La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

DIREZIONE GENERALE – UFFICIO II Rapporti con la Regione e Progetti europei Ufficio Scolastico Provinciale di Verona Laura Parenti e Laura Donà USP Verona.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "DIREZIONE GENERALE – UFFICIO II Rapporti con la Regione e Progetti europei Ufficio Scolastico Provinciale di Verona Laura Parenti e Laura Donà USP Verona."— Transcript della presentazione:

1 DIREZIONE GENERALE – UFFICIO II Rapporti con la Regione e Progetti europei Ufficio Scolastico Provinciale di Verona Laura Parenti e Laura Donà USP Verona - Ufficio interventi educativi

2 orario 24 ore in presenza due incontri intensivi – dalle 9.00 alle tre mezze giornate – dalle alle Laura Parenti e Laura Donà USP Verona - Ufficio interventi educativi

3 calendario DataRelatoriTema Martedì 15 dicembre 2009 Ore Laura Parenti Laura Donà Presentazione del corso Il significato dellASL Mercoledì 13 gennaio 2010 Ore Laura Donà Roberta Focchiatti Gli aspetti normativo-istituzionali Una ricerca qualitativa nella Regione Veneto dei progetti ASL Martedì 19 gennaio 2010 Ore Donato De Silvestri La personalizzazione dei percorsi Relazione e laboratorio in gruppo Venerdì 29 gennaio 2010 Ore Laura Donà Antonio Gasperi I ruoli e i soggetti coinvolti Relazioni e laboratorio in gruppo Martedì 16 febbraio 2010 Ore Mariangela Icarelli Laura Donà Insegnare per competenze Conclusioni del corso Laura Parenti e Laura Donà USP Verona - Ufficio interventi educativi

4 formazione: perchè? fornire un linguaggio comune ai docenti tutor proporre un modello didattico innovativo centrato su apprendimenti applicativi e situati Laura Parenti e Laura Donà USP Verona - Ufficio interventi educativi

5 I nodi stage/alternanza norme da utilizzare modelli organizzativi ruoli e incarichi esiti monitoraggio progettazione competenze Laura Parenti e Laura Donà USP Verona - Ufficio interventi educativi

6 stage o alternanza? Integrazione del curricolo Integrazione formativa Co-progettazione per inserimento stage Parte integrante del curricolo Metodologia di personalizzazione dellapprendimento Co-progettazione della formazione alternanza Laura Parenti e Laura Donà USP Verona - Ufficio interventi educativi

7 Alternanza: quali finalità? favorire la diffusione della cultura dellAlternanza Scuola Lavoro e la produzione di buone pratiche costruire un sistema di valutazione che integri conoscenze e competenze scolastiche e trasversali Laura Parenti e Laura Donà USP Verona - Ufficio interventi educativi

8 Stipula della convenzione tra i partner antecedente lavvio delle attività Presenza di (almeno) un tutor interno e di un tutor esterno Attività comprese nel monte ore annuale, con possibilità di utilizzo di periodi di sospensione delle lezioni Chiara esplicitazione dei bisogni rilevati e delle competenze attese Progetti destinati a classi o a gruppi provenienti da classi diverse (minimo 15/massimo 30) standard progetti AS-L Studenti che hanno compiuto i 16 anni Durata significativa che si commisura con la reale possibilità di conseguire e attestare le competenze attese Progetti personalizzati destinati a singoli studenti/ a piccoli gruppi di studenti Costituzione del CTS Certificazione delle competenze (riconosciute da entrambi i partner) Modalità e tempi per preventivo di spesa e rendicontazione Laura Parenti e Laura Donà USP Verona - Ufficio interventi educativi

9 I temi delle giornate Il significato e il vocabolario dellAS-L Gli aspetti normativi e istituzionali Le pratiche in uso e la ricerca AS La personalizzazione dei percorsi con la metodologia laboratoriale I ruoli e i soggetti coinvolti nelle azioni AS-L Il modello delle competenze come elemento di fondo per la raccolta degli esiti Laura Parenti e Laura Donà USP Verona - Ufficio interventi educativi

10 metodologia centrata sui soggetti in apprendimento più che sui contenuti 3 tutor daula carattere formativo con momenti misti di relazione e pratica esercitativa in gruppo Laura Parenti e Laura Donà USP Verona - Ufficio interventi educativi

11 patto formativo Sarà fornito un diario di lavoro per ogni giornata Sono proposte esperienze a supporto della conduzione dei progetti Sono previsti spazi di ascolto per flessibilizzare le proposte Occorre mantenere la frequenza in modo costante come garanzia dellattuazione del progetto Si consigliano alcune letture ( i relatori forniranno riferimenti bibliografici essenziali) durante il percorso per meglio comprendere il paradigma sottostante al dispositivo dellASL Laura Parenti e Laura Donà USP Verona - Ufficio interventi educativi

12 esiti formativi personalizzazioneacculturazione Costruzione di competenze significative Laura Parenti e Laura Donà USP Verona - Ufficio interventi educativi

13 Per concludere Realizzare percorsi in alternanza offre unoccasione aggiuntiva di apprendimento competente Arricchisce in motivazione e competenze gli studenti Apre al dialogo con enti e imprese….... e il resto lo scopriremo assieme! Laura Parenti e Laura Donà USP Verona - Ufficio interventi educativi


Scaricare ppt "DIREZIONE GENERALE – UFFICIO II Rapporti con la Regione e Progetti europei Ufficio Scolastico Provinciale di Verona Laura Parenti e Laura Donà USP Verona."

Presentazioni simili


Annunci Google