La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Inquadramento del fenomeno del burnout Marcello Nardini Dipartimento Scienze Neurologiche e Psichiatriche – Bari 30 settembre 2003.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Inquadramento del fenomeno del burnout Marcello Nardini Dipartimento Scienze Neurologiche e Psichiatriche – Bari 30 settembre 2003."— Transcript della presentazione:

1 Inquadramento del fenomeno del burnout Marcello Nardini Dipartimento Scienze Neurologiche e Psichiatriche – Bari 30 settembre 2003

2 CENNI STORICI Il termine Burnout fu utilizzato per la prima volta da Freudenbergerer nel 1974

3 Radici storiche… 1974: H.J. Freudenberger utilizza il termine burn-out applicato ai lavoratori volontari di un ospedale pubblico, definendone la provenienza dal gergo della strada che lo usa per indicare gli effetti (lo scoppio) di una eccessiva assunzione di droga

4 In Italia questo fenomeno è stato definito nel 1978 da Palmonari

5 Modelli teorici del Burnout I primi scritti nei quali si parla esplicitamente di Burnout si hanno negli Stati Uniti verso la metà degli anni 70. In Italia si è iniziato a parlare diffusamente di BURNOUT SYNDROME qualche anno dopo, verso la metà degli anni 80.

6 Che cosa si intende con il termine Burnout? Letteralmente Burnout significa Bruciarsi, essere bruciato.

7 È un fenomeno multidimensionale che si sviluppa nel tempo e che si manifesta attraverso un disagio a cui sono esposte alcune categorie professionali che svolgono compiti di assistenza: le helping professions specialmente nellarea socio-sanitaria

8 Helping Professions Nelle professioni di aiuto è implicita una relazione talmente diretta tra operatore ed utente al punto che le capacità personali sono, nella maggioranza dei casi, implicate più che le abilità professionali nel rapporto con il destinatario della richiesta d aiuto Inoltre è presente un coinvolgimento emotivo, non richiesto in altre professioni che pur prevedono il rapporto interpersonale

9 HELPING PROFESSIONS ABILITA PROFESSIONALI CAPACITA PERSONALI

10 Il disagio professionale si manifesta attraverso segni ben precisi: disturbi psicologici, fisici e comportamentali.

11 Per Cherniss il Burnout è un processo la cui durata è definita nel tempo e si evolve attraverso tre stadi: loperatore avverte una incongruenza tra richieste e risorse disponibili loperatore avverte alcuni disturbi: stanchezza, fatica psicologica, irritabilità, ecc. loperatore avverte uno stato depressivo che può manifestarsi con cinismo, rigidità, distacco emotivo verso gli utenti.

12 I segni del burnout Disturbi fisici: astenia e facile stancabilità, turbe del sonno, turbe gastro-intestinali, emicranie e cefalee, dolori dorsali e tensione muscolare, precordialgie e respiro corto, raffreddori e influenze frequenti e persistenti

13 I segni del burnout Disturbi psicologici: depressione, ansia, noia, collera, rabbia, gelosia, permalosità, sospettosità, diffidenza, sfiducia, ruminazioni ossessive Disturbi comportamentali: cinismo, apatia, cavillosità, alcool e farmaco- dipendenza, sciocco umorismo e ironia di fronte alla sofferenza

14 Definizioni del burn-out processo inefficace di adattamento progressiva perdita di idealismo, energia, obiettivi perdita di motivazioni e di aspettative stato di affaticamento e frustrazione esaurimento ridotta realizzazione personale depersonalizzazione

15 Secondo la Maslach il Burnout è una sindrome multidimensionale caratterizzata da tre componenti cognitivo/affettive che emergono progressivamente durante lo sviluppo del processo.

16 ESAURIMENTO EMOTIVO (EE): è la risposta a situazioni che richiedono un eccessivo coinvolgimento emozionale, corrisponde a una sensazione di svuotamento, di perdita delle proprie energie e risorse.

17 DEPERSONALIZZAZIONE (DP): corrisponde alla riduzione di empatia, allatteggiamento di distacco, cinismo e ostilità.

18 REALIZZAZIONE PERSONALE (PA): corrisponde al crollo dellauto stima e al desiderio di successo, causato dalla percezione di inadeguatezza nello svolgere il proprio ruolo.

19 I sintomi nucleari del burnout percezione di inadeguatezza nello svolgere il proprio ruolo. sensazione di svuotamento, di perdita delle proprie energie e risorse. distacco, cinismo e ostilità.

20 L identikit del lavoratore a rischio La Maslach ha ritenuto di poter tracciare un profilo personologico del candidato al burnout, descrivendolo come …una persona che è spesso incapace di esercitare un controllo della situazione e si rassegna passivamente alle richieste che essa gli pone anziché limitarle alla propria capacità di dare: in questo soggetto è facile il sovraccarico emozionale e pertanto elevato è il suo rischio di esaurimento emotivo…

21 Le cause del Burn-out Non è possibile individuare una causa unica; vanno presi in considerazione almeno tre ordini di fattori variamente interagenti fra loro: A) personalità del soggetto B) caratteristiche della struttura organizzativa C) tipologia di attività svolta

22 Anche se il fulcro del Burnout rimane sempre e comunque il luogo di lavoro, i suoi effetti non tardano a coinvolgere la vita privata e soprattutto la famiglia.

23 Quali sono le cause Fattori individuali (personalità del soggetto) –Caratteristiche di personalità –Descrizione dei pensieri e convinzioni irrazionali che favoriscono il burn out Struttura organizzativa Tipologia di attività

24 I possibili rimedi Strategie centrate sullindividuo a livello di staff Strategie centrate sullindividuo a livello manageriale Strategie centrate sulla struttura dellattività professionale Strategie centrate sullorganizzazione

25 PROCESSO DI AZIENDALIZZAZIONE ASPETTI: TECNICI PSICOLOGICI MANAGERIALI

26 GESTIRE LE RISORSE UMANE INTERVENTI SULLAZIENDA SULLOPERATORE

27 Da portare via…… Il burnout non è un disturbo/malattia ma una posizione che il lavoratore assume di fronte agli obiettivi e alla struttura organizzativa del lavoro. È lindicatore di una disfunzione del sistema lavoro ed indica che si deve andare ad una riorganizzazione e riprogettazione.

28 Da portare via…… Non è un problema unicamente del lavoratore ma di tutta lorganizzazione; Rappresenta un fattore di rischio per il lavoratore e per lorganizzazione del lavoro; In presenza di burnout si brucia il lavoratore e la struttura organizzativa; È indicatore del funzionamento del sistema

29 Da portare via…. In presenza di burnout non rimosso non è possibile raggiungere gli obiettivi dellorganizzazione di lavoro; Il burnout è – in termini di salute individuale – fattore di rischio per linsorgenza di malattia e non solo psichica.


Scaricare ppt "Inquadramento del fenomeno del burnout Marcello Nardini Dipartimento Scienze Neurologiche e Psichiatriche – Bari 30 settembre 2003."

Presentazioni simili


Annunci Google