La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ANTIRICICLAGGIO (lo stato dellarte) Convegno ODC Torino del 13 Ottobre 2008 Gruppo di lavoro Antiriciclaggio - Dr. Fabio Rapelli.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ANTIRICICLAGGIO (lo stato dellarte) Convegno ODC Torino del 13 Ottobre 2008 Gruppo di lavoro Antiriciclaggio - Dr. Fabio Rapelli."— Transcript della presentazione:

1 ANTIRICICLAGGIO (lo stato dellarte) Convegno ODC Torino del 13 Ottobre 2008 Gruppo di lavoro Antiriciclaggio - Dr. Fabio Rapelli

2 DISCIPLINA APPLICABILE Controllo presso soggetti destinatari del D.Lgs. 231/2007 Controllo presso altri soggetti Collegio sindacale senza controllo contabile Collegio sindacale con controllo contabile Dottore Commercialista solo revisore contabile

3 Gli obblighi per i sindaci: distinzioni Art. 52, D.Lgs. 231/2007: controllo presso i soggetti destinatari del presente decreto (escluse Holding di cui allart. 113 T.U.B.) Art e ss. C.c.: vigilanzasullosservanza della legge e dello statuto

4 Gli obblighi per i sindaci: art.52 Comunicano: Alle Autorità di Vigilanza di settore tutti gli atti o fatti di cui vengono a conoscenza nellesercizio dei propri compiti che possano costituire violazione alle disposizioni emanate ai sensi dellart.7, co.2 del D.Lgs. 231/2007

5 Gli obblighi per i sindaci: art.52 (segue) Comunicano: Al titolare dellattività o al legale rappresentante le infrazioni di cui art.41 (segnalazione operazioni sospette) Al MEF le infrazioni di cui allart. 49, co. 1,5,6,7,12,13,14 e 50 (es. trasferimento denaro contante o libretti al portatore pari o superiore a euro)

6 Gli obblighi per i sindaci: art.52 (segue) Comunicano: All UIF le infrazioni alle disposizioni contenute nellart. 36 (obblighi di registrazione) N.B.: OBBLIGO DI COMUNICAZIONE SOLO PER QUANTO HANNO AVUTO NOTIZIA/CONOSCENZA

7 Gli obblighi per i sindaci: art.52 (segue) No obblighi inerenti a: adeguata verifica della clientela identificazione cliente e titolare effettivo registrazione dei relativi dati segnalazione operazioni sospette

8 Gli obblighi per sindaci e revisori: art e ss. e 2409-bis e ter Cod.Civ. Sindaci senza incarico controllo contabile: no soggetti alla disciplina antiriciclaggio Sindaci con controllo contabile: applicabili le disposizioni antiriciclaggio (superata risposta UIC n. 10 del 21/06/06 con risposta MEF al CNDC n. prot del 12/06/08) Dottore commercialista, solo revisore contabile: applicabili disposizioni antiriciclaggio (es. identificazione cliente, segnalazione operazioni sospette,violazioni art. 49 del D.Lgs. 231/2007)

9 Gli obblighi per i sindaci: art e ss. Cod. Civ. - precisazioni Sindaci senza incarico controllo contabile:risulterebbe applicabile lobbligo di comunicazione al MEF per le violazioni di cui allart. 49 del D.Lgs. 231/2007 Non applicabile comunque lobbligo di segnalazione delle c.d. operazioni sospette

10 Gli obblighi per i sindaci: art e ss e 2409-bis e ter Cod. Civ. - precisazioni Sindaci anche incaricati del controllo contabile:es.obblighi di identificazione, registrazione e segnalazioni operazioni sospette (es. impiego di disponibilità non coerente con attività svolta dalla società). Identificazione: al momento in cui è conferito lincarico. E per i sindaci supplementi?

11 Registrazione:tempestiva e comunque non oltre 30 gg dalla fine della prestazione professionale. N.B.:Il rinnovo della carica di sindaco alla scadenza del triennio non integra una prestazione professionale oggetto di registrazione (chiarimento UIC ritenuto ancora attuale) Gli obblighi per i sindaci: art e ss e 2409-bis e ter Cod. Civ. - precisazioni


Scaricare ppt "ANTIRICICLAGGIO (lo stato dellarte) Convegno ODC Torino del 13 Ottobre 2008 Gruppo di lavoro Antiriciclaggio - Dr. Fabio Rapelli."

Presentazioni simili


Annunci Google