La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

DEGLUTIZIONE, SVEZZAMENTO DALLA NUTRIZIONE ENTERALE C. Reverberi, E. Borghi, M. Zamboni Ai confini della coscienza: la ricerca del contatto Reggio Emilia,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "DEGLUTIZIONE, SVEZZAMENTO DALLA NUTRIZIONE ENTERALE C. Reverberi, E. Borghi, M. Zamboni Ai confini della coscienza: la ricerca del contatto Reggio Emilia,"— Transcript della presentazione:

1 DEGLUTIZIONE, SVEZZAMENTO DALLA NUTRIZIONE ENTERALE C. Reverberi, E. Borghi, M. Zamboni Ai confini della coscienza: la ricerca del contatto Reggio Emilia, 24/03/06

2 Cuffiatura e prevenzione aspirazione La cuffiatura rappresenta un ostacolo meccanico alla progressione di saliva, bolo, rigurgito gastrico, vomito verso le vie aeree inferiori

3 Limiti della Cuffiatura (1) Saliva e Bolo La saliva o il bolo che sono aspirati penetrano in trachea fino a raggiungere la cuffiatura al di sopra della quale si forma un accumulo Bolo

4 Limiti della Cuffiatura (2) La cuffiatura della cannula rappresenta un vincolo che impedisce la elevazione del complesso ioido-faringeo, impedisce lo scivolamento della epiglottide e favorisce linalazione

5 Campione Pazienti allingresso Dimissione Stato vegetativo Grave disabilità Moderata disabilità Buon recupero Stato vegetativo Grave disabilità Moderata disabilità Totale

6 Campione

7 Protocollo di valutazione della disfagia nel paziente tracheotomizzato DATI ANAMNESTICI Infezioni polmonari ab-ingestis Segni di aspirazione Desaturazioni Tipo di nutrizione

8 Protocollo di valutazione della disfagia nel paziente tracheotomizzato FATTORI DI RISCHIO Vigilanza Riflessi patologici Deglutizioni spontanee Riflessi protettivi (tosse, raschio) Postura DATI ANAMNESTICI Infezioni polmonari ab-ingestis Segni di aspirazione Desaturazioni Tipo di nutrizione

9 Protocollo di valutazione della disfagia nel paziente tracheotomizzato FATTORI DI RISCHIO Vigilanza Riflessi patologici Deglutizioni spontanee Riflessi protettivi (tosse, raschio) Postura DATI ANAMNESTICI Infezioni polmonari ab-ingestis Segni di aspirazione Desaturazioni Tipo di nutrizione ESECUZIONE DI PRASSIE BUCCO-LINGUO-FACCIALI

10 Protocollo di valutazione della disfagia nel paziente tracheotomizzato Scuffiatura della cannula

11 Protocollo di valutazione della disfagia nel paziente tracheotomizzato Scuffiatura della cannula Prova di gestione delle secrezioni con blu di metilene

12 Protocollo di valutazione della disfagia nel paziente tracheotomizzato Scuffiatura della cannula Prova di gestione delle secrezioni con blu di metilene Si sporcano le secrezioni con il blu di metilene più volte nellarco della giornata. Si verifica linalazione immediata, allaspirazione e a distanza.

13 Protocollo di valutazione della disfagia nel paziente tracheotomizzato Scuffiatura della cannula Prova di gestione delle secrezioni con blu di metilene Inalazione delle secrezioni Desaturazioni arteriose Complicanze respiratorie Infezioni acute o croniche

14 Protocollo di valutazione della disfagia nel paziente tracheotomizzato Scuffiatura della cannula Prova di gestione delle secrezioni con blu di metilene Stop a protocollo Cannula cuffiata Decannulazione non possibile Inalazione delle secrezioni Desaturazioni arteriose Complicanze respiratorie Infezioni acute o croniche

15 Protocollo di valutazione della disfagia nel paziente tracheotomizzato Scuffiatura della cannula Prova di gestione delle secrezioni con blu di metilene (no) Inalazione delle secrezioni No desaturazioni arteriose Assenza di complicanze respiratorie Assenza di infezioni acute e/o croniche Stop a protocollo Cannula cuffiata Decannulazione non possibile Inalazione delle secrezioni Desaturazioni arteriose Complicanze respiratorie Infezioni acute o croniche

16 Protocollo di valutazione della disfagia nel paziente tracheotomizzato Scuffiatura della cannula Prova di gestione delle secrezioni con blu di metilene (no) Inalazione delle secrezioni No desaturazioni arteriose Assenza di complicanze respiratorie Assenza di infezioni acute e/o croniche Stop a protocollo Cannula cuffiata Decannulazione non possibile Inalazione delle secrezioni Desaturazioni arteriose Complicanze respiratorie Infezioni acute o croniche Valutazione della deglutizione a cannula scuffiata

17 PROVE DI DEGLUTIZIONE Protocollo di valutazione della disfagia nel paziente tracheotomizzato BSA 10 ml di acqua (3 cucchiai) e 50 ml (mezzo bicchiere) con blu di metilene Possibilmente in due momenti diversi della giornata nei due/tre giorni successivi

18 PROVE DI DEGLUTIZIONE BSA - Fase orale -Fase orale propulsiva -Innesco del riflesso faringeo -Coordinazione apnea-deglutizione -Escursione laringea -Caduta prematura -Inalazione (immediata e/o a distanza) -Rigurgito nasale -Voce gorgogliante Protocollo di valutazione della disfagia nel paziente tracheotomizzato

19 PROVE DI DEGLUTIZIONE BSA - Fase orale -Fase orale propulsiva -Innesco del riflesso faringeo -Coordinazione apnea-deglutizione -Escursione laringea -Caduta prematura -Inalazione (immediata e/o a distanza) -Rigurgito nasale -Voce gorgogliante Protocollo di valutazione della disfagia nel paziente tracheotomizzato Tosse riflessa Predeglutitoria Intradeglutitoria Postdeglutitoria Efficace Debole Gorgogliante Assente

20 PROVE DI DEGLUTIZIONE Protocollo di valutazione della disfagia nel paziente tracheotomizzato Piccole quantità di semisolido con blu di metilene Possibilmente in due momenti diversi della giornata nei due/tre giorni successivi

21 PROVE DI DEGLUTIZIONE Semisolido con blu di metilene - Fase orale - Fase orale propulsiva - Innesco del riflesso faringeo - Coordinazione apnea-deglutizione - Escursione laringea - Caduta prematura - Inalazione (immediata e/o a distanza) - Rigurgito nasale - Voce gorgogliante - Residuo di cibo nel cavo orale Protocollo di valutazione della disfagia nel paziente tracheotomizzato

22 PROVE DI DEGLUTIZIONE Semisolido con blu di metilene - Fase orale -Fase orale propulsiva -Innesco del riflesso faringeo -Coordinazione apnea-deglutizione -Escursione laringea -Caduta prematura -Inalazione (immediata e/o a distanza) -Rigurgito nasale -Voce gorgogliante -Residuo di cibo nel cavo orale Protocollo di valutazione della disfagia nel paziente tracheotomizzato Tosse riflessa Predeglutitoria Intradeglutitoria Postdeglutitoria Efficace Debole Gorgogliante Assente

23 Valutazione della disfagia nel paziente tracheotomizzato Scuffiatura della cannula Prova di gestione delle secrezioni con blu di metilene Inalazione delle secrezioni Desaturazioni arteriose Complicanze respiratorie (no) Inalazione delle secrezioni No desaturazioni arteriose Assenza di complicanze respiratorie Prove di deglutizione (liquidi, semisolidi, solidi) PAZIENTE DISFAGICO Rimandare la decannulazione a potenziale risoluzione disfagia PAZIENTE NON DISFAGICO decannulazione STOP A PROTOCOLLO Mantenere cannula cuffiata No possibile decannulazione

24 Valutazione della disfagia nel paziente tracheotomizzato DIAGNOSI - Disfagia neurogena da deficit cognitivo/comportamentale - Disfagia neurogena in stato vegetativo - Disfagia neurogena per i liquidi - Disfagia neurogena mista - Disfagia neurogena per i solidi - Altro - Non disfagia DOSS: Dysphagia outcome severity scale (modificata)

25 DIPARTIMENTO DI RIABILITAZIONE Direttore Dr. Guido Vezzosi DIPARTIMENTO DI RIABILITAZIONE Direttore Dr. Guido Vezzosi LA DISFAGIA NEL PAZIENTE CON GRAVE CEREBROLESIONE ACQUISITA Consigli pratici per i famigliari A cura dellequipe disfagia Borghi E., Farina M., Lombardi F., Reverberi C., Zamboni M.

26 GRAZIE PER LATTENZIONE

27 RISULTATI ingressodimissione disfagia

28 Legenda nono: portatori di tracheostomia allingresso e no alla dimissione nosi: no tracheostomia allingresso e si alla dimissione sino: si tracheostomia allingresso e no ala dimissione sisi: si tracheostomia sia allingresso che alla dimissione disfagia ingressodisfagia dimissione nositotalenositotale nono nosi sino sisi totale RISULTATI tracheostomia

29 DNcogn/compDNLiquidiDNMistaDNSolidiDNStatoVTotale nono nosi sino sisi totale RISULTATI

30 Legenda nono: non si alimentavano allingresso e no alla dimissione nosi: non si alimentavano allingresso e si alla dimissione sino: si alimentavano allingresso e no ala dimissione sisi: si alimentavano sia allingresso che alla dimissione disfagia nositotale nono024 nosi15051 sino011 sisi totale DNcogn/compDNLiquidiDNMistaDNSolidiDNStatoVTotale nono nosi sino sisi totale RISULTATI


Scaricare ppt "DEGLUTIZIONE, SVEZZAMENTO DALLA NUTRIZIONE ENTERALE C. Reverberi, E. Borghi, M. Zamboni Ai confini della coscienza: la ricerca del contatto Reggio Emilia,"

Presentazioni simili


Annunci Google