La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

15° CENSIMENTO GENERALE DELLA POPOLAZIONE E DELLE ABITAZIONI 2011

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "15° CENSIMENTO GENERALE DELLA POPOLAZIONE E DELLE ABITAZIONI 2011"— Transcript della presentazione:

1 15° CENSIMENTO GENERALE DELLA POPOLAZIONE E DELLE ABITAZIONI 2011
Stefania Fruzzetti Rilevatrice ISTAT

2 Caratteristiche fondamentali del censimento
Il censimento è una rilevazione totale della popolazione, delle abitazioni e degli edifici. Le caratteristiche fondamentali codificate a livello internazionale sono: Universalità (è esteso a tutte le unità costituenti l’oggetto di studio) Individualità (le informazioni sono rilevate su tutta la popolazione oggetto di studio) Simultaneità (è condotto contemporaneamente su tutta la popolazione oggetto di studio) Periodicità definita (in molti paesi, tra cui l’Italia, è condotto ogni 10 anni) E’ dunque una rilevazione multiforme e tale complessità è aumentata col tempo per una crescente mobilità della popolazione, per il processo di invecchiamento della popolazione, per l’aumentata presenza di cittadini stranieri, per la maggiore attenzione legata agli aspetti della privacy.

3 Il campo di osservazione
Definisce l’universalità del censimento ed è composto da due insiemi: La popolazione abitualmente dimorante, ovvero residente, nel territorio di ciascun comune (compresi gli stranieri con un regolare titolo per soggiornare in Italia) La popolazione presente, data dalla somma di: Popolazione abitualmente dimorante + Popolazione temporaneamente presente – Popolazione temporaneamente assente

4 Obiettivi del censimento
Fornire un quadro informativo statistico sulle principali caratteristiche strutturali (demografiche, economiche, sociali) a livello nazionale, comunale e sub-comunale Aggiornare le anagrafi comunali della popolazione residente Produrre informazioni sulla consistenza numerica e sulle caratteristiche degli edifici Assolvere agli obblighi di rilevazione stabiliti dal Regolamento Europeo n. 763/2008 del 9 luglio 2008 secondo cui: “Sono necessari dati statistici periodici sulla popolazione e sulle principali caratteristiche familiari, sociali, economiche e abitative degli individui per l’esame e la definizione di misure di politica regionale, sociale e ambientale che interessano specifici settori della Comunità.“ “Al fine di assicurare la comparabilità dei dati forniti dagli Stati membri e l’elaborazione di analisi affidabili a livello comunitario, i dati utilizzati dovrebbero riferirsi allo stesso anno di riferimento.” Il Censimento del 2011 è il primo Censimento Europeo

5 Novità di metodo e organizzazione del 15° Censimento Italiano
Il Censimento per la prima volta è assistito da dati amministrativi (“liste”) Nuovi strumenti territoriali Due versioni del questionario di famiglia Restituzione multicanale dei questionari

6 1. Un Censimento assistito da liste
Fino al 2001, l’individuazione dei rispondenti è avvenuta tramite il rilevatore che percorreva il territorio delle proprie sezioni di censimento ed esplorava tutti gli accessi esterni del percorso. Nel 2011 l’individuazione dei rispondenti è effettuata sulla base di dati amministrativi: Liste Anagrafiche Comunali (LAC), acquisite dall’ISTAT da ciascun comune italiano in via elettronica, consentono di inviare i questionari per posta a ciascun intestatario di Foglio di Famiglia, che lo riceverà all’indirizzo di propria dimora abituale registrato in anagrafe al 31/12/2010. Liste Integrative da Fonti Ausiliarie (LIFA), realizzate dall’ISTAT per ciascun comune italiano usando varie fonti di dati amministrativi (archivi dei permessi di soggiorno degli stranieri extracomunitari, l’anagrafe tributaria, anagrafe degli studenti italiani..) per individuare persone non iscritte all’anagrafe ma dimoranti di fatto in quel comune (“ errore di sottocopertura delle anagrafi”).

7 2. Nuovi strumenti territoriali
Il corretto riferimento territoriale (o georiferimento) delle unità di rilevazione è essenziale per la buona riuscita di un censimento perchè ne aumenta la reperibilità nel territorio e la possibilità di effettuare controlli nelle operazioni di rilevazione. Il georiferimento si basa sulla geocodifica ovvero si localizzano le unità tramite l’assegnazione di un codice riferito ad oggetti dei quali sia nota la posizione sul territorio. (es. codice di area o di sezione). Per la geocodifica sono necessari 2 strumenti: Topografici o areali : le basi territoriali Ecografici (denominazione aree di circolazione, numerazione civica, formazione dello Stradario): Nelle sezioni di centro abitato dei comuni capoluogo di provincia o con almeno 20mila abitanti è stata realizzata la Rilevazione dei Numeri Civici (RNC) per verificare la completezza degli “Stradari e Indirizzari comunali” e assegnare a ciascun numero civico il codice della sezione di censimento. E’ stato poi effettuato il Censimento degli Edifici, curando la corrispondenza tra edificio e n° civico. Nei Comuni con almeno 20mila abitanti sono state definite le “aree di censimento” costituite da insiemi di sezioni di censimento contigue di dimensioni demografiche tali da permettere l’estrazione di campioni di famiglie statisticamente significativi. A che scopo? Immagini di fotografie aereei che mostrano confini amministrativi, quelli delle località interne a ciascun comune, quelli delle sezioni di censimento.

8 3. Due versioni del questionario di famiglia
Long Form (questionario in forma completa) contenente tutti i quesiti previsti dal piano di rilevazione censuaria Short Form (questionario in forma ridotta): Contiene variabili socio-demografiche che verranno rilevate su tutta la popolazione residente. Sarà distribuita a circa il 60% delle famiglie residenti nei centri abitati di 486 comuni capoluogo di provincia o con almeno 20mila abitanti al 01/01/2008 nei quali abbiano potuto estrarre campioni per 1767 aree di censimento. Nei Comuni con meno di 20mila abitanti e fuori dai centri abitati dei citati 486 Comuni sarà utilizzato il questionario in forma completa per tutte le famiglie perché sono caratterizzati da dimensioni demografiche non congrue a creare campioni statisticamente significativi.

9 4. Restituzione multicanale dei questionari
La famiglia potrà compilare il questionario: In forma cartacea usando il modello che troverà dentro il plico che gli sarà recapitato per posta. Dovrà poi restituirlo attraverso uno dei seguenti due canali: Consegna a uno dei punti di ritiro disponibili negli Uffici Postali Consegna a uno dei Centri Comunali di Raccolta (CCR) appositamente gestiti dal proprio Comune di Residenza Online al sito e restituito via internet Solo in caso la famiglia ritardi o ometta di restituire il questionario compilato, interverrà il rilevatore comunale per chiederne e ottenere la sua restituzione.

10 Il contenuto dei questionari
I modelli di rilevazione predisposti per il 15° Censimento generale della popolazione e delle abitazioni sono: Il Foglio di Famiglia in forma completa https://censimentopopolazione.istat.it/rete/ Il Foglio di Famiglia in forma ridotta Il Foglio individuale aggiuntivo in forma completa Il Foglio individuale aggiuntivo in forma ridotta Il Foglio di convivenza per le convivenze che ospitano almeno una persona dimorante abitualmente Il Foglio di convivenza per le convivenze che ospitano solo persone non dimoranti abitualmente Il Foglio individuale aggiuntivo per persone dimoranti abitualmente in convivenza

11 Le unità di rilevazione
Famiglia: insieme di persone legate da vincoli di matrimonio, parentela, affinità, adozione, tutela o da vincoli affettivi, coabitanti ed aventi dimora abituale nello stesso Comune (anche se non sono ancora iscritte nell’anagrafe della popolazione residente del Comune medesimo). Convivenza: insieme di persone che, senza essere legate da vincoli di matrimonio, parentela, affinità e simili, conducono vita in comune per motivi religiosi, di cura, di assistenza, militari, di pena e simili. Le convivenze si distinguono in: Convivenza anagrafica: insieme di persone normalmente coabitanti per motivi religiosi, di cura, di assistenza, militari, di pena e simili, aventi dimora abituale nello stesso Comune Convivenza non anagrafica: struttura residenziale collettiva che in genereospita solo persone non dimoranti abitualmente (alberghi, ospedali, ecc.)

12 Due versioni del questionario di famiglia
Quali informazioni saranno rilevate con il modello ridotto? Famiglia e Alloggio Tipo di alloggio Superficie dell’abitazione Famiglie coabitanti Titolo di godimento Foglio individuale Notizie anagrafiche (sesso, età, ecc.) Stato civile Presenza e dimora precedente Cittadinanza Cittadinanza acquisita Luogo di nascita dei genitori Grado di istruzione Condizione professionale Spostamenti per studio o lavoro

13 Due versioni del questionario di famiglia
Quali informazioni saranno rilevate con il modello completo? (1/2) Famiglia e Alloggio Tipo di alloggio Proprietà Famiglie coabitanti Numero di stanze Titolo di godimento Stanze ad uso professionale Superficie dell’abitazione Disponibilità di acqua Cucina/bagni/impianti doccia Auto e posto auto Impianti di climatizzazione Telefono e connessione ad internet

14 Due versioni del questionario di famiglia
Quali informazioni saranno rilevate con il modello completo? (2/2) Foglio individuale (variabili aggiuntive rispetto alla Short Form) Residenza all’estero Posizione nella professione Grado di istruzione (maggiore dettaglio) Lavoro a tempo determinato/indeterminato Titolo di studio Lavoro part time/full time Frequenza luoghi di studio/lavoro (compresi scuola materna, asili nido) Attività lavorativa Formazione professionale regionale Settore di attività economiche Titolo di studio conseguito all’estero Ore lavorate Iscrizione a corso regolare di studi Tempo impiegato e mezzo utilizzato per recarsi al luogo di studio/lavoro Frequenza corso di formazione professionale Difficoltà nelle abilità della vita quotidiana (dati sensibili)

15 Due versioni del questionario di famiglia
Dunque: Sezioni del questionario Quesiti della Short Form Long Form Sezione I (Famiglia e Alloggio) 5 26 Sezione II (Foglio individuale) 30 58 Totale* 35 84 *Riferito ad un solo foglio individuale La Short Form: rappresenta un’opportunità per ridurre il fastidio statistico di una parte dei rispondenti Assicura la disponibilità per tutta la popolazione italiana di informazioni rilevanti (titolo di studio, condizione professionale, luogo di studio/lavoro) La Long Form: include, oltre alle variabili in forma ridotta, approfondimenti relativi a istruzione, lavoro, pendolarismo, difficoltà nelle attività della vita quotidiana. è organizzata per percorsi e la compilazione di alcuni quesiti è discriminata dalla risposta a domande filtro Nessuno dovrà rispondere ad 84 quesiti!!!

16 Sono inoltre stati predisposti sia per la Short Form che per la Long Form:
Modelli a 3 persone ovvero contenenti 3 Fogli Individuali per le famiglie che in anagrafe risultano composte al massimo da 3 persone Modelli a 6 persone ovvero contenenti 6 fogli individuali per le famiglie che in anagrafe risultano composte da 4 o più persone Nel caso una famiglia sia composta da più di 3 (o più di sei) componenti dovrà richiedere i Fogli Aggiuntivi (disponibili sia nella forma long che nella forma short) recandosi presso il Centro Comunale di Raccolta. Se in un’abitazione coabitano più famiglie, ognuna deve compilare il proprio questionario.

17 Il processo di rilevazione: 4 Fasi
Prima Fase: Acquisizione ed elaborazione delle Liste Anagrafiche Comunali (LAC) con riferimento al 31/12/2010. Oltre alle operazioni di standardizzazione delle liste e normalizzazione degli indirizzi, l’Istat ha associato a ciascuna unità contenuta nelle LAC le informazioni necessarie per piano di stampa, spedizione dei questionari e tracciatura dei singoli modelli: • codice questionario, associato all’intestatario della scheda di famiglia e all’indirizzo di iscrizione in anagrafe, necessario per individuare il questionario nelle diverse fasi del processo tramite il Sistema di Gestione della Rilevazione • codice di accesso ai servizi telematici, per la compilazione del questionario online • tipo di questionario ( da 3/6 componenti; versione completa/ridotta), determinato sulla base del numero dei componenti della famiglia in LAC e del piano di campionamento predisposto dall’Istat per ciascun Comune. elaborazione delle informazioni necessarie per il recupero della sottocopertura nella fase di completamento della rilevazione sul campo (informazioni degli archivi ausiliari che confluiscono nella Lista Integrativa da Fonti Ausiliarie (LIFA) e quelle derivanti dalla RNC, per i Comuni dove è stata effettuata).

18 Seconda Fase: La consegna dei questionari (1/2)
25 milioni di famiglie hanno ricevuto i questionari da Poste Italiane tra il 12 /09 e il 22/10 sulla base delle LAC al 31/12/10 e potranno compilarli online. L’esito della spedizione potrà essere monitorato dall’UCC attraverso SGR. Dovranno essere consegnati a cura dell’UCC i questionari : esclusi dal piano di stampa e spedizione ovvero: Famiglie numerose (>6 componenti al 31/12/10) Indirizzi non normalizzati non recapitati (fallite consegne) Famiglie dubbie (in LAC famiglia/convivenza?) Convivenze anagrafiche non in convenzione Senza Tetto Sottocopertura Famiglie/convivenze iscritte in anagrafe tra 1/01 e 08/10/2011 Questionari smarriti/deteriorati Questionari personalizzati inviati dall’UCC ma che prevedono la compilazione online Questionari di scorta (solo Long Form e da 6 componenti) Questionari di scorta (seconda fase)

19 Seconda Fase: La consegna dei questionari (2/2)
Aggiornamento della consegna nel Diario di Sezione (SGR) La LAC viene caricata in SGR al termine delle operazioni di normalizzazione, geocodifica e predisposizione del piano di stampa. I questionari da consegnare a cura delle Poste Italiane compaiono nel “Diario di Sezione” con lo stato “in consegna” Caso di esito negativo, lo stato del questionario in SGR diventa: “Fallita consegna da vettore” Caso di esito positivo, lo stato del questionario in SGR diventa “Consegnato” alla data di conclusione delle operazioni di consegna Altri Stati dei questionari saranno: “Da Consegnare” nel caso di famiglie numerose, convivenze non anagrafiche, indirizzi non normalizzati; “Consegna specializzata” nel caso di famiglie “dubbie”, senza tetto e assimilati.

20 Terza Fase: La restituzione spontanea multi-canale dei questionari
A partire dal 9 ottobre è possibile restituire i questionari: Online Presso i Centri Comunale di Raccolta (CCR) Presso i punti di ritiro di Poste Italiane (anche in Comuni diversi da quello di residenza) Nel periodo 9/10- 20/11 l’UCC monitorerà l’andamento della restituzione, gestirà eventuali solleciti, fornirà assistenza ai rispondenti presso i CCR Man mano che riceverà i questionari cartacei compilati, l’UCC dovrà: registrare l’arrivo in SGR effettuare la revisione compilare i modelli riepilogativi effettuare il confronto censimento-anagrafe (anche per i modelli online). Il Sistema di Gestione della Rilevazione (SGR) sarà alimentato a cura dell’Istat per quel che riguarda i questionari compilati via web e i questionari consegnati dalle famiglie presso gli Uffici Postali. Dovrà invece essere alimentato dall’UCC per i questionari consegnati dai rispondenti presso i CCR e per le consegne dei questionari effettuate a cura dell’UCC.

21 Terza Fase: 1. Registrare l’arrivo dei questionari
Per i questionari online: la registrazione in SGR, la revisione, la compilazione dei modelli riepilogativi sono automatici. Per i questionari cartacei (CCR, Punti di Ritiro, rilevatore), l’Ufficio Comunale di Censimento deve provvedere a: 1. Registrare in SGR dell’arrivo dei questionari cartacei tramite la funzione “Questionari/Registrazione arrivo quest. Cartaceo” specificando: Il codice del Foglio di Famiglia o di Convivenza (ultime 7 cifre) La modalità di restituzione Barrare la casella “Registrato arrivo (SGR)” (si biffa anche “Revisionato” se è stata effettuata contemporaneamente la revisione del modello).

22 Terza Fase: 2. Effettuare la revisione (1/2)
Revisione quantitativa ovvero verificare che il numero di rispondenti nella Lista A sia uguale al numero di Fogli individuali compilati; in caso contrario occorre contattare la famiglia. Revisione qualitativa ovvero verificare che : L’ordine con cui gli individui sono inseriti nella lista A sia uguale a quello con cui sono compilati i rispettivi Fogli Individuali; in caso contrario occorre annerire il codice persona prestampato su tutte le pagine del foglio individuale e riportare il codice corretto nell’apposito box della prima pagina del foglio individuale; Data di nascita, Sesso, Cittadinanza della Lista A siano uguali ai rispettivi Fogli individuali; La correttezza dei percorsi di compilazione del questionario; La presenza di tutte le informazioni con attenzione ai quesiti “bloccanti” ovvero irrinunciabili poiché individuano: I percorsi di compilazione interni al questionario (es. età) Le principali variabili core topic (obbligatorie per vincoli internazionali) In caso di errore, occorre contattare il rispondente

23 Terza Fase: 2. Effettuare la revisione (2/2)
Oltre a tutti i quesiti della LISTA A, sono quesiti bloccanti: Quesiti sezione II Modello questionario Relazione di parentela Long/short form Sesso Data/luogo di nascita Stato civile Cittadinanza Presenza Eventuale residenza all’estero Long form Titolo di studio Formazione professionale/regionale/provinciale Iscrizione corso regolare di studi Titoli post-laurea Posizione professionale Spostamenti quotidiani Quesiti Sezione I Modello questionario Tipo di alloggio Long/short form Famiglie coabitanti Titolo di godimento Proprietario dell’abitazione Long form Superficie dell’abitazione Acqua/impianti igienico sanitari Impianto di riscaldamento Long form

24 Terza Fase: 3. Compilare i modelli riepilogativi
Il rilevatore deve compilare i modelli riepilogativi per tutti i questionari cartacei ovvero: Compilare i riquadri D,E,F della pagina riservata al Comune e al rilevatore che riguardano: Tipo di alloggio Numero di famiglie Totale dei rispondenti della Lista A e B, di cui maschi/femmine e stranieri Aggiornare lo stato del questionario in SGR nella maschera di compilazione dei modelli riepilogativi e barrare la casella “Compilato modello riepilogativo (SGR)”. Contemporaneamente alle suddette 3 fasi il rilevatore deve anche biffare le prime tre caselle del riquadro G della pagina riservata al Comune e al rilevatore sul questionario cartaceo.

25 Terza fase: 4. Confronto censimento-anagrafe
Si tratta di un confronto contestuale tra risultati del censimento e i dati anagrafici; esso permette: La corretta determinazione della popolazione censita La revisione dell’archivio anagrafico da parte degli Uffici di anagrafe L’Ufficio Centrale di Censimento: effettua le operazioni di confronto censimento-anagrafe tramite la funzione in SGR “Menù Confronto Censimento-Anagrafe” su ogni questionario restituito a cui sia attribuito uno stato finale nel Diario di Sezione. verifica la corrispondenza tra i dati identificativi di individui,famiglie e convivenze presenti nella LAC e quelli riportati dai rispondenti nella Lista A dei Fogli di famiglia e nella Lista dei Fogli di convivenza. In caso contrario, l’UCC dovrà riportare in SGR i seguenti esiti del confronto: a) persone censite e presenti in LAC a un indirizzo diverso dello stesso Comune b) persone presenti in LAC non trovate al censimento c) persone censite ma non presenti in LAC. I punti b) e c) implicano la necessità di contattare l’unità di rilevazione e/o di tornare sul campo per l’esatta determinazione della popolazione censita. Se i componenti di famiglie e convivenze registrati nella Lista A dei questionari coincidono con le persone in LAC, per l’UCC basterà confermare questa corrispondenza in SGR.

26 Quarta fase: Completamento della rilevazione sul campo
A partire dal 21/11 e fino alla fine delle operazioni sul campo* i rilevatori dovranno recarsi presso le famiglie che non abbiano ancora restituito il questionario. Inoltre provvederanno: alla consegna dei questionari esclusi dal piano di stampa e di spedizione (casi particolari, convivenze, indirizzi non normalizzati) alla consegna dei questionari non recapitati (fallite consegne) alla consegna dei questionari alle famiglie iscritte in anagrafe dopo il 31/12/2010 alla rilevazione delle unità non in LAC (famiglie e convivenze non ancora iscritte nell’anagrafe del Comune) alla rilevazione delle abitazioni non occupate nelle sezioni dei nuclei abitati o case sparse (ovvero sezioni non toccate da RNC) per individuare un’ulteriore sottocopertura oltre a quella della LIFA. L’UCC monitorerà l’andamento della rilevazione sul campo attraverso SGR e dovrà proseguire le operazioni di revisione e compilazione dei modelli riepilogativi dei questionari cartacei e le operazioni di confronto censimento-anagrafe. Fino alla data di chiusura delle operazioni sul campo, differenziata per classe di ampiezza demografica del Comune (entro il 31/12/2011 per i Comuni <20mila abitanti; entro il 31/01/2012 per i Comuni con mila abitanti; entro il 29/02/2012 per i Comuni >150mila abitanti).

27 Quarta fase: Completamento della rilevazione sul campo
Rilevazione delle abitazioni non occupate: Potenziale sottocopertura da LIFA o RNC: il rilevatore percorrerà le vie non toccate da RNC per individuare eventuale sottocopertura; dovrà accertarsi che il segnale potenziale comunicatogli dall’ISTAT sia reale; nel caso in cui a un indirizzo non corrisponda una famiglia/convivenza, dovrà aggiornare lo stato in “ sottocopertura-abitazione non occupata” (potenziale sottocopertura) Mancate risposte: il rilevatore deve accertarsi dei motivi della mancata risposta. Se il motivo è la non presenza di una famiglia/convivenza, dovrà ,dopo almeno 3 tentativi, riportare nel “Diario di Sezione” in SGR lo stato “famiglia non trovata-abitazione non occupata” (oppure “famiglia temporaneamente assente” o “famiglia non trovata:altro”)

28 In conclusione: Stati Finali nel Diario di Sezione
Restituito web Compilati modelli riepilogativi, per tutti i questionari cartacei Fam/conv non trovata: abitazione non occupata Fam/conv non trovata: altro Fam/conv non trovata: temporaneamente assente Fam/conv non trovata: indirizzo errato Sottocopertura: abitazione non occupata Sottocopertura non trovata: altro Sottocopertura non trovata Questionario smarrito Rifiuto (… per la prima volta la compilazione del questionario non solo è obbligatoria, ma il rifiuto prevede una sanzione fino a 2000 euro!!!!) Quando ciascun questionario risulterà avere, in SGR, uno dei suddetti Stati Finali, anche le rispettive procedure di censimento-anagrafe potranno essere ultimate e la rilevazione Comunale risulterà conclusa!

29 Grazie per l’attenzione …


Scaricare ppt "15° CENSIMENTO GENERALE DELLA POPOLAZIONE E DELLE ABITAZIONI 2011"

Presentazioni simili


Annunci Google