La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA PARTNERSHIP PUBBLICO-PRIVATO PER IL CLIMA Rimini 4 Novembre 2010 Piero Nocchi, Giovanna Rossi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA PARTNERSHIP PUBBLICO-PRIVATO PER IL CLIMA Rimini 4 Novembre 2010 Piero Nocchi, Giovanna Rossi."— Transcript della presentazione:

1 LA PARTNERSHIP PUBBLICO-PRIVATO PER IL CLIMA Rimini 4 Novembre 2010 Piero Nocchi, Giovanna Rossi

2 IL PROGETTO LIFE+ LACRE Provincia di Ferrara Associazione LA21 Italiane Provincia di Livorno (Coord) Impronta Etica Indica (external techincal assistance) Indica (external techincal assistance) /01/ /12/2010 Budget ,00 Durata Beneficiari

3 Gli enti locali hanno un ruolo chiave nel raggiungimento degli obiettivi del pacchetto clima e degli accordi internazionali sul clima Gli enti locali e il clima Strumenti Piano clima Bilancio energetico SEAP Programma di efficienza energetica Audit Iniziative Patto dei sindaci Make your city resilient campaign - UNISDR Politiche Efficienza energetica Risparmio energetico Produzione rinnovabili Incentivi locali Mobilità sostenibile Dematerializzazione …

4 Ma… Il settore pubblico controlla direttamente solo una quota marginale delle emissioni generate localmente Si deve andare oltre le tradizionali modalità di coinvolgimento e concertazione con il sistema economico locale

5 Lidea Una partnership tra pubblico e privato … per la protezione del clima e la promozione della green economy Persone e organizzazioni provenienti dal settore pubblico, privato e dalla società civile, che si impegnano volontariamente e reciprocamente in relazioni innovative per perseguire obiettivi comuni attraverso la messa in comune delle loro risorse e competenze (Copenaghen Centre)

6 I Drivers CSR come elemento chiave di un nuovo approccio di governance Evoluzione dalla responsabilità alla co- responsabilità Approccio strategico Processo ciclico di medio-lungo Accountability

7 Le fasi di sviluppo della partnership

8 I protagonisti: promotori - Provincia di Livorno - CNA - Legacoop -Confesercenti -API -CONFINDUSTRIA Livorno Livorno Il Protocollo di intesa Dicembre Provincia di Ferrara - Camera di Commercio - Eco-distretto di Ostellato - SIPRO - Legacoop - Confagricoltura - Unindustria - CIA - CNA Ferrara

9 I protagonisti: gli aderenti Ferrara Azienda agricola Guidi Azienda agricola Gherardi Carta degli impegni Livorno

10 Il tool LACRE Le aziende aderenti hanno: - Calcolato la carbon footprint del Valutato le possibili azioni di mitigazione - Definito un piano di azione Gli strumenti operativi sviluppati per le aziende - Fogli di calcolo della carbon footprint - Metodologie di calcolo delle riduzioni di emissioni - Field visit/audit - Schede di monitoraggio - Formazione - Networking

11 Il calcolo della carbon footprint Nel tool: - Linee guida per calcolo - Check-list rilevazione dati - Fogli di calcolo (GHG protocol) Gli strumenti operativi sviluppati per le aziende

12 Il piano di azione Nel tool: - Suggerimenti di azioni da realizzare - Metodologie di calcolo delle riduzioni - Esempi di piani di investimento Azioni ordinarie Azioni di gestione Azioni di manutenzione Azioni straordinarie Azioni di sostituzione e ammodernamento impiantistico, produttivo Impianti energia rinnovabile

13 I primi risultati Le emissioni totali (Carbon Footprint) LivornoFerrara La riduzione potenziale di emissioni Di cui il 50% già programmato Di cui il 66 % già programmato

14 I primi risultati: Livorno AziendaCF iniziale (tonnCO2 eq) Potenziale di riduzione su CF iniziale Riduzione da monitoraggio (tonnCO2 eq) Riduzione % su CF iniziale ,1920,9 % 46,52,5 % 2 110,857,6 % In corso 3 487,9812,6 % 22,74,7 % 4 657,0037,9 % 248,537,8 % 5 4,9792,6 % 4,795 % ,004,2 % 23,90,4 % 7 18,6069,9 % 53,5> 100% ,00 In corso ,00 In corso ,00 In corso ,00 In corso ,00 In corso ,6 399,8

15 I primi risultati: Ferrara Azienda CF iniziale (tonnCO2 eq) Potenziale di riduzione su CF iniziale Riduzione da monitoraggio (tonnCO2 eq) Riduzione % su CF iniziale 1 27,7073,2 %20,172,5 % ,005,4 %274,85,4 % ,006,7 %0,50,01 % ,009,9 %94,88 % 5 205,00100 %219,9100 % 6 In corso 7 180,00 In corso , ,802,5 % In corso ,0023,1 %596,223,1 % ,001,7 % In corso ,501,6 %0,20,003 % ,5029,3 %24,84 % , ,7

16 La partnership: una situazione win-win Pubblico Privato Cosa porta Cosa acquisisce Potenziale di intervento sulle emissioni Soluzioni e tecnologie Conoscenza del territorio Garanzia degli accordi Risorse Migliora la propria efficienza; Innova la propria offerta; Migliora la conoscenza del mercato; Potenzia il know-how; Rafforza i rapporti con gli stakeholder e la reputazione Attiva un rapporto diretto con le aziende; Rafforza e innova il proprio ruolo Coinvolge direttamente il settore produttivo nellattuazione delle proprie politiche ambientali

17 I prossimi step del progetto Completare il monitoraggio Rendere stabile il network Rendere sistematico luso degli strumenti di carbon management Spostare lattenzione dallenergia alla innovazione verde di processo e di prodotto Conferenza 1 Dicembre 2010 Livorno

18


Scaricare ppt "LA PARTNERSHIP PUBBLICO-PRIVATO PER IL CLIMA Rimini 4 Novembre 2010 Piero Nocchi, Giovanna Rossi."

Presentazioni simili


Annunci Google