La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Connettiviti 1.Lupus eritematoso sistemico 2.Sclerodermia 3.Polimiosite/Dermatomiosite 4.Sindrome di Sjögren 5.Fasciite diffusa 6.Sindromi da sovrapposizione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Connettiviti 1.Lupus eritematoso sistemico 2.Sclerodermia 3.Polimiosite/Dermatomiosite 4.Sindrome di Sjögren 5.Fasciite diffusa 6.Sindromi da sovrapposizione."— Transcript della presentazione:

1 Connettiviti 1.Lupus eritematoso sistemico 2.Sclerodermia 3.Polimiosite/Dermatomiosite 4.Sindrome di Sjögren 5.Fasciite diffusa 6.Sindromi da sovrapposizione (overlap) 7.Connettiviti indifferenziate 8.Vasculiti 9.Polimialgia reumatica 10.Panniculite ricorrente 11.Policondrite ricorrente Tessuto connettivo, sistemiche Croniche Autoimmuni

2 Sintomi Sintomi e segni costituzionali (aspecifici) Artrite Dolore e debolezza muscolare (ai cingoli) Sintomi dorgano e/o apparato 1.Cute 2.Vasi 3.Reni 4.Cuore 5.SNC 6.Polmone 7.Ecc…

3 Autoanticorpi AnticorpoStrutture contro cui sono direttiPresenti in ANAComponenti nucleari e citoplasmatici Malattie del connettivo Anti-DNAdsDNALES Anti-SmRNA nucleareLES Anti-istone H1, H3, H4IstoniLES Anti-Ro o SS-ARNA polimerasi citoplasmaticaSindrome di Sjogren, LES Anti-La o SS-BProteine legate allRNA citoplasmatico Sindrome di Sjogren, LES Anti-nucleolariStrutture nucleolariSclerodermia Anti-centromeroCentromeroSclerodermia Anti-topoisomerasi o Scl- 70 Proteina nucleareSclerodermia Anti-RNPRibonucleoproteinaConnettiviti miste

4 Attività autoimmune/immune immunocomplessi circolanti, dosabili in circolo attività del complemento (C3, C4, CH50) indici di flogosi: VES, PCR, 2-globuline e ferritina anemia da disordine cronico (normocitica e normocromica).

5 Esami strumentali Radiologia convenzionale Ecografia TC RMN Videocapillaroscopia Elettromiografia Nota: in alcuni casi è dirimente lesame bioptico.

6 Sclerosi sistemica progressiva (Sclerodermia) Definizione: rara malattia sistemica caratterizzata da alterazioni infiammatorie, vascolari e fibrotiche a carico della cute e di vari organi interni, principalmente tubo digerente, polmoni, cuore e reni. La patogenesi non è chiara; sono coinvolti meccanismi immunitari che causano un danno vascolare endoteliale e attivazione dei fibroblasti.

7 Eziologia La causa è ancora sconosciuta. Sappiamo che le cellule dei tessuti delle persone affette dalla Sclerodermia producono una quantità superiore alla norma di collagene, una proteina che ha la funzione di legare tra loro le cellule. A causa delleccessiva formazione di questa proteina, la cute ed a volte alcuni organi diventano rigidi e incapaci di funzionare correttamente.

8 Manifestazioni cliniche Cutanee: edema seguito da fibrosi cutanea (soprattutto estremità, faccia, tronco); teleangectasie; calcinosi; fenomeno di Raynaud. Artralgie e/o artrite Gastroenteriche: ipomobilità esofagea; ipofunzione intestinale Polmonari: fibrosi, ipertensione polmonare, alveolite. Cardiache: pericardite, cardiomiopatia, altrazioni della conduzione. Renali: ipertensione, crisi/insufficienza renale (la più importante causa di morte).

9

10

11 Sclerodattilia

12 Valutazione Anamnesi ed esame obiettivo, con particolare attenzione alla pressione arteriosa Esami di laboratorio: VES, ANA (pattern centromerico associato a CREST); tra gli anticorpi specifici si può includere lantitopoisomerasi I (Scl-70); esame urine. Radiografie: radiografie del torace, tubo digerente con bario, se necessario; la radiografia delle mani può dimostrare il riassorbimento delle falangi distali e calcinosi. Altri esami: ECG; da considerare la biopsia cutanea.

13 Come esordisce la sclerodermia? fenomeno di Raynaud comparsa di un gonfiore a livello delle mani e dei piedi

14 Fenomeno di Raynaud

15 Come progredisce la sclerodermia? (1) Sclerodermia cutanea diffusa: rapido sviluppo di ispessimento cutaneo simmetrico di estremità prossimali e distali, faccia e tronco. Ad alto rischio di coinvolgimento viscerale precoce. Sclerodermia cutanea limitata o sindrome CREST (calcinosi, fenomeno di Raynaud, dismotilità esofagea, sclerodattilia, teleangectasie): linteressamento cutaneo è limitato al volto e allestremità distalmente al gomito; questa forma ha prognosi migliore.

16 La cute Ispessimento e indurimento cutaneo (cutaneo). Ulcere. Secchezza ed irritazione. Teleangectasie Calcificazioni

17

18 Sclerosi digitale con ulcere

19 Fenomeno di Raynaud E unischemia acrale parossistica, scatenata dal freddo o dalle brusche riduzioni di temperatura (anche da turbe emozionali), che si manifesta con variazioni del colorito cutaneo. In genere compare dapprima pallore, seguito da cianosi e quindi dalla comparsa di un colorito rosso cupo, ma possono verificarsi anche la sola fase di sbiancamento (fase sincopale pura) o la cianosi in assenza di della fase di arrossamento. Si definisce primario quando compare in assenza di malattie ritenute capaci di causarlo, secondario quando rappresenta il sintomo di una sottostante malattia. Spesso presente nelle connettiviti e in altre patologie.

20 Fenomeno di Raynaud

21 Esami strumentali Termografia Pletismografia ecoDoppler Arteriografia Videocapillaroscopia: scleroderma pattern disorders (sclerosi sistemica, connettivite mista, dermatopolimiosite)

22

23 Diagnosi differenziale con: Acrocianosi, caratterizzata dalla sola fase cianotica, dalla frequente ipersudorazione e da una minore fluttazione nel tempo. Livedo reticularis, non è acrolocalizzata. Eritromelalgia, evocata dal caldo ed estremamente dolorosa, con disordini trombotici e tromboembolici del microcircolo.

24 Livedo reticularis

25 LUPUS ERITEMATOSO SISTEMICO

26

27

28 DATI CLINICI E DI LABORATORIO Eritema malare. Fotosensibilità. Ulcere orali. Artrite. Sierosite (pleurite). Anemia. Leucopenia. Trombocitopenia. ANA positivi.

29 LUPUS ERITEMATOSO SISTEMICO

30

31 Biopsia cutanea

32 Immunofluorescenza diretta

33 Polidermatomiosite Definizione: rara malattia sistemica caratterizzata da alterazioni infiammatorie a carico dei muscoli e della cute (polidermatomiosite) con possibile interessamento polmonare. La patogenesi non è chiara; sono coinvolti meccanismi immunitari che causano un danno infiammatorio fino alla necrosi del tessuto muscolare.

34 Segni e sintomi Ipostenia muscolare prossimale dei cingoli Difficoltà del movimento globale, sollevare le braccia, salire le scale…. Talora lesioni cutanee delle mani o delle palpebre Raramente artrite Dispnea per fibrosi polmonare

35 Esami di laboratorio/strumentali Biopsia muscolare Elettromiografia RMN muscolare Ecografia muscolare

36 CPK (creatinfosfochinasi) Enzima presente nelle cellule muscolari CPK-MM muscolo (99%) CPK-MB cuore (15%) CPK-BB cervello

37 Nellesercizio muscolare in soggetti sani aumenta la concentrazione di CPK nel sangue in dipendenza di: Abitudine allesercizio (diminuisce con lallenamento) Durata dellesercizio Intensità dellesercizio Sesso (maggiore nei maschi) Età (più probabile negli anziani) Uso di farmaci (statine)

38 Molti maratoneti o altri sportivi hanno avuto una diagnosi di infarto miocardico per lelevazione della CPK, anche MB. La necrosi muscolare induce la crescita di nuove miocellule che producono MB


Scaricare ppt "Connettiviti 1.Lupus eritematoso sistemico 2.Sclerodermia 3.Polimiosite/Dermatomiosite 4.Sindrome di Sjögren 5.Fasciite diffusa 6.Sindromi da sovrapposizione."

Presentazioni simili


Annunci Google