La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La revocatoria e le nuove esenzioni Le rimesse in conto corrente bancario Massimo Rubino De Ritis Facoltà di Giurisprudenza Seconda Università degli Studi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La revocatoria e le nuove esenzioni Le rimesse in conto corrente bancario Massimo Rubino De Ritis Facoltà di Giurisprudenza Seconda Università degli Studi."— Transcript della presentazione:

1 La revocatoria e le nuove esenzioni Le rimesse in conto corrente bancario Massimo Rubino De Ritis Facoltà di Giurisprudenza Seconda Università degli Studi di Napoli Fondazione F.E.S.T. Santa Maria Capua Vetere 2 Luglio 2009

2 02 luglio 2009 prof. Massimo Rubino De Ritis 2 Il nuovo art. 67 l. fall. Abbattimento del Periodo Sospetto (il depotenzionamento della revocatoria) e le Sette Esenzioni La motivazione sottesa al regime delle esclusioni può rinvenirsi nella tutela dellattività aziendale, a fini conservativi del valore della stessa, della stabilità degli effetti dei concordati e degli accordi diretti alla gestione contrattuale della crisi, onde favorirne la diffusione con risultati deflativi rispetto alle procedure fallimentari, del diritto alla casa ed al risparmio dei privati, delle ragioni di categorie privilegiate di creditori ovvero di lobby di creditori. (Enrico Quaranta) (Enrico Quaranta)

3 02 luglio 2009 prof. Massimo Rubino De Ritis 3 Art. 67 Atti a titolo oneroso, pagamenti, garanzie I. (…) II. (…) III. Non sono soggetti allazione revocatoria: a) i pagamenti di beni e servizi effettuati nellesercizio dellattività dimpresa nei termini duso; b) le rimesse effettuate su un conto corrente bancario, purché non abbiano ridotto in maniera consistente e durevole lesposizione debitoria del fallito nei confronti della banca; c) le vendite ed i preliminari di vendita trascritti ai sensi dellarticolo 2645-bis del codice civile, i cui effetti non siano cessati ai sensi del comma terzo della suddetta disposizione, conclusi a giusto prezzo ed aventi ad oggetto immobili ad uso abitativo, destinati a costituire l'abitazione principale dell'acquirente o di suoi parenti e affini entro il terzo grado; d) gli atti, i pagamenti e le garanzie concesse su beni del debitore purché posti in essere in esecuzione di un piano che appaia idoneo a consentire il risanamento della esposizione debitoria dellimpresa e ad assicurare il riequilibrio della sua situazione finanziaria e la cui ragionevolezza sia attestata da un professionista iscritto nei revisori contabili e che abbia i requisiti previsti dall'art. 28, lettere a) e b) ai sensi dellarticolo 2501-bis, quarto comma, del codice civile; e) gli atti, i pagamenti e le garanzie posti in essere in esecuzione del concordato preventivo, nonché dellaccordo omologato ai sensi dellarticolo 182-bis; f) i pagamenti dei corrispettivi per prestazioni di lavoro effettuate da dipendenti ed altri collaboratori, anche non subordinati, del fallito; g) i pagamenti di debiti liquidi ed esigibili eseguiti alla scadenza per ottenere la prestazione di servizi strumentali allaccesso alle procedure concorsuali e di concordato preventivo.

4 02 luglio 2009 prof. Massimo Rubino De Ritis 4 Revocatoria delle rimesse in conto corrente bancario Dati normativi art. 67, II comma, l. fall.: i pagamenti revocabili e la prova della scientia decoctionis art. 67, II comma, l. fall.: i pagamenti revocabili e la prova della scientia decoctionis art. 67, III comma, l. fall.: regime delle esenzioni per rimesse su conto corrente bancario (decreto sulla competitività d.l 35/2005) art. 67, III comma, l. fall.: regime delle esenzioni per rimesse su conto corrente bancario (decreto sulla competitività d.l 35/2005) art. 70, III comma, l. fall.: effetti della revocatoria per posizioni passive da conto corrente bancario (decreto correttivo d.lgs. 169/2007) art. 70, III comma, l. fall.: effetti della revocatoria per posizioni passive da conto corrente bancario (decreto correttivo d.lgs. 169/2007)

5 02 luglio 2009 prof. Massimo Rubino De Ritis 5 Revocatoria delle rimesse in conto corrente bancario Problemi I pagamenti nel c.d. periodo sospetto I pagamenti nel c.d. periodo sospetto Gli effetti della rimessa sullesposizione -> consistenza e durevolezza Gli effetti della rimessa sullesposizione -> consistenza e durevolezza Il limite quantitativo globale -> differenza tra ammontare massimo raggiunto nel periodo per il quale è provata la conoscenza dello stato di insolvenza e ammontare residuoalla data del fallimento. Il limite quantitativo globale -> differenza tra ammontare massimo raggiunto nel periodo per il quale è provata la conoscenza dello stato di insolvenza e ammontare residuoalla data del fallimento.

6 02 luglio 2009 prof. Massimo Rubino De Ritis 6 I) Pagamenti nel c.d. periodo sospetto Superamento con la riforma della distinzione tra natura solutoria e natura ripristinatoria (Cass. 5413/1982): conto scoperto: manca laffidamento o vi è sconfinamento, per cui si hanno pagamenti revocabili conto scoperto: manca laffidamento o vi è sconfinamento, per cui si hanno pagamenti revocabili conto passivo: esposizione entro il fido, per cui si hanno rimesse ripristinatorie della provvista. conto passivo: esposizione entro il fido, per cui si hanno rimesse ripristinatorie della provvista.

7 02 luglio 2009 prof. Massimo Rubino De Ritis 7 Revocatoria delle rimesse indipendentemente da distinzione conto scoperto o conto passivo Argomenti rimesse che riducono lesposizione debitoria (art. 67, III comma, l. fall.) = tutte le operazioni che permettono un accreditamento, riducendo il debito rimesse che riducono lesposizione debitoria (art. 67, III comma, l. fall.) = tutte le operazioni che permettono un accreditamento, riducendo il debito (atti estintivi di) posizioni passive per importo ragguagliato a differenza tra ammontare massimo delle pretese e importo residuo (art. 70, III comma, l. fall.) = saldo debitore indipendentemente da esigibilità del credito/scadenza del debito (atti estintivi di) posizioni passive per importo ragguagliato a differenza tra ammontare massimo delle pretese e importo residuo (art. 70, III comma, l. fall.) = saldo debitore indipendentemente da esigibilità del credito/scadenza del debito

8 02 luglio 2009 prof. Massimo Rubino De Ritis 8 II) Limite quantitativo globale Occorre stabilire lo Ammontare massimo delle pretese della Banca (Ma) nel periodo in cui è provata la conoscenza dello stato di insolvenza e lo Ammontare residuo delle pretese della Banca alla data in cui si è aperto il concorso (Rb) e ricavare d (differenza) Ma – Rb = d Dunque si distinguono due momenti: (a) per misurare Ma (a) per misurare Ma (b) per misurare Rb (b) per misurare Rb

9 02 luglio 2009 prof. Massimo Rubino De Ritis 9 II) Limite quantitativo globale Lo spazio temporale (a-b) rientra nel periodo in cui è provata la scientia (sd) nellambito del periodo sospetto (oF)

10 02 luglio 2009 prof. Massimo Rubino De Ritis 10 II) Limite quantitativo globale Determinazione di d quale differenza tra Ammontare massimo delle pretese e Ammontare residuo delle pretese d = Ma – Rb d = Ma – Rb nel periodo sd oF > sd > (a-b) oF > sd > (a-b)

11 02 luglio 2009 prof. Massimo Rubino De Ritis 11 III) Effetti della rimessa sullesposizione. Il problema del collegamento tra lart. 67, III comma, lett. b) l. fall. e lart. 70 III comma l. fall. In base alla lettera dellart. 67, III comma, lett. b, occorre distinguere: Consistente (Qt) = quantità della Consistente (Qt) = quantità della rimessa rimessa Durevole (T) = stabilità nel tempo Durevole (T) = stabilità nel tempo delleffetto della rimessa. delleffetto della rimessa.

12 02 luglio 2009 prof. Massimo Rubino De Ritis 12 Consistente (Qt) Problemi: a) indicazione di un coefficiente; b) determinazione di un parametro. - Tesi relativistica secondo cui è possibile una relazione tra: - Tesi relativistica secondo cui è possibile una relazione tra: entità complessiva dellesposizione al momento della rimessa;entità complessiva dellesposizione al momento della rimessa; entità media di accreditamenti ed addebitamentientità media di accreditamenti ed addebitamenti entità della massima esposizioneentità della massima esposizione - Tesi del Tribunale di Milano, secondo cui – in base a tali tre elementi - la soglia minima è del 10% ed il parametro va individuato con il c.d. massimo revocabile di cui sopra. - Tesi del Tribunale di Milano, secondo cui – in base a tali tre elementi - la soglia minima è del 10% ed il parametro va individuato con il c.d. massimo revocabile di cui sopra.

13 02 luglio 2009 prof. Massimo Rubino De Ritis 13 Consistente (Qt)

14 02 luglio 2009 prof. Massimo Rubino De Ritis 14 Durevole (T) Si deve indagare su ciò che è avvenuto dopo la rimessa e stabilire il periodo di stabilità T (t 1 -t 2 ) tesi del Tribunale di Milano secondo cui, nel caso concreto, T è uguale a 10 giorni, in base alla tempistica usuale delle operazioni effettuate su quel conto (dovendosi di volta in volta distinguere il conto con rilevanti movimentazioni e il conto con movimentazioni occasionali)tesi del Tribunale di Milano secondo cui, nel caso concreto, T è uguale a 10 giorni, in base alla tempistica usuale delle operazioni effettuate su quel conto (dovendosi di volta in volta distinguere il conto con rilevanti movimentazioni e il conto con movimentazioni occasionali) valutazione cronologica e teleologica (in base allintenzione)valutazione cronologica e teleologica (in base allintenzione)

15 02 luglio 2009 prof. Massimo Rubino De Ritis 15 Durevole (T)

16 02 luglio 2009 prof. Massimo Rubino De Ritis 16 SOLUZIONI A) Se Qt e T vanno valutati per tutte le rimesse in modo complessivo, leffetto Consistente e Durevole è assorbito dal limite imposto dallart. 70 l. fall. B) Se invece Qt e T vanno stabiliti per singola rimessa, si è di fronte a due calcoli da effettuare (somma delle rimesse revocabili > quantum della condanna)

17 02 luglio 2009 prof. Massimo Rubino De Ritis 17 Modello di riferimento della revocatoria delle rimesse

18 02 luglio 2009 prof. Massimo Rubino De Ritis 18 La revocatoria … deve ancora tramontare


Scaricare ppt "La revocatoria e le nuove esenzioni Le rimesse in conto corrente bancario Massimo Rubino De Ritis Facoltà di Giurisprudenza Seconda Università degli Studi."

Presentazioni simili


Annunci Google