La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

M&m CRS, modelli generali Prof. Renato Ruffini. m&m Gli orientamenti della dottrina in tema di CSR Responsabilità dei dirigenti Comportamento socialmente.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "M&m CRS, modelli generali Prof. Renato Ruffini. m&m Gli orientamenti della dottrina in tema di CSR Responsabilità dei dirigenti Comportamento socialmente."— Transcript della presentazione:

1 m&m CRS, modelli generali Prof. Renato Ruffini

2 m&m Gli orientamenti della dottrina in tema di CSR Responsabilità dei dirigenti Comportamento socialmente responsabile Stakeholder Theory, Business Ethics, Corporate Social Performance Sviluppi della Stakeholder Theory, Business Ethics, Corporate Social Citizenship

3 m&m LA RESPONSABILITA SOCIALE DELLIMPRESA Sostenibilità: Triple bottom line: economico, ambientale e sociale Rilevanza strategica di comportamenti socialmente responsabili legittimazione, consenso, relazioni fiduciarie 1 2 Social audit. 3 4 Moral management: thinking and acting ethically. (Carroll, 2001)

4 m&m La Piramide di Carroll della CSR Philanthropic Responsibilities Philanthropic Responsibilities Be a good corporate citizen. Ethical Responsibilities Ethical Responsibilities Be ethical. Legal Responsibilities Legal Responsibilities Obey the law. Economic Responsibilities Economic Responsibilities Be profitable.

5 m&m Creazione di valore e Responsabilità di impresa a confronto ACCOUNTABILITY/ RESPONSABILITA FILANTROPIA Giustizia OTTIMIZZAZIONE VALORE IMPRESA MAX VALORE AZIONISTA Legge (norme) Stakeholder value Shareholder value Finalismo di impresa Orientamenti Csr RESPONSABILITA DI IMPRESA CREAZIONE DI VALORE

6 m&m Massimizzazione del valore azionista il modello self-interest Limpresa ha solo scopi economici, tesi a conseguire il profitto (anche con azioni scorrette) M.Friedman: Vi è una sola responsabilità sociale dellimpresa: aumentare i suoi profitti Lunica legittimazione etica (sociale) dellagire dimpresa è la massimizzazione del profitto. Solo le intenzioni dellagente e non le conseguenze delle sue azioni sono rilevanti ai fini del comportamento etico Max valore azionista

7 m&m Un autorevole esponente dellapproccio tradizionale There is one and only one social responsibility of business – to use its resources and engage in activities designed to increase its profits so long as it stays within the rules of the game, which is to say, engages in open and free competition, without deception or fraud. [M. Friedman, 1983]

8 m&m La Tesi di Friedman : Corporate Executives should not exercise social responsibility! Ragioni: Solo gli individui [proprietari, amministratori/corporate executives] hanno responsibilità sociale Il corporate executive è lagente dei datori di lavoro Unica responsibilità diretta: il profitto Lesercizio della responsibilità sociale da parte dellesecutivo > danno per gli interessi della società [maggiori costi] La spesa per azioni socially responsible > tassazione- simile alla imposizione sugli stockholders

9 m&m Ragioni, cont. imporre tasse è funzione del governo nel caso delle società: la tassazione non è democratica senza rappresentanza inoltre: il corporate executive non può prevedere le conseguenze sociali Non esistono valori sociali Business has only one responsibility, to increase profits in a lawful way.

10 m&m Critica alla Posizione di Friedman Non realistico il paradigma lone ranger {imposizione} –Un paradigma più realistico : lagire dimpresa come attività collaborativa e instituzione sociale Le azioni socially responsible sono incorporate nella funzione obiettivo dellimpresa Valutazione delle conseguenze future: –azioni in assenza di certezza

11 m&m Ottimizzazione valore impresa il modello good ethic is good business Good ethic is good business: –coincidenza tra operato morale e ottenimento di vantaggio competitivo; –il comportamento etico contribuisce in modo strumentale alla realizzazione della performance dimpresa: letica paga. Autointeresse illuminato da parte dei soggetti economici: lobiettivo è la massimizzazione del profitto di lungo periodo. I fondamentali per la creazione di valore di lungo periodo sono: la correttezza e la trasparenza dei comportamenti del management e del gruppo di controllo, il rigore amministrativo, la qualità del disegno strategico perseguito max valore impresa

12 m&m Questa opzione è per sua natura generatrice di strategie e comportamenti imprenditoriali lungimiranti, aperti anche ad innovazioni in grado di coniugare le esigenze di competitività e redditività con istanze umanistiche, fortemente coesivi nei riguardi di tutti gli interlocutori, a cominciare dai dipendenti, per cui, lancoraggio alletica diventa non solo garanzia di comportamenti corretti e trasparenti (che è già molto di questi tempi), ma anche la solida base su cui costruire un contesto organizzativo coinvolgente e motivante e un vantaggio competitivo sostenibile. [ Vittorio Coda ] Un autorevole esponente di questo approccio

13 m&m il modello filantropia filantropia Il soggetto che, riuscendo ad armonizzare la coscienza alla legge, si comporta di conseguenza, è un soggetto che compie un atto moralmente buono. Solo le intenzioni dellagente e non anche le conseguenze delle sue azioni sono rilevanti ai fini della definizione di comportamento etico. il limite insuperabile delletica delle intenzioni? Quello di non saper tener conto degli effetti delle azioni individuali. Se la mia attività, pur sostenuta da retta intenzione, genera esternalità, cioè conseguenze che ricadono su altri soggetti, può accadere che un atto morale soggettivamente lecito sia oggettivamente illecito

14 m&m La ricchezza concentrata nelle mani di un solo uomo è il risultato del lavoro di tutta una comunità e deve ritornare a questultima in un modo o nellaltro. Il ricco è il depositario di una fortuna che deve avere a disposizione per il bene comune e la sua carriera va divisa in due tempi: lacquisizione e la distribuzione [Andrew Carnegie, 1889] (The Gospel of Wealth ) Un autorevole esponente di questo approccio

15 m&m Il modello impresa responsabile Etica del bene comune: limpresa è una unità sistemica sia in rapporto ai fini sia ai mezzi; il suo bene è bene comune di un insieme di attori diversi Comportamento altruistico: la reciprocità come tratto caratteristico della propria identità. Criterio della razionalità economica allargata che massimizza il bene comune degli stakeholder The leadership challenge for CEO and boards. –Limpegno è quello di porre al centro dellattività di uomini daffari non più (solo) la crescita del profitto ma anche lattenzione al sociale e alla minimizzazione di ogni impatto negativo sulla popolazione e sullambiente. responsabilit à

16 m&m Modello Self-Interest Spirito del XX secolo Le norme etiche sono esterne alle decisioni dellagire dimpresa Atteggiamento rivolto al Sè mezzi-fini Enfasi sulla razionalità mezzi-fini e sullefficienza Impresa responsabile Spirito del XXI secolo? Le norme Etiche sono interne alle decisioni dellagire dimpresa Atteggiamento orientato verso lAltro (responsiveness) valori Enfasi sulla razionalità dei valori e sul customer service Gli estremi a confronto...

17 m&m Patologia della creazione di valore Origine delle principali forme di patologie: Comportamenti opportunistici: fraudolenti o short-sighted o dominati dallambizione o dal tentativo di trarre vantaggio da un vuoto di potere Regime di accountability per il gruppo di vertice attenuato valori del management che perseguono il tornaconto personale e sistemi di regole che consentono che tale comportamento non venga sanzionato Condizionati dal contesto ambientale

18 m&m The fact is that we have a corporate system that gives large incentives for bad behavior Paul Krugman, the New YorkTimes, 23 August 2002

19 m&m DALLA RESPOSABILITÀ SOCIALE DELLIMPRESA AL LINVESTIMENTO SOCIALMENTE RESPONSABILE In termini pratici possiamo spostare il problema sui soggetti che hanno o meno interesse ad effettuare investimenti socialmente responsabili perché comunque limpresa opera sulla base delle sollecitazioni del mercato e degli azionisti

20 m&m LINVESTIMENTO SOCIALMENTE RESPONSABILE In proposito è evidente che laumento degli investitori istituzionali ha incrementato lattenzione verso gli investimenti socialmente responsabili sia in termini di domanda dei clienti, che di corporate citizenship che di potenziali benefici economici

21 m&m Motivi di sensibilità agli ISR da parte degli investitori istituzionali Hanno la pressione dei clienti Sono più orientate al lungo periodo e nel lungo termine acting as a responsible corporate citizen si consisten with this economic objective Vi sono interessi governativi attraverso la legislazione ad incentivare ISR

22 m&m Strategie per gli ISR Ci sono tra strategie di base per lo sviluppo di ISR: –impegno – si identificano le aree di migliormento etico, sociale ed ambientale della impresa in cui si è investito e si incoraggia a fare miglioramenti –Preferenze – si investe sulle imprese in cui il management segue le linee guida previste dal fondo per effettuare investimenti. –Screening – il fondo investe limitatamente alle compagnie selezionate sulla base del loro comportamento etico. La selezione può essere negativa o positiva.

23 m&m Regolazioni internazionali Ci sono ormai numerosi soggetti che intervengono a livello internazionale per sollecitare investimenti responsabili: –Global sullivan principles (1977) –Mac Bride Priciples (1984) –Ceres (coalition for environmentally responsible economies) (1989) –UN golbal compact (1999) –Oecd guidelines for multinationa entreprises (2000) –Global reporting initiative (GRI) sustainability guidelines (2002) – che associa le diverse organizzazioni non governative e raccoglie un vasto consenso –EC CRS – che costituisce il framework europeo per lo sviluppo della ISR e della CSR.

24 m&m Limpatto sul valore per lazionista Nonostante si ritenga che gli investimenti socialmente responsabili nel lungo periodo siano più redditizi, i numerosi studi effettuati non hanno fornito alcuna evidenza empirica del fatto che gli investitori etici abbiano performance migliori degli altri (ma neppure peggiori) In ogni caso lo sviluppo di investimenti socialmente responsabili è percepito come un elemento essenziale di una buona corporate governance

25 m&m Per contro appare logicamente evidente che la IRRESPONSABILITA SOCIALE può considerarsi una delle cause facilitanti comportamenti opportunistici e laumento dei rischi.

26 m&m Se dovessi indicare una differenza, una rottura con la storia del capitalismo recente, sceglierei forse, ancora una volta, un dato quantitativo. Nelle crisi precedenti, anche gravissime, il conflitto aveva intaccato soltanto l'attività di qualche protagonista del mercato, come le banche, che finanziavano le imprese per nasconderne i dissesti e ne acquistavano le azioni per tenerne alto il valore. Oggi, qualunque lettore di quotidiani è in grado di notare che comportamenti come questi caratterizzano tutti gli attori dei nostri mercati" G.Rossi, Il conflitto epidemico. Adelphi, 2003


Scaricare ppt "M&m CRS, modelli generali Prof. Renato Ruffini. m&m Gli orientamenti della dottrina in tema di CSR Responsabilità dei dirigenti Comportamento socialmente."

Presentazioni simili


Annunci Google