La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ASCENSORI PER DISABILI Ing. G. Coretti. Denominaz.DataPubblicazione Legge 118/7130.3.71G.U.-2.4.71 DPR 384/7827.4.78G.U.-22.7.78 Legge 13/899.1.89G.U.-26.1.89.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ASCENSORI PER DISABILI Ing. G. Coretti. Denominaz.DataPubblicazione Legge 118/7130.3.71G.U.-2.4.71 DPR 384/7827.4.78G.U.-22.7.78 Legge 13/899.1.89G.U.-26.1.89."— Transcript della presentazione:

1 ASCENSORI PER DISABILI Ing. G. Coretti

2 Denominaz.DataPubblicazione Legge 118/ G.U DPR 384/ G.U Legge 13/ G.U DM 236/ G.U DPR 503/ G.U

3 DIRETTIVA MACCHINE DPR 459/96 DIRETTIVA ASCENSORI DPR 162/99

4 DISABILITA INCLUSE NEL CAMPO DI APPLICAZIONE DELLA NORMA DISABILITA FISICA PER DIFFICOLTA DEI MOVIMENTI –SEDIA A ROTELLE –BASTONE DA PASSEGGIO –STAMPELLE –SUPPORTO PER CAMMINARE –SUPPORTO A RUOTE DISABILITA FISICA PER RESISTENZA, EQUILIBRIO E DESTREZZA RIDOTTI –MOVIMENTO LENTO, EQUILIBRIO RIDOTTO –FUNZIONI RIDOTTE DEGLI ARTI SUPERIORI (BRACCIA, MANI, DITA)

5 ALTRE DISABILITA INCLUSE NEL CAMPO DI APPLICAZIONE DELLA NORMA DISABILITA SENSORIALE DIFETTO DI UDITO (SORDITA, DIFFICOLTA DI UDITO) DIFFICOLTA DI PAROLA (CAPACITA RIDOTTA E INCAPACITA DI COMUNICARE A VOCE) DIFETTO DELLA VISTA (CECITA (BASTONE, CANE GUIDA), VISUS PARZIALE, DALTONISMO) DISABILITA INTELLETTUALE DIFFICOLTA DI APPRENDIMENTO (COMPRENSIONE RIDOTTA DEI COMANDI)

6 DISABILITA NON INCLUSE NEL CAMPO DI APPLICAZIONE DELLA NORMA COMBINAZIONI DI DISABILITA INCLUSE DISABILITA FISICA PER ESTREMA RIDUZIONE DELLA DESTREZZA MANCANZA O PARALISI DEGLI ARTI SUPERIORI DISABILITA FISICA CORRELATA ALLA DIMENSIONE LUNGHEZZA DEL CORPO MINORE DI 1,5 METRI LUNGHEZZA DEL CORPO MAGGIORE DI 2,0 METRI ALLERGIE FOBIE

7 TIPO DIMENSIONI MINIME ACCESSIBILITANOTE kg 1000x1250 mm Utente su sedia a ruote EN EN 12184/A kg 1100x1400 mm Utente su sedia a ruote con accompagnatore EN EN 12184/A-B kg 2000x1400 mm Utente su sedia a ruote con accompagnatore ed altri utenti EN EN 12184/A-B-C

8 CONFRONTO FRA NORME PREESISTENTI ED EN DM 236/89 EDIFICI N. COSTR. NON RESIDENZIALI 1400 X 1100 mm EN kg 1000 x 1250 mm EDIFICI N. COSTR. RESIDENZIALI 1300 X 950 mm x1400 mm ADEGUAMENTO EDIFICI PREESISTENTI 1200 X 800 mm x 1400 mm

9 CONFRONTO FRA NORME PREESISTENTI ED EN DM 236/89 Arresto con complanarità dei pavimenti di cabina e di piano EN Arresto con accuratezza di + o – 10 mm Autolivellazione con tolleranza di + o – 20 mm Livellamento durante le operazioni di carico e scarico + o – 20 mm

10 CONFRONTO FRA NORME PREESISTENTI ED EN PORTE DM 236/89 Porta su lato corto EN Lapertura libera minima deve essere: Tipo 1 _______800 mm Con luce netta 800 mm Tipo 2 _______900 mm Tipo 3 _______1100 mm Luce netta 750 mm Per edifici preesistenti da adeguare Porte di cabina e di piano scorrevoli orizzontalmente automatiche Porte scorrevoli automatiche In servizio normale, in assenza di comandi per il movimento della cabina, le porte di cabina devono chiudersi dopo un determinato tempo

11 CONFRONTO FRA NORME PREESISTENTI ED EN PORTE DM 236/89 LE PORTE AUTOMATICHE DEVONO RIMANERE APERTE PER ALMENO 8 SECONDI EN Tempo di stazionamento in apertura compreso fra 2 e 20 secondi Mezzo per ridurre tale tempo (pulsante di chiusura della porta) Dispositivo di regolazione non accessibile agli utenti In caso di attivazione temporanea in un sistema di controllo della destinazione registrata al piano, la chiusura porte deve essere comandata dal pulsante di chiusura porte In caso di mancato utilizzo il sistema ritorna in condizioni normali in secondi

12 CONFRONTO FRA NORME PREESISTENTI ED EN PORTE DM 236/89 LE PORTE AUTOMATICHE DEVONO ESSERE DOTATE DI IDONEO MECCANISMO PER LARRESTO E LINVERSIONE DELLA CHIUSURA (CELLULA FOTOELETTRICA, COSTOLA MOBILE, ECC.) EN Il dispositivo di protezione che comanda automaticamente la riapertura della porta nel caso una persona sia urtata o stia per essere urtata, già previsto dalle norme EN-81, deve agire tra 25mm e 1800 mm sopra la soglia della porta di cabina. Il dispositivo deve prevenire il contatto tra utilizzatore e spigoli dei pannelli della porta

13 CONFRONTO FRA NORME PREESISTENTI ED EN PORTE DM 236/89 LE PORTE AUTOMATICHE DEVONORIMANERE APERTE PER ALMENO 8 SECONDI EN Tempo di stazionamento in apertura compreso fra 2 e 20 secondi Mezzo per ridurre tale tempo (pulsante di chiusura della porta) Dispositivo di regolazione non accessibile agli utenti In caso di attivazione temporanea in un sistema di controllo della destinazione registrata al piano, la chiusura porte deve essere comandata dal pulsante di chiusura porte In caso di mancato utilizzo il sistema ritorna in condizioni normali in secondi

14 CONFRONTO FRA NORME PREESISTENTI ED EN DISPOSITIVI DI COMANDO AL PIANO DM 236/89 BOTTONIERA DI MANOVRA, SIA INTERNA CHE ESTERNA CON BOTTONI POSTI FRA 1,10 E 1,40 M DAL PAVIMENTO EN Comando e segnalazione : prospetto 2 della norma sia per le bottoniere di piano che di cabina Disposizione dei pulsanti interni: All. e com. porte…900 mm Chiam. sopra all. e com. porte Ordine pulsanti chiam. Da sin. Verso dest. O dal basso verso lalto Bottoniera comandi a destra entrando (apert. centrale) o sulla parte di chiusura (apertura laterale) BOTTONIERA INTERNA POSTA SU PARETE LATERALE A 0,35 M DALLA PORTA DELLA CABINA

15 CONFRONTO FRA NORME PREESISTENTI ED EN ALLARME DM 236/89 CITOFONO IN CABINA SITUATO AD UNA ALTEZZA CMPRESA FRA 1,10 ED 1,30 METRI DAL PAVIMENTO EN Nel (o posto sopra) pannello dei comandi in cabina devono essere disposte le seguenti segnalazioni: Pittogramma illuminato giallo (allarme lanciato) Pittogramma illuminato verde (chiamata di allarme registrata) Coppia di altoparlanti e microfono (per persone con problemi di udito) Il segnale di connessione vocale deve avere un livello sonoro compreso fra i 35 dB e 65 dB CAMPANELLO DALLARME


Scaricare ppt "ASCENSORI PER DISABILI Ing. G. Coretti. Denominaz.DataPubblicazione Legge 118/7130.3.71G.U.-2.4.71 DPR 384/7827.4.78G.U.-22.7.78 Legge 13/899.1.89G.U.-26.1.89."

Presentazioni simili


Annunci Google