La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Istruzione, erudizione dello spirito, specifico patrimonio di conoscenze di cui una persona si è impadronita. Accezione corrente.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Istruzione, erudizione dello spirito, specifico patrimonio di conoscenze di cui una persona si è impadronita. Accezione corrente."— Transcript della presentazione:

1 Istruzione, erudizione dello spirito, specifico patrimonio di conoscenze di cui una persona si è impadronita. Accezione corrente

2 Insieme dei modi di vita espressi negli orientamenti speculativi e nei comportamenti pratici, creati, appresi e trasmessi da una generazione allaltra. (F. Lever, P.C. Rivoltella, A. Zanacchi, Dizionario della comunicazione, RaiEri, 2002 ) il punto di vista filosofico

3 Il processo di umanizzazione delluomo, lacquisizione e lo sviluppo delle facoltà più elevate mediante leducazione, la filosofia, le arti, nonché lideale punto di arrivo di tale processo. Cfr. voce «Cultura», in Luciano Gallino, Dizionario di sociologia, Tea, Torino Accezione corrente

4 Questo significato richiama i concetti greco di paidéia e latino di humanitas: il risultato della massima approssimazione al modello di uomo pienamente realizzato, grazie a un processo di educazione o formazione. Cfr. voce «Cultura-civiltà», in Enciclopedia Garzanti di filosofia, Milano Accezione corrente

5 Paidéia Formazione generale delluomo e del cittadino

6 Paidéia Nozione centrale dellimmagine del mondo culturale greco Contrapposizione al mondo barbaro Grammatica, musica e ginnastica Isocrate e Platone

7 Paidéia Apposite istituzioni deputate alla trasmissione di un sapere di alto livello nascono nel IV secolo e vedono contrapporsi due modelli. Isocrate, convinto dellinaccessibilità della conoscenza assoluta, ritiene leloquenza lo strumento per acquisire la saggezza di vita necessaria a partecipare alla vita dello Stato.

8 Paidéia Platone (Repubblica, libro VII) prevede invece un tirocinio nelle discipline tradizionali e uno più lungo nella matematica, prima dellapprodo, per pochi eletti, alla filosofia vera e propria: la dialettica culminante nella conoscenza del Bene.

9 Paidéia Valore politico della sofistica. I primi sofisti, maestri di sapienza, erano consapevolmente inseriti in una tradizione pedagogica. La mutata situazione storico-sociale del V secolo impone nuove finalità al processo di educazione: non più lammaestramento dei giovani nobili a virtù aristocratiche ed eroiche ma formazione dei membri del nuovo stato democratico alla ρετή politica, conoscenza dei mezzi per acquistare successo e indirizzare alla scelta del giusto.

10 Paidéia Al di là dei mezzi ritenuti più idonei (sapere enciclopedico, sviluppo di tutte le energie spirituali, affinamento delle discipline dialettiche), è comune ai sofisti un nuovo concetto di paidéia che riconosce nel sapere la potenza formatrice delluomo e affida il diritto di comandare alla superiorità effettiva delle qualità e non al privilegio di sangue.

11 La cultura La cultura dimensioni dimensione oggettiva Proprietà interiore dellindividuo Qualcosa che caratterizza la sua personalità e Si può inferire solo indirettamente dalla sua condotta esteriore Nelle concezioni più antiche è presente inoltre il senso di crescita progressiva della persona

12 Humanitas Il concetto di humanitas ha la sua prima implicita formulazione nellopera di Publio Terenzio Afro, che sostiene la superiorità delluomo sopra ogni altro essere, grazie alla sua dignità. In lui è innata la socialità, ossia limpulso a unirsi con i propri simili e a dare solidità, mediante legami stabili, alla famiglia e alla vita civile.

13 Humanitas Lideale della humanitas sottintende la visione etica di unumanità positiva, fiduciosa nelle proprie capacità, sensibile e attenta ai valori interpersonali e ai sentimenti. Ciò che conta è che questideale sia valido per tutti gli uomini, senza distinzioni di razza o di sesso o di livello sociale. È stato Terenzio a dire: Homo sum, humani nihil a me alienum puto.

14 Humanitas I principi della humanitas latina sono tre: Filantropia e dovere di porsi, sul piano politico, al servizio dellumanità. Da qui scaturisce la legittimazione teorica dellimpero di Roma, che ha il compito di proteggere tutte le genti e assicurare loro pace e giustizia. Laffermazione dellautonomia della persona. Sul piano politico ciò comporta il riconoscimento delle singole personalità, che si sottraggono alletica collettivistica dellantica disciplina romana.

15 Humanitas La giustificazione dellattività culturale (otium) come autonoma e non meno dignitosa dellattività politica (negotium).

16 Humanitas Lassertore più continuo del concetto di humanitas è stato però Cicerone, che lo utilizzava per descrivere la formazione di un comunicatore ideale. Loratore doveva secondo lui possedere una serie di virtù adatte alla vita attiva e al servizio pubblico, innestate sulla piattaforma dello studio delle bonae litterae fonte anche di formazione continua e di piacere.

17 Questa nozione di cultura passa perciò dallantichità classica al medioevo cristiano, trasferendo le sue procedure di acquisizione nelle arti liberali, il curriculum di studi seguito dai chierici prima di accedere agli studi universitari. «Più in generale le arti liberali erano quelle attività dove era necessario un lavoro prettamente intellettuale, a fronte delle arti meccaniche che richiedevano lo sforzo fisico» (Wikipedia).

18 Si mantiene, nonostante le differenze, il carattere aristocratico del sapere profondo, riservato agli uomini liberi, in grado cioè di dedicarsi ad attività teoretico-contemplative.

19 Humanitas Il concetto di humanitas verrà in seguito largamente ripreso in ambito rinascimentale da Coluccio Salutati, che per primo renderà al vocabolo la connotazione legata al movimento storico dellumanesimo.

20 La cultura classica Solo quando in alcune società si sviluppa linvestimento sul pensiero razionale, si riconosce il valore politico della vita pubblica e siniziano a coltivare le arti per diletto può nascere, e nasce, una cultura nel senso che ancora oggi possiamo riconoscere.

21 La cultura classica La realizzazione dellumanità degli uomini liberi implica unaristocrazia dello spirito, un concetto di qualità e un percorso di ricerca della perfezione. Lidea che questo ambito sia riproducibile e trasmissibile attraverso lstanza pedagogica introduce un elemento di potenziale democrazia. Allutilità per la vita interiore e la coltivazione delle virtù, si aggiunge il valore filantropico della spendibilità pubblica, della cittadinanza politica e della fratellanza universale.

22 Cultura moderna


Scaricare ppt "Istruzione, erudizione dello spirito, specifico patrimonio di conoscenze di cui una persona si è impadronita. Accezione corrente."

Presentazioni simili


Annunci Google