La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ministero della Giustizia Corte dAppello di Roma Scuola di Formazione Assistente giudiziario Corso di formazione in materia di competenze della figura.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ministero della Giustizia Corte dAppello di Roma Scuola di Formazione Assistente giudiziario Corso di formazione in materia di competenze della figura."— Transcript della presentazione:

1 Ministero della Giustizia Corte dAppello di Roma Scuola di Formazione Assistente giudiziario Corso di formazione in materia di competenze della figura professionale Assistente giudiziario A cura di : Maria Maddalena e Renata Pennucci - Dirigenti Ispettori

2 flussi di spesa

3 Flussi di spesa testo unico stà a significare: testo unico stà a significare: a)condivisione dei concetti guida; b)percezione dei flussi di spesa; c)ipotizzare ed attuare soluzioni tecnico-organizzative. Per raggiungere lobiettivo è necessario Per raggiungere lobiettivo è necessario: rappresentarsi il tema oggetto della progettazione e dellapprendimento; rammentarsi il percorso progettuale da seguire; rammentarsi il percorso progettuale da seguire; condividere ; percepire;ipotizzare percepire;ipotizzare i flussi di spesa i flussi di spesa

4 segue: i flussi di spesa rappresentarsi i risultati del lavoro svolto in ciascuna fase lavorativa; rappresentarsi i risultati del lavoro svolto in ciascuna fase lavorativa; abituarsi a rappresentare il risultato del proprio lavoro; abituarsi a rappresentare il risultato del proprio lavoro; rendere fruibile ai vari interlocutori che si incontrano il risultato e lobiettivo del lavoro personale; rendere fruibile ai vari interlocutori che si incontrano il risultato e lobiettivo del lavoro personale; rappresentar e condividere

5 segue: i flussi di spesa rappresentarsi i risultati del lavoro svolto in ciascuna fase lavorativa; rappresentarsi i risultati del lavoro svolto in ciascuna fase lavorativa; abituarsi a rappresentare il risultato del proprio lavoro; abituarsi a rappresentare il risultato del proprio lavoro; rendere fruibile ai vari interlocutori che si incontrano il risultato e lobiettivo del lavoro personale; rendere fruibile ai vari interlocutori che si incontrano il risultato e lobiettivo del lavoro personale; rappresentar e condividere

6 segue: i flussi di spesa rappresentazione e condivisione rappresentazione e condivisione per rappresentare e condividere è necessario: per rappresentare e condividere è necessario: avere un Tema (approccio; leve; sistemi; attori); avere un Tema (approccio; leve; sistemi; attori); ed ipotizzare uno Scenario (sollecitazioni; opportunità; criticità e vincoli); ed ipotizzare uno Scenario (sollecitazioni; opportunità; criticità e vincoli); In particolare le sollecitazioni nel nostro caso derivano da: leggi leggi comunicazione interna comunicazione interna

7 le sollecitazioni le sollecitazioni In particolare nel nostro caso derivano da: norme in vigore norme in vigore comunicazione interna comunicazione interna

8 Leggi Leggi Testo Unico spese di giustizia Testo Unico spese di giustizia Circolari e note Circolari e note Comunicazione interna Comunicazione interna dialogo con clienti interni ed esterni (funzionario delegato Procura generale\Corte dAppello e\o Tribunale\Procura della Repubblica; Agenzia delle Entrate, colleghi; referenti in rete ecc.). dialogo con clienti interni ed esterni (funzionario delegato Procura generale\Corte dAppello e\o Tribunale\Procura della Repubblica; Agenzia delle Entrate, colleghi; referenti in rete ecc.). Circolazione informazione interna: diffusione interrelazioni e quesiti. Circolazione informazione interna: diffusione interrelazioni e quesiti. segue: le sollecitazioni

9 tecnologia tecnologia innovazioni tecnologiche; innovazioni tecnologiche; tecnologia come implementazione dei servizi periferici; tecnologia come implementazione dei servizi periferici; informatizzazione dei servizi informatizzazione dei servizi personale personale richiesta di crescita professionale. richiesta di crescita professionale. segue: le sollecitazioni

10 opportunità Comunicazione Comunicazione migliorare il dialogo; migliorare il dialogo; condividere le informazioni allinterno dellufficio e tra gli uffici del distretto; condividere le informazioni allinterno dellufficio e tra gli uffici del distretto; Rafforzamento dellidentità professionale. Rafforzamento dellidentità professionale. Professionalizzazione Professionalizzazione accrescimento delle capacità gestionali dei funzionari; accrescimento delle capacità gestionali dei funzionari; Potenziamento delle competenze professionali. Potenziamento delle competenze professionali.

11 segue: opportunità Qualità del lavoro Qualità del lavoro miglioramento dei tempi di lavoro; miglioramento dei tempi di lavoro; miglioramento delle condizioni di lavoro ; miglioramento delle condizioni di lavoro ; semplificazionedelle procedure semplificazione delle procedure.

12 Organizzazione Organizzazione innovare lorganizzazione attraverso nuove metodologie di lavoro; innovare lorganizzazione attraverso nuove metodologie di lavoro; partecipazione allorganizzazione dei capi area e settore; partecipazione allorganizzazione dei capi area e settore; valorizzazione delle risorse umane; valorizzazione delle risorse umane; razionalizzazione delle risorse umane in relazione alle potenzialità professionali ; razionalizzazione delle risorse umane in relazione alle potenzialità professionali ; incentivazione del personale sotto il profilo motivazionale. incentivazione del personale sotto il profilo motivazionale. segue: opportunità CapiareaCapiareaInnovare;Valorizzare;IncentivareInnovare;Valorizzare;Incentivare

13 segue: criticità Cultura Cultura non adeguata preparazione di dirigenti e funzionari ad affrontare il mutamento alla luce delle nuove tecnologie; non adeguata preparazione di dirigenti e funzionari ad affrontare il mutamento alla luce delle nuove tecnologie; resistenza degli operatori del settore ad inserirsi nel nuovo contesto tecnologico che viene a sconvolgere le consolidate certezze dei processi lavorativi; resistenza degli operatori del settore ad inserirsi nel nuovo contesto tecnologico che viene a sconvolgere le consolidate certezze dei processi lavorativi; orientamento alladempimento e non al risultato; orientamento alladempimento e non al risultato; assenza di indirizzo nellinterpretazione delle norme del T.U. assenza di indirizzo nellinterpretazione delle norme del T.U.

14 Area dintervento Area dintervento insufficienza delle risorse umane; insufficienza delle risorse umane; insorgenza di bisogni formativi legati a particolari necessità ; insorgenza di bisogni formativi legati a particolari necessità ; inadeguata distribuzione del personale sul territorio; inadeguata distribuzione del personale sul territorio; decremento delle risorse umane. decremento delle risorse umane. normativa normativa limiti derivanti dalle regole di contabilità di Stato; limiti derivanti dalle regole di contabilità di Stato; assenza di regime premiale assenza di regime premiale segue: criticità

15 i vincoli £ £ £ budget £ £ £ vincolato a norme e procedure che non consentono margini di gestione autonoma della spesa (divieto di storno fra capitoli) ; vincolato a norme e procedure che non consentono margini di gestione autonoma della spesa (divieto di storno fra capitoli) ; incertezza, ad inizio anno, del budget disponibile; incertezza, ad inizio anno, del budget disponibile; limite di spesa. limite di spesa. tempo tempo tempo disponibile; tempo disponibile; limite di tempo. limite di tempo.

16 segue: i vincoli regole regole esigenze di servizio; esigenze di servizio; norme e regolamenti; norme e regolamenti; obbligo allutilizzo di un applicativo (es. protocollo informatico) ; obbligo allutilizzo di un applicativo (es. protocollo informatico) ; rispetto regole interne (organizzazione) ; rispetto regole interne (organizzazione) ; rispetto regole normative (circolari) ; rispetto regole normative (circolari) ; limiti fattivi e strutturali (accesso internet); limiti fattivi e strutturali (accesso internet); Vista la Circolare protocollo

17 progettazione progettare esaminare vincoli, criticità ma anche le opportunità ecc. al fine progettare/negoziare con il committente lobiettivo da raggiungere; obiettivo obiettivo ¶ ¶ lobiettivo deve essere negoziato tenendo presente: le risorse a disposizione ; le risorse a disposizione ; lidea che ci si è fatti del problema da affrontare; lidea che ci si è fatti del problema da affrontare; le possibilità per attuarlo. le possibilità per attuarlo. Entro il … devo ottenere la tale cosa

18 analisi analisi analisi è necessaria per: formalizzare la situazione di partenza; formalizzare la situazione di partenza; approfondire la conoscenza del tema al fine di evidenziare le aree su cui orientare la progettazione del miglioramento. approfondire la conoscenza del tema al fine di evidenziare le aree su cui orientare la progettazione del miglioramento. metodologia metodologia specificare lo/gli strumenti usati; specificare lo/gli strumenti usati; raccogliere documenti, interviste, questionari ecc. raccogliere documenti, interviste, questionari ecc. La situazione può essere così riassunta devo proce dere …..

19 segue: analisi domande domande cosa abbiamo allo stato attuale? cosa abbiamo allo stato attuale? quale organizzazione? quale organizzazione? quale il contesto sul quale intervenire? quale il contesto sul quale intervenire? quali sono gli strumenti tecnici in nostro possesso? quali sono gli strumenti tecnici in nostro possesso? che tipo di comunicazione interna? che tipo di comunicazione interna? quali risorse umane? quali risorse umane? che grado di preparazione? che grado di preparazione?

20 segue: analisi monitorare monitorare rilevare le esperienze di successo maturate presso realtà similari ; rilevare le esperienze di successo maturate presso realtà similari ; rilevare le esperienze di successo diverse dalla nostra realtà per raccogliere stimoli creativi ; rilevare le esperienze di successo diverse dalla nostra realtà per raccogliere stimoli creativi ; utilizzare gli stimoli raccolti per la progettualità da esprimere successivamente utilizzare gli stimoli raccolti per la progettualità da esprimere successivamente scopo scopo progettare la soluzione ottimale al problema. progettare la soluzione ottimale al problema.

21 nella 1^ fase lassetto organizzativo ipotizzato prevede una serie di collegamenti nella 1^ fase lassetto organizzativo ipotizzato prevede una serie di collegamenti per gruppi di posta elettronica: tra tutti i responsabili del servizio spese di giustizia nei tribunali o nelle procure del distretto e lufficio del funzionario delegato; tra tutti i responsabili del servizio spese di giustizia nei tribunali o nelle procure del distretto e lufficio del funzionario delegato; consultivo on-line con la rete dei funzionari delegati sul territorio nazionale e con i funzionari dellagenzia delle entrate; consultivo on-line con la rete dei funzionari delegati sul territorio nazionale e con i funzionari dellagenzia delle entrate; verticale tra lufficio del funzionario delegato e il referente ministeriale; verticale tra lufficio del funzionario delegato e il referente ministeriale; segue: una ipotesi concreta stò meditando

22 quesiti quesiti Ogni quesito o dubbio operativo del singolo tribunale o della singola procura verrà inoltrato (via ) ad uno degli indirizzi dellufficio del funzionario delegato e contemporaneamente, (per conoscenza), a tutti gli incaricati dei tribunali o delle procure del distretto; Ogni quesito o dubbio operativo del singolo tribunale o della singola procura verrà inoltrato (via ) ad uno degli indirizzi dellufficio del funzionario delegato e contemporaneamente, (per conoscenza), a tutti gli incaricati dei tribunali o delle procure del distretto; segue: una ipotesi concreta

23 risposta risposta ogni risposta sarà diffusa, a cura del funzionario delegato, via non solo allufficio che ha sollevato il problema o il dubbio ma a tutti gli uffici del distretto. ogni risposta sarà diffusa, a cura del funzionario delegato, via non solo allufficio che ha sollevato il problema o il dubbio ma a tutti gli uffici del distretto. vantaggi vantaggi univocità ed uniformità nelle informazioni; univocità ed uniformità nelle informazioni; comunicazioni pressoché in tempo reale; comunicazioni pressoché in tempo reale; notevole risparmio in termini economici. notevole risparmio in termini economici. Vista la richiesta della procura di….; Lanalisi della documentazione consiglia la seguente soluzione

24 segue: una ipotesi concreta Nessunaltra procura o tribunale, inoltre, avanzerà un quesito sullo stesso argomento; Nessunaltra procura o tribunale, inoltre, avanzerà un quesito sullo stesso argomento; precauzioni precauzioni richiedere sempre conferma di lettura della risposta trasmessa dal funzionario delegato e domanda inviata al funzionario delegato. richiedere sempre conferma di lettura della risposta trasmessa dal funzionario delegato e domanda inviata al funzionario delegato. Si trasmetta a cura della segreteria a tutti gli segreteria a tutti gli Uffici del distretto il funzionario delegato

25 segue: una ipotesi concreta collegamenti con referenti collegamenti con referenti il collegamento con i referenti dellagenzia delle entrate e con la rete dei funzionari delegati consentirà lindividuazione delle soluzioni migliori ai problemi più complessi di natura fiscale e normativa che potranno verificarsi qualora il funzionario delegato non abbia ex se la soluzione immediata. il collegamento con i referenti dellagenzia delle entrate e con la rete dei funzionari delegati consentirà lindividuazione delle soluzioni migliori ai problemi più complessi di natura fiscale e normativa che potranno verificarsi qualora il funzionario delegato non abbia ex se la soluzione immediata. Si trasmetta a cura della segreteria a tutti gli segreteria a tutti gli Uffici del distretto il funzionario delegato

26 segue: una ipotesi concreta la soluzione trovata, con lausilio del referente dellagenzia delle entrate o dei colleghi funzionari delegati sarà diffusa a tutti i tribunali o a tutte le procure del distretto. la soluzione trovata, con lausilio del referente dellagenzia delle entrate o dei colleghi funzionari delegati sarà diffusa a tutti i tribunali o a tutte le procure del distretto. risposta non conforme risposta non conforme se la risposta del funzionario dellagenzia delle entrate risultasse non conforme al T.U. o alle circolari ministeriali, allora no risposta agli uffici ma quesito al ministero; se la risposta del funzionario dellagenzia delle entrate risultasse non conforme al T.U. o alle circolari ministeriali, allora no risposta agli uffici ma quesito al ministero; ritenuta la questione di interesse generale dispone trasmettere al ministero

27 segue: una ipotesi concreta risposta non conforme risposta non conforme se nessuno dei funzionari delegati sul territorio dispone di un precedente o di una soluzione idonea, il problema sarà rimesso al Ministero in forma di quesito. se nessuno dei funzionari delegati sul territorio dispone di un precedente o di una soluzione idonea, il problema sarà rimesso al Ministero in forma di quesito. 2^ fase di progettazione 2^ fase di progettazione nella 2^ fase lassetto organizzativo ipotizzato prevede una serie di collegamenti esterni che coinvolgono il ministero: nella 2^ fase lassetto organizzativo ipotizzato prevede una serie di collegamenti esterni che coinvolgono il ministero: Progettarerisolvere

28 segue: una ipotesi concreta obiettivi del progetto obiettivi del progetto riduzione del numero dei quesiti in materia di spese di giustizia trasmessi al ministero dagli uffici di tribunale o di procura, rectius, dalle corti di appello o dalle procure generali (sino al 50% ); riduzione del numero dei quesiti in materia di spese di giustizia trasmessi al ministero dagli uffici di tribunale o di procura, rectius, dalle corti di appello o dalle procure generali (sino al 50% ); riduzione dei tempi di problem solving (sino al 50% - da calcolare un tempo medio precedente ); riduzione dei tempi di problem solving (sino al 50% - da calcolare un tempo medio precedente ); risultati attesi ed indicatori di misura risultati attesi ed indicatori di misura percentuale di soluzioni ai quesiti entro tre mesi (occorre il dato precedente); percentuale di soluzioni ai quesiti entro tre mesi (occorre il dato precedente);

29 Flussi di spesa e foglio delle notizie Limportanza del monitoraggio della spesa e dellosmosi progettuale è evidente nella gestione del foglio delle notizie dove per la prima volta si è voluto imporre regole e modalità di gestione univoche Limportanza del monitoraggio della spesa e dellosmosi progettuale è evidente nella gestione del foglio delle notizie dove per la prima volta si è voluto imporre regole e modalità di gestione univoche il foglio delle notizie rappresenta quindi lattuazione concreta dei principi in tema di flussi di spesa il foglio delle notizie rappresenta quindi lattuazione concreta dei principi in tema di flussi di spesa

30 Il testo unico: principi generali T.U. Spese

31 Le Finalita del Testo Unico: Riordino normativo Riordino normativo Armonizzazione della materia Armonizzazione della materia Semplificazione delle procedure ed organizzativa Semplificazione delle procedure ed organizzativa Semplificazione del linguaggio Semplificazione del linguaggio Informatizzazione Informatizzazione

32 T.U. sulle spese di giustizia; D.m istitutivo dei registri ex art. 161 T.u. spese di giustizia; Circolare ministeriale n. 9 del relativa alla tenuta dei registri obbligatori istituiti ex art.161; Circolare 15 marzo 2006 c.d. circ. Iannini in tema di razionalizzazione della spesa Disposizioni normative

33 Organizzazione del lavoro Organizzazione del lavoro, avendo presente la rappresentazione del processo di accertamento e di recupero delle spese di giustizia; Unificazione della spesa Unificazione della spesa, in quanto pur prevedendo distinti registri (spese anticipate dallerario e spese prenotate a debito) sul foglio notizie vengono iscritte entrambe le tipologie di spesa; Coerenza economico - organizzativa Coerenza economico - organizzativa per una amministrazione chiamata a disporre, gestire e controllare la spesa; Innovazioni del Testo Unico

34 Controllabilità della spesa, infatti, lidea che la spesa di giustizia sia incontrollabile e legata esclusivamente ad eventi causali viene soppiantata dallidea che, come tutto ciò che ha un costo, anche le spese di giustizia debbono rispondere a criteri di economicità, efficacia ed efficienza; Il primo passo verso leconomicità è la semplificazione ed uniformità del processo del lavoro del personale delle cancellerie in materia di annotazione delle spese ripetibili e non. Segue: Innovazioni del Testo Unico

35 I registri S istemi I nformativi A mministrazio ne

36 Dec. Interministeriale : Registri di cui allart. 161 T.U. – in vigore dal 1° luglio 2003 Listituzione dei registri è lesempio della semplificazione delle Listituzione dei registri è lesempio della semplificazione delle Procedure imposta dal T.U.: tre soli registri per tutte le attività relative alla gestione della spesa ; I registri sono individuati sulla base delle funzioni da annotare; I registri sono individuati sulla base delle funzioni da annotare; Tassativamente individuati gli Uffici presso cui devono essere Tassativamente individuati gli Uffici presso cui devono essere tenuti i registri (art. 162 T.U.); Annotazioni del Registro (Secondo le Avvertenze e le Istruzioni) Annotazioni del Registro (Secondo le Avvertenze e le Informatizzazione delle procedure

37 Segue: i registri Precedenti: Spese anticipate (mod. 12) Spese anticipate (mod. 12) Campione civile (mod. 20) Campione civile (mod. 20) Campione fallimentare (mod. 20) Campione fallimentare (mod. 20) Campione penale (mod. 29) Campione penale (mod. 29) Tavola alfabetica (mod. 18) Tavola alfabetica (mod. 18) Registro dei ruoli (mod. 42) Registro dei ruoli (mod. 42) Eventuali registri di comodo Eventuali registri di comodo Attuali: Pagamento da parte dellerario –Mod. 1A/SG (registro delle spese pagate) Pagamento da parte dellerario –Mod. 1A/SG (registro delle spese pagate) Prenotazione a debito - Mod. 2A/SG (registro delle spese prenotate) Prenotazione a debito - Mod. 2A/SG (registro delle spese prenotate) Riscossione - Mod. 3SG (registro dei crediti e delle successive vicende Riscossione - Mod. 3SG (registro dei crediti e delle successive vicende

38 Modelli (1/A/SG e 1/B/SG) Uffici: giudicanti e requirenti tutti, uffici di sorveglianza con esclusione della Corte di Cassazione; Uffici: giudicanti e requirenti tutti, uffici di sorveglianza con esclusione della Corte di Cassazione; Ufficio N.E.P.. Ufficio N.E.P.. I registri devono essere tenuti nel rispetto delle Avvertenze e le Istruzioni (allegate al registro) I registri devono essere tenuti nel rispetto delle Avvertenze e le Istruzioni (allegate al registro) Registro delle Spese Pagate dallerario

39 Modelli (2/A/SG e 2/B/SG) Uffici: giudicanti e requirenti tutti compresa la Corte di Cassazione; Uffici: giudicanti e requirenti tutti compresa la Corte di Cassazione; Ufficio N.E.P.. Ufficio N.E.P.. I registri devono essere tenuti nel rispetto delle Avvertenze e le Istruzioni (allegate al registro) I registri devono essere tenuti nel rispetto delle Avvertenze e le Istruzioni (allegate al registro) Registro delle Spese Prenotate a Debito

40 Registro dei Crediti da Recuperare e delle Vicende Successive del Credito Modelli (3SG) Uffici: giudicanti tutti con esclusione della Corte di Cassazione; Uffici: giudicanti tutti con esclusione della Corte di Cassazione; Uffici penitenziari; Uffici penitenziari; I registri devono essere tenuti nel rispetto delle Avvertenze e le Istruzioni (allegate al registro)

41 Istruzioni e Avvertenze - tenuta registri Per assicurare la corretta tenuta dei registri imposto lobbligo del V° mensile che attesta la regolarità delle iscrizioni. Per assicurare la corretta tenuta dei registri imposto lobbligo del V° mensile che attesta la regolarità delle iscrizioni. Nel Mod. 1/A/SG (Registro delle spese anticipate dallErario); Mod. 2/A/SG (Registro delle spese prenotate a debito) e Mod. 3/SG (Registro dei crediti da recuperare e delle successive vicende del credito) la chiusura mensile è riservata al dirigente che può delegarla al funzionario con provvedimento formale, purché persona diversa da quella responsabile del servizio. regolareregolare tenuta V° per

42 La circolare n. 9 del 2003 Principi generali

43 La Circolare Ministeriale n. 9/03 del Istituzione dei Registri previsti dallart. 161 T.U. Finalità:Agevolare lattivita degli Uffici durante la Fase Transitoria in attesa del nuovo regime unico che sarà attuato con la completa informatizzazione degli uffici (progetto S.I.A.M.M.). Finalità: Agevolare lattivita degli Uffici durante la Fase Transitoria in attesa del nuovo regime unico che sarà attuato con la completa informatizzazione degli uffici (progetto S.I.A.M.M.).

44 Circolare n. 9\03 : principi per la tenuta del Foglio Notizie Redazione (e Chiusura) in ogni fase e grado del processo ( consigliabile formare apposito sottofascicolo); Redazione (e Chiusura) in ogni fase e grado del processo ( consigliabile formare apposito sottofascicolo); Annotazione dellimposta di registro (se ricorrono i presupposti della prenotazione a debito); Annotazione dellimposta di registro (se ricorrono i presupposti della prenotazione a debito); Individuazione (dirigente: deve) di uno o più responsabili della tenuta del foglio (fase dellannotazione); Individuazione (dirigente: deve) di uno o più responsabili della tenuta del foglio (fase dellannotazione); Individuazione (dirigente: deve) di uno o più responsabili della chiusura del foglio (fase della sottoscrizione); Individuazione (dirigente: deve) di uno o più responsabili della chiusura del foglio (fase della sottoscrizione); il dirigente Vista la circolare; Ritenuto che; dispone

45 Individuazione di uno o più responsabili della tenuta e della chiusura del foglio (fase dellannotazione e della sottoscrizione) per le spese sostenute dagli uffici N.E.P. ( in caso di ammissione al patrocinio o quando è parte una P.A., al momento del deposito dellatto notificato e per le sole spese ripetibili); Individuazione di uno o più responsabili della tenuta e della chiusura del foglio (fase dellannotazione e della sottoscrizione) per le spese sostenute dagli uffici N.E.P. ( in caso di ammissione al patrocinio o quando è parte una P.A., al momento del deposito dellatto notificato e per le sole spese ripetibili); La sottoscrizione costituisce assunzione di responsabilità (in caso di mancato recupero la responsabilità ricade su colui che aveva lobbligo di annotare la spesa e non su che ha il compito di recuperare). La sottoscrizione costituisce assunzione di responsabilità (in caso di mancato recupero la responsabilità ricade su colui che aveva lobbligo di annotare la spesa e non su che ha il compito di recuperare). Segue: Circolare n. 9\03: principi per la tenuta del Foglio Notizie

46 Il foglio delle notizie principi generali principi generali ح ثع ح Le spese ح ثع ح

47 Il Foglio delle Notizie (Art. 280 T.U.) In attesa del completamento del processo di Informatizzazione: Unifica le voci di spesa maturate nel corso del procedimento; Unifica le voci di spesa maturate nel corso del procedimento; Strumento per il recupero delle spese del procedimento; Strumento per il recupero delle spese del procedimento; Strumento per il controllo della spesa; Strumento per il controllo della spesa; Strumento per la presa in carico della spesa nel Registro dei Crediti da recuperare Strumento per la presa in carico della spesa nel Registro dei Crediti da recuperare

48 Spese da Annotare nel Foglio Notizie Quelle iscritte nel registro delle spese pagate dallerario solo se ripetibili (art. 280 co. 2 T.U.) Quelle iscritte nel registro delle spese prenotate a debito tutte (art. 280 co. 2 T.U.)

49 Spesa Spesa è il costo per un servizio ; Servizio Servizio è l espressione di una funzione di rilevanza pubblica. Spesa e servizio = Costo del procedimento Spesa e servizio = Costo del procedimento Spesa e servizio

50 Spesa e processo penale laregola generale è sancita nellart. 4: le spese del processo penale sono anticipate dallerario…… la regola generale è sancita nellart. 4: le spese del processo penale sono anticipate dallerario…… le spese relative agli atti chiesti dalle parti private (es. perizia di parte) salvo lipotesi in cui la parte è ammessa al patrocinio; eccezioni: a)le spese relative agli atti chiesti dalle parti private (es. perizia di parte) salvo lipotesi in cui la parte è ammessa al patrocinio; la pubblicazione della sentenza di condanna, ai sensi dellart.694 primo comma c.p.p.. b) la pubblicazione della sentenza di condanna, ai sensi dellart.694 primo comma c.p.p..

51 Spese ripetibile e non Ripetibile lo Stato recupera il costo del servizio prestato o meglio pone in essere le procedure per recuperare quanto anticipato; Ripetibile lo Stato recupera il costo del servizio prestato o meglio pone in essere le procedure per recuperare quanto anticipato; Non ripetibile lo Stato sopporta il costo del servizio e non attua alcuna procedura per recuperare quanto anticipato. Non ripetibile lo Stato sopporta il costo del servizio e non attua alcuna procedura per recuperare quanto anticipato. La non ripetibilità è prevista dalla legge.

52 Spese ripetibili Notifiche: spedizione, diritti; Trasferta degli ufficiali giudiziari (Art. 44 T.U. spetta come trasferta il trattamento di missione quando assiste il Magistrato e in aggiunta un indennità pari a 0,52 per ogni ora o frazione di ora quale riconoscimento per il tempo impiegato per la redazioni degli atti); Processo: trasferte per il compimento di atti che si svolgono fuori sede; Testimonianza: spese e trasferta; Custodi: indennità di custodia;

53 Ausiliari del magistrato: spese e trasferta, onorario e quelle per il compimento di atti specifici (es. analisi tossicologica); Provvedimento magistrato: importo pagato per la pubblicazione; Demolizione di opere e ripristino dei luoghi: ciò che è stato anticipato per demolire lopera o per ripristinare la situazione precedente; Detenuti: mantenimento in carcere; Spese straordinarie. Segue: Spese ripetibili

54 Sono quelle non esplicitamente previste nel testo unico e ritenute indispensabili dal magistrato; Pagamento: il magistrato applicherà, se compatibili, gli articoli 61, 62 e 63 e l'articolo 277 e per la liquidazione utilizzerà i prezzari analoghi; Pagamento: il magistrato applicherà, se compatibili, gli articoli 61, 62 e 63 e l'articolo 277 e per la liquidazione utilizzerà i prezzari analoghi; Il titolo di pagamento è costituito dal decreto. Il titolo di pagamento è costituito dal decreto. Spese straordinarie

55 Spese non ripetibili Magistrati onorari, giudici popolari, esperti: quanto pagato come indennità ( art. 41 T.U.); Magistrati ordinari: trasferte pagate quando il dibattimento si svolge in luogo diverso da quello di normale convocazione della Corte ( art. 42 T.U.); Rogatorie allestero: costi per attuare la procedura; Estradizione da e per lestero: quanto necessario per estradare il soggetto. Per la liquidazione delle spese di cui allart. 41 e 42 del T.U. si applicano le disposizioni previste per il trattamento di missione dei dipendenti statali

56 Spesa e processo civile (art. 8 t.u.) Principio generale : ciascuna parte provvede alle spese degli atti processuali che compie e di quelli che chiede e le anticipa per gli atti necessari al processo quando lanticipazione è posta a suo carico dalla legge o dal magistrato. Eccezione: parte ammessa al patrocinio a spese dello Stato, le spese sono anticipate dallerario o prenotate a debito.

57 Conclusioni il progetto S.I.A.M.M il progetto S.I.A.M.M.

58 Il foglio delle notizie è uno strumento contabile rilevante. In questa ottica lapproccio lavorativo non può essere di semplice adempimento ma alla sua compilazione deve darsi un valore aggiunto, cioè: fase di un procedimento per obiettivi. controllo e monitoraggio della spesa Obiettivo: controllo e monitoraggio della spesa. Conclusioni:

59 Interazione tra gli uffici Interazione tra i Registri Segue: conclusioni controllo – monitoraggio S.I.A.M.M. S.I.A.M.M.

60 Il progetto SIAMM, informatizzando il processo operativo, permetterà: lacquisizione di flussi informativi che consentiranno una diminuzione del debito Erariale; lacquisizione di flussi informativi che consentiranno una diminuzione del debito Erariale; il monitoraggio della spesa sostenuta dal sistema giustizia per perizie, consulenze, per la magistratura onoraria, per le spese straordinarie, per i costi sostenuti in materia di custodia dei beni in sequestro affidati ai terzi; il monitoraggio della spesa sostenuta dal sistema giustizia per perizie, consulenze, per la magistratura onoraria, per le spese straordinarie, per i costi sostenuti in materia di custodia dei beni in sequestro affidati ai terzi; La lettura, in termini statistici, delle informazioni sulla spesa di giustizia, permetterà di meglio comprendere i fenomeni per correggerli secondo logiche di gestione. Progetto S.I.A.M.M.

61 Liquidazione della spesa liquidare…… notificare……..pagare……

62 Ordine e decreto di pagamento decreto decreto Ordine Ordine Spese 1000,00; onorari 3000,00; Oltre accessori e c.a.p. 2% Manda alla segreteria per gli adempimenti di competenza Vista la certificazione che precede liquida la somma complessiva di 6500,00 Il P.M. Tizio e caio Il cancelliere C2 Tizio e caio

63 Ordine e decreto di pagamento Ordine (cancelliere) e decreto (magistrato): modello di pagamento che costituiscono lo strumento per portare a conoscenza dellufficio pagatore lammontare della spesa; Ordine (cancelliere) e decreto (magistrato): modello di pagamento che costituiscono lo strumento per portare a conoscenza dellufficio pagatore lammontare della spesa; Allordine o al decreto di pagamento, sono collegati adempimenti successivi, anche di natura fiscale, di competenza del funzionario addetto al servizio (art. 177 T.U.). Allordine o al decreto di pagamento, sono collegati adempimenti successivi, anche di natura fiscale, di competenza del funzionario addetto al servizio (art. 177 T.U.).

64 Segue: Ordine di pagamento e decreto Ordine è emesso dal funzionario addetto allUfficio in tutti quei casi in cui la legge non demanda espressamente al magistrato la quantificazione della spesa, quindi, in tutti i casi in cui non presenta alcun elemento di discrezionalità; Ordine è emesso dal funzionario addetto allUfficio in tutti quei casi in cui la legge non demanda espressamente al magistrato la quantificazione della spesa, quindi, in tutti i casi in cui non presenta alcun elemento di discrezionalità; Novità del T.U.: è funzionario-addetto anche quello dellUfficio N.E.P. che è competente ai sensi dellart.167 per la liquidazione mensile delle indennità di trasferta per le notificazioni pagate dallerario agli ufficiali giudiziari; ordine - decreto

65 decreto di pagamento: emesso dal magistrato per ausiliari o custodi; per la demolizione e riduzione in pristino e in tutti i casi in cui è necessario effettuare delle valutazioni e deve essere motivato (valutazione/discrezionalità = motivazione) Il provvedimento deve essere comunicato: Il provvedimento deve essere comunicato: al beneficiario, allimputato e al P.M.. Perché il titolo sia esecutivo, nel processo penale (no provvisoria esecuzione) devono decorrere i termini per presentare opposizione (venti giorni dalla comunicazione); Eccezione allobbligo di comunicazione è il segreto istruttorio (es. intercettazioni) Segue: Ordine di pagamento e decreto decreto

66 Magistrati e funzionari sono responsabili delle liquidazioni e dei pagamenti da loro ordinati; Magistrati e funzionari sono responsabili delle liquidazioni e dei pagamenti da loro ordinati; Responsabilità che ha come conseguenza il risarcimento del danno subito dallerario a causa di errori e irregolarità (art. 172). Responsabilità che ha come conseguenza il risarcimento del danno subito dallerario a causa di errori e irregolarità (art. 172). Segue: Ordine di pagamento e decreto - Responsabilità Magistrato - cancelliere

67 La chiusura del foglio notizie Settore penale Appello

68 Chiusura del foglio notizie - Settore penale Provvedimento Irrevocabile e titolo per il Recupero invio allufficio riscossione: a) del foglio notizie; b) del sottofascicolo delle spese e del provvedimento b) del sottofascicolo delle spese e del provvedimento

69 Chiusura del foglio notizie - Settore penale - Appello dellunico imputato o di tutti gli imputati dellunico imputato o di tutti gli imputati invio al giudice del gravame del fascicolo contenente il foglio notizie, che sara chiuso definitivamente A

70 Chiusura - Settore penale - Appello Appello di alcuni imputati Per gli imputati non appellanti procede lufficio riscossione di primo grado, che tratterrà copia della documentazione relativa al foglio notizie, sul quale sarà evidenziato per quali imputati sta procedendo. Il fascicolo con il foglio notizie in originale verrà inviato al giudice del gravame che procederà al recupero per gli imputati appellanti.

71 La chiusura del foglio notizie Settorecivile

72 Chiusura del foglio notizie - Settore civile Provvedimento Irrevocabile e titolo per il Recupero invio allufficio riscossione: a) del foglio notizie; b) del sottofascicolo delle spese e del provvedimento b) del sottofascicolo delle spese e del provvedimento

73 Chiusura del foglio notizie - Settore civile - impugnazione se appello, chiusura del foglio notizie ed invio del fascicolo al giudice del gravame se ricorso per cassazione, attendere la restituzione del fascicolo dalla corte (art. 208 t.u.)

74 Chiusura del foglio notizie - Settore civile – P.A. parte nel processo - (art. 158 t.u.) ufficio giudiziario, al termine della fase processuale di propria competenza, senza attendere il passaggio in giudicato della sentenza, trasmettera copia del foglio notizie alla P.A. interessata che procederà al recupero ufficio giudiziario, al termine della fase processuale di propria competenza, senza attendere il passaggio in giudicato della sentenza, trasmettera copia del foglio notizie alla P.A. interessata che procederà al recupero

75 Chiusura del foglio notizie - Settore civile – procedura fallimentare - (art. 146 t.u.) S pese della procedura, annotate nel foglio notizie, gravano sul fallimento e vengono recuperate dalla massa attiva e non nei confronti del fallito persona fisica. S pese della procedura, annotate nel foglio notizie, gravano sul fallimento e vengono recuperate dalla massa attiva e non nei confronti del fallito persona fisica. se la procedura si chiude per mancanza di attivo, si procede alla chiusura del foglio notizie ed allarchiviazione del fascicolo senza alcuna iscrizione nel se la procedura si chiude per mancanza di attivo, si procede alla chiusura del foglio notizie ed allarchiviazione del fascicolo senza alcuna iscrizione nel registro dei crediti.

76 La chiusura del foglio notizie Settore civile e penale il patrocinio

77 Chiusura del foglio notizie - Settore civile e penale – patrocinio 1° luglio 2002 abrogato listituto del gratuito patrocinio, per cui istituto unico:patrocinio a spese dello stato per processo penale; civile, fallimentare, amministrativo e contabile. 1° luglio 2002 abrogato listituto del gratuito patrocinio, per cui istituto unico:patrocinio a spese dello stato per processo penale; civile, fallimentare, amministrativo e contabile. Il gratuito patrocinio prevedeva: apposita commissione presso ogni ufficio giudiziario e loperatività gratuita del difensore. Prima innovazione, solo per processo penale L. 217/90 (patrocinio dei non abbienti) il soggetto, con un reddito inferiore a, poteva scegliersi il difensore; Prima innovazione, solo per processo penale L. 217/90 (patrocinio dei non abbienti) il soggetto, con un reddito inferiore a, poteva scegliersi il difensore; dal gratuito al patrocinio

78 Ora ammissione da parte del giudice/Consiglio dellOrdine e il difensore viene regolarmente pagato allo Stato per lattività prestata. il T.u. ha : Uniformato listituto; ha raccordato le voci di spesa; esteso listituto al processo contabile e tributario, semplificato la procedura. il T.u. ha : Uniformato listituto; ha raccordato le voci di spesa; esteso listituto al processo contabile e tributario, semplificato la procedura. I requisiti: istanza in carta libera. I requisiti: Reddito non superiore a (dato variabile: attualmente circa); istanza in carta libera. Scopo: garantire la difesa del cittadino non abbiente Scopo: garantire la difesa del cittadino non abbiente Ambitoogni grado e fase del processo ed eventuali procedure derivate, accidentali e connesse. Ambito: ogni grado e fase del processo ed eventuali procedure derivate, accidentali e connesse. segue - Settore civile e penale – patrocinio segue - Settore civile e penale – patrocinio

79 segue - Settore civile e penale – patrocinio Beneficiario Beneficiario (materia penale): cittadino italiano ; cittadino comunitario; straniero; apolide. (materia penale): cittadino italiano ; cittadino comunitario; straniero; apolide. (materia civile): (materia civile): cittadino italiano;straniero in regola ; apolide; enti e associazioni senza fine di lucro: Limiti Limiti (materia penale): reati connessi con levasione fiscale; nomina del 2° difensore di fiducia (escluso eventuali atti a distanza – art. 100 t.u.) (materia penale): reati connessi con levasione fiscale; nomina del 2° difensore di fiducia (escluso eventuali atti a distanza – art. 100 t.u.) (materia civile): istanza motivata in fatto e in diritto; non manifesta infondatezza; devono essere indicate le prove (materia civile): istanza motivata in fatto e in diritto; non manifesta infondatezza; devono essere indicate le prove

80 segue - Settore civile e penale – patrocinio giudice competente giudice competente (materia penale): magistrato innanzi al quale pende il processo che deve decidere entro 10 giorni dalla data di presentazione dellistanza. (materia penale): magistrato innanzi al quale pende il processo che deve decidere entro 10 giorni dalla data di presentazione dellistanza. (materia civile): consiglio dellordine che deve decidere entro 10 giorni dalla presentazione dellistanza. (materia civile): consiglio dellordine che deve decidere entro 10 giorni dalla presentazione dellistanza. impugnazione impugnazione (materia penale): ricorso entro 20 giorni al presidente del tribunale o della corte. (materia penale): ricorso entro 20 giorni al presidente del tribunale o della corte. (materia civile): (materia civile): magistrato competente per il giudizio

81 segue - Settore civile e penale – patrocinio obblighi della cancelleria obblighi della cancelleria (materia penale e civile): comunicare listanza di ammissione in copia allufficio finanziario al fine di consentire gli accertamenti fiscali. (materia penale e civile): comunicare listanza di ammissione in copia allufficio finanziario al fine di consentire gli accertamenti fiscali. Effetti Effetti (materia penale e civile) ammissione: prenotazione a debito delle spese di giustizia e anticipate dallo stato onorari (consulenti, difensore ecc.) ed indennita (trasferta ecc). (materia penale e civile) ammissione: prenotazione a debito delle spese di giustizia e anticipate dallo stato onorari (consulenti, difensore ecc.) ed indennita (trasferta ecc). (materia penale e civile) revoca: recupero di tutte le spese sostenute dallo stato. (materia penale e civile) revoca: recupero di tutte le spese sostenute dallo stato.

82 segue recupero - settore penale – patrocinio Devono essere recuperate (art. 107 t.u.) sempre le spese di intercettazione telefonica, strumentale, ambientale, ecc. in quanto non comprese fra quelle elencate nellarticolo come gratuite e\o anticipate dallerario.

83 segue recupero - settore civile – patrocinio In materia civile recupero anche:sentenza di condanna della parte non beneficiaria; beneficiario ricava un sestuplo delle spese; transazione; estinzione e cancellazione del processo.

84 patrocinio - nomina difensore per gli stranieri e codice fiscale (art. 79 t.u.) Problema: art. 79 t.u che prevedeva obbligo di allegare il codice fiscale alla domanda quale condizione, per tutti, per essere ammessi al patrocinio. Problema: art. 79 t.u che prevedeva obbligo di allegare il codice fiscale alla domanda quale condizione, per tutti, per essere ammessi al patrocinio. fatto: sollevata eccezione di illegittimità costituzionale dal tribunale di Roma, perché depositata istanza di ammissione al patrocinio e nomina difensore senza codice fiscale per un cittadino straniero non in regola con il permesso di soggiorno; fatto: sollevata eccezione di illegittimità costituzionale dal tribunale di Roma, perché depositata istanza di ammissione al patrocinio e nomina difensore senza codice fiscale per un cittadino straniero non in regola con il permesso di soggiorno;

85 segue: patrocinio e nomina difensore per gli stranieri Decisione: la corte costituzionale, con ordinanza n. 144 del 14 maggio 2004, ha dichiarato costituzionalmente illegittimo lart. 79 del d.p.r. 30 maggio 2002 n. 115, nella parte in cui prevede lobbligo del codice fiscale quale conditio sine qua non per lammissione al patrocinio dando prevalenza al diritto di difesa rispetto allaspetto formale del codice fiscale. Decisione: la corte costituzionale, con ordinanza n. 144 del 14 maggio 2004, ha dichiarato costituzionalmente illegittimo lart. 79 del d.p.r. 30 maggio 2002 n. 115, nella parte in cui prevede lobbligo del codice fiscale quale conditio sine qua non per lammissione al patrocinio dando prevalenza al diritto di difesa rispetto allaspetto formale del codice fiscale. conclusione: per avere diritto alla nomina del difensore è quindi sufficiente indicare le proprie generalità e il domicilio allestero. conclusione: per avere diritto alla nomina del difensore è quindi sufficiente indicare le proprie generalità e il domicilio allestero. abc12t999c21c

86 ancora: principi generali - recupero spese in materia civile le spese prenotate a debito costituiscono un debito solidale delle parti in causa (inclusa quella beneficiata) in caso di transazione, cancellazione della causa dal ruolo ed in talune ipotesi di estinzione.

87 ancora: principi generali - recupero spese in materia civile se la parte soccombente viene escussa inutilmente per le spese o se, per varie altre ragioni, lo Stato non realizza il suo credito nei confronti della parte condannata, il recupero delle spese anticipate va attuato nei confronti della parte beneficiata che abbia conseguito, dalla vittoria o dalla composizione della lite, un vantaggio congruo sul quale operare la rivalsa;

88 segue.. patrocinio civile e spese - Sentenza- parte ammessa al beneficio vittoriosa Lo Stato ha diritto al recupero delle spese processuali (anticipate dallErario e prenotate a debito) nei confronti della parte soccombente; Se il recupero non si realizza nei confronti del soccombente e la vittoria della causa consente alla parte ammessa al beneficio di poter restituire le spese erogate in suo favore allora anticipate rivalsa e prenotate vantaggio 1- Spese Anticipate: lo Stato ha in ogni caso diritto di rivalsa 2- Spese prenotate a debito: lo Stato può recuperarle solo se la parte ammessa ha conseguito almeno il sestuplo del valore delle spese prenotate e anticipate.

89 segue.. patrocinio civile e spese - transazione della controversia Spese Anticipate: lo Stato ha azione di rivalsa nei confronti dellammesso al patrocinio a spese dello Stato; Spese prenotate a debito: le parti sono solidalmente obbligate al pagamento solo se la parte ammessa al patrocinio ha conseguito almeno il sestuplo del valore delle spese anticipate e prenotate.

90 segue.. patrocinio civile e spese - estinzione della causa ex art. 307 – comma 2 e 3 - c.p.c. Spese anticipate: sono in ogni caso recuperate nei confronti della parte ammessa al beneficio; Spese prenotate a debito: lattore o il ricorrente, diverso dalla parte ammessa al patrocinio, è obbligato al pagamento, salva la possibilità, nel caso in cui lo Stato non riesca a recuperarle, di esercitare la rivalsa nei confronti della parte ammessa. Il legislatore ha ritenuto che la parte che abbia dato impulso al giudizio con latto introduttivo e che successivamente rinunci al giudizio o lo lasci estinguere per inattività, debba sopportare per intero le spese prenotate.

91 segue.. patrocinio civile e spese - cancellazione della causa ex art. 309 c.p.c. e casi di estinzione diversi dalle ipotesi di cui allart. 307 – comma 2 e 3 – c.p.p. Spese anticipate: non è previsto il recupero per cui rimangono a carico dello Stato. Spese prenotate a debito: tutte le parti sono solidalmente obbligate al pagamento compresa la parte ammessa, indipendentemente da quanto conseguito. Si tratta, in particolare, delle ipotesi in cui il giudice ordini la cancellazione della causa dal ruolo, per mancata comparizione delle parti in udienza nel corso del giudizio e dellipotesi in cui il processo si estingua per mancata riassunzione nel termine di cui allart. 307, comma 1 c.p.c..

92 segue.. patrocinio civile e spese - sentenza con spese compensate Il testo unico spese di giustizia allart. 132 disciplina il pagamento dellimposta di registro: a) se la registrazione della sentenza è chiesta dalla parte ammessa al beneficio, limposta è prenotata a debito per la metà o per la quota di compensazione e per laltra metà è pagata dallaltra parte; b) se la registrazione è richiesta nel proprio interesse dalla parte diversa da quella ammessa al beneficio, limposta è pagata dalla stessa per intero.

93 La chiusura del foglio notizie Corte di cassazione; Eredità giacenti; Ipotesi particolari

94 … chiusura regola generale e circ. n. 9 del 2006 »»» La chiusura del foglio notizie, deve essere effettuata al termine di ogni fase processuale, il funzionario attesterà la presenza o lassenza di spese da recuperare ; In assenza di spese autorizza lufficio alla trasmissione del fascicolo in archivio. In assenza di spese autorizza lufficio alla trasmissione del fascicolo in archivio. N.B. Lufficio del pubblico ministero procede alla sola chiusura c.d. di fase del foglio delle notizie in quanto non è possibile sapere se le spese saranno o meno recuperabili.

95 Recupero spese : procedimento davanti alla corte di cassazione contributo unificato :se non pagato o pagato parzialmente, procede al recupero lUfficio che ha emesso il provvedimento impugnato; contributo unificato :se non pagato o pagato parzialmente, procede al recupero lUfficio che ha emesso il provvedimento impugnato; Redigere foglio delle notizie; Redigere foglio delle notizie; trasmettere tutti i dati concernenti gli importi da recuperare ed i debitori allUfficio procedente; trasmettere tutti i dati concernenti gli importi da recuperare ed i debitori allUfficio procedente;

96 Chiusura del foglio notizie - Settore civile – eredità giacente - (art. 148 t.u.) S pese della procedura, annotate nel foglio notizie, gravano sulleredità e vengono recuperate dalla massa attiva; S pese della procedura, annotate nel foglio notizie, gravano sulleredità e vengono recuperate dalla massa attiva; Sono poste dal magistrato : a carico dellerede Sono poste dal magistrato : a carico dellerede, solo in caso di accettazione successiva; a carico del curatore, nella qualità, se la procedura si conclude senza che intervenga accettazione. se la procedura si chiude per mancanza di attivo e senza accetazione, si procede alla chiusura del foglio notizie ed allarchiviazione del fascicolo senza alcuna iscrizione nel registro dei crediti. se la procedura si chiude per mancanza di attivo e senza accetazione, si procede alla chiusura del foglio notizie ed allarchiviazione del fascicolo senza alcuna iscrizione nel registro dei crediti. Erede sempre: lo Stato

97 Chiusura del foglio notizie - Settore civile – interdizione richiesta dal p.m. - (art. 145 t.u.) S pese della procedura, annotate nel foglio notizie, gravano sui beni dellinterdicendo e vengono recuperate richiedendole al tutore solo se ricorrono le ipotesi di cui al n.3 dell'art. 145 t.u. se la procedura si chiude per mancanza di attivo, si procede alla chiusura del foglio notizie ed allarchiviazione del fascicolo senza alcuna iscrizione nel se la procedura si chiude per mancanza di attivo, si procede alla chiusura del foglio notizie ed allarchiviazione del fascicolo senza alcuna iscrizione nel registro dei crediti.

98 QUESITO

99 La competenza alla tenuta del foglio notizie può essere estesa anche al Cancelliere B3? E obbligatoria la compilazione del foglio notizie per i fascicoli iscritti a mod. 44 conclusisi con archiviazioni, senza ulteriori indagini? La competenza alla tenuta del foglio notizie può essere estesa anche al Cancelliere B3? E obbligatoria la compilazione del foglio notizie per i fascicoli iscritti a mod. 44 conclusisi con archiviazioni, senza ulteriori indagini?

100 In base alle disposizione del Contratto Collettivo Integrativo del Ministero della Giustizia del , si ritiene che alla firma e alla redazione del foglio notizie possa essere adibito il personale appartenente alla figura professionale del cancelliere, prescindendo dalla relativa posizione economica, scelto tra i dipendenti che, a giudizio del dirigente dellufficio, siano in grado di assicurare il diligente espletamento di tale delicato servizio. Per quanto concerne i fascicoli iscritti al registro delle notizie di reato relative ad ignoti (Mod. 44) conclusisi con una richiesta di archiviazione, si ritiene che, anche in assenza di spese da recuperare, debba ugualmente provvedersi allattestazione di assenza delle stesse sul foglio notizie. Risposta a quesito del Ministero della Giustizia Prot. 116/1/10062 del 03/02/04

101 beni sequestrati e confiscati

102 Il provvedimento di restituzione del bene deve essere notificato anzi comunicato anche al custode. Il provvedimento di restituzione del bene deve essere notificato anzi comunicato anche al custode. Il previo pagamento delle spese di custodia è condizione essenziale della restituzione, sia che essa avvenga in favore dell'indagato/imputato, sia che avvenga in favore di un terzo. Il previo pagamento delle spese di custodia è condizione essenziale della restituzione, sia che essa avvenga in favore dell'indagato/imputato, sia che avvenga in favore di un terzo. Le eccezioni : a) se la restituzione avviene in favore dell'indagato/imputato nei confronti del quale siano stati pronunciati provvedimento di archiviazione, sentenza di non luogo a procedere o sentenza di proscioglimento; Settore penale – vendita beni sequestrati e confiscati - (art t.u.)

103 ecorsi trenta giorni dalla comunicazione senza decorsi trenta giorni dalla comunicazione senza che il bene venga ritirato, il bene stesso viene venduto che il bene venga ritirato, il bene stesso viene venduto (art. 151 t.u. e successive modifiche). b) se le cose sequestrate appartengono a persona diversa dall'imputato; c) se il decreto di sequestro è stato revocato. Solo in tali ipotesi, la restituzione può essere concessa anche se le spese di custodia non sono previamente pagate.

104 scopo scopo Consentire, in tempi rapidi, la vendita evitando lulteriore deterioramento del bene (cfr. legge 168/2005 art. 151 e 152); Consentire, in tempi rapidi, la vendita evitando lulteriore deterioramento del bene (cfr. legge 168/2005 art. 151 e 152); decorsi tre mesi dalla comunicazione dellordinanza di vendita, la somma ricavata, dedotta le spese della relativa procedura, viene versata alla Cassa Ammende. segue – vendita beni sequestrati e confiscati (art t.u.)

105 irreperibile/latitante irreperibile/latitante il fascicolo viene sottoposto al giudice o al p.m. perché venga disposta la vendita; il ricavato, dedotte le spese di giustizia, viene versato alla cassa delle ammende; il fascicolo viene sottoposto al giudice o al p.m. perché venga disposta la vendita; il ricavato, dedotte le spese di giustizia, viene versato alla cassa delle ammende; vendita impossibile vendita impossibile il fascicolo viene sottoposto al giudice o al p.m. perché venga disposta la distruzione del bene (cfr. L. 168/2005). il fascicolo viene sottoposto al giudice o al p.m. perché venga disposta la distruzione del bene (cfr. L. 168/2005). segue – vendita beni sequestrati e confiscati (art t.u.)

106 segue – vendita beni sequestrati e confiscati - (art t.u.) Spese Spese della procedura di vendita del bene, sono annotate nel foglio notizie; della procedura di vendita del bene, sono annotate nel foglio notizie; Vendita dal concessionario Vendita dal concessionario se la procedura di vendita è attivata dal concessionario lo stesso procede anche al recupero delle spese (art. 157 t.u.) se la procedura di vendita è attivata dal concessionario lo stesso procede anche al recupero delle spese (art. 157 t.u.)

107 segue – alienazione beni sequestrati e confiscati - Legge finanziaria 2005 e D.M. 3 ottobre 2005 Commissione Commissione obbligo per ogni ufficio/giudice unico di nominare apposita commissione per la vendita dei beni giacenti presso i custodi obbligo per ogni ufficio/giudice unico di nominare apposita commissione per la vendita dei beni giacenti presso i custodi composizione composizione un magistrato con funzioni di presidente; un magistrato con funzioni di presidente; un pubblico ministero; un pubblico ministero; un funzionario del tribunale; un funzionario del tribunale; un funzionario della procura un funzionario della procura

108 Settore penale – intercettazioni - (art. 5 t.u.) Le intercettazioni (telefoniche, ambientali, strumentali ecc.) quali spese non sono state inizialmente previste dal testo unico ma inserite dalla legge 311\04; Le intercettazioni (telefoniche, ambientali, strumentali ecc.) quali spese non sono state inizialmente previste dal testo unico ma inserite dalla legge 311\04; inserite con circolare interpretativa nelle spese straordinarie (art. 5 e 70 t.u.) quali spese necessari per il procedimento e recuperabili secondo le regole delle spese ripetibili; inserite con circolare interpretativa nelle spese straordinarie (art. 5 e 70 t.u.) quali spese necessari per il procedimento e recuperabili secondo le regole delle spese ripetibili; recupero recupero secondo le regole generali: a carico del soggetto per cui viene disposta (è lautorità giudiziaria che stabilisce leventuale debitore). secondo le regole generali: a carico del soggetto per cui viene disposta (è lautorità giudiziaria che stabilisce leventuale debitore). Se disposta nei confronti di più soggetti: spesa solidale fino a...successivamente, ordinariamente, unitaria. Se disposta nei confronti di più soggetti: spesa solidale fino a...successivamente, ordinariamente, unitaria. Si recupera anche in caso di ammissione al patrocinio. Si recupera anche in caso di ammissione al patrocinio.

109 segue: Settore penale – intercettazioni - (art. 5 t.u.) attualmente la liquidazione avviene con il sistema delle attualmente la liquidazione avviene con il sistema delle convenzioni locali secondo tariffari prestabiliti (x per ogni giorno di attività svolta); convenzioni locali secondo tariffari prestabiliti (x per ogni giorno di attività svolta); futuro con il sistema della forfettizzazione (attesa emanazione regolamento). futuro con il sistema della forfettizzazione (attesa emanazione regolamento). problema: è corretto recuperare le spese sostenute per le intercettazioni? Sono uno strumento ordinario di indagine. problema: è corretto recuperare le spese sostenute per le intercettazioni? Sono uno strumento ordinario di indagine.

110 Singole voci di spesa

111 Magistratura Onoraria: V.P.O; G.O.T.; giudici di pace; giudici popolari; esperti; ecc.

112 Indennità ai giudici di pace - articolo 4 del decreto legislativo 28 luglio 1989, n. 273 e circolari (art. 64 t.u.) Al giudice di pace, da liquidarsi, con lentrata in vigore del d.p.r. 115\02, con ordine di pagamento, spettano: 36,15 per udienza civile e/o penale (massimo di 110 udienze annue; la circ. Iannini ha stabilito che devono essere pagate -marzo 2006 – quelle effettivamente celebrate e non le tabellari); 36,15 per ogni apposizione sigilli; 56,81 per ogni sentenza e\o verbale di conciliazione che definisce il procedimento; 10,33 per ogni decreto ingiuntivo (accolto o rigettato) e per ogni ordinanza ingiuntiva (art. 186 ter c.p.c.); 10,33 per ogni decreto di archiviazione, per ogni ordinanza che dichiara lincompetenza e per ogni provvedimento con il quale si dichiara il ricorso infondato o inammissibile disponendo la trasmissione degli atti al PM;

113 Indennità ai giudici di pace - articolo 4 del decreto legislativo 28 luglio 1989, n. 273 e circolari (art. 64 t.u.) Al giudice di pace, da liquidarsi, con lentrata in vigore del d.p.r. 115\02, con ordine di pagamento, spettano: Al giudice di pace, da liquidarsi, con lentrata in vigore del d.p.r. 115\02, con ordine di pagamento, spettano: 36,15 per udienza civile e/o penale (massimo di 110 udienze annue; la circ. Iannini ha stabilito che devono essere pagate -marzo 2006 – quelle effettivamente celebrate e non le tabellari); 36,15 per ogni apposizione sigilli; 56,81 per ogni sentenza e\o verbale di conciliazione che definisce il procedimento; 10,33 per ogni decreto ingiuntivo (accolto o rigettato) e per ogni ordinanza ingiuntiva (art. 186 ter c.p.c.); 10,33 per ogni decreto di archiviazione, per ogni ordinanza che dichiara lincompetenza e per ogni provvedimento con il quale si dichiara il ricorso infondato o inammissibile disponendo la trasmissione degli atti al PM ;

114 10,33 per ogni decreto e ordinanza nel procedimento di esecuzione; 20,00 per ogni udienza di convalida del provvedimento accompagnamento alla frontiera dello straniero e per quella di convalida del decreto di trattenimento dello straniero; 10,00 per ogni provvedimento di convalida o di rigetto del ricorso al decreto di espulsione dello straniero. Al giudice di pace è riconosciuta anche lindennità mensile di 258,23 (ex L. 4/2001 c.d. di aggiornamento); Al giudice di pace coordinatore spetta la c.d. indennità mensile di coordinamento che varia in base al numero dei giudici in organico (fino a 5 giudici 129,11; da 6 a 10 giudici 206,58; da 11 a 20 giudici 309,57;oltre i 20 giudici 387,34) segue… indennità giudice di pace

115 Sia lindennità forfettaria sia quella di coordinamento Sia lindennità forfettaria sia quella di coordinamento sono basate sulleffettiva presenza in ufficio la 1° e sullesercizio effettivo delle funzioni la 2°. In caso di assenza e durante il periodo feriale devono essere riconosciute in base alle giornate effettive di presenza. Lindennità di coordinamento per il periodo di assenza o impedimento del coordinatore spetta al giudice che svolge effettivamente le funzioni. Lindennità di coordinamento per il periodo di assenza o impedimento del coordinatore spetta al giudice che svolge effettivamente le funzioni. V° si liquidano giorni di indennità assente dal.. al

116 Indennità ai Vice procuratori onorari fino al 1° dicembre 2008 spettava una indennità di udienza pari ad 98,13 per ogni udienza a cui partecipa; Al V.P.O. può essere riconosciuta la seconda indennità di udienza nella stessa giornata. Dal 1° dicembre 2008 a seguito della modifica introdotta con la legge 133, lindennità spetta per le seguenti attività: a) partecipazione ad una o più udienze in relazione alle quali è conferita la delega; b) ogni altra attività, diversa da quella di cui alla lettera a), delegabile a norma delle vigenti disposizioni di legge (redazione capi imputazione; predisposizioni decreti penali; ecc.);

117 segue … Indennità ai Vice procuratori onorari » Ai vice procuratori onorari spetta un'ulteriore indennità di euro 98 quando limpegno necessario svolgere una o più delle attività (udienza; lavoro ufficio) supera le cinque ore giornaliere ; » Ai vice procuratori onorari spetta un'ulteriore indennità di euro 98 quando limpegno necessario svolgere una o più delle attività (udienza; lavoro ufficio) supera le cinque ore giornaliere ; » » » Ai fini del riconoscimento dellattività la durata delludienza è rilevata dal verbale mentre la durata della permanenza in ufficio (per espletare attività delegabili) è rilevata dal procuratore della Repubblica. Singolare laccertamento della durata delle attività per il riconoscimento della seconda indennità: certificazione del cancelliere e libertà del procuratore (nessuna indicazione nella norma)

118 Indennità ai giudici onorari di tribunale fino al 30 novembre 2008, l'indennità, pari ad 98,13, spettava per ogni udienza, dotata di autonomia; fino al 30 novembre 2008, l'indennità, pari ad 98,13, spettava per ogni udienza, dotata di autonomia; La doppia indennità giornaliera spettava in caso di celebrazione di due o più distinte udienze in rapida successione (nello stesso luogo o in sedi giudiziarie diverse), purché ciascuna delle udienze celebrate fosse preordinata alla trattazione di tipologie diverse di affari ed avesse un proprio autonomo ruolo. La doppia indennità giornaliera spettava in caso di celebrazione di due o più distinte udienze in rapida successione (nello stesso luogo o in sedi giudiziarie diverse), purché ciascuna delle udienze celebrate fosse preordinata alla trattazione di tipologie diverse di affari ed avesse un proprio autonomo ruolo. dal 1° dicembre 2008 indipendentemente dal N° delle udienze celebrate nello stesso giorno spetta un'indennità se il tempo lavorato è inferiore a cinque ore; Se limpegno lavorativo supera le cinque ore spetta al got la seconda indennità; dal 1° dicembre 2008 indipendentemente dal N° delle udienze celebrate nello stesso giorno spetta un'indennità se il tempo lavorato è inferiore a cinque ore; Se limpegno lavorativo supera le cinque ore spetta al got la seconda indennità;

119 segue….. indennità ai giudici onorari di tribunale Per il riconoscimento delle indennità è necessario che il funzionario responsabile della fase dellanticipazione della spesa acquisisca apposita certificazione da parte del cancelliere dudienza con indicato: Per il riconoscimento delle indennità è necessario che il funzionario responsabile della fase dellanticipazione della spesa acquisisca apposita certificazione da parte del cancelliere dudienza con indicato: a) le singole date in cui il GOT ha partecipato alludienza; a) le singole date in cui il GOT ha partecipato alludienza; b) lora di apertura e di chiusura delludienza; b) lora di apertura e di chiusura delludienza; c) le giornate in cui deve essere riconosciuta la duplice indennità allegando copia dei verbali di udienza. c) le giornate in cui deve essere riconosciuta la duplice indennità allegando copia dei verbali di udienza. Si certifica che in data deve essere riconosciuta

120 indennità ai giudici popolari Ai giudici popolari spetta: a)una indennità di 25,82 per ogni giorno di effettivo esercizio della funzione; b) b) una indennità speciale, rapportata a ogni giorno di effettivo esercizio della funzione, pari a quella prevista dall'articolo 3, comma 1, della legge 19 febbraio 1981, n. 27, e dei successivi aumenti. Ai giudici popolari è corrisposta una

121 segue… indennità ai giudici popolari N.B. il trattamento economico -comma 5 dellarticolo 65 TU - (indennità di carica; indennità di soggiorno\missione e spese di viaggio) non spetta quando il soggetto estratto si presenta nella seduta pubblica (art. 25 della legge n. 287\1951) al solo fine di comunicare un impedimento ad assumere lincarico in quanto la presenza, diretta a far valere un impedimento di carattere personale, non è collegata allesercizio della funzione e pertanto non giustifica il riconoscimento del relativo compenso.

122 N.B. se i giudici popolari sono lavoratori autonomi o lavoratori dipendenti senza diritto alla retribuzione nel periodo in cui esercitano le loro funzioni hanno diritto all'indennità giornaliera aumentata a 51,65 per le prime cinquanta udienze; Se vengono tenute più di 50 udienze, lindennità è aumentata ad 56,81 giornaliere per le cinquanta udienze successive, e a 61,97 per le altre. segue … indennità giudici popolari

123 Fine.... segue la riscossione Chiusura foglio notizie I nizio riscossione


Scaricare ppt "Ministero della Giustizia Corte dAppello di Roma Scuola di Formazione Assistente giudiziario Corso di formazione in materia di competenze della figura."

Presentazioni simili


Annunci Google