La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PROJECT MANAGEMENT Dr. Daniele Salmaso. OBIETTIVO Acquisire le conoscenze tecniche le metodologie e gli strumenti pratici che permettano di comprendere.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PROJECT MANAGEMENT Dr. Daniele Salmaso. OBIETTIVO Acquisire le conoscenze tecniche le metodologie e gli strumenti pratici che permettano di comprendere."— Transcript della presentazione:

1 PROJECT MANAGEMENT Dr. Daniele Salmaso

2 OBIETTIVO Acquisire le conoscenze tecniche le metodologie e gli strumenti pratici che permettano di comprendere il contesto operativo e di gestire il cambiamento

3 Cosè il Project management? È una disciplina che comprende un corpo di conoscenze specifiche e peculiari, concetti ed applicazioni di general management ed il contributo delle discipline correlate al settore interessato

4 Caratteristiche di un progetto Data di inizio e di fine Attività unica e non ripetitiva Budget Utilizzo di risorse coordinate Esistenza di un unico responsabile

5 Caratteristiche di un progetto Ruoli dei gruppi e relazioni che sono soggetti a modifiche e che devono essere sviluppati, definiti e stabiliti. Unicità del risultato Temporaneità dellimpresa

6 Concetti base del Project Management Esplicitazione delle responsabilità Adozione di sistemi di pianificazione Istituzione di un team di progetto

7 Ciò che distingue luomo immaturo è che vuole morire nobilmente per una causa, mentre ciò che distingue luomo maturo è che vuole umilmente vivere per essa. W. Stikel in J.D. Salinger, Il giovane Holden, Einaudi 1961

8 Capacità richieste ai dirigenti in sanità (Da Berwick 1992) Capacità e consapevolezza di lavorare in modo interdipendente Capacità di lavorare in gruppo Capacità di analizzare i processi produttivi Capacità di raccogliere, aggregare, analizzare e presentare dati sui risultati dellassistenza

9 Capacità richieste ai dirigenti in sanità (Da Berwick 1992) Capacità di definire un processo Capacità di dialogo con gli utenti Capacità di lavorare in modo collaborativo con gli altri dirigenti dellAzienda Capacità di aggiornare e completare la propria formazione Capacità di dedicare tempo alle attività che riguardano la qualità

10 Contributi disciplinari al Project Management Epidemiologia Ricerca sociale Economia sanitaria Marketing Bisogni espressi della popolazione Legislazione sanitaria

11 FASI DI UN PROGETTO 1. Ideazione 2. Pianificazione 3. Esecuzione e controllo 4. Conclusione e valutazione

12 IDEAZIONE DEL PROGETTO

13 1.Ideazione del progetto Lidea di una progetto non è standardizzabile essendo condizionato dalle caratteristiche formative e caratteriali degli individui e dal contesto in cui il progetto nasce (Janovski 1987) i progetti nascono per risolvere i problemi e valorizzare le opportunità (Haines 1994)

14 Motivi per cui nasce un progetto in Sanità La mancanza di qualità nei servizi La non copertura di un bisogno della popolazione La realizzazione di unopportunità di sviluppo o adeguamento ai vincoli esterni

15 Progetto nato da un problema operativo Per risolvere un problema è necessario fare un salto, rompere con le visioni precostituite della realtà, distinguere i sintomi dalle cause, essere creativi, sviluppare le proprie capacità intuitive, distinguere i vari aspetti e al tempo stesso avere uno sguardo di insieme Non si risolve il problema con lo stesso modo di pensare che lo ha generato (Einstein)

16 Modalità di identificazione di un problema operativo Segnalazioni degli utenti allURP Eventi sentinella Incidenti critici Eventi legati al risck management

17 Progetto come risposta ad un bisogno Un bisogno sanitario è una mancanza di salute, il suo significato, il suo contenuto operativo dipende da quello di salute. Se la salute viene definita da un punto di vista clinico, il bisogno sarà letto attraverso le categorie dellepidemiologia. Ci si accorge della presenza delle patologie quando si acquista la capacità di riconoscerle, si previene un fattore di rischio quando lo si associa ad una patologia

18 analisi dei bisogni Lidentificazione dei bisogni e delle priorità è un processo complesso che si attua a diversi livelli e trova la sua centralità a livello della Comunità realizzandosi sulla base dei bisogni che lAzienda ha individuato e delle caratteristiche socio ambientali del territorio di competenza

19 tipi di bisogno In base a: valori soglia : esperti stabiliscono standard o valori accettabili, il bisogno esisto quando gli standard non vengono raggiunti bisogno percepito : è il bisogno che le persone sentono e vogliono soddisfare, può essere indotto dalla conoscenza di nuove tecniche, dai media, ecc. bisogno espresso : è il bisogno percepito che si è tradotto in richiesta o domanda esplicita. Non tutti i bisogni percepiti divengono espressi per assenza di opportunità bisogno che nasce dal confronto : di gruppi simili di utenti che usufruiscono di servizi.

20 identificazione dei bisogni analisi degli obiettivi: i professionisti hanno unampia gamma di possibili obiettivi di promozione della salute da raggiungere risposta ai bisogni espressi: le pressioni sociali possono determinare una distorsione della percezione dei bisogni priorità ai bisogni degli utenti: attualmente la tendenza è di dare priorità ai bisogni degli utenti, i bisogni degli utenti possono essere in conflitto con i bisogni degli operatori

21 valutazione dei bisogni Può essere attuata ponendo una serie di domande chiave le cui risposte aiutano gli operatori a decidere se e come rispondere ad un particolare bisogno Qualè il tipo di bisogno? - percepito - espresso - nasce dalla normativa Chi ha deciso che cera un bisogno? - operatore - utente - entrambi

22 Su quali basi si decide che cè un bisogno? - dati epidemiologici - eventi - opinioni Quali sono gli obiettivi e le risposte appropriate al bisogno? - la promozione della salute non risolve tutti i problemi o soddisfare ogni bisogno - è essenziale chiarire gli obiettivi da raggiungere - utilizzo delle strategie più adeguate

23 stabilire le priorità I bisogni sono innumerevoli a fronte di risorse sempre più limitate diviene necessario concentrare i propri sforzi su alcune priorità: Problemi di salute gruppi di utenti età gruppi a rischio efficacia dellintervento realizzabilità lavorare in collaborazione con altri valori e principi

24 Progetto come opportunità di sviluppo Un progetto può nascere come la risposta di unorganizzazione al variare dellambiente esterno, in termini di bisogni degli utenti, di mercato, di competizione con altre strutture o dalle orme. Il rapporto con il mercato è oggetto del marketing.

25 marketing Consiste nellanalisi, pianificazione, realizzazione e controllo di programmi accuratamente formulati volti alleffettuazione di scambi volontari di valori con mercati- obiettivo allo scopo di realizzare le finalità dellorganizzazione (Kotler P. 1978). Permette ad unorganizzazione di realizzare le propria mission

26 categorie di servizi offerti (Megginson 1996) categoria A: detti anche stars, sono punti di forza dellorganizzazione e sono assai appetitosi da punto di vista del mercato; categoria B: detti questions marks, sono assai interessanti sul mercato, ma non sono i punti di forza dellorganizzazione; categoria C: detti cash cows, sono punti di forza dellorganizzazione ma non hanno attrattiva sul mercato categoria D: detti dogs, non sono punti di forza dellorganizzazione e non hanno attrattiva sul mercato.

27 Nelle categorie C e D gioca la natura pubblica della struttura: se il bisogno è limitato ad una frazione minima della popolazione si colloca nella categoria D, limpresa privata non avrà alcun interesse a coprirlo.

28 strumenti Braistorming Voto semplice e/o ponderato Diagramma causa effetto esempio


Scaricare ppt "PROJECT MANAGEMENT Dr. Daniele Salmaso. OBIETTIVO Acquisire le conoscenze tecniche le metodologie e gli strumenti pratici che permettano di comprendere."

Presentazioni simili


Annunci Google