La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Economia delle aziende pubbliche – Prof. Antonello Zangrandi Organizzare in un ambiente globale in cambiamento.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Economia delle aziende pubbliche – Prof. Antonello Zangrandi Organizzare in un ambiente globale in cambiamento."— Transcript della presentazione:

1 Economia delle aziende pubbliche – Prof. Antonello Zangrandi Organizzare in un ambiente globale in cambiamento

2 Economia delle aziende pubbliche – Prof. Antonello Zangrandi Alcune definizioni Ambiente: insieme delle forze che circondano unorganizzazione e possono incidere sul suo modo di operare e sul suo accesso alle risorse scarse. Oggi: ambiente globale sviluppato a livello internazionale Ambiente organizzativo: insieme specifico dei beni e servizi prodotti dallazienda e dei clienti e altri stakeholder che lazienda serve. ogni azienda definisce il proprio decidendo come gestire le forze e massimizzare la capacità di procurarsi le risorse 2

3 Economia delle aziende pubbliche – Prof. Antonello Zangrandi Lambiente specifico Ambiente specifico: gruppi di stakeholder esterni che incidono direttamente sulla capacità di unorganizzazione di procurarsi le risorse. Clienti Distributori Sindacati Concorrenti Fornitori Governo 3

4 Economia delle aziende pubbliche – Prof. Antonello Zangrandi Lambiente specifico Forze demografiche e forze culturali Forze internazionali Forze politiche Forze ambientali Forze economiche Forze tecnologiche Lorganizzazione Fornitori Concorrenti SindacatiGoverno DistributoriClienti Ambiente generale: forze che influenzano gli ambienti specifici di tutte le organizzazioni (v slide successive) Ambiente specifico: forze che incidono direttamente sulla capacità di unorganizzazione di ottenere risorse 4

5 Economia delle aziende pubbliche – Prof. Antonello Zangrandi Lambiente specifico globale Lazienda deve effettuare delle transazioni (o scambi di risorse) con ognuna delle forze presenti nel suo ambiente specifico. Più è globale lambiente di riferimento, più difficile è per lorganizzazione gestire le transazioni con le diverse forze. 5

6 Economia delle aziende pubbliche – Prof. Antonello Zangrandi Lambiente specifico: esempi Esempi di transazione con i diversi stakeholder Clienti: a seconda dei gusti e delle preferenze dei clienti nelle diverse aree geografiche, lazienda deve adeguare le caratteristiche dei propri prodotti / servizi Dipendenti e sindacati: lazienda deve adeguarsi e integrarsi con la cultura e il modo di lavorare dei dipendenti e dei sindacati Sistema di governo / Normative: lazienda deve tener conto della legislazione vigente nei diversi Paesi in cui opera / commercializza. La specifica legislazione può agevolare lo sviluppo del mercato in un paese piuttosto che in un altro. 6

7 Economia delle aziende pubbliche – Prof. Antonello Zangrandi Lambiente generale Ambiente generale: insieme delle forze che influenzano lambiente specifico e incidono sulla capacità di tutte le organizzazioni operanti in un determinato ambiente di ottenere risorse. 7

8 Economia delle aziende pubbliche – Prof. Antonello Zangrandi Lambiente generale: esempi Esempi di forze appartenenti allambiente generale Forze economiche: tassi di interesse, stato delleconomia, tasso di disoccupazione Forze tecnologiche: sviluppo di nuove tecniche di produzione, e nuove apparecchiature per processare le informazioni, investimento in R&S, trasferimento internazionale della tecnologia Forze politiche: leggi che favoriscono determinati interessi, dazi doganali sullimportazione Forze ambientali: pressioni degli ambientalisti per ridurre linquinamento Forze demografiche, culturali e sociali: età, livello di istruzione, stile di vita, valori e costumi di un popolo 8

9 Economia delle aziende pubbliche – Prof. Antonello Zangrandi Fonti di incertezza nellambiente organizzativo Le forze ambientali producono incertezza perché incidono su: Complessità Ricchezza Dinamismo Complessità ambientale: consistenza, numero e interconnessione di forze generali che deve gestire unorganizzazione Complessità = minore prevedibilità e controllabilità dellambiente 9

10 Economia delle aziende pubbliche – Prof. Antonello Zangrandi Fonti di incertezza nellambiente organizzativo 10 complessità ELEVATA COMPLESSITA Elevato numero di fornitori Più ampia varietà di prodotti Maggiore interconnessione tra forze specifiche e forze generali BASSA COMPLESSITA Scarso numero di fornitori Ridotta varietà di prodotti Minore interconnessione tra forze specifiche e forze generali

11 Economia delle aziende pubbliche – Prof. Antonello Zangrandi Fonti di incertezza nellambiente organizzativo 11 dinamismo ambientale BASSO DINAMISMO AMBIENTALE Le forze generali e specifiche incidono sulle risorse in modo prevedibile ELEVATO DINAMISMO AMBIENTALE Le forze generali e specifiche incidono sulle risorse in modo imprevedibile e instabile

12 Economia delle aziende pubbliche – Prof. Antonello Zangrandi Fonti di incertezza nellambiente organizzativo 12 munificenza ambientale BASSA MUNIFICENZA AMBIENTALE Scarsità di risorse (territorio povero oppure elevato numero di organizzazioni rispetto a risorse disponibili): elevata competizione per ottenere le risorse elevata incertezza ambientale ELEVATA MUNIFICENZA AMBIENTALE Abbondanza di risorse: scarsa necessità di competere per ottenere risorse scarsa incertezza

13 Economia delle aziende pubbliche – Prof. Antonello Zangrandi Teoria della dipendenza delle risorse 13 Lobiettivo di unorganizzazione è minimizzare la dipendenza da altre organizzazioni per lacquisizione delle risorse scarse che esistono nel suo ambiente e trovare il modo di influenzarle per renderle disponibili 1.Esercitare uninfluenza su altre organizzazioni per procurarsi le risorse 2.Rispondere a bisogni ed esigenze di altre organizzazioni che operano nellambiente

14 Economia delle aziende pubbliche – Prof. Antonello Zangrandi Teoria della dipendenza delle risorse 14 Dipendenza di unorganizzazione da unaltra organizzazione è funzione di due fattori: 1.Importanza della risorsa per la sopravvivenza dellorganizzazione 2.Misura in cui la risorsa è controllata da altre organizzazioni Per ridurre tale dipendenza le organizzazioni sviluppano diverse strategie

15 Economia delle aziende pubbliche – Prof. Antonello Zangrandi Strategie per gestire la dipendenza dalle risorse 15 Interdipendenze simbiotiche Interdipendenze che esistono tra unorganizzazione e i suoi fornitori e distributori (gli input di unorganizzazione sono gli output di unaltra organizzazione). Interdipendenze competitive Interdipendenze che esistono tra organizzazioni che competono su input e output scarsi (gli input e gli output delle organizzazioni sono i medesimi). Controllare le interdipendenze esigenza di coordinamento Coordinamento riduzione della libertà di agire indipendentemente

16 Economia delle aziende pubbliche – Prof. Antonello Zangrandi Strategie per gestire la dipendenza dalle risorse 16 In generale, Unorganizzazione tende a scegliere la strategia interorganizzativa che offre la massima riduzione dellincertezza a fronte della minima perdita di controllo.

17 Economia delle aziende pubbliche – Prof. Antonello Zangrandi Strategie per gestire le interdipendenze simbiotiche sulle risorse 17 InformaleFormale Reputazione Cooptazione Alleanza strategica Fusione e acquisizione Più elevato è il grado di formalizzazione della strategia, maggiore è larea prescrittiva di cooperazione tra le organizzazioni (maggiore riduzione dellincertezza).

18 Economia delle aziende pubbliche – Prof. Antonello Zangrandi Strategie per gestire le interdipendenze simbiotiche sulle risorse 18 Reputazione Situazione in cui unorganizzazione gode del rispetto e della fiducia di altri soggetti grazie al suo modo di operare. Strategia molto utilizzata La buona reputazione non esclude comunque il ricorso a meccanismi di negoziazione attiva sul prezzo e sulla qualità di input e output

19 Economia delle aziende pubbliche – Prof. Antonello Zangrandi Strategie per gestire le interdipendenze simbiotiche sulle risorse 19 Cooptazione Una strategia che gestisce le interdipendenze simbiotiche neutralizzando le fonti di problemi e minacce che operano nellambiente specifico concedere una partecipazione o unopzione su ciò che fa per assecondare gli interessi di stakeholder esterni fonti di incertezza portare allinterno gli stakeholder esterni: diverse strategie per trasformarli in stakeholder interni Interlocking directorate: collegamento che si determina un consigliere di amministrazione di unazienda siede nel consiglio di amministrazione di unaltra azienda.

20 Economia delle aziende pubbliche – Prof. Antonello Zangrandi Strategie per gestire le interdipendenze simbiotiche sulle risorse 20 Alleanza strategica Accordo che impegna due o più aziende a condividere le risorse per sviluppare nuove opportunità di business comune. Accordo + formale collegamenti + rigidi e + forti Controllo + rigido sullattività comune Maggiore controllo dellincertezza

21 Economia delle aziende pubbliche – Prof. Antonello Zangrandi Strategie per gestire le interdipendenze simbiotiche sulle risorse 21 Alleanza strategica Esempio. BMW e Intel Nel 2005 annunciano la creazione di unalleanza per integrare la tecnologia Intel (chip) in tutti i veicoli BMW Obiettivo: i chip servono per gestire tutte le funzionalità di carattere elettronico, informatico, telefonico e riproduzione di mp3.

22 Economia delle aziende pubbliche – Prof. Antonello Zangrandi Strategie per gestire le interdipendenze simbiotiche sulle risorse 22 Alleanza strategica Lalleanza può concretizzarsi in diversi modi: 1.Contratti a lungo termine 2.Network 3.Partecipazione di minoranza 4.Joint venture InformaleFormale Contratti di lungo termine Network Partecipazioni di minoranza Joint Venture

23 Economia delle aziende pubbliche – Prof. Antonello Zangrandi Strategie per gestire le interdipendenze simbiotiche sulle risorse 23 Alleanza strategica 1. Contratti a lungo termine Contratti formali che vengono stipulati tra due o più organizzazioni al fine di condividere una o più attività,così da poter ridurre i costi. Spesso costruiti sulla fiducia tra le parti

24 Economia delle aziende pubbliche – Prof. Antonello Zangrandi Strategie per gestire le interdipendenze simbiotiche sulle risorse 24 Alleanza strategica 2. Network Insieme di organizzazioni le cui azioni sono coordinate da contratti e da accordi di collaborazione, anziché da una gerarchia formale di autorità. Obiettivo: condivisione delle competenze Più formali dei contratti Più vincoli tra le organizzazioni Maggiore coordinamento formale delle attività

25 Economia delle aziende pubbliche – Prof. Antonello Zangrandi Strategie per gestire le interdipendenze simbiotiche sulle risorse 25 Alleanza strategica 3. Partecipazione di minoranza Alleanza più formale che si crea quando le imprese acquistano quote di minoranza di altre imprese proprietà delle azioni Forte interdipendenza forte riduzione dellincertezza

26 Economia delle aziende pubbliche – Prof. Antonello Zangrandi Strategie per gestire le interdipendenze simbiotiche sulle risorse 26 Alleanza strategica 4. Joint Venture Creazione di una nuova organizzazione Proprietà condivisa che riduce incertezza e complessità.

27 Economia delle aziende pubbliche – Prof. Antonello Zangrandi Strategie per gestire le interdipendenze simbiotiche sulle risorse 27 Fusione e acquisizione Operazione che consiste nella fusione con, o nellacquisizione di, un distributore o un fornitore. Lo scambio di risorse avviene allinterno di unorganizzazione anziché tra organizzazioni. Operazioni estremamente costose vi si ricorre quando vi è un elevata necessità di controllare una risorsa cruciale o uninterdipendenza importante.

28 Economia delle aziende pubbliche – Prof. Antonello Zangrandi Strategie per gestire le interdipendenze competitive sulle risorse 28 InformaleFormale Collusioni e cartelli Meccanismi di collegamento tramite un soggetto terzo Alleanze strategiche Fusioni e acquisizioni Più elevato è il grado di formalizzazione della strategia, maggiore è la riduzione della competizione sulle risorse (quindi maggiore riduzione dellincertezza).

29 Economia delle aziende pubbliche – Prof. Antonello Zangrandi Strategie per gestire le interdipendenze competitive sulle risorse 29 Collusioni e cartelli Collusione: accordo segreto tra concorrenti per condividere informazioni a scopo ingannevole o illecito. Cartello: associazione informale tra imprese che concordano esplicitamente di coordinare le proprie attività. Crescita della stabilità e della ricchezza ambientale Riduzione della complessità delle relazioni tra concorrenti Divieto di collusione e cartello in alcuni Paesi Le aziende possono generare profitto coordinandosi, anziché facendosi concorrenza

30 Economia delle aziende pubbliche – Prof. Antonello Zangrandi Strategie per gestire le interdipendenze competitive sulle risorse 30 Meccanismi di collegamento tramite un soggetto terzo Un ente regolatore che consente alle organizzazioni di scambiarsi informazioni e di regolamentare la competizione. Es. associazione di categoria Regole standard che stabilizzano la competizione a livello di settore Aumento della ricchezza ambientale

31 Economia delle aziende pubbliche – Prof. Antonello Zangrandi Strategie per gestire le interdipendenze competitive sulle risorse 31 Alleanze strategiche Situazione in cui i concorrenti cooperano e costituiscono una joint venture per sviluppare assieme una parte delle proprie attività, pur restando concorrenti sul mercato finale. Altri possibili scopi delle alleanze: scoraggiare nuovi concorrenti potenziali danneggiare i concorrenti in essere sviluppare una nuova tecnologia da proteggere mediante un brevetto

32 Economia delle aziende pubbliche – Prof. Antonello Zangrandi Strategie per gestire le interdipendenze competitive sulle risorse 32 Fusioni e acquisizioni Operazione che consiste nella fusione con, o nellacquisizione di, unorganizzazione concorrente. Migliorare la posizione competitiva di unazienda: Consolidare e ampliare lambito organizzativo Produrre una gamma più ampia di articoli per soddisfare una domanda maggiore Oggetto di grande attenzione dalle autorità Antitrust (evitare la creazione di monopoli)

33 Economia delle aziende pubbliche – Prof. Antonello Zangrandi La teoria dei costi di transazione Costi di transazione: Costi di negoziazione, monitoraggio e governo degli scambi tra le persone (anche quando oggetto di scambio sono le informazioni). Teoria dei costi di transazione: Lobiettivo di unorganizzazione è minimizzare i costi di scambio delle risorse allinterno dellambiente e i costi di gestione degli scambi allinterno dellorganizzazione stessa. 33

34 Economia delle aziende pubbliche – Prof. Antonello Zangrandi La teoria dei costi di transazione Mercato perfettamente concorrenziale costi transazione bassi Numerosi concorrenti Perfetta sostituibilità dei concorrenti Buona certezza delloggetto di transazione Bassa tendenza a comportamenti opportunistici Mercato poco concorrenziale costi transazione alti Pochi concorrenti Concorrenti non perfettamente sostituibili Incertezza in merito allo specifico oggetto di transazione Comportamenti opportunistici 34

35 Economia delle aziende pubbliche – Prof. Antonello Zangrandi Fonti dei costi di transazione Incertezza ambientale e razionalità limitata + incertezza + costi di negoziazione, monitoraggio e governo Opportunismo e piccoli numeri Scarsità di fornitori/partner commerciali spazio per opportunismo Rischio connesso ad asset specifici Investimenti specifici che creano elevato valore per determinate relazioni, ma valore nulle per tutte le altre relazioni 35

36 Economia delle aziende pubbliche – Prof. Antonello Zangrandi Costi burocratici I costi di transazione allinterno delle organizzazioni prendono il nome di costi burocratici, per distinguerli da quelli relativi alle relazioni tra organizzazioni operanti nello stesso settore. 36

37 Economia delle aziende pubbliche – Prof. Antonello Zangrandi Teoria dei costi di transazione e scelta della strategia interorganizzativa Manager decidere quale strategia perseguire: 1.Identificare le fonti dei costi di transazione 2.Stimare i risparmi sui costi di transazione 3.Stimare i costi burocratici 4.Scegliere il meccanismo di collegameneto che produce i massimi risparmi sui costi di transazione a fronte del minimo costo burocratico. 37

38 Economia delle aziende pubbliche – Prof. Antonello Zangrandi Teoria dei costi di transazione e scelta della strategia interorganizzativa A.Keiretsu Mezzo per ottenere benefici di un meccanismo formale di collegamento, senza però sostenerne i costi. B.Franchising Franchisee: imprenditore autorizzato a vendere i prodotti di unazienda in una determinata zona Franchiser: chi vende il diritto di utilizzare le sue risorse Relazione simbiotica C. Outsourcing Trasferimento di unattività interna di creazione del valore allesterno, dove viene svolta da unaltra azienda 38


Scaricare ppt "Economia delle aziende pubbliche – Prof. Antonello Zangrandi Organizzare in un ambiente globale in cambiamento."

Presentazioni simili


Annunci Google