La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Educare tantissimo, insegnare quello che è indispensabile I.I.S. Virgilio Floriani Collegio dei Docenti 17 giugno 2011.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Educare tantissimo, insegnare quello che è indispensabile I.I.S. Virgilio Floriani Collegio dei Docenti 17 giugno 2011."— Transcript della presentazione:

1 educare tantissimo, insegnare quello che è indispensabile I.I.S. Virgilio Floriani Collegio dei Docenti 17 giugno 2011

2 Ordine del giorno vidimazione verbale ) Piano offerta formativa: valutazione orientamento in entrata in percorso in uscita 2) Piano offerta formativa: valutazione professionalizzazione in alternanza in impresa in imprenditività 3) Piano offerta formativa: valutazione cittadinanza in attività per la salute in attività per lambiente in attività per la legalità in attività di volontariato 4) Piano offerta formativa: situazione curricolo in problemi aperti (personalizzazione e recupero) in riordino IP e IFP 5) dal POF al MOF (il prima ed il poi): Compiti e Regole rendicontazione per la.s (formazione classi, orario, accogli) per la.s (il POF- il cedolino)

3 Piano offerta formativa : valutazione orientamento a) In entrata (Funzioni strumentali proff. Topo e Riva) Il reclutamento La fase iniziale a.s Tutor e Coordinatori Supporti e attività (Psicologa 1, Liberi Sogni) La formazione (figure educative, corsi IFP) b) In percorso (proff. Galasso, Redaelli, Miriadi, Riva) Alunni stranieri (i progetti USRL e Cariplo, L2) Alunni diversamente abili (dati, struttura, interventi e progetti learning week) Alunni con assistenza domiciliare Alunni fragili (sospensioni, assemblee e Contratto educativo, Non solo scuola (prof. Riva), alternanza (prof. Miriadi), ACLE (prof. Nuzzo), Porto franco c) In uscita (Greco, Pappalardo) Post diploma: università, IFTS

4 a) in alternanza (funzioni strumentali proff. Greco, Pappalardo) Terza area e Alternanza Certificazioni b1) in impresa simulata (proff. Figliomeni, Pacifico) b2) in imprenditività (proff. Greco, Pappalardo) Gestione dimpresa (BRIANZA SOLIDALE) Management game (AIMB) c) in orientamento (proff. Bramati, Della Vedova) Convegno imprese sociali (ARGIS) Convegno green economy (SVILUPPO BRIANZA) Estate verde (ANTES) Campus psicologia e scienze formazione (SCUOLA COMUNITA) professionalizzazione Piano offerta formativa : valutazione professionalizzazione

5 Piano offerta formativa : valutazione cittadinanza a) in attività per la salute (proff. Giudici, Massari) i.Rilevazione nazionale ii.CIC, affettività, Overland, psicologa 2 iii.Adolescenti attivi iv.Malattie mentali (prof. Bramati) b) in attività per lambiente Scuola 21 (prof. Gambini) c) in attività per la legalità (proff. Valenzano,De Marco,Levati ) Trasparency d) in attività di volontariato Associazione Genitori (proff. Redaelli, Riva) Ellisse (prof. Bramati) Eventi 150 anni di donne italiane (prof. de Marco) lindifferenza è incostituzionale (prof. Levati) Sport e legalità – legalità e corruzione (prof. Valenzano) Paraolimpyc al Palaforum di Assago (prof. Della Rosa)

6 Piano offerta formativa : valutazione interventi sul curriculo comportamenti gestione e personalizzazione recupero dei comportamenti La domanda sistema quanto e quali tempi ci diamo per gestire/domare le classi? La questione del calendario annuale La questione dellorario delle lezioni modi e durata La questione dei referenti e degli aiuti tutor e coordinatori psicologa(Rosy Grasso, psicologa ASL, servizi sociali) educatori esterni La questione delle regole condivise entrate-uscite libretti/registri e richiami

7 Piano offerta formativa : valutazione interventi sul curriculo comportamenti gestione e personalizzazione recupero dei comportamenti le domande sugli strumenti Quanto valgono gli strumenti se manca attenzione e speranza? Quali strumenti abbiamo per gestire le classi? procedure di struttura: libretto – sms – lettere e modulistica incontri genitori in entrata, in udienza, in percorso, in chiusura attività in accoglienza (prof. Luciano) tutor e coordinatori (prof. Riva) sospensioni e lavori utili Scuola non solo a scuola (prof. Riva) ACLE (prof. Nuzzo) Porto franco apprendistato (prof. Miriadi) scuola ospedaliera (prof. Miriadi)

8 Piano offerta formativa : valutazione interventi sul curriculo apprendimenti recupero e potenziamento degli apprendimentimotivazioni Associazione genitori (proff. Redaelli e Riva) Progetto genitori non italiani (proff. Valenzano e Galasso) strumenti strumenti help recupero interno/esterno (prof. Luciano) attività libere (proff. De Marco e Levati) stage inglese e viaggi culturali (prof. visite di approfondimento storico e operativo (prof. Arco) certificazioni ICT - francese - guida (prof. Miriadi) inglese madrelingua test universitari musica LAIV (prof. Beretta) e murales giornalino (prof. Teruzzi)

9 Piano offerta formativa : valutazione interventi sul curriculo in situazione di riordino IP e IFP 1) piani di lavoro bisogna produrli perché non ci sono! davvero insieme integrandosi davvero insieme nei compiti con attenzione alle competenze fine ciclo formazione (una domanda spalancata ma bisogno solo parzialmente affrontato) 2) dipartimenti bisogna usarli perché sono utili! strumenti non basta averli laboratori innovazioni libri di testo fotocopie 3) competenze bisogna costruirle perché nonsono date! competenze del biennio – competenze terze IFP

10 Piano offerta formativa : Compiti prossimi Raccolta nominativi formazione classi commissione orario preparazione attività accoglienza Compiti di rendicontazione Valutazione lavoro docente attività di gratuità tempi per la rendicontazione non oltre il 18 giugno regole inderogabili per il riconoscimento 1)eccedenza ore dovute 2) tempistica 3) customer satisfaction 4) pubblicizzazione

11 modalità della valutazione per il riconoscimento attività aggiuntive dei docenti 1) Dichiarazione ore di impegno eccedente il servizio 2) Rendicontazione entro e non oltre il 18 giugno ) Qualitativa (customer satisfactino) rilevazione soddisfazione utenza degli alunni coinvolti nei progetti incisività educativa e didattica del progetto proposte di miglioramento 4) Quantitativa (pubblicabilità dati) dati reali di azione (numero classi e studenti coinvolti) dati reali sul numero discipline e del coinvolgimento della classe lavori prodotti (eventi,relazioni,film e foto,report … e trasmissione) AVVISO Stante le nuove modalità amministrative, la non presentazione della scheda nei tempi indicati compromette definitivamente i riconoscimenti economici

12 Il prossimo autunno le oche selvatiche come sempre punteranno verso sud per trascorrervi linverno. Voleranno in informazione di volo a V, ma quando le vedrai potrai riflettere su ciò che la scienza ha scoperto riguardo al motivo per cui volano in quel modo. Quando ciascun uccello vola, sbatte le ali, e crea così una spinta verso lalto per luccello subito dietro. Volando in formazione a V, lintero stormo aumenta lautonomia di volo di almeno il 71% rispetto ad un uccello che voli da solo. Coloro che condividono una direzione comune ed un senso di comunità arrivano là dove vogliono andare più rapidamente e facilmente, perché viaggiano luno sulla spinta dellaltro. Quando unoca si stacca dalla formazione, avverte improvvisamente la resistenza aerodinamica nel cercare di volare da sola e rapidamente si rimette in formazione per sfruttare la potenza di sollevamento delloca davanti. Quando la prima oca si stanca, si sposta lateralmente ed unaltra oca prende il suo posto di guida. E sensato fare a turno nei lavori esigenti, che si tratti di persone o di oche in volo verso sud. Le oche gridano da dietro, per incoraggiare quelle davanti a mantenere la velocità. Quali messaggi mandiamo quando noi gridiamo da dietro? Quando unoca si ammala o viene ferita da un colpo di fucile ed esce dalla formazione, altre due oche ne escono insieme a lei e la seguono per prestare aiuto e protezione. Rimangono con loca caduta finché non è in grado di volare oppure finché muore; soltanto allora si lanciano per conto loro, oppure con unaltra formazione, per raggiungere nuovamente il gruppo. Se avremo il buon senso di unoca, ci sosterremo a vicenda in questo modo anche nella difficile arte delleducare. A nome dellIIS Floriani Grazie dellimpegno


Scaricare ppt "Educare tantissimo, insegnare quello che è indispensabile I.I.S. Virgilio Floriani Collegio dei Docenti 17 giugno 2011."

Presentazioni simili


Annunci Google