La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona."— Transcript della presentazione:

1 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona

2 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona PRESENTAZIONE DELLAZIENDA RIVA ACCIAIO (ex Officine e Fonderie Galtarossa)

3 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona PRESENTAZIONE DELLAZIENDA Lattività industriale esiste nel sito dal 1910 circa quando la Società Fratelli Galtarossa vi trasferì le proprie attività di realizzazione di impianti pubblici e privati di illuminazione ad acetilene.

4 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona ATTIVITÁ PRINCIPALI Dopo varie trasformazioni oggi lattività industriale è siderurgica di seconda fusione. Superficie totale m 2 Superficie zona industriale m 2 Di cui superficie coperta m 2

5 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona ATTIVITÁ PRINCIPALI Produzione di acciaio da n° 2 forni elettrici e n° 2 colate continue (produzione annua acciaio liquido circa tonnellate).

6 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona ATTIVITÁ PRINCIPALI Produzione di laminati lunghi (barre e rotoli per C.A. e rotoli vergella) da n°2 laminatoi a caldo (produzione annua circa 1 milione di tonnellate).

7 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona ATTIVITÁ PRINCIPALI Produzione di trafilati e reti elettrosaldate da produzione a freddo (produzione annua circa tonnellate).

8 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona IL SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÁ Il 23 gennaio 1997 La Riva Acciaio di Verona ha ottenuto la certificazione del Sistema di Gestione per la Qualità oggi conforme alla norma UNI EN ISO 9001:2000. Ente di certificazione LLOYDS REGISTER QUALITY ASSURANCE Prossima scadenza del certificato - 23 GENNAIO La certificazione ha determinato un salto culturale in termini di approccio alle varie problematiche aziendali; ha permesso quindi di affrontare anche la GESTIONE DEGLI APPALTI in modo procedurizzato e standardizzato.

9 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona LA POLITICA PER LA SICUREZZA 1° PUNTO Il GRUPPO RIVA ritiene sua primaria responsabilità garantire la salute e la sicurezza sul lavoro di tutti i suoi collaboratori nonché proteggere da qualsiasi incidente prevedibile chiunque venga a contatto con gli impianti e le proprietà del gruppo.

10 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona LA POLITICA PER LA SICUREZZA LA POLITICA PER LA SICUREZZA è sottoscritta dal PRESIDENTE del GRUPPO RIVA

11 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona ESIGENZE DI APPALTARE I LAVORI NEL CAMPO SIDERURGICO PER POTER RIMANERE COMPETITIVI BISOGNA INVESTIRE CONTINUAMENTE

12 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona ESIGENZE DI APPALTARE I LAVORI REALIZZAZIONE NUOVI IMPIANTI PRODUTTIVI ED ECOLOGICI MANUTENZIONI STRAORDINARIE PULIZIE INDUSTRIALI

13 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona CHI VERIFICA I REQUISITI TECNICO- PROFESSIONALI DEGLI APPALTATORI? GLI STABILIMENTI DEL GRUPPO RIVA SONO UBICATI SIA SUL TERRITORIO EUROPEO E NEL MONDO SONO ALCUNE DECINE SONO REALTA PRODUTTIVE RILEVANTI

14 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona CHI VERIFICA I REQUISITI TECNICO- PROFESSIONALI DEGLI APPALTATORI? E STATO CREATO UN UFFICIO ACQUISTI CENTRALIZZATO CHE DA DECENNI SELEZIONE E QUALIFICA GLI APPALTATORI IN BASE A CRITERI BEN DEFINITI

15 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona CHI VERIFICA I REQUISITI TECNICO- PROFESSIONALI DEGLI APPALTATORI? MA ANCHE LO STABILIMENTO CONTRIBUISCE A TALE VERIFICA CON LA SUA ESPERIENZA SUL CAMPO

16 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona CHI VERIFICA I REQUISITI TECNICO- PROFESSIONALI DEGLI APPALTATORI? LE ESPERIENZE DI TUTTI GLI STABILIMENTI DEL GRUPPO, RACCOLTE DALLUFFICIO ACQUISTI, INSIEME A QUELLE DELLO STABILIMENTO, PERMETTONO UNA APPROFONDITA VERIFICA DEI REQUISITI TECNICO PROFESSIONALI DEGLI APPALTATORI.

17 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona CHI VERIFICA I REQUISITI TECNICO- PROFESSIONALI DEGLI APPALTATORI? LA VERIFICA DEI REQUISITI TECNICO- PROFESSIONALI DEGLI APPALTATORI E UN MOMENTO DECISIVO NELLA GESTIONE DEGLI APPALTI PARLANDO IN QUALITATESE SI TRATTA DI UNA AZIONE PREVENTIVA

18 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona GESTIONE DELLAPPALTO LESIGENZA DI REALIZZARE IMPIANTI, MANUTENZIONI, ECC. PORTA IN AZIENDA DIVERSI ASPIRANTI APPALTATORI

19 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona GESTIONE DELLAPPALTO SPORALLUOGHI IN AZIENDA INSIEME AI NS. TECNICI APPROFONDIMEN TO DI TUTTI I TEMI COMPRESO QUELLO SULLA SICUREZZA

20 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona GESTIONE DELLAPPALTO AL TERMINE DEL SOPRALLUOGO EMISSIONE DI: VERBALE DI SOPRALLUOGO CON INFORMATIVA SUI RISCHI PRESENTI IN STABILIMENTO VERBALE DI COLLOQUIO INFORMATIVO SUL RUMORE QUINDI EVIDENZA ATTIVITA SVOLTA

21 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona GESTIONE DELLAPPALTO EMISSIONE DELLORDINE COMPRENSIVO DI TUTTE LE CLAUSOLE RELATIVE AGLI OBBLIGHI DELLAPPALTATORE IN RIFERIMENTO ALLE NORME SULLA SICUREZZA (DPR 547/55, ……., DLG 626/94, 494/96, …..)

22 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona GESTIONE DELLAPPALTO I SOPRALLUOGHI E GLI OBBLIGHI SULLE NORME DI SICUREZZA HANNO RESO LAPPALTATORE CONSAPEVOLE DELLENTITA DEI COSTI CHE DEVE SOSTENERE IN RELAZIONE ALLA SICUREZZA

23 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona GESTIONE DELLAPPALTO I subappalti sono ammessi solo se autorizzati dalla RIVA ACCIAIO.

24 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona GESTIONE DELLAPPALTO Anche dagli eventuali subappaltatori autorizzati si esigono gli stessi obblighi dellappaltatore; sicurezza compresa

25 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona GESTIONE DELLAPPALTO Dopo la formalizzazione dellordine

26 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona GESTIONE DELLAPPALTO Si indicono riunioni tecniche specifiche tra Riva Acciaio e lappaltatore/i per analizzare i programmi di lavoro le procedure di sicurezza specifiche da adottare, le criticità di intervento, ………………

27 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona GESTIONE DELLAPPALTO la Riva Acciaio TRASMETTE allappaltatore: Il Piano di sicurezza (626) o Piano di sicurezza e coordinamento (494) Nomina il responsabile dei lavori. Nomina il Coordinatore per la progettazione e per lesecuzione lavori (494) ………………………….

28 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona GESTIONE DELLAPPALTO la Riva Acciaio RICHIEDE allappaltatore e/o subappaltatore: I Piani di sicurezza La nomina del capo cantiere (appaltatore). La nomina dei capi cantiere (per ogni subappaltatore). Reperibilità dei responsabili.

29 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona GESTIONE DELLAPPALTO la Riva Acciaio RICHIEDE IN ANTICIPO (almeno 7 giorni prima dellinizio lavori), ALLAPPALTATORE, I DOCUMENTI INDISPENSABILI PER POTER ACCEDERE IN STABILIMENTO

30 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona GESTIONE DELLAPPALTO 1.Per lavoratori italiani o comunitari dipendenti di Società italiane 2.Lavoratori della Comunità Europea dipendenti di Società comunitarie 3.Lavoratori extracomunitari dipendenti di Società italiane 4.Lavoratori in somministrazione

31 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona GESTIONE DELLAPPALTO SOLO DOPO AVER RICEVUTO TALI DOCUMENTI SI POSSONO PREPARARE GLI ELENCHI (DEI LAVORATORI) DA METTERE A DISPOSIZIONE DELLA VIGILANZA

32 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona GESTIONE DELLAPPALTO CHI NON E IN ELENCO NON ENTRA!

33 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona GESTIONE DELLAPPALTO E LORA DI APRIRE IL CANTIERE

34 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona GESTIONE DELLAPPALTO PRIMA DI INIZIARE I LAVORI SI REDIGE IL VERBALE DI CONSEGNA AREA DI LAVORO (COMPRENSIVO DEI RISCHI SPECIFICI)

35 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona GESTIONE DELLAPPALTO INIZIANO I LAVORI

36 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona GESTIONE DELLAPPALTO Coordinamento tra la RIVA ACCIAIO e lappaltatore/i (subappaltatori). Messa in sicurezza impianti (ove necessario) prima dellinizio lavori. Sorveglianza in cantiere da parte dei responsabili (Riva Acciaio e appaltatori) e del Servizio Prevenzione e Protezione Riva Acciaio. Identificazione del personale in appalto con elmetto di colore differente rispetto a quelli in dotazione allo stabilimento.

37 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona GESTIONE DELLAPPALTO Emissione verbali di sorveglianza che possono essere: positivi (conformità alle norme di sicurezza) negativi (mancata osservanza delle norme di sicurezza, disordine ambientale, mancato rispetto delle norme in materia ambientale, ecc………….)

38 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona GESTIONE DELLAPPALTO Se lappaltatore continua a non rispettare le norme, diventa necessario fermare i lavori ed allontanare dal cantiere lappaltatore.

39 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona BENEFICI RAGGIUNTI CON LA GESTIONE DEGLI APPALTI SICUREZZA DI AVERE IN AZIENDA APPALTATORI COMPETENTI E RISPETTOSI DELLE NORME DI SICUREZZA

40 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona BENEFICI RAGGIUNTI CON LA GESTIONE DEGLI APPALTI RIDUZIONE DEL RISCHIO DI INFORTUNI SIA PER I LAVORATORI DEGLI APPALTATORI, SIA PER I LAVORATORI DELLA RIVA ACCIAIO

41 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona BENEFICI RAGGIUNTI CON LA GESTIONE DEGLI APPALTI CONTINUITA NELLA REALIZZAZIONE DEI LAVORI

42 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona BENEFICI RAGGIUNTI CON LA GESTIONE DEGLI APPALTI MANCATE INTERRUZIONI DEI LAVORI A SEGUITO DI INFORTUNI DURANTE LESECUZIONE DELLAPPALTO A SEGUITO DI VERIFICHE DA PARTE DEGLI ENTI DI CONTROLLO

43 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona CONCLUSIONI FARE LUCE SULLA GESTIONE DEGLI APPALTI PORTA SOLO VANTAGGI


Scaricare ppt "PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 LA GESTIONE DEGLI APPALTI - RIVA ACCIAIO Stabilimento di Verona."

Presentazioni simili


Annunci Google