La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Health Promoting Hospitals & Health Services Bologna, 27 Giugno 2008 La sperimentazione dellapplicazione degli standard nellazienda USL di Reggio Emilia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Health Promoting Hospitals & Health Services Bologna, 27 Giugno 2008 La sperimentazione dellapplicazione degli standard nellazienda USL di Reggio Emilia."— Transcript della presentazione:

1 Health Promoting Hospitals & Health Services Bologna, 27 Giugno 2008 La sperimentazione dellapplicazione degli standard nellazienda USL di Reggio Emilia Sara Baruzzo, Eletta Bellocchio, Giulia Calzari, Antonio Chiarenza, Dorella Costi, Annamaria Ferrari, Lorena Franchini, Gianluca Giovanardi, Gaddomaria Grassi, Umberto Guiducci, Fausto Nicolini, Danilo Orlandini, Mirco Pinotti, Daniela Riccò, Corrado Ruozi

2 Gli standard HPH e il sistema di qualità 2 Standard HPH come opportunità Autovalutazione a diversi livelli dellorganizzazione Supporto al miglioramento nel percorso di accreditamento Nellattuazione del Piano Regionale della Prevenzione

3 Gli standard HPH e il sistema di qualità 3 Attuazione del Piano regionale della prevenzione Area prioritaria da affrontare prevenzione delle recidive nei soggetti che hanno avuto accidenti cardiovascolari Tra gli obiettivi percorsi integrati ospedale territorio Counselling Sviluppo sistema informativo sugli eventi cardiovascolari acuti e sulle recidive

4 Gli standard HPH e il sistema di qualità 4 Durante il ricovero rilevare i fattori di rischio (es. nella cartella clinica peso e altezza, abitudine al fumo, rischio infarto) Alla dimissione informazioni sulla promozione della salute (es. nella lettera di dimissione il rischio per infarto, attività fisica, alimentazione) Standard HPH e attuazione del Piano regionale della prevenzione prevenzione delle recidive nei soggetti che hanno avuto accidenti cardiovascolari

5 Gli standard HPH e il sistema di qualità 5 Autovalutazione degli standard HPH Lettura dellorganizzazione livello aziendale (1.Politica, 4.Promuovere un posto di lavoro sano, 5.Continuità e cooperazione) livello dipartimentale e di unità operative (2.Valutazione del paziente, 3.Informazione e intervento sul paziente, 5.Continuità e cooperazione)

6 Gli standard HPH e il sistema di qualità 6 Autovalutazione standard HPH risultati Molte attività in corso e diffuse nel territorio (es. percorso di cura sullo scompenso cardiaco) Aree di miglioramento (es. portare a sistema le buone pratiche) Aree in cui sviluppare progetti e attività

7 Gli standard HPH e il sistema di qualità 7 Attività di promozione della salute persone con patologie croniche: percorsi di cura (es. scompenso cardiaco) persone ancora sane (es. luoghi di prevenzione, consultori, ostetricie) Attività consolidate o in corso, progetti specifici Indicatori per il monitoraggio Programmi di sviluppo

8 Gli standard HPH e il sistema di qualità 8 Percorso scompenso cardiaco In ogni distretto è presente un ambulatorio cardiologico con ore e personale dedicati allo scompenso Ogni ambulatorio dedicato provvede alla registrazione dei pazienti arruolati su un medesimo archivio informatizzato Creazione di liste dattesa differenziate

9 Gli standard HPH e il sistema di qualità 9 Percorso scompenso cardiaco strumenti di lavoro Linee guida diagnostico-terapeutiche e Flow-chart del percorso Scheda di follow up Piano di automonitoraggio Registro informatizzato (Infoclin)

10 Gli standard HPH e il sistema di qualità 10 Percorso scompenso cardiaco Opuscolo informativo e ricettario Schede di automonitoraggio del paziente: -scheda per il controllo del peso -scheda per il controllo della pressione -scheda per il monitoraggio dellattività fisica -scheda per il monitoraggio della compliance farmacologica

11 Gli standard HPH e il sistema di qualità 11 Percorso scompenso cardiaco Programma Paziente competente PIANO PER LA BUONA GESTIONE DELLA TUA SALUTE Questa brochure è tratta dal Programma Pursuing Perfection – Wathcom County- USA - di automonitoraggio; last revised

12 Gli standard HPH e il sistema di qualità 12 Percorso scompenso cardiaco Indicatori 1. Appropriatezza e completezza della diagnosi 2. Appropriatezza del ricovero e monitoraggio del grado di adesione al protocollo diagnostico- terapeutico 3. Educazione del paziente – verifica attraverso interviste telefoniche 4. Monitoraggio dei ricoveri ripetuti

13 Gli standard HPH e il sistema di qualità 13 Ospedali della rete cardiologica provinciale Buona parte delle lettere di dimissione contengono informazioni di promozione della salute Vengono forniti alla dimissione opuscoli informativi Vengono fornite informazioni sui fattori di rischio

14 Gli standard HPH e il sistema di qualità 14 Ospedali della rete cardiologica provinciale Programma individualizzato di attività fisica in pazienti ricoverati in cardiologia Obiettivo: prevenzione delle recidive delle patologie cardiovascolari con riferimento alla prescrizione dellattività fisica dopo episodio coronarico acuto Sperimentazione nel 2007 nellASMN su un campione di 32 soggetti – risultati positivi in termini di salute fisica e psicologica

15 Gli standard HPH e il sistema di qualità 15 Progetti specifici sullabitudine al fumo Ospedale di Scandiano Medicina nellambito del progetto di counselling di comunità -Rilevazione dellabitudine al fumo -Segnalazione tabagismo nella lettera di dimissione -Invio alla pneumologia per i pazienti sintomatici -Invio al Centro Antifumo (percorsi di gruppo)

16 Gli standard HPH e il sistema di qualità 16 Ospedale di Guastalla – Cardiologia -Rilevazione dellabitudine al fumo - Distribuzione materiale informativo e test di valutazione della dipendenza da nicotina Progetti specifici sullabitudine al fumo

17 Gli standard HPH e il sistema di qualità 17 Progetto baby no smoke Rilevazione abitudine al fumo nella donna gravida, counselling e invio al CAF (ostetriche e ginecologi) Informazioni sul rischio tabagismo per il neonato (neonatologi) Rinforzo motivazionale, materiale informativo e eventuale invio al CAF dei genitori bambini nei primi anni di vita (PLS e pediatri di comunità) Progetti specifici sullabitudine al fumo

18 Gli standard HPH e il sistema di qualità 18 Progetto sperimentale counselling di comunità – Correggio Obiettivo: modificare nella popolazione la percezione del rischio alcol Gruppo di lavoro: Scuola, Comune, USL, associazioni di volontariato, MMG, forze dellordine, mondo del lavoro, associazioni di categoria Aprile mese alcologico pubblicizzazione del progetto e iniziative, in estate partecipazione a manifestazioni (festa della birra: materiale e misurazione gratuita con etilometro …) Progetti specifici sullabitudine allalcol

19 Gli standard HPH e il sistema di qualità 19 Luoghi di prevenzione - Centro regionale di didattica multimediale Proposta di percorsi interattivi sulle tematiche alcol e fumo, rivolti a Studenti e insegnanti Operatori sanitari Persone con forte dipendenza - in fase sperimentale (è iniziato con guida sicura e con le donne gravide che non riescono a smettere)

20 Gli standard HPH e il sistema di qualità 20 Relativamente alla promozione della salute: Registrazione abitudine al fumo Counselling antifumo Registrazione del peso e dell'altezza Audit sulla cartella clinica sistematico in tutti gli ospedali 3 volte allanno (47 indicatori) Monitoraggio - audit clinici

21 Gli standard HPH e il sistema di qualità 21 Monitoraggio - audit clinici

22 Gli standard HPH e il sistema di qualità 22 Programmi 2008 Percorso scompenso cardiaco Sviluppo delle competenze infermieristiche (formazione specifica, coinvolgimento nelle medicine di gruppo, con creazione di un pool infermieristico dedicato allo scompenso) Interviste telefoniche ai pazienti Sviluppo del self care Collegamento informatico dei MMG ad Infoclin (sistema informativo informatico)

23 Gli standard HPH e il sistema di qualità 23 Guadagnare salute a Reggio Emilia Progetto di promozione dellattività fisica e sportiva promosso dal Centro Territoriale Provinciale di Medicina dello Sport Obiettivo: ridurre significativamente la sedentarietà nella popolazione in generale e nelle fasce di età più giovani e più avanzate per favorire adozione di stili di vita sani Il progetto verrà sviluppato in collaborazione con gli Enti Locali, le Istituzioni Scolastiche, gli Enti di promozione sportiva Programmi 2008

24 Gli standard HPH e il sistema di qualità 24 Lettera di dimissione per le cardiologie Oltre alle informazioni che già vengono inserite (es. follow-up, terapia, …) Valutazione del rischio cardiologico in tutte le lettere di dimissione Inserire il programma di attività fisica Programmi 2008

25 Gli standard HPH e il sistema di qualità 25 Lutilizzo degli standard HPH permette, in una visione di insieme, di dare evidenza alle attività e progetti orientati ai risultati di salute per i cittadini Tali evidenze si coniugano con i temi e gli obiettivi definiti dal Piano regionale della prevenzione Possono costituire evidenza nellambito del processo di accreditamento, sia in termini di risultati raggiunti, che di progetti di miglioramento sviluppati a partire dalle criticità Considerazioni


Scaricare ppt "Health Promoting Hospitals & Health Services Bologna, 27 Giugno 2008 La sperimentazione dellapplicazione degli standard nellazienda USL di Reggio Emilia."

Presentazioni simili


Annunci Google