La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 IL RUOLO DELLAMMINISTRATORE IN QUESTI TEMPI DI CAMBIAMENTO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 IL RUOLO DELLAMMINISTRATORE IN QUESTI TEMPI DI CAMBIAMENTO."— Transcript della presentazione:

1 1 IL RUOLO DELLAMMINISTRATORE IN QUESTI TEMPI DI CAMBIAMENTO

2 2 Diapositive dellintervento:

3 IL RUOLO DELLAMMINISTRATORE

4 Amministrare: essere incaricato di; dirigere; gestire. Proviene dalla parola latina administrare, essere di aiuto a: ad-, a + ministrare, servire. Da ministro, servo. Un amministratore è incaricato di, dirige, gestisce e SERVE la sua area. AMMINISTRARE?

5 QUALI SONO, SECONDO VOI, LE CARATTERISTICHE E LE OPERATIVITA DEL BUON AMMINISTRATORE?

6 1) VALORI ETICI 2) LEADERSHIP 3) GESTIONE DELLA DELEGA

7 ETICA…

8 DEFINIZIONE DI ETICA Con ETICA intendiamo: 1)Coscienza del proprio ruolo. 2)Le regole e gli standard che governano la condotta di una categoria di professionisti. 3) Responsabilità per gli effetti che le nostre azioni hanno su ciò che ci circonda.

9 ESERCIZIO

10 Qual è il ___________ (tuo nome o cognome) che si aspetterebbero i soci della cooperativa? Descrivilo.

11 Qual è il ___________ (tuo nome o cognome) che si aspetterebbero i tuoi collaboratori/dipendenti? Descrivilo.

12 Qual è il ___________ (tuo nome o cognome) che si aspetterebbero i tuoi colleghi amministratori? Descrivilo

13 Qual è il ___________ (tuo nome o cognome) che si aspetterebbero i soci della cooperativa? Descrivilo. Cosa cè di segreto o nascosto in te o nella tua condotta che va in contrasto con quanto sopra?

14 Qual è il ___________ (tuo nome o cognome) che si aspetterebbero i tuoi collaboratori/dipendenti? Descrivilo. Cosa cè di segreto o nascosto in te o nella tua condotta che va in contrasto con quanto sopra?

15 Qual è il ___________ (tuo nome o cognome) che si aspetterebbero i tuoi colleghi amministratori? Descrivilo Cosa cè di segreto o nascosto in te o nella tua condotta che va in contrasto con quanto sopra?

16 Le conseguenze delle mancanze sotto il piano etico La vita di un tale individuo inizia ad essere sempre più ingarbugliata. Ha difficoltà ad influenzare le altre persone Tramite le giustificazioni altera la sua percezione dellambiente e quindi diventa meno abile In generale diventa un manager meno efficiente

17 LA SUA PRODUTTIVITA, COSI COME LA SUA AUTOSTIMA CALANO

18 UN BUON SENSO ETICO E IL PRIMO FONDAMENTO PER SVOLGERE CON EFFICACIA IL RUOLO DI AMMINISTRATORE Quali i valori?

19 19 LEADERSHIP- SPUNTI PER LA VISION

20 ACQUISISCI LEADERSHIP NELLA MISURA IN CUI SENTI CHE QUALCOSA DI IMPORTANTE PER GLI ALTRI TOCCA A TE

21 NEL CASO CI FOSSE UN INCENDIO, IL LEADER E IL PRIMO CHE DICE IO SO QUAL E LA VIA DUSCITA…- Rudy Giuliani

22 22

23 IL MONDO E CAMBIATO. DOBBIAMO CAMBIARE ANCHE NOI.

24 RISULTATI AZIONI IDEE (PARADIGMI CHE NON FUNZIONANO PIU)

25 POSSO FARLA FRANCA ANCHE SE…

26 LA CRISI è lAMPLIFICATORE del problema, non LA CAUSA! Se hai costruito la disciplina nel tempo riesci a sopravvivere; se non è stato così, arriva la tempesta e sei FUORI! - Jim Collins

27 LE CRISI SONO DRAMMATICHE SE NON HAI UNA VISION

28 VISION = COME FACCIAMO A DARE VALORE AL CLIENTE?

29 29 TUTTE LE GRANDI FORTUNE DEL PASSATO SONO STATE CREATE IN MOMENTI COME QUESTO

30 30 QUALE FUTURO? 4 CONSIGLI PER CHI DIRIGE

31 31 1) OCCUPATI DELLE CAUSE INTERNE

32 32 VALENTE PALI Luglio 2008: + 250% Agosto 2008: +75% Settembre 2008: + 200% Marketing, rete vendita, innovazione, vendere soluzioni e non prodotti, avere un obiettivo chiaro. Non giustificare

33 33 2) GIANLUCA GESSI: SCOMODITA

34 34

35 3) ABBRACCIA IL MARKETING!

36 A) CHIEDILO AL MERCATO

37 CRISI DEL COMPARTO METALMECCANICO

38 Come valuta i seguenti vantaggi che le potrebbe fornire un fornitore di impianti? A) Il fornitore è affidabile e gode di buona reputazione B) Il fornitore segue con cura ed attenzione maniacale il cliente, dal primo contatto e per tutta la durata in vita dellimpianto C) Il fornitore garantisce tempi di realizzazione e di istallazione dellimpianto più brevi rispetto al concorrente D) Il fornitore studia con attenzione le esigenze del cliente di modo da poter offrire soluzioni che rendono più profittevole la sua attività E) Il fornitore è in grado di fornire, in tempi rapidi, un servizio di assistenza sul posto F) Il fornitore offre soluzioni personalizzate (e fuori standard) G) Il fornitore offre una gamma di prodotti tale da saper rispondere a qualsiasi tipo di esigenza

39 Q6.1 Fra i vantaggi considerati, quale valuta maggiormente importante nella scelta di un fornitore così importante?

40 Caso 2: Agro-alimentare Voglio aprire un punto vendita per la vendita di prodotti freschi (dal produttore al consumatore)

41 QUALI TRA LE SEGUENTI VOCI DOVREI PROMUOVERE? La qualità e genuinità dei prodotti La convenienza in termini di prezzo rispetto alla grande distribuzione Il fatto che questi cibi vengono prodotti rispettando la natura e proteggendo lambiente Altri…

42 CHIEDILO AL MERCATO!

43 Quali sono le principali ragioni che La portano a servirsi da supermercato, discount, negozio di zona, mercato in piazza, etc. ?

44 Per Lei, quando un cibo è di qualità?

45 Pensando a tutti i prodotti freschi come frutta, verdura, formaggi, carni, uova, legumi, etc. come valuterebbe la possibilità di acquistarli direttamente presso un punto vendita diretto di unazienda agricola?

46 Se Ottima o Buona, quali vantaggi ritiene che Le garantirebbe?

47 Se Poco interessante o Per niente interessante, a quali condizioni potrebbe risultare interessante per Lei?

48 B) IL CLIENTE NON CI ASCOLTA PIU. IL CLIENTE CI SENTE

49 IMMOBILIARE 2009, COME VA? SCAMBIO IN ABBONDANZA: A) Andare oltre i minimi di legge B) Quando sono contenti i nostri clienti siamo contenti anche noi!

50 Max Massardi: Marketing delle emozioni Ogni cliente ha qualche esigenza. E il vero interesse per la persona che hai di fronte che stimola le emozioni e attiva le esigenze. Emozione: movimento straordinario che agita il corpo e lo spirito e ne turba il temperamento e lequilibrio

51 VERO INTERESSE PER IL CLIENTE ACCENDE LE EMOZIONI

52 Montefalco: 21/05/09 Fabio Piccoli: oltre il 70% dei ristoratori non ha proposto vini ai loro clienti nellultima settimana…

53 SERGE GUEGAN: SOLUZIONI AGRO ALIMENTARE 1) Una cultura di marketing TOTALE: nella PMI agroalimentare il marketing dovrà essere una dimensione trasversale chiave. TUTTE LE PERSONE NELLIMPRESA DOVRANNO SENTIRSI COINVOLTE DA QUESTA FUNZIONE

54 54 a) Impara/ripassa la vendita b) Spendi sul marketing (rimani visibile) c) Trattieni i clienti esistenti d) Dovè il Jackpot? e) Delivering excellent customer service

55 4) EVITA DI PERPETUARE IL DECLINO

56 LA CRISI è lAMPLIFICATORE del problema, non LA CAUSA! Se hai costruito la disciplina nel tempo riesci a sopravvivere; se non è stato così, arriva la tempesta e sei FUORI! - Jim Collins

57 a) QUANDO INIZI A PENSARE ALLA TUA GRANDEZZA ED ALLA TUA ECCELLENZA… NON LO SEI PIU! (arroganza vs. umiltà disciplinata)

58 b) Negazione del fatto che le cose stanno andando male, vedo dei segnali ma li giustifico. Non devi mai confondere una fede incrollabile con lottimismo.

59 TENDENZA STATICA Tendenza statica: Lattività non sta davvero andando da nessuna parte. La staticità è un indicatore della perdita di impulso e prima o poi porterà ad una contrazione ulteriore.

60 FATTORI PRESENTI CON UNA TENDENZA STATICA Non sogna Confusione sulla vision. Dovrebbe capire qual è il valore che può fornire e promuovere con forza usando maggior rigore. Zone di comfort Allentamento della motivazione

61 RIPARARE 0) Stabilisci dei grandi obiettivi 1) RITORNA A FARE LE COSE SCOMODE (uscire con i venditori, andare a vendere, affrontare situazioni che impattano sul valore che riesci a dare al cliente) 2) IDENTIFICA COSA HA DAVVERO VALORE PER IL TUO CLIENTE E FORNISCILO 3) PROMUOVI IN ABBONDANZA 4) RITORNA A GESTIRE UTILIZZANDO I NUMERI (e non giustificandoli) 5) Rimedia la tua autodisciplina ed elimina le distrazioni o le giustificazioni

62

63 CADUTA IN PICCHIATA Qui sei in cerca di un Salvatore che ti salvi, stai annaspando. SPINGI CONTINUAMENTE VS. Ricetta magica che ti salvi. SONO I DISCIPLINATI CHE AVRANNO LA SALVEZZA. Evita le abitudini, esci dalle zone di comfort

64 PRIMA CAMBIA LE ABITUDINI (PERSONALI), POI CERCA DI RISOLVERE I PROBLEMI

65 Evita di perpetuare il declino. COSA DEVI SMETTERE DI FARE?

66 Smettila di perpetuare ciò che è irrilevante. Cosa ha fatto unazienda veramente eccellente nel tempo? Aveva un motivo per cui lottare, non lo faceva solo per il denaro, perché se le cose vanno male non sono i soldi che ci motivano. Sono i VALORI, UN SENSO DI SCOPO che va al di là del denaro. E ADESSO CHE DOBBIAMO STABILIRE UN OBIETTIVO ENORME

67 IL RUOLO DELLAMMINISTRATORE IN QUESTO CONTESTO

68 1) VALORI ETICI 2) LEADERSHIP 3) GESTIONE DELLA DELEGA

69 CREATORE/I DELLE METE MANAGEMENT (I GESTORI/LAPPARATO TECNICO) I SOCI

70 Il primo requisito del creatore di mete è quello di vedere delle mete che siano conseguibili solo con gli sforzi più accaniti, e che tuttavia siano abbastanza luminose e attraenti da fornire una direzione a tutto quanto il gruppo che gli fa capo. Il management ansima tra la pressione che il gruppo esercita per conseguire la meta e lo squillante richiamo del creatore di mete che incita ad avanzare.

71 LEADERSHIP: un leader è qualcuno che le persone seguono con orgoglio

72 PRIMO DATO RELATIVO ALLA LEADERSHIP LAREA NELLA QUALE UN INDIVIDUO HA LEADERSHIP E UGUALE ALLAREA PER LA QUALE LUI SI SENTE COMPLETAMENTE CAUSA

73 QUALI SONO LE CARATTERISTICHE DELLA LEADERSHIP?

74 La prima prova che un collaboratore (seguace??) richiede ad un Leader è che lui sia competente. Il Leader sa quello che fa ?


Scaricare ppt "1 IL RUOLO DELLAMMINISTRATORE IN QUESTI TEMPI DI CAMBIAMENTO."

Presentazioni simili


Annunci Google