La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Economia internazionale. Grandi eventi economici Laboratorio di Macroeconomia lezione 8.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Economia internazionale. Grandi eventi economici Laboratorio di Macroeconomia lezione 8."— Transcript della presentazione:

1 Economia internazionale. Grandi eventi economici Laboratorio di Macroeconomia lezione 8

2 Problemi pratici nellaggiustamento dei tassi di cambio 1.La svalutazione nominale si traduce effettivamente in svalutazione reale? 2.Se i prezzi relativi tra i due paesi cambiano effettivamente, questo si traduce poi in un miglioramento della bilancia commerciale?

3 1. Tassi di cambio e aggiustamento prezzi Assunzione 1: i tassi di cambio determinano variazioni nel livello dei prezzi Assunzione 2: I salari si aggiustano per garantire la piena occupazione In pratica i prezzi dipendono prima di tutto dal costo del lavoro e dai salari Se i salari non sono flessibili in termini reali (se ad esempio i salari reali sono legati al potere dacquisto), la svalutazione si tradurrà semplicemente in una variazione equivalente nei prezzi, che a sua volta avrà un impatto sui salari… Si crea cioè una spirale prezzi-salari, con conseguente volatilità dei prezzi, fino ad annullare la svalutazione Non cè alcun effetto sui tassi di cambio reali Ci potrebbe però essere un effetto sulla domanda (se lofferta di moneta rimane costante), scoraggiata da prezzi più alti – quindi con la conseguenza di disoccupazione Se la Banca Centrale contrasta la disoccupazione con una politica monetaria espansiva, la svalutazione è vanificata e si innesta la spirale, altrimenti la svalutazione può aver effetto Legame tra svalutazione e disoccupazione

4 2. Prezzi e bilancia commerciale: la curva J NX = X –Q/e r Dove Q sono le quantità importate, per cui è il valore delle importazioni in valuta nazionale Leffetto finale, oltre alla variazione di e r (se si deprezza la moneta aumenta il valore), dipende dalla reazione di Q alla variazione nei prezzi

5 Effetti di una svalutazione Cala e r, per cui importare costa di più a parità di quantità Le quantità devono diminuire Leffetto netto dipende dal fatto che leffetto quantità sia superiore alleffetto costo Levidenza empirica mostra che: –Gli effetti di breve periodo sulle quantità esportate ed importate sono limitati e non bastano a compensare leffetto prezzo, il deficit commerciale peggiora –Nel lungo periodo il guadagno di competitività ha un effetto per cui X cresce e Q diminuisce, il deficit commerciale migliora

6 La curva J Deficit Tempo

7 Leffetto isteresi Se un paese varia (aumenta) il tasso di cambio e la variazione rimane per un lungo periodo, poi anche ritornando al tasso di cambio originale gli effetti sulla bilancia dei pagamenti rimangono Ciò è dovuto al fatto che i consumatori (le industrie) si fidelizzano (e si abituano) a prodotti di origine diversa, per cui anche al ristabilirsi dei prezzi relativi originali non ritornano al prodotto di partenza

8 Il rapporto tra offerta di moneta e bilancia dei pagamenti Cè una relazione diretta tra lo stato della bilancia dei pagamenti e le politiche monetarie Interpretazione 1: Quando la BdP è in deficit, una politica monetaria restrittiva riduce lofferta e aumenta i tassi di interessi riportando la BdP in pareggio Interpretazione 2: Con la BdP in deficit, lo Stato vende le riserve di moneta straniera, per cui lofferta di moneta si riduce

9 Deficit commerciale e disoccupazione In generale una politica di rientro dal deficit commerciale si ripercuote sulla produzione interna (e sulloccupazione) Per evitare disoccupazione la Banca Centrale può accompagnare la svalutazione con operazioni di sterilizzazione, cioè operazioni di mercato aperto che contrastano i flussi di valuta In particolare, in una situazione di deficit e di cessione di valuta straniera, si può procedere con lacquisto di titoli (aumento base monetaria), per cui si mantiene inalterata lofferta di moneta

10 Tassi fissi: Le strategie del fondo monetario internazionale La gestione delle riserve è utilizzata per il difficile equilibrio tra debito commerciale ed espansione interna (NFA=BDP) NFA* = H*- DC Per i paesi a rischio, il FMI procede: 1.Fissando il livello di debito sostenibile, cioè il tetto al quale gli altri stati continuano a concedere credito 2.Fissando di conseguenza un tetto allespansione del credito domestico (=pressione su economia interna) Sostanza: se i tassi di cambi sono fissi (economie povere), il credito domestico è lunico strumento per una politica monetaria restrittiva (= i tassi di interesse aumentano), quindi si impone una recessione (o una crescita dei tassi di interesse)

11 Tassi flessibili Assunzione: perfetta mobilità dei capitali (curva di pareggio BdP orizzontale) i i*i* Y*Y* Y Pareggio BdP InflazioneDeflazione Surplus/apprezzamento Deficit/deprezzamento

12 Espansione monetaria: effetti di breve e lungo periodo i i*i* Y*Y* Y Pareggio BdP IS LM a b 1. Espansione monetaria, inflazione e deficit commerciale, deprezzamento del tasso di cambio c 2. Aumento competitività, la curva IS si sposta a destra 3. Linflazione determina una riduzione dellofferta di moneta M\P e quindi ad un aumento dei tassi di interesse, la moneta si apprezza e anche la IS torna al punto di partenza

13 Overshooting La reazione dei prezzi non è tanto rapida quanto quella (immediata) dei tassi di cambio Nel breve periodo cè effettivamente una variazione di competitività

14 La parità dei poteri di acquisto (PPP) Teoria PPP: il tasso di cambio e varia in risposta ai differenziali di inflazione, così che il tasso di cambio e R (il potere di acquisto) non varia nel tempo Questa relazione sembra empiricamente valida nel lungo periodo, nel caso in cui variazioni nei prezzi dipendono da cambi nellofferta di moneta I tassi di cambio nominali hanno però un effetto sul costo del lavoro, per cui influenzano la competitività

15

16 Dati Istat sul Pil (1 marzo 2007)

17 Istat

18 Lungo periodo

19 Branche produttrici

20 Lavoro totale

21 Lavoro dipendente

22 Debito

23 Redditi

24 Big Events Economia della Depressione Iperinflazione Come vincere le elezioni politiche e fare vivere felici i nipoti (capitolo da Luigi Campiglio, Tredici idee per ragionare di economia, Il Mulino, Universale Paperbacks)

25 Come è nata la macroeconomia? Grande depressione: ¼ della forza lavoro USA disoccupata Iperinflazione: in molti paesi i prezzi raddoppiavano ogni mesi Sopravviverà il sistema di sicurezza sociale nel ventunesimo secolo?

26 Grande depressione negli Stati Uniti Settembre 1929: crollo in borsa (-85% in 3 anni) Depressione e crollo in borsa sono fatti diversi La depressione economica cominciò prima (giugno 1929) e finì dopo (1933) Il PNL diminuì in termini reali del 30% La disoccupazione salì dal 3% al 25% Tra il 1931 e il 1940 la disoccupazione era ancora al 18.8% Dopo la Seconda Guerra Mondiale scese sotto l11% Gli investimenti netti sono stati negativi tra il 1931 e il 1935 I prezzi diminuirono (indice dei prezzi in calo del 25% tra il 1929 e il 1933) Nel periodo di recupero il PNL reale cresceva quasi al 9% annuo ( ), ma la disoccupazione rimaneva Nel ci fu una nuova crisi (disoccupazione 20%) I tassi di interesse di breve periodo erano vicini allo 0

27 Guerre e politiche economiche Lee E. Ohanian The Macroeconomic Effects of War Finance in the United States: World War II and the Korean War, The American Economic Review, Vol. 87, No. 1. (Mar., 1997), pp

28 Fallimento sistema bancario e riduzione offerta di moneta Crollo nellofferta di moneta –Fallimento banche –Mancanza riserve per soddisfare i prelievi dei clienti –Distruzione depositi attraverso fallimento –Riduzione offerta di moneta –Perdita di fiducia dei correntisti, aumento del tasso contanti/depositi –Le banche non fallite aumentano le riserve per prepararsi alla crisi

29 Contromisure politiche Scarse misure della Banca Centrale –Operazioni di mercato aperto (acquisto titoli) Politiche fiscali –Obiettivo: pareggio di bilancio –Aumento tasse nel –Politiche espansive a partire dal 1933

30 Aspetti internazionali La Grande Depressione era già globale Adozione di politiche protezionistiche (tariffe) Politiche frega il tuo vicino ed esportazione disoccupazione Diminuzione scambi internazionali e contrazione economia mondiale Gli stati che hanno intrapreso una politica espansionistica in anticipo si sono ripresi prima (Svezia) La Gran Bretagna svalutò la sterlina La Germania crebbe rapidamente grazie alla spesa pubblica di Hitler

31 Cause e interpretazioni della Grande Depressione Keynes (1930): The general theory of employment, interest and money Rivoluzione keynesiana: il modello keynesiano ha spiegato le cause e i rimedi della Grande Depressione –Domanda aggregata alla base della crescita degli anni 20 Produzione di massa di automobili e radio Boom del mercato immobiliare –Calo della crescita negli anni 30 Riduzione delle opportunità di investimento e calo domanda investimenti –Politiche fiscali inadeguate (misurate attraverso il surplus di piena occupazione, cioè il surplus che si avrebbe in piena occupazione mantenendo le stesse politiche fiscali). Quando il dato è negativo, la politica è espansionistica. Durante la crisi sono state adottate politiche restrittive –Le politiche fiscali dovevano essere contro-cicliche –Politiche monetarie: i tassi erano già al minimo – poco da fare

32 La critica monetarista Per i monetaristi non è vero che le politiche monetarie erano inutili (Milton Friedman) Una politica monetaria adeguata avrebbe potuto contrastare il fallimento delle banche

33 Conclusioni Sia Friedman che Keynes mostrano linadeguatezza della risposta politica Servivano politiche espansive (fiscali e/o monetarie) Queste avrebbero comportato una recessione, ma non di tali dimensioni Lezione: –Non aumentare le tasse in recessione –Non tentare di far quadrare il bilancio –Mantenere lofferta di moneta e controllare le banche –Politiche di breve contro-cicliche (stabilizzatori automatici)


Scaricare ppt "Economia internazionale. Grandi eventi economici Laboratorio di Macroeconomia lezione 8."

Presentazioni simili


Annunci Google