La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA FORMAZIONE DEL FIDUCIARIO REGIONALE: LA TRATTATIVA REGIONALE S. BRUNATI Sindacato Endoscopisti Digestivi Italiani.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA FORMAZIONE DEL FIDUCIARIO REGIONALE: LA TRATTATIVA REGIONALE S. BRUNATI Sindacato Endoscopisti Digestivi Italiani."— Transcript della presentazione:

1 LA FORMAZIONE DEL FIDUCIARIO REGIONALE: LA TRATTATIVA REGIONALE S. BRUNATI Sindacato Endoscopisti Digestivi Italiani

2 COORDINAMENTO REGIONALE (ART 7) CCNL Ferma restando lautonomia aziendale e secondo protocolli definiti in ciascuna regione con le oo.ss,l e OO.SS firmatarie si confronteranno con la regione su. 1. Formazione manageriale e continua, comprendente laggiornamento professionale e la formazione permanente 2. Verifica entità dei finanziamenti dei fondi di posizione, risultato e condizioni lavoro…fermo restando il valore della spesa regionale. 3. Perequazione dei fondi ex assistenti 4. Perequazione dei fondi per indennità di esclusività di rapporto (regione lombardia: non fondo vincolato ma finanziamento anno x anno in rapporto al numero med )

3 COORDINAMENTO REGIONALE (ART 7) CCNL Ferma rimanendo l'autonomia contrattuale delle aziende ed enti …., le Regioni possono emanare linee generali di indirizzo per lo svolgimento della contrattazione integrativa, previa informazione preventiva (concertazione) alle organizzazioni sindacali firmatarie del presente contratto, nelle seguenti materie relative : a)all'utilizzo delle risorse aggiuntive regionali ed in particolare, a quelle destinate alla retribuzione di risultato che dovrà essere sempre più orientata al raggiungimento degli obiettivi aziendali e regionali; b ) alla realizzazione della formazione manageriale e formazione continua, comprendente laggiornamento professionale e la formazione permanente; c) alle metodologie di utilizzo da parte delle aziende ed enti di una quota dei minori oneri derivanti dalla riduzione stabile della dotazione organica del personale (art. 50, comma 2)

4 COORDINAMENTO REGIONALE (ART 7) CCNL d ) alla modalità di incremento dei fondi in caso di aumento della dotazione organica del personale o dei servizi anche ad invarianza del numero complessivo di essa (art. 53) e) ai criteri generali dei sistemi e meccanismi di valutazione dei dirigenti che devono essere adottati preventivamente dalle aziende, ai sensi dell'art 32, comma 3 f) ai criteri generali per sviluppare a livello aziendale un sistema di controllo, monitoraggio e governo degli orari e delle prestazioni concordate e correlate al raggiungimento del risultato, tenuto anche conto dell'ari. 55, comma 2 del CCNL 8 giugno 2000 relativo alle tipologie di attività (libero) professionali ed ai suoi presupposti e condizioni;

5 COORDINAMENTO REGIONALE (ART 7) CCNL g) ….. ai criteri generali per la razionalizzazione ed ottimizzazione dei servizi di guardia e della loro valorizzazione economica in correlazione con i fondi relativi alle condizioni di lavoro e di risultato ; Ferma rimanendo l'autonomia aziendale, il sistema delle relazioni sindacali regionali, secondo i protocolli definiti in ciascuna Regione con le 00.SS di categoria firmatarie del presente CCNL, prevederà gli argomenti e le modalità di confronto con le medesime su materie aventi riflessi sugli istituti disciplinati dal presente contratto al fine di verificarne lo stato di attuazione, specie con riguardo alle risultanze dellapplicazione degli art. …. solo nei casi di eventuale incapienza dei fondi da utilizzarte(situazione dei fondi dopo i conglobamenti). Il confronto riguarderà la verifica dellentità dei finanziamenti dei fondi di posizione, di risultato e delle condizioni di lavoro di pertinenza delle aziende sanitarie ed ospedaliere………, fermo restando il valore della spesa regionale

6 FONDI RETRIBUZIONE DI RISULTATO (ART 52) CCNL Comma 7 : Le regioni…..possono favorire lassunzione e il perseguimento da parte delle aziende, di obiettivi strategici relativi al consolidamento del processo di riorganizzazionein atto ovvero collegati al reale recupero di margini di produttività, alla cui realizzazione finalizzano lincremento del fondo (comma 5) dell1% del monte salari annuo…..Le regioni possono altresì favorire..interventi di sviluppo occupazionale o interventi correlati a processi riorganizzativi anche a seguito di innovazioni tecnologiche da definirsi in sede di contrattazione integrativa, alla realizzazioni dei quali finalizzeranno un ulteriore quata di incremento dello stesso fondo pari allo 0,2 %

7 FONDI RETRIBUZIONE DI RISULTATO (ART 52) CCNL Comma 7 : La presente clausola è valida sino al , successivamente le predette risosrse aggiuntive regionali sono assegnate al finanziamento dellindennità di esclusività di rapporto La Regione Lombardia non ha mai applicato questo capoverso

8 FONDI RETRIBUZIONE DI RISULTATO (ART 52) CCNL Azienda Ospedaliera Ospedale Civile di Legnano 2003 Monte salari ,2 % Regione Lombardia Risorse aggiuntive regionali 2003 pro capite medico 1807 Risorse Aggiuntive Az. Legnano Fondo risultato medici Az. Legnano

9 Obiettivi Regionali Gli obiettivi che la regione propone, in rapporto al potenziamento dei fondi integrativi (es. Diminuzione delle liste di attesa), possono essere difficilmente raggiungibili con il personale e/o lo strumentario presente in regione.Bisogna pertanto valutare che: Obiettivi Raggiungibili senza aggravi di orario Definiti in tempo e nel tempo Azioni da svolgere possibili in rapporto al personale e strumentario presente Indicatorifacilmente valutabili Non solo finali ma anche intermedi AMMONTARE ECONOMICO compatibile con lattività richiesta DURATAValutare se definirli per 1 o più anni

10 Materie non contrattuali Leggi e circolari regionali Piano sanitario regionale Programmazione regionale dellattività specialistica Carichi di lavoro e programmazione del lavoro Tariffario prestazioni ambulatoriali Drg ricovero ordinario e Day Surgery Tempi di attesa Appropriatezza delle prestazioni Accordi – Convenzioni Regione Università Assicurazioni professionali

11 Scrivere Chiedere Proporre Informare

12 RIASSUNTO 1.risorse aggiuntive regionali ed in particolare, a quelle destinate alla retribuzione di risultato 2.formazione manageriale e formazione continua 3.Metodologia di utilizzo della quota di minori oneri da riduzione della dotazione organica 4.metodologie di utilizzo da parte delle aziende ed enti di una quota dei minori oneri derivanti dalla riduzione stabile della dotazione organica del personale 5.Alla modalità di incremento dei fondi in caso di aumento della dotazione organica 6.ai criteri generali dei sistemi e meccanismi di valutazione dei dirigenti 7.ai criteri generali per sviluppare a livello aziendale un sistema di controllo, monitoraggio e governo degli orari e delle prestazioni concordate 8.criteri generali per la razionalizzazione ed ottimizzazione dei servizi di guardia e della loro valorizzazione economica in correlazione con i fondi relativi alle condizioni di lavoro e di risultato ; 9.argomenti e le modalità di confronto con le medesime su materie aventi riflessi sugli istituti disciplinati dal presente contratto al fine di verificarne lo stato di attuazione


Scaricare ppt "LA FORMAZIONE DEL FIDUCIARIO REGIONALE: LA TRATTATIVA REGIONALE S. BRUNATI Sindacato Endoscopisti Digestivi Italiani."

Presentazioni simili


Annunci Google