La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

L. Savino 1 Contraccezione Contraccezione Sterilità femminile Sterilità femminile Interruzione volontaria di gravidanza Interruzione volontaria di gravidanza.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "L. Savino 1 Contraccezione Contraccezione Sterilità femminile Sterilità femminile Interruzione volontaria di gravidanza Interruzione volontaria di gravidanza."— Transcript della presentazione:

1 L. Savino 1 Contraccezione Contraccezione Sterilità femminile Sterilità femminile Interruzione volontaria di gravidanza Interruzione volontaria di gravidanza

2 L. Savino 2 Nessun metodo85 Astinenza periodica –Ogino Knaus9 –Temperatura basale3 –Billings6 –Met. Sintotermico2 –Monitoraggio ormonale Coito interrotto4 Pillola –Di combinazione 0,1 –Minipillola 0,5 Metodi contraccettivi e loro efficacia (indice di Pearl) Metodi di barriera –Condom maschile3 –Condom femminile5 –Diaframma6 –Coppetta cervicale9 –Spermicidi 6IUD –al rame 0,6 –al progesterone 1,5 Sterilizzazione 0,4

3 L. Savino 3 Tassi di diffusione dei metodi contraccettivi Rapporto sullo stato di salute delle donne in Italia 2008 Coito interrotto31,6% Condom28,4% Pillola20,9% Metodi naturali 4,2% Dispositivi intrauterini 3,2% Diaframma 1,3% Nessun metodo10,4%

4 L. Savino 4 Temperatura basale

5 L. Savino 5 Monitoraggio ormonale

6 L. Savino 6 Uso della pillola in Italia (% utenti)

7 L. Savino 7 Pillola contraccettiva MECCANISMO DAZIONE Inibisce il picco di gonadotropina con blocco dellovulazione Modifica il muco cervicale Altera la motilità tubarica e uterina Diminuisce il glicogeno nelle ghiandole endometriali

8 L. Savino 8 Pillola di combinazione CONTROINDICAZIONI ASSOLUTE Precedente trombosi venosa profonda, malattia trombo-embolica scompenso cardiaco Vasculopatia cerebrale o coronarica Ipertensione Diabete con complicanze vascolari Età > 35 anni in fumatrici Perdite ematiche genitali abnormi Malattia epatica in fase attiva Sindrome da malassorbimento

9 L. Savino 9 Pillola di combinazione CONTROINDICAZIONI RELATIVE emicraniaoligomenorreadepressioneepilessia

10 L. Savino 10 Pillola di combinazione VANTAGGI NON CONTRACCETTIVI DIMINUZIONE: Flusso mestruale Dismenorrea Sindrome premestruale Incidenza cisti ovariche funzionali Carcinoma ovarico Carcinoma endometriale Patologia benigna mammaria osteoporosi

11 L. Savino 11 Condom femminile

12 L. Savino 12 Intra Uterine Device (IUD) o Spirale

13 L. Savino 13 IUD MECCANISMO DAZIONE Flogosi reattiva Alterazione attività enzimatiche Alterazioni metabolismo glicogeno Alterazione captazione estrogeni Modificazioni muco cervicale Aumento macrofagi e leucociti Citolisi dello sperma e delluovo Effetti sulla blastocisti ?

14 L. Savino 14 IUD COMPLICANZEMenometrorragiaDismenorrea Salpingite (1:1000) Perforazione dellutero (1:1500) Esposizione a malattie sessualmente trasmesse Aumento tasso di gravidanza ectopica

15 L. Savino 15

16 L. Savino 16 Sterilizzazione tubarica

17 L. Savino 17 Criteri di scelta del metodo contraccettivo Età della donna Metodo correlato o no ai rapporti Possibilità di prevedere i rapporti Reversibilità del metodo Aspetti culturali e religiosi Stabilità del rapporto Numero dei partners Frequenza dei rapporti Orientamenti del partner Costo Necessità di controlli

18 L. Savino 18 Sterilità femminile 10-12% delle coppie presenta infertilità La donna è responsabile nel 50% dei casi CAUSEOrganicheEndocrineImmunologicheidiopatiche FATTORETubarico Uterino endometriale CervicaleVaginale

19 L. Savino 19 Sterilità femminile CAUSE ORGANICHE Occlusione delle tube Anomalie del padiglione della tuba Aderenze peritoneali Alterazioni del muco cervicale Sinechie uterine CAUSE IMMUNOLOGICHE CAUSE ENDOCRINE Mancanza di ovulazione Insufficienza luteinica Iperprolattinemia Alterati feed back Alterata recettività agli ormoni Anticorpi antisperma Anticorpi antiembrione

20 L. Savino 20 Diagnosi 1. Controllo dellovulazione e della funzione luteinica 2. Accertamento dello stato delle tube e dellutero 3. Post-coital test 4. Laparoscopia

21 L. Savino 21 Tecniche di riproduzione assistita FIVET (fertilizzazione in vitro ed embryo transfer) GIFT (gamete intrafallopian transfer) ZIFT (zygote intra fallopian transfer TET (tubal embryo transfer) TUTI (trans uterine tubal insemination) ICSI (intra cytoplasmic sperm injection)

22 L. Savino 22 FIVET

23 L. Savino 23 Pick up dellovocita

24 L. Savino 24 Embrione umano di 4 cellule dopo 48 ore dalla fertilizzazione in vitro

25 L. Savino 25 Interruzione volontaria di gravidanza Legge n. 194 del 22 maggio 1978: Consente linterruzione volontaria di gravidanza Sancisce il diritto alla procreazione cosciente e responsabile Riconosce il valore sociale della maternità Tutela la vita umana dal suo inizio

26 L. Savino 26 assistono la donna in stato di gravidanza: informandola sui diritti spettanti e sui servizi sociali, sanitari e assistenziali esistenti Informandola sulle modalità idonee ad ottenere il rispetto delle norme sul lavoro e sulla tutela della gestante Contribuendo a far superare le cause che potrebbero indurre la donna allinterruzione della gravidanza I consultori familiari

27 L. Savino 27 Procedure per linterruzione della gravidanza 1. Entro i primi 90 giorni la donna si rivolge ad un consultorio pubblico o ad un medico di sua fiducia 2. Il medico rilascia un certificato attestante lo stato di gravidanza e lavvenuta richiesta di interruzione e, se non vi sono motivi di urgenza, la invita a soprassedere per 7 giorni 3. Dopo 7 giorni la donna si presenta presso una delle sedi autorizzate (ospedale pubblico) 4. Il personale sanitario obiettore di coscienza non è tenuto a prendere parte alle procedure e agli interventi per linterruzione di gravidanza 5. Se la donna è di età inferiore a 18 anni, è necessario lassenso dei genitori o del giudice 6. Il medico che esegue linterruzione è tenuto a fornire alla donna le informazioni sulla regolazione delle nascite

28 L. Savino 28 Interruzione di gravidanza oltre i primi 90 giorni E consentita quando: 1. La gravidanza o il parto comportino un grave pericolo per la vita della donna 2. Siano accertati processi patologici, comprese gravi anomalie del nascituro, che determinino un grave pericolo per la salute fisica o psichica della donna


Scaricare ppt "L. Savino 1 Contraccezione Contraccezione Sterilità femminile Sterilità femminile Interruzione volontaria di gravidanza Interruzione volontaria di gravidanza."

Presentazioni simili


Annunci Google