La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PERCORSO ASSISTENZIALE DEL PAZIENTE DA SOTTOPORRE A CHIRURGIA DELLAORTA Prelli Belinda Szwedo Zofia Szwedo Zofia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PERCORSO ASSISTENZIALE DEL PAZIENTE DA SOTTOPORRE A CHIRURGIA DELLAORTA Prelli Belinda Szwedo Zofia Szwedo Zofia."— Transcript della presentazione:

1 PERCORSO ASSISTENZIALE DEL PAZIENTE DA SOTTOPORRE A CHIRURGIA DELLAORTA Prelli Belinda Szwedo Zofia Szwedo Zofia

2 CAUSE DISSEZIONE DELLA AORTA LA COLONNA DI SANGUE CHE AVANZA FORMA UN FALSO LUME NELLAORTA CHE IN GENERE SI ESTENDE DISTALMENTE E, MENO COMUNEMENTE, IN SENSO PROSSIMALE, A PARTIRE DALLINIZIALE LACERAZIONE INTIMALE. LA CLASSIFICAZIONE ANATOMICA PIU LARGAMENTE USATA E QUELLA DI DEBAKEY, CHE RICONOSCE 3 TIPI DI DISSEZIONE AORTICA, MENTRE QUELLA PIU PRATICAMENTE USATA E QUELLA DI STANFORD.

3 CLASSIFICAZIONE Classificazione di De Bakey Tipo I: dissecazione dal tratto ascendente al discendente Tipo II: dissecazione limitata allarco a al tratto ascendente, senza coinvolgimento del tratto discendente Tipo III: dissecazione della sola aorta discendente

4 CLASSIFICAZIONE Classificazione di Stanford Tipo A: interessamento aorta ascendente Tipo B: interessamento arco aortico e/o aorta discendente, non lascendente

5 FATTORI CORRELATI S. DI MARFAN E COLLAGENOPATIE IPERTENSIONE (75-90%) MALFORMAZIONI AORTICHE CONGENITE FATTORI PREDISPONENTI: VALVULOPATIE AORTICHE ACQUISITE GRAVIDANZAFORME IATROGENE (CATETERISMI) ABUSO DI COCAINA

6 SINTOMI

7 STATISTICA 01/ / pz 80 TIPO A 3 TIPO B 84% EMERGENTI 13.3% URGENTI MORTALITA 30gg Trieste 17,5% Euroscore 21,2%

8 DIAGNOSTICA o RX TORACE o ECG o ECOCARDIO o CORONAROGRAFIA o TC o ESAMI EMATOCHIMICI o IN CASI PARTICOLARI DI CHIRURGIA COMBINATA ( BONIFICA DENTARIA)

9 DIAGNOSTICA 2 DIAGNOSI: LEUCOCITOSI ANEMIA DI GRADO LIEVE(SE SI HA UN STRAVASO DI SANGUE FUORI DALLAORTA); * AST E LA CK SONO SOLITAMENTE NORMALI; * LDH PUO ESSERE AUMENTATA PER LEMOLISI CHE PUO VERIFICARSI ALLINTERNO DEL FALSO LUME; * ECG NON SI MODIFICA, ECCETTO CHE NEL CASO DI UN IMA SECONDARIO; * RX TORACE NEL 90% DEI CASI MOSTRA UNA DILATAZIONE DELLA AORTA ED E COMUNE UN VERSAMENTO PLEURICO; *ECOCARDIOGRAFIA TRANSTORACICA IDENTIFICA IN MANIERA AFFIDABILE LA DISSEZIONE DELLAORTA ASCENDENTE; *ECO TRANSESOFAGEO SPECIFICA SIA PER LA DISSEZIONE AORTICA ASCENDENTE CHE DI QUELLA DISCENDENTE; *TC CON MEZZO DI CONTRASTO E UN ECCELLENTE PROCEDURA DI SCREENING E PUO ESSERE ESEGUITA RAPIDAMENTE; *RMN INAPPROPRIATA IN FASE ACUTA (TEMPI LUNGHI, IMPOSSIBILITA DI CORRETTA ASSISTENZA ALLINTERNO DELLA CAMERA DI ACQUISIZIONE DELLE IMMAGINI).

10 DIAGNOSI E TRATTAMENTO DELLA DISSEZIONE AORTICA STABILITA EMODINAMICA INSTABILITA EMODINAMICA Sala operatoriaDiagnosi sospetta Diagnosi certa Terapia intensiva Conferma diagnosi (TEE) Intervento chirurgico Anestesia generale + monitoraggio (TEE) Negativo Positivo Diagnosi sospetta Diagnostica inadeguata TAC Positiva Negativa RMN

11 NESSUNA COMPLICANZA ASSISTENZA STANDARD DEGENZA BREVE UNA O PIU COMPLICANZE DEGENZA PROTRATTA IMMOBILITA PROLUNGATA SCARSA AUTOSUFFICIENZA 1.UTILIZZO PRESIDI ANTIDECUBITO 2.RIABILITAZIONE MOTORIA 3.RIABILITAZIONE RESPIRATORIA 4.SUPPORTO NUTRIZIONALE ADEGUATO 5.IGIENE QUOTIDIANA DELLA CUTE E DEL CAVO ORALE DEGENZA PROLUNGATA IL NURSING POST – OPERATORIO

12 PIANIFICAZIONE In uso il metodo di Marisa Cantarelli trasformato in indice di complessità assistenziale più diagnosi infermieristica. BISOGNI: 1.Respirazione; 2.Alimentazione ed idratazione; 3.Eliminazione urinaria ed intestinale; 4.Assicurare ligiene; 5.Assicurare il movimento; 6.Assicurare riposo, sonno e comfort; 7.Assicurare funzione cardiocircolatoria; 8.Assicurare ambiente sicuro; 9.Assicurare linterazione nella comunicazione.

13

14 BISOGNI I bisogni più comuni dei pazienti in oggetto, sono: 1.Respirazione; 2.Alimentazione ed idratazione; 3.Mobilizzazione; 4.Igiene; 5.Sicurezza; 6.Comunicazione.

15 LA VITA E QUELLO CHE TI SUCCEDE MENTRE FAI ALTRI PROGETTI. J.LENNON GRAZIE PER LATTENZIONE


Scaricare ppt "PERCORSO ASSISTENZIALE DEL PAZIENTE DA SOTTOPORRE A CHIRURGIA DELLAORTA Prelli Belinda Szwedo Zofia Szwedo Zofia."

Presentazioni simili


Annunci Google