La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Servizio Formazione Autonomia OZANAM. Chi è Ozanam ? Ozanam è una cooperativa sociale di tipo B che ha lintento di valutare, progettare e monitorare percorsi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Servizio Formazione Autonomia OZANAM. Chi è Ozanam ? Ozanam è una cooperativa sociale di tipo B che ha lintento di valutare, progettare e monitorare percorsi."— Transcript della presentazione:

1 Servizio Formazione Autonomia OZANAM

2 Chi è Ozanam ? Ozanam è una cooperativa sociale di tipo B che ha lintento di valutare, progettare e monitorare percorsi dinserimento lavorativo rivolti a: Invalidi fisici, psichici, psichiatrici; Persone con dipendenza da sostanze stupefacenti, alcol e gioco; Persone con restrizioni detentive in atto o scontate in passato; Persone che per diverse ragioni sono emarginati dal normale mondo del lavoro

3 PERCHE UNO S.F.A. ? Osservando i bisogni di coloro che sono inseriti in cooperativa, si è evidenziato come talvolta la risposta fornita risulti inadeguata. Spesso le persone presenti faticano a sostenere tempi di lavoro prolungato e continuativo, manifestano difficoltà nello svolgimento di lavori anche semplici, non sono autonome. Tuttavia non rientrano tra coloro che potrebbero essere inseriti in CDD o CSE.

4 DEFINIZIONE DEL SERVIZIO Lo S.F.A. è un servizio sociale territoriale rivolto a persone disabili Finalità interventi a supporto e sviluppo di abilità utili a creare consapevolezza e maggiori autonomie spendibili per il proprio futuro favorire linclusione sociale della persona potenziando o sviluppando le sue autonomie personali

5 Garantire progetti individualizzati che consentono di: Acquisire competenze sociali Acquisire/riacquisire il proprio ruolo nella famiglia Acquisire prerequisiti per un inserimento/reinserimento lavorativo Obiettivo

6 DESTINATARI Il servizio è rivolto a soggetti disabili: Che abbiano età compresa tra i 16 e 35 anni Che abbiano età superiore a 35 anni con esiti da trauma o patologie invalidanti che necessitano di un percorso di acquisizione di abilità sociali Esclusi coloro che presentano patologie psichiatriche o in situazione di dipendenza da sostanze

7 REQUISITI STUTTURALI Presenza di una sede operativa in relazione alle attività che sono esplicitate nella carta dei servizi: locali in comune con la cooperativa Ozanam presso la sede di Saronno in via G. Ferraris, 26 per molte attività si usufruiscono spazi messi a disposizione dalle diverse realtà presenti sul territorio, siano esse comunali o private

8 Attività PRESSO OZANAM Laboratorio assemblaggio Laboratorio legno Informatica Laboratorio di cucina SEDI ESTERNE Bocciodromo Piscina Biblioteca Maneggio

9 PERSONALE PREVISTO PER IL SERVIZIO Coordinatore Educatore Professionisti di settore Volontari Supervisore Counsellor

10 AMMISSIONE, PRESA IN CARICO E DIMISSIONE La richiesta formale dinserimento, con allegata una valutazione clinica, viene presentata al servizio dalla famiglia o dai legali rappresentanti e dai Servizi Sociali del Comune di residenza. Il coordinatore e lequipe concorda con famiglia, utente e Servizi Sociali di riferimento linizio del periodo di osservazione, della durata di tre mesi, con lobiettivo di approfondire la conoscenza del nuovo inserito e stendere un progetto individualizzato (PEI).

11 Osservazione Non ammissione Ammissione Stesura P.E.I. Individuazione Educatore di riferimento Presa in carico contratto tra le parti Il servizio sociale indirizza la famiglia ad altri servizi (es. CDD, CSE)

12 ORGANIZZAZIONE Una volta steso il PEI si definisce in quale modulo inserire lutente Modulo formativo: la durata prevista è di 3 anni, allinterno di tale modulo vengono realizzati gli interventi necessari al raggiungimento degli obiettivi previsti nel progetto individualizzato Modulo di consolidamento: la durata prevista è di 2 anni, rivolto a chi non ha ancora completato il modulo formativo e necessita di un accompagnamento per una graduale dimissione dal servizio e una riduzione dellintervento dello S.F.A.

13 Modulo di monitoraggio: facoltativo e riservato a coloro che dopo aver concluso il percorso di consolidamento ed acquisito competenze e autonomia, necessitano di un periodo di monitoraggio e rinforzo per coloro che, pur non avendo frequentato il servizio, necessitano di interventi di sostegno temporaneo per affrontare nuove situazioni di vita o momenti di crisi.

14 PROGETTO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO Il PEI definito per ciascuna persona accolta allo S.F.A. viene conservato nel fascicolo personale presente in archivio e sarà aggiornato periodicamente dalleducatore di riferimento Losservazione deve prestare attenzione agli obiettivi individuali e ai tempi di realizzazione Durante lequipe settimanale verranno affrontati verifiche periodiche sullandamento del progetto, verificati e monitorati gli obiettivi raggiunti o perseguiti.

15 Lequipe educativa collaborerà con le famiglie e la rete dei servizi coinvolti nel progetto svolgerà colloqui individuali con utenti e famiglie parteciperà periodicamente a corsi di formazione usufruirà di una supervisione mensile durante la quale portare eventuali problematiche

16 RELAZIONI CON LE FAMIGLIE DEGLI UTENTI E presente un ufficio a cui rivolgersi per migliorare la qualità del servizio. Il referente è il coordinatore. Gestione reclami: Il coordinatore, previa analisi del reclamo, pone tempestivamente in essere le azioni correttive comunicandole al familiare che ha espresso linsoddisfazione.

17 I reclami unitamente ai suggerimenti pervenuti vengono presi in esame dallequipe e presi in considerazione come indicatori del buon rapporto istaurato tra famiglie e il servizio S.F.A Rilevazione grado di soddisfazione: è stato predisposto un sistema di rilevazione della soddisfazione degli utenti, attraverso lanalisi della qualità percepita dalle famiglie. La periodicità della rilevazione è stata stabilita annuale

18 SPORTELLO DI COUNSELLING E un servizio rivolto a tutti coloro che necessitino di uno spazio dascolto, dove poter intravedere delle soluzioni alternative partendo dalle proprie risorse. Si accede a tale sportello su appuntamento

19 ATTIVITA In base alle indicazioni raccolte dalla famiglia, dal servizio inviante e da quanto è emerso durante il periodo dosservazione verranno individuate le attività adatte e la frequenza con cui svolgerle. Tali attività potranno essere portate avanti individualmente per permettere di acquisire consapevolezza sulle proprie abilità oppure in gruppo dove diviene possibile apprendere osservando gli altri (Il gruppo crea solidarietà punta alle capacità autocorrettive, fornisce supporto e feedback reciproco)

20 NELLO SPECIFICO Laboratorio di assemblaggio e legno potenziare e sviluppare lautonomia incrementare la capacità residua dellutente migliorare le facoltà fisiche, psichiche e sociali Lintegrazione sociale, la coesione di gruppo Laboratorio di informatica si intende favorire il recupero cognitivo utilizzando il personal computer attenzione allincremento della capacità di scrittura, lettura e concentrazione.

21 Biblioteca Sperimentare luscita sul territorio incontrare aspetti della vita quotidiana e conoscere iniziative per lutilizzo del tempo libero incrementare il rapporto con la realtà mediante la lettura dei giornali apprendere nozioni Bocciodromo Attività ludico- ricreativa potenziare e sviluppare il coordinamento attraverso lattività fisica favorire una miglior gestione degli stati emotivi che portano al benessere sviluppare laggregazione attraverso il gioco

22 Piscina Stimolare lo sviluppo psicomotorio Incoraggiare la socializzazione attraverso la presenza e la condivisione con altri La lezione avviene in presenza di un istruttore qualificato. Maneggio Utilizzare una serie di tecniche basate sul rapporto che si instaura tra il paziente e il cavallo Sviluppare il tono muscolare, la coordinazione, l'equilibrio, la comunicazione e il senso di responsabilità. La lezione avviene in presenza di istruttore qualificato.

23 Laboratorio di cucina e cura di sé Cucinare racchiude molteplici esperienze coinvolgendo tutti i canali sensoriali, permette di acquisire abilità di base che aumentino il grado di autonomia e autostima La cura di sé riguarda gli aspetti igienici, ma anche la cura come attenzione al benessere personale, nonché come via gratificante allaccettazione della propria immagine

24 COSTI La retta comprende le attività educative, i materiali, tutti i costi delle attività ordinarie interne ed esterne, esclusi i pasti. Sono soggetti a tariffe ulteriori alla retta i pasti, i soggiorni estivi e le uscite straordinarie.


Scaricare ppt "Servizio Formazione Autonomia OZANAM. Chi è Ozanam ? Ozanam è una cooperativa sociale di tipo B che ha lintento di valutare, progettare e monitorare percorsi."

Presentazioni simili


Annunci Google