probabilità dellevento A

8 Proprietà S={s 1,s 2,s 3,..,s k,…,s n } 1.Se S ha n elementi la probabilità di ogni evento elementare è P(s k )=1/n 2.La probabilità di un evento impossibile è 0 3.La probabilità di un evento certo è 1 4.Se A e B sono incompatibili allora P(A B)=P(A)+P(B) (*) 5.Se A e sono complementari (o contrari) allora

9 AB S 6.Probabilità subordinata Se A e B sono due eventi tali che la valutazione della probabilità di B è influenzata dalle informazioni in possesso sullevento A, allora tali eventi sono detti dipendenti in caso contrario si dicono indipendenti Se A e B sono indipendenti allora P(A B)=P(A)*P(B) Se A e B sono dipendenti( ad esempio B dipende da A) allora per misurare la probabilità di B dobbiamo tenere conto di quanto lavverarsi di A condiziona lavverarsi di B. Probabilità del prodotto logico: Allo stesso modo diciamo che dati due eventi A, e B vale P(A B)=P(A) *P(B/A)

10 ESEMPI In unurna ci sono 19 palline rosse e 31 nere. Qual è la probabilità che estraendo successivamente 2 palline siano la prima rossa (evento A) e la seconda nera (evento B) ? P(A B)= P(A)*P(B) = 1 o caso: la pallina viene rimessa nellurna dopo la prima estrazione A e B sono indipendenti 2 o caso: la pallina non viene rimessa nellurna dopo la prima estrazione A e B sono dipendenti P(A B)= P(A)*P(B/A) = (19/50)*(31/50) (19/50)*(31/49)

11 Un tiratore spara ripetutamente ad un bersaglio; la probabilità di colpirlo è di 0,3 per tiro. Quanti tiri deve fare per avere probabilità maggiore di 0,99 di colpirlo almeno una volta? Sessione ordinaria corsi sperimentali E = almeno un centro in n tiri E = nessun centro in n tiri P(E)=1-P(E) E=E1 E2 E3 E4 …. En P(E)=P(E1)*P(E2)*…*P(En)= P(E)=1-P(E)=1- > 0,99

12 Unurna contiene 10 palline 7 delle quali arancioni e 3 blu. Si estrae una pallina a caso e, senza rientrodurla, se ne estrae unaltra. Qual è la probabilità che almeno una delle due estratte sia arancione? Modalità 1: E= almeno una pallina arancione E=nessuna arancione= tutte e due blu P(E)=P(B1 B2)=P(B1)*P(B2/B1)= (3/10)*(2/9)=6/90 P(E)=1-P(E)=84/90 Modalità 2: E=(A1 B2) (A1 A2) (B1 A2) P(E)=P(A1 B2)+P (A1 A2)+P (B1 A2)= =P(A1)*P(B2/A1)+P(A1)*P(A2/A1)+P(B1)*P(A2/B1)= = (7/10)*(3/9) + (7/10)*(6/9) + (3/10)*(7/9) =84/90 A1=estraggo una arancione alla prima estraz B1=estraggo una blu alla prima estraz A2=estraggo una arancione alla seconda estraz. B2=estraggo una blu alla seconda estraz.

13 Si hanno due urne ( I e II) contenenti rispettivamente 5 palline rosse e 3 nere, e 3 palline rosse e 7 nere. Si estrae una pallina a caso senza poter conoscere da quale si sia estratta. Valutare la probabilità che la pallina estratta sia rossa. A1=si estrae dalla prima urna A2=si estrae dalla seconda urna R=si estrae una pallina rossa E= (A1 R) (A2 R) P(E) =P (A1 R)+ P(A2 R)= =P(A1)*P(R/A1)+P(A2)*P(R/A2)= = (1/2)*(5/8) + (1/2)*(3/10) = 37/80

14 Su un tavolo ci sono due sacchetti: il primo contiene 3 palline nere e 5 rosse; il secondo contiene 5 palline nere, 3 rosse e 8 verdi; Se lancio nel lancio di un dado esce il numero 2 o 4 si estrae una pallina dal primo sacchetto, in caso contrario dal secondo sacchetto. Valutare la probabilità: a)di estrarre una pallina nera; b)di estrarre una pallina verde; c)di estrarre una pallina rossa; d)di non estrarre una pallina nera. Soluzioni : a) 1/3 b) 1/3 c) 1/3 d) 2/3 ESERCIZI

15 Si scelga un punto P allinterno di un cerchio. Si determini la probabilità che esso sia più vicino al centro che alla circonferenza del cerchio. Sessione Suppletiva corsi sperimentali

16 Unurna contiene 150 palline, che possono essere di vetro o di plastica, bianche o nere. Per la precisione: 62 palline sono bianche, 38 sono di vetro nero e 40 sono di plastica bianca. Calcolare la probabilità che, estratta a caso una pallina, non sia di plastica nera. Sessione Suppletiva corsi sperimentali

17 In un circolo ricreativo si trovano n ragazzi scelti in modo casuale. Scrivere un programma che determini la probabilità che almeno due ragazzi compiano gli anni lo stesso giorno. In particolare si determini il numero minimo di ragazzi per cui tale probabilità è superiore al 90%


Scaricare ppt "Definizioni di probabilità 1.Classica: la probabilità di un evento E è il rapporto tra il numero di casi favorevoli e il numero di casi possibili (supposti."

Presentazioni simili


Annunci Google