La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Osservare linterlingua Percorso della classe 2°B Insegnante: Giuliana Capelli Educatrice: Simona Vettorello Scuola Primaria di Rivalta Anno scolastico.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Osservare linterlingua Percorso della classe 2°B Insegnante: Giuliana Capelli Educatrice: Simona Vettorello Scuola Primaria di Rivalta Anno scolastico."— Transcript della presentazione:

1 Osservare linterlingua Percorso della classe 2°B Insegnante: Giuliana Capelli Educatrice: Simona Vettorello Scuola Primaria di Rivalta Anno scolastico

2 Il progetto Osservare l'interlingua parte da un'osservazione delle produzioni linguistiche dei bambini, il lessico che è già in loro possesso e ciò che sanno esprimere, per poi predisporre interventi didattici mirati a sviluppare e migliorare la competenza comunicativa. Lapproccio didattico è volto a favorire lautonomia, la ricerca attiva di regole e la riflessione. Tutte le attività prevedono una prima parte di lavoro a grande gruppo e in un secondo momento una parte in autonomia, in cui si verificano le conoscenze di cui il bambino è già in possesso. Successivamente le attività si svolgono a piccolo gruppo per dare a tutti i bambini la possibilità di esprimersi, di lavorare e di essere ascoltati. I gruppi sono formati in modo da includere alunni di differenti livelli e con diverse competenze, perché tutti possano contribuire in modo diverso e possano imparare qualcosa, anche se non necessariamente la stessa cosa. Durante le proposte si cerca di promuovere lautonomia dei bambini, lasciando che siano loro a formulare ipotesi, alternative e revisioni. Linsegnante propone le attività, coordina, ma non interviene direttamente sulla produzione degli allievi. In questo modo essi sono stimolati, attraverso attività specifiche e il confronto con i compagni, a migliorarsi. Lattività svolta non prevede una valutazione finale, questo per non creare competizione tra i bambini e perché permette di lavorare in un clima sereno in cui tutti possono esprimersi senza paura di sbagliare. Ogni bambino apprende in maniera diversa e i miglioramenti sulla base del livello di partenza, si notano alla fine di ogni percorso. Tutti imparano qualcosa anche se è un qualcosa diverso da bambino a bambino.

3 Obiettivi 1. Ascoltare e osservare linterlingua dei bambini. 2. Migliorare la competenza comunicativa. 3. Esporre con ordine fatti ed eventi. 4. Costruire una storia narrativa/descrittiva a partire da immagini in sequenza. 5. Scrivere una storia con laiuto di vignette illustrate. 6. Migliorare le abilità sociali e collaborative, sperimentando il lavoro a piccolo gruppo e, in particolare, la tecnica di scrittura cooperativa.

4 ATTIVITA: guardiamo la storia a grande gruppo. Poi, individualmente, raccontiamo la storia proposta.

5 Esempi di racconti Nella prima vignetta ci sono due bambine che stanno giocando a palla. e gli finisce la palla di là: em: # e cè un signore che sta spazzando le foglie e poi le bambine scavalcano em: il signore gli dà la scala per farle scendere e poi tutti insieme lavorano a e puliscono. infine si salutano. N. F. Andrea e Giulia giocano a palla. la palla cade sopra a un albero.# g il giardiniere # # tira via tutte le foglie## le # Leo e Andrea e Giulia si arrampicano a prendere la palla il giardiniere le fa lavorare. poi gli dicono voi quando hanno finito di lavorare. Em: prendono la palla e se ne vanno e salutano il giardiniere. Finito A. B.

6 Allora # Rosalinda e Lucia stan un pomeriggio stanno giocando a palla quando:: sfugge la palla e va a finire nel giardino di di Giampaolo e # va scon contro lalbero e fa cadere alcune mele e delle foglie. allora dopo # Rosalinda e Lucia vanno a da Giampaolo a: raccogliere la palla. allora Giampaolo per farle scendere gli mette lì una scala. dopo quando sono scese aiutano Giampaolo. Rosalinda gli raccoglie tutte le foglie mentre Lucia gli raccoglie le mele. Appena hanno finito lo salutano con la palla e van tornano a giocare. Il primo. e: le bimbe stanno giocando a pallavolo. Il secondo un giardiniere sta (sf)mando le foglie e la palla è caduta nel giardino del giardiniere il terzo le bimbe stanno salendo nel muro per prendere la palla il giardiniere invece sta salendo nelle scale. il quarto il giardiniere sta vedendo le bimbe che stanno che stanno #che stanno pulendo cioè la prima bimba sotto sta raccogliendo le mele e l altra sta pulendo le foglie Il cinque il giardiniere sta salutando le bambine. D. Q.

7 1. LE BAMBINE E IL PALLONE. 2. LE BAMBINE GIOCANO A PALLA. 3. LE BIMBE E LA PALLA. 4. UN GIOCO DI FRANCESCA E MARA. 5. DUE BAMBINE GIOCANO INSIEME. 6. LA PALLA. In rosso la frase scelta dalla maggioranza dei bambini attraverso una votazione collettiva. ATTIVITA: assegniamo un titolo alle vignette. Successivamente votiamo il titolo che rappresenta meglio la vignetta.

8 LE BAMBINE GIOCANO A PALLA. IL GIARDINIERE E IL PALLONE LO SCAVALCAMENTO. LE BAMBINE AIUTANO A SISTEMARE. LE BAMBINE SALUTANO IL CONTADINO. I titoli scelti dai bambini

9 COSA VEDO? (nomi) STACCIONATA BIMBE PALLA CESPUGLI ERBA COSA FANNO? (azioni) GIOCANO LANCIANO TIRANO ATTIVITA: osserviamo le vignette e nominiamo ciò che vediamo e ciò che succede.

10 ATTIVITA A PICCOLO GRUPPO: scriviamo il racconto, tenendo conto del lessico trovato e dei titoli scelti. Due bimbe giocano a palla nel giardino ma la palla vola sopra il muro e finisce per terra dal giardiniere. Il giardiniere si accorge che la palla ha sorvolato il muro. Il giardiniere aiuta le bimbe a scavalcare il muro. Le bambine aiutano il giardiniere a sistemare le mele e le foglie. Le bambine salutano il giardiniere soddisfatte del lavoro che hanno svolto. A.,V. e M.

11 Due bambine giocano a palla sul prato. Per sbaglio la palla va a finire nel giardino del contadino. La palla va oltre il muro. La palla colpisce lalbero e butta giù 18 foglie. Le bambine scavalcano il muro e il contadino prende la scala per aiutarle a scendere. Le bambine aiutano a sistemare e il contadino le guarda. Le bambine salutano il contadino e se ne tornano a casa a raccontare lavventura. I., S. e A. Esempi di testi prodotti dai bimbi in piccolo gruppo Due bambine giocano a palla in giardino, una bimba lancia la palla troppo in alto. La sua amica non riesce a prenderla. Un giardiniere sta spazzado le fogle la palla gli cade bruscamente nel suo giardino. Le due bambine scavalcano il muro. Per andare a prendere la palla. Le bambine aiutano a mettere a posto il giardino del giardiniere. Le bambine salutano il giardiniere contente. N. B. e L. G.

12 Un giorno due bambine giocano a palla nel giardino ma Daniela senza volere la lancia troppo in alto. Il giardiniere mentre sta ammucchiando le foglie arriva un pallone e colpisce lalbero e cadono molte mele e foglie. Le bimbe corrono per scavalcare il muro e il signore gli allunga la scala. Le bimbe si danno da fare per sistemare tutto quello che è caduto dallalbero e intanto il giardigniere le osserva. Le bimbe salutano il contadino e come ricompensa gli da una mela a Cristina e a Danila il pallone. M., F. e N. F. Dautunno due bimbe giocavano a palla. Una delle due lanciò la palla troppo in alto e la palla cadde nel giardino del vicino. La palla atterra nel giardino del vicino colpendo bruscamente la chioma dellalbero facendo cadere mele e foglie. Le bimbe scavalcano il muro, con laiuto del signore che gli passa la scala. Il signore dice che devono sistemare tutto. Allora una raccoglie le mele e le mette nel cesto e laltra rastrella le foglie. Le bimbe tornano a casa soddisfatte del lavoro svolto il pomeriggio. P. e L. S.

13 ATTIVITA: ogni alunno corregge il testo eseguito da un compagno, individuando gli errori ortografici e linguistici. Un giorno due bambine giocavano a palla in giardino. Sara non prende la palla. E va al dilà di un muro dove cè un contadino. La palla fa cadere foglie e mele. Le due bimbe si accorgono che la palla è caduta al dilà del muro e lo scavalcano. Le due bimbe trovano un contadino. Ed è molto arrabbiato perché le bimbe anno fato cadere foglie e mele. Il contadino è felice perché le bambine lanno aiutato e le lascia andare a giocare.

14 Un giorno due bambine giocavano a palla il giardino. Sara nonprende la palla e va al di là di un muro dove cè un contadino. La palla fa cadere foglie e mele. Le due bimbe si accorgono che la palla è caduta al di là del muro e lo scavalcano. Le due bimbe trovano un contadino ed è molto arrabbiato perché le bimbe hanno fato cadere foglie e mele. Il contadino è felice perché le bambine lanno aiutato e le lascia andare a giocare. V., D. e G.

15 ATTIVITA A PICCOLO GRUPPO: scriviamo la storia utilizzando solo i fumetti. PRENDILA! NON CI RIESCO! CHI HA FATTO CADERE LA PALLA?

16 MI AIUTATE? BRAVE, LAVORATE MOLTO BENE! Sì CHE BELLE MELE! ARRIVEDERCI! CIAO! CIAO!CIAO! ATTIVITA A PICCOLO GRUPPO: scriviamo i fumetti al computer.

17 ATTIVITA: leggiamo le storie a fumetti ai compagni. Chi se la sente drammatizza.

18 ATTIVITA A GRANDE GRUPPO: osserviamo le vignette proiettate. Una nuova storia

19 COSA VEDO? (nomi) FINESTRA BANCO DA LAVORO ATTREZZI SCARPE SUOLE ROCCHETTO CHIODI COLTELLO CANDELA COSA FANNO? (azioni) INFILA DORMICCHIA CUCE COSTRUISCE GUARDA ATTIVITA: nominiamo ciò che vediamo e ciò che succede.

20 ATTIVITA : Individualmente assegniamo un titolo ad ogni vignetta, poi tutti insieme scegliamo i titoli più significativi. IL CALZOLAIO CONTENTO I FOLLETTI FELICI IL CALZOLAIO IL CALZOLAIO SORPRESO I FOLLETTI LAVORANO

21 Una notte un calzolaio cuciva le scarpe. Il mattino dopo il calzolaio sorpreso trovò delle scarpe nuove sul tavolo da lavoro. Una notte i folletti lavoravano mentre il calzolaio sbircia e ha scoperto chi faceva le scarpe nuove. Il mattino dopo il calzolaio stava facendo una sorpresa per i folletti: erano dei vestiti nuovi. Una notte i folletti erano felicissimi e contentissimi perché hanno avuto dei vestiti nuovi. D. ATTIVITA INDIVIDUALE: Scriviamo la storia con laiuto delle vignette e dei titoli. Ogni bambino individua e corregge gli errori ortografici e le parti poco chiare sul testo di un compagno.

22 Una sera il calzolaio sta cucendo le scarpe. Ha sonno e va a letto. La mattina dopo il calzolaio è sorpreso per le nuove scarpe che ha trovato e vuole scoprire chi è la persona che le ha fatte. Il calzolaio quella sera è andato a vedere chi era che faceva le scarpe. Il giorno successivo il calzolaio fa dei nuovi vestitini per i folletti per ringraziarli delle scarpe. La notte successiva i folletti trovarono i vestiti nuovi. N. F. Esempi di testi corretti dai bambini Una notte un calzolaio stava cucendo delle scarpe con lago. Una mattina il calzolaio si alza vede le scarpe e diventa sorpreso perché ha visto delle scarpe. La notte cerano dei folletti e stavano cucendo delle scarpe, il calzolaio vuole fargli dei regalini. Allora vede che i loro vestiti erano strappati, gli regala dei vestitini fatti da lui. La notte seguente guarda i folletti felici che indossano i vestiti fatti da lui. I folletti contenti vanno a casa è anche il calzolaio è felice e va a dormire. A.

23 Una nuova storia

24 ATTIVITA: osserviamo le vignette e individualmente raccontiamo la storia. Racconto orale Ci sono due bambini che vanno al circo per vedere uno spettacolo poi entrano e prendono un pacchetto di pop corn e arriva una scimmia e gli ruba i cappelli allora il bambino si arrabbia un po mentre invece la bambina si mette a piangere. e dietro una tenda un clown li guarda un po triste. Allora regala ai bambini dei dei regala al bambino un cappellino invece alla bambina un fiorellino e così diventano tutti contenti. Dopo i due bambini escono dal circo tutti contenti e corrono a casa. I. R.

25 Trascrizioni delle registrazioni prodotte dai bimbi Dunque. Nella prima vignetta ci sono due bam un bambino e una bambina che stanno andando al circo e: poi ci sono dei grattacieli e degli alberi e stanno camminando sopra a una strada. Poi seconda vignetta sono dentro al circo questo bambino e questa bambina la bambina tiene i poc corn e arriva una scimmia e gli ruba i cappelli. Poi e: questi bambini questo bambino e questa bambina uno piange e laltro ringhia perché gli hanno perché gli ha rubato il cappellino. E cè dietro a un tendone un clown che è triste. allora vuole fare qualcosa allora gli dà un cappellino e un fiorellino ai due bambini e poi i due bambini vanno fuori dal circo e ritornano a casa. L.G. Ci sono due bambini che stanno passeggiando e vogliono andare al circo. Andati al circo hanno incontrato una scimmia che gli ha strappato il cappello. Dietro le quinte e: la bimba stava piangendo e: suo fratelli suo fratello è arrabbiato. dopo il clown stava sbirciando e non era contento. e arriva dove ci sono i due bambini e gli regala un fiore. Poi tornano a casa con il fiore. ## Bene. L. S.


Scaricare ppt "Osservare linterlingua Percorso della classe 2°B Insegnante: Giuliana Capelli Educatrice: Simona Vettorello Scuola Primaria di Rivalta Anno scolastico."

Presentazioni simili


Annunci Google