La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Metodi Statistici nelle Previsioni Finanziarie. Metodologie e modelli per la gestione del rischio Bologna, novembre 2003 Renato Maino Risk Management Valutazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Metodi Statistici nelle Previsioni Finanziarie. Metodologie e modelli per la gestione del rischio Bologna, novembre 2003 Renato Maino Risk Management Valutazione."— Transcript della presentazione:

1 Metodi Statistici nelle Previsioni Finanziarie. Metodologie e modelli per la gestione del rischio Bologna, novembre 2003 Renato Maino Risk Management Valutazione e Gestione Rischi Sanpaolo IMI S.p.A. Società Italiana di Statistica La Statistica per le Imprese - Lesperienza degli operatori Sessione su Analisi dei mercati finanziari ed assicurativi

2 - 2 - Le esigenze metodologiche di fronte allevoluzione del Risk Management nelle Organizzazioni Bancarie Alcune riflessioni : (a) il risk management rappresenta una fonte importante (e crescente) di domanda di modelli e di elaborazioni previsive e sta affiancando (se non superando) le altre funzioni aziendali come fabbisogno di strumenti quantitativi. Le evoluzioni regolamentari spingono verso un consolidamento delluso di modelli statistici nella gestione corrente; (b) il risk management è un "melting pot" di culture operative e gestionali diverse; (c) il risk management è in fase evolutiva e quindi stanno rapidamente cambiando le esigenze di modelli e strumenti quantitativi; (d) comprendere queste esigenze, le tendenze sottostanti e lo stadio delle elaborazioni è dunque importante per inserirsi nei processi di produzione concreta di modellistica economica e finanziaria.

3 RISK MANAGEMENT: una disciplina in corso di evoluzione differenziata e difforme RISK MANAGEMENT: una disciplina in corso di evoluzione differenziata e difforme

4 - 4 - Gli stadi di sviluppo delle tecniche e delle metodologie Approccio passivo Lorganizzazione ritiene il rischio una materia prima da gestire e da valorizzare. I sistemi di governo aziendale incorporano obiettivi e vincoli derivanti dal rischio. Si diffondono le misurazioni quantitative delle performance corrette per il rischio Approccio attivo Il ciclo di vita del risk management Le misurazioni divengono strumenti di governo e di controllo della specifica attività di assunzione dei rischi, prevalentemente come controllo. Risk manager è un tecnico, al più un professional,uno specialista Tecniche di misurazione, definizione delle metodologie, investimento sulla consapevolezza, costruzione di un proprio spazio gestionale Iidentificazione e misurazione dei rischi Fissazione dei limiti – Performance Measurement – Capital Allocation Gestione Attiva – Pianificazione, sistemi di incentivazione, selezione strategica delle aree di business Separazione tra Risk Management e Risk Control Validità a fini regolamentari Separazione tra Risk Management e Risk Control Validità a fini regolamentari Approccio Semi-attivo

5 - 5 - Gli stadi di sviluppo delle diverse categorie di rischio Stadio maturo Dal risk management ai Risk managements Stadio fortemente evolutivo. Selezione tra modelli e tecniche Integrazione con gli altri rischi Stadio ancora infantile Definizione di common practices Verifica di applicazione e di efficacia Il ciclo di vita del risk management Rischi di mercato Rischi di Credito Rischi Operativi

6 RISK MANAGEMENT: levoluzione del contesto esterno che sta modificando domanda ed utilizzo dei modelli RISK MANAGEMENT: levoluzione del contesto esterno che sta modificando domanda ed utilizzo dei modelli

7 - 7 - Le forze critiche che disegnano le nuove esigenze di metodologie applicate: il contesto esterno I prossimi anni saranno caratterizzati da una forte domanda di corporate governance per gestire i consolidamenti operativi ed organizzativi, le nuove spinte alla crescita per vie esterne, la evoluzione normativa. Il mercato ormai punisce con sistematicità ogni orientamento non strettamente caratterizzato dalla focalizzazione sul valore. Le metodologie e lestensione organizzativa del risk management sono sempre più spesso materia di comunicazione con il mercato, gli investitori, i regulators ed i supervisors. I modelli assumono, come non era mai avvenuto nel passato, UN RUOLO SEMPRE PIÙ ISTITUZIONALE. Si compete per modelli, si comunica al mercato risultati di modelli, si articola il rapporto con il cliente in base a modelli. Il produttore di modelli produce anche parte della cultura aziendale.

8 RISK MANAGEMENT: le forze critiche sul piano macro-organizzativo una stilizzazione. Come cambiano figure, luoghi e finalità secondo cui si sviluppa la domanda di modelli. RISK MANAGEMENT: le forze critiche sul piano macro-organizzativo una stilizzazione. Come cambiano figure, luoghi e finalità secondo cui si sviluppa la domanda di modelli.

9 - 9 - Una stilizzazione macro-organizzativa La posizione organizzativa tradizionale del risk management Direzione generale Linea operativa Linea operativa Linea operativa Linea operativa Linea operativa Linea operativa Linea operativa Linea operativa Linea operativa Linea operativa Risk Management Risk control unit Risk control unit Risk control unit Risk control unit Risk control unit Risk control unit Risk control unit Risk control unit Risk control unit Risk control unit Limit setting / linee guida Reporting

10 Una stilizzazione della tendenza macro-organizzativa Linea operativa Linea operativa Linea operativa Linea operativa Linea operativa Linea operativa Linea operativa Linea operativa Trading book environment Tesoreria Funzioni che operano sui mercati Funzioni deputate alle proposte di active management Banking book environment Funzioni deputate alle proposte di investimento Strutture che assumono rischio di credito Partecipazioni Planning & Control environment Finanza strategica e Planning Controllo di Gestione e Capital budgeting Auditing e Funzioni deputate al controllo ed al monitoraggio Operational Risk Risk control unit Risk control unit Risk control unit Risk control unit Risk control unit Risk control unit Risk control unit Risk control unit Risk Management Direzione generale Limit setting / linee guida Valutazioni - Proposte Linee guida Metodologie - Proposte -Valutazioni Gestione del profilo di rischio e del valore

11 LE FORZE CRITICHE ORGANIZZATIVE : professionalità, competenze, abilità gestionali ed applicative LE FORZE CRITICHE ORGANIZZATIVE : professionalità, competenze, abilità gestionali ed applicative

12 Il risk management è un crocevia di culture professionali interne Risk Management Cultura Finanza Cultura Finanza Cultura Risk Control Cultura Risk Control Cultura tecniche e modelli Cultura tecniche e modelli Cultura Corporate Finance Cultura Corporate Finance Capital allocation Model Development Hedging & Active Management Valuation Cultura Attuariale ed assicurativa

13 LE TENDENZE IN ATTO: un significativo cambiamento di interazione organizzativa il ruolo dei modelli è centrale ed è materia di identità e cultura aziendale LE TENDENZE IN ATTO: un significativo cambiamento di interazione organizzativa il ruolo dei modelli è centrale ed è materia di identità e cultura aziendale

14 Fund Management Proprietary Inv.nt Struttura delle competenze e dei ruoli Front Line Middle office Back Office BU Respons. Trading book environment Spot Risk Position taking Investment book environment Credit Risk Equity Inv.nt Risk taking Units - Trading; Underwriting; Origination; Arrangement/Commitment; Equity subscription; Brokerage; Placement Risk Measurement & Management - Decision based on MIS and Accounting; Limit setting; Price ranges; RAPM Risk Control Units - Accounting, Auditing, Early Warning; Limit Validation and Monitoring, Notification to Central Units; P&L and ALM positions Business Responsibility - Risk Appetite Definition and Communication; Reward System and Incentive Design - MBO Central Risk Mgnt Central Risk Ctrl Risk Measurement and Management - Models building and validation - Rules and Guide lines; overall and local limits; RAPM methodologies; Risk Monitoring and Controlling - Risk Accounting and Costing; Capital Allocation; Base for Reward System and Incentive Design

15 Struttura e profondità delle deleghe su metodologie, modelli, strumenti quantitativi Trading book environment Spot Risk Position taking Fund Mgnt environment Reputation Risk Investment book environment Credit Risk Equity Inv.nt Local responsibility and decision power High Frequency in Risk Models definition and application Front Line Middle office Back Office BU Respons. Central Risk Mgnt Central Risk Ctrl Limits to local responsibility and second opinion approach Independent Controls - Common data base - Common measures in RAPM systems Management policies shared with the Group Wide Culture and the Corporate Identity LowHigh The role of models

16 Tendenze nella produzione modellistica e nelle metodologie adottate Singole attività / prodotti / investimenti Portafogli di attività / investimenti / prodotti Statistics Economics Forme chiuse - Metodi Analitici Integrazione dei rischi Mondo reale Mondo ideale Metodi Numerici Metodi Numerici Selettivi - Approcci Eclettici


Scaricare ppt "Metodi Statistici nelle Previsioni Finanziarie. Metodologie e modelli per la gestione del rischio Bologna, novembre 2003 Renato Maino Risk Management Valutazione."

Presentazioni simili


Annunci Google