La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Introduzione a Scrum. Hirotaka Takeuchi and Ikujiro Nonaka, The New Product Development Game, Harvard Business Review, January 1986. l'approccio a 'staffetta'

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Introduzione a Scrum. Hirotaka Takeuchi and Ikujiro Nonaka, The New Product Development Game, Harvard Business Review, January 1986. l'approccio a 'staffetta'"— Transcript della presentazione:

1 Introduzione a Scrum

2 Hirotaka Takeuchi and Ikujiro Nonaka, The New Product Development Game, Harvard Business Review, January l'approccio a 'staffetta' nello sviluppo di un prodotto... potrebbe entrare in conflitto con l'obiettivo di massimizzare flessibilità & velocità. Al contrario, un approccio olistico (a mischia stile rugby), dove una squadra cerca di avanzare un passo alla volta, potrebbe essere più funzionale per centrare i requisiti di competitività. Stiamo perdendo la staffetta...

3 Caratteristiche fondamentali Team auto-organizzati e auto-gestiti sprint Sviluppo del prodotto suddiviso in scatti mensili (sprint) product backlog Requisiti selezionati autonomamente dal Team da un contenitore di oggetti (product backlog) relativi al prodotto in sviluppo Attività, necessarie nello Sprint per realizzare i requisiti selezionati, elencate in uno Sprint backlog Piena libertà nella scelta delle pratiche ingegneristiche Uso di un generatore di regole necessario alla creazione di un ambiente agile

4 Requisiti accumulati Obiettivo sprint Sprint 2-4 settimane 24 ore Visione complessiva Sprint Backlog Product Backlog Attività Fatto

5 Gli sprint I progetti si evolvono in una serie di sprint Durata tipica da due a quattro settimane La costanza di questo periodo influisce positivamente sul ritmo Progettazione, sviluppo e testing L'analisi e la scelta (obiettivi) dei requisiti viene svolta prima dello sprint

6 Atomicità dello sprint Le attività contenute nello Sprint backlog non possono essere modificate durante lo sprint stesso Modifica

7 Product Owner Scrum Master Team Ruoli Pianificazione Sprint Revisione Sprint Analisi Sprint Riunione quotidiana Riunioni Product Backlog Sprint Backlog Release/Sprint Burndown Documenti Scrum framework

8 I RUOLI

9 Product Owner Definisce i requisiti del prodotto Continua interazione con il committente Decide le date di rilascio ed i contenuti E' responsabile del valore del prodotto Stabilisce le priorità dei requisiti nello sviluppo In accordo alle necessità di mercato Accetta o rigetta i risultati del lavoro

10 Scrum Master È il Team Leader Interfaccia il management con il team E' responsabile nell'implementare la cultura Scrum nel Team Rimuove eventuali impedimenti Assicura la produttività al team Lo protegge da interferenze esterne Permette la cooperazione tra i ruoli e le funzioni

11 Il team Ristretto Formato tipicamente da 5-9 unità Cross-funzionale Per esempio, nello sviluppo SW, programmatori, disegnatori, tester, progettisti di interfacce, etc. Focalizzato sull'obiettivo Tutti i membri sono a tempo pieno Però si ammettono eccezioni

12 Il team (cont) Auto-organizzato Nessuna denominazione specifica Componenti liberi da ogni vincolo organizzativo Coerente La composizione può cambiare soltanto tra uno sprint e il successivo Il team si forma prima di ogni nuova iterazione ma tendenzialmente dovrebbe essere stabile

13 LE RIUNIONI

14 Analisi (4 ore) Analizzare e valutare i requisiti di prodotto Selezionare obiettivo dello sprint Progettazione (4 ore) Decidere come raggiungere l'obiettivo Creare lista di azioni da intraprendere in base ai requisiti Stimare la durata (in ore) delle azioni che vanno intraprese Obiettivo Azioni Condizioni economiche Capacità della squadra Lista requisiti Tecnologia Prodotto corrente Pianificazione sprint

15 Pianificazione sprint (cont) Il team seleziona le funzionalità che è in grado di realizzare nello sprint sprint backlog Viene creata la lista di azioni da intraprendere (sprint backlog) Ciascuna attività viene identificata e temporalmente stimata (durata max attività 16 ore) Lavoro collaborativo Esempio: in un'applicazione (SW) per pianificare vacanze, vorrei vedere le foto degli alberghi. Codifica del middle tier (8 ore) Codifica dell'interfaccia utente (4) Scrittura configurazioni di test (4) Codifica della classe paperino (6) Aggiornamento dei test di performance (4)

16 Riunione giornaliera Caratteristiche Quotidiana 15 minuti In piedi Non deve risolvere i problemi ma evidenziarli Aperta agli esterni Solo i membri del team, lo scrum master ed il product owner hanno diritto di parola È lunico tipo di riunioni ammesso durante lo sprint

17 Riunione giornaliera (cont) Ciascun membro del team si pone le tre seguenti domande: Cosa hai fatto ieri? Cosa farai oggi? Problemi incontrati / incontrabili? Queste risposte non servono per controllo ma per stimolare il confronto fra Idee Sono semplici resoconti fatti alla platea

18 Scrum-Ban Applicazione della tecnica Kanban nel ambito del Framework Scrum (Scrum non limita gli item per stato in quanto ha un numero totale di item limitato, limita il tempo) Rappresentazione visiva delle operazioni: Da svolgere In svolgimento Concluse

19 Revisione dello sprint Il team presenta i risultati ottenuti durante lo sprint Ad esempio in ambito SW, una demo di nuove funzionalità o un innovazione architetturale,.. Informale Durata di circa due ore Senza diapositive Partecipazione di tutti i membri del team Aperta agli esterni

20 Analisi dello sprint Periodico controllo di verifica Cosa funziona e cosa ancora no Durata di circa 15 / 30 minuti Eseguito dopo ogni sprint, prima del successivo Partecipazione di tutte le persone coinvolte Product owner Scrum master Team Etc.

21 Analisi dello sprint (cont) Confronto tra i partecipanti sulle attività da: Intraprendere Abbandonare Continuare Esistono tanti modi per eseguire l'analisi dello sprint

22 I DOCUMENTI (Artefatti)

23 Product Backlog Contenitore di requisiti, funzionali e non, che rappresentano un valore per il committente Aggiornato in modo continuo Priorità stabilite dal product owner Prima di ogni sprint Analisi dei requisiti da soddisfare effettuata prima di ogni sprint Produce la lista delle attività da eseguire Questa è la rappresentazione

24 Sprint Backlog Contenitore delle attività necessarie ad implementare i requisiti del product backlog selezionati Sono stabilite durante la pianificazione dello sprint Ciascun membro del team Sceglie il lavoro da fare e ne è responsabile I compiti non devono mai essere assegnati Stima quotidianamente quanto lavoro rimane

25 Sprint Backlog La durata dello sprint può essere eventualmente allungata Questa è la rappresentazione

26 Sprint Burndown Rappresentazione grafica delle ore necessarie al team per ogni giorno della settimana

27 Scalabilità Un progetto può essere sviluppato da molteplici scrum team in gerarchia Fattori di scalabilità Tipologia di applicazione Dimensione dei team Dispersione dei team Durata del progetto Esistono esempi di progetti che hanno coinvolto più di 500 persone

28 Scrum degli scrum

29 Scrum degli scrum (cont)

30


Scaricare ppt "Introduzione a Scrum. Hirotaka Takeuchi and Ikujiro Nonaka, The New Product Development Game, Harvard Business Review, January 1986. l'approccio a 'staffetta'"

Presentazioni simili


Annunci Google