La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PIT Minoranze Linguistiche in Molise Alice Marini Chiara Trauzzi Le Politiche di Coesione dellUE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PIT Minoranze Linguistiche in Molise Alice Marini Chiara Trauzzi Le Politiche di Coesione dellUE."— Transcript della presentazione:

1 PIT Minoranze Linguistiche in Molise Alice Marini Chiara Trauzzi Le Politiche di Coesione dellUE

2 2 Progetto Integrato Territoriale Idea Forza Strategia di sviluppo sostenibile Area territoriale omogenea Punti di forza del territorio, partire dalle risorse esistenti, analisi Cooperazione pubblico-privato, attori locali Individuare lidea più efficiente Monitoraggio e valutazione Comunicazione Sviluppo di nuove idee e revisione

3 3 Lingue minoritarie in Europa, Italia e Molise In Italia: comunità stanziate in zone di confine; gruppi di popolazione insediati da lungo tempo in località del Paese.

4 4 La legislazione 1981Risoluzione ArféEuropa 1987Risoluzione KujpersEuropa 1992Carta Europea delle lingue regionali o minoritarie Europa 1994Risoluzione KillileaEuropa 1995Convenzione quadro per la protezione delle minoranze nazionali Europa 1996Trattato italo-croato sui diritti delle minoranze Nazionale 1997Tutela e valorizzazione del patrimonio culturale e le minoranze linguistiche in Molise Regionale 1999Norme in materia di tutela delle minoranze linguistiche Nazionale 2000Delibera del Consiglio Provinciale di Campobasso Provinciale

5 5 Ambito nazionale: QCS (per Agenda 2000) 6 Assi Prioritari di Intervento: –asse I RISORSE NATURALI ED AMBIENTALI –asse II RISORSE CULTURALI E STORICHE –asse III RISORSE UMANE –asse IV SISTEMI LOCALI DI SVILUPPO –asse V MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA' DELLE CITTA', DELLE ISTITUZIONI LOCALI E DELLA VITA ASSOCIATA –asse VI RETI E NODI DI SERVIZIO

6 6 Ambito regionale: POR Molise ASSISETTORIMISURE ASSE 1 Risorse naturali e ambientali Acqua e suolo1.1, 1.2, 1.3 Rifiuti e inquinamento1.4, 1.5 Ambiente1.6, 1.7 Energia1.8 ASSE 2 Risorse culturali e storiche Patrimonio culturale2.1; 2.2; 2.3 ASSE 3 Risorse umane Lavoro3.1 – 3.11 Ricerca e innovazione3.12 ASSE 4 Sistemi locali di sviluppo Industria, commercio, servizi e artigianato4.1, 4.2, 4.3, 4.4, 4.5 Turismo4.6, 4.7 Agricoltura e pesca4.8 – 4.12, 4.16, 4.18 – 4.20 ASSE 6 Reti e nodi di servizi Trasporti Telecomunicazioni

7 7 PIT Minoranze Linguistiche

8 8 PIT Molisani Il PIT Sistema Locale dellOfferta Turistica, nellAlto Molise, punta sullo sviluppo turistico del territorio valorizzando le preziosità naturalistiche e culturali: 30 i progetti infrastrutturali finanziati tra i quali la valorizzazione e conservazione naturalistica dellarea, la realizzazione di sentieri, la creazione di visitor center e di centri di accoglienza, interventi di ripristino dellarredo urbano nei centri storici. Il PIT Civiltà dellAcqua, nellarea tra Isernia e Venafro, si concentra sul settore manifatturiero e sul patrimonio culturale e ambientale presente nel territorio: 24 i progetti pubblici in attuazione nellarea. Tra questi il completamento di alcune aree PIP esistenti, la creazione di musei culturali, la realizzazione di percorsi attrezzati nei comuni del Matese. Il PIT Ambiente turismo impresa, nel Molise centrale, propone interventi di sviluppo integrato coniugando le vocazioni imprenditoriali con le nuove forme di ospitalità nei centri storici e nel territorio dellarea: 36 i progetti finanziati con interventi di recupero e valorizzazione del patrimonio storico, di valorizzazione dei laghi e delle oasi naturalistiche, di completamento delle infrastrutture per gli insediamenti produttivi. Il PIT Medio Trigno, nel territorio della Comunità Montana di Triveneto, intende integrare lautenticità dei siti naturalistici di importanza comunitaria con un sistema di ospitalità diffusa nei centri storici: 13 i progetti in fase di realizzazione. Tra questi il miglioramento e la fruizione delle diverse aree naturalistiche, il recupero di immobili storici e delle aree archeologiche presenti nel comprensorio. Il PIT Per uno sviluppo equilibrato ed armonioso, nel basso Molise, mira al riequilibrio fra aree costiere e zone interne collinari, attraverso lattivazione di 4 direttrici di sviluppo: il turismo, la filiera agro-alimentare, la ruralità e le attività produttive; 21 gli interventi pubblici in cantiere tra i quali la realizzazione di un museo culturale diffuso sul territorio ed interventi per il potenziamento delle aree PIP. Il PIT E-Molise, nel territorio già interessato dal Contratto dArea del Molise interno, si concentra sulla new-economy, quale modello di business capace di garantire una maggiore penetrazione commerciale ed una migliore organizzazione dei processi di produzione delle imprese nei vari comparti delleconomia. Il PIT Minoranze linguistiche e storiche albanesi e croate in modo innovativo ed originale propone, in alcuni piccoli centri del basso Molise, 8 interventi di arredo urbano, di creazione di una rete di caffè linguistico letterari con lintegrazione di un sistema di ospitalità in bed&breakfast locali.

9 9

10 10 SOGGETTI Arbëresh: Acquaviva Collecroce Montemitro San Felice del Molise Croati: Campomarino Montecilfone lorganizzazione sindacale Movimento Cristiano Lavoratori; l'organizzazione sindacale Unione Generale del Lavoro; l'organizzazione ambientalista Italia Nostra l'associazioni di categoria COMOLTUR – Consorzio Molisano Turismo la Provincia di Campobasso

11 11 IDEA FORZA realizzazione di un sistema di ospitalità e fruizione del patrimonio culturale connesso alle minoranze linguistiche arbërësh e hrvatski del Molise che è sia uno strumento di tutela e valorizzazione ma anche il fattore di mobilitazione per uno sviluppo sostenibile e compatibile del territorio

12 12 Punti di forzaPunti di debolezzaOpportunitàRischi Disponibilità risorse storico- culturali suscettibili di valorizzazione in coerenza con le tendenze della domanda nazionale e internazionale. Assenza di servizi connessi alla fruizione delle risorse culturali e tradizionali dell'area. Crescente interesse da parte del turismo nazionale e internazionale verso il patrimonio culturale, le tradizioni, le identità locali. Concorrenza di alcune regioni meridionali (ad Calabria), dotate di un patrimonio culturale-linguistico molto più noto di quello molisano Elevato potenziale di attrazione turistica generata dalla presenza di minoranze linguistiche (uniche a livello nazionale come i croati molisani). Mancanza di un sistema di ricettività ed ospitalità. Opportunità di conquistare una maggiore visibilità sui mercati nazionali ed internazionali attraverso l'utilizzo delle nuove tecnologie dell'informazione. Riduzione degli aiuti dovuta alla fuoriuscita del Molise dalle regioni dell'Obiettivo 1, che potrebbe innescare l'avvio di un processo di delocalizzazione e quindi di accellerazione del livello di abbandono delle aree interne Uso diffuso a tutti i livelli della lingua minoritaria. Spopolamento delle aree ed aumento dellindice di vecchiaia con conseguente possibile perdita del patrimonio culturale. Relativa vicinanza dell'area PIT a grandi bacini extraregionali di domanda potenziale (Roma, Napoli). Incremento del divario esistente con le aree più forti della regione Presenza di associazioni e gruppi organizzati che danno un forte impulso culturale all'area. Scarsissima conoscenza del patrimonio culturale delle minoranze linguistiche del Molise. La vicinanza dell'area del PIT con l'area Balcanica (Croazia in particolare) che potrebbe innescare un processo attivo di cooperazione transfrontaliera. Elevata propensione, specie giovanile e femminile, alla ricerca di opportunità di impiego nelle attività della filiera "artistico- culturale. Elevati livelli di disoccupazione dovuti alla debolezza del mercato del lavoro e dalla scarsa capacità del sistema formativo e dellistruzione. Crescita della coscienza del ruolo dei piccoli paesi nel sistema Italia. Diffusione capillare sul territorio della piccola impresa commerciale/artigiana. Mancanza di servizi ausiliari e di contorno all'attività turistica. Presenza di buoni collegamenti sul corridoio adriatico. Miglioramento delle capacità di governo da parte delle Amministrazioni locali.

13 13 COMPONENTEIMPATTO ARIA Qualità dellaria mancanza di impatto Livello di rumore mancanza di impatto ACQUA Qualità delle acque mancanza di impatto Consumi idrici lievemente negativo Ambiente marino e costiero lievemente positivo RIFIUTI Quantità e qualità dei rifiuti lievemente negativo Riciclaggio e recupero dei rifiuti mancanza di impatto TERRITORIO Natura e biodiversità mancanza di impatto Degrado del suolo mancanza di impatto Ambiente urbano mediamente positivo Paesaggio e patrimoni mediamente positivo RISORSE UMANE Risorse umane mediamente positivo

14 14

15 15 Comune di Montecilfone - "Bashkia Munxhufunit" Comune di San Felice del Molise Via Roma n° 42 I PIT ad oggi e i 5 Comuni… Nucleo di valutazione Comunicazione


Scaricare ppt "PIT Minoranze Linguistiche in Molise Alice Marini Chiara Trauzzi Le Politiche di Coesione dellUE."

Presentazioni simili


Annunci Google