La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PROMUOVERE LA SOSTENIBILITA ENERGETICA NEI COMUNI PICCOLI E MEDI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PROMUOVERE LA SOSTENIBILITA ENERGETICA NEI COMUNI PICCOLI E MEDI."— Transcript della presentazione:

1 PROMUOVERE LA SOSTENIBILITA ENERGETICA NEI COMUNI PICCOLI E MEDI

2 Area Ambiente / Federico Beffa 1 febbraio OBIETTIVI DEL BANDO 1.ladesione formale dei Comuni piccoli e medi al Patto dei Sindaci (delibera di Consiglio Comunale) 2.la predisposizione di un inventario base delle emissioni di CO 2 -> Linee guida JRC (Allegato 1) – Banche dati regionali 3.la redazione e ladozione del Piano dAzione per lEnergia Sostenibile (PAES/SEAP): SEAP template Identificazione di obiettivi e azioni prioritarie: fattibilità tecnico-economica e possibili finanziamenti Coinvolgimento degli stakeholders nella definizione del Piano Allegato energetico al Regolamento edilizio Sostenere il processo di definizione di obiettivi e azioni per la riduzione di gas serra di oltre il 20% da parte dei Comuni piccoli e medi, attraverso:

3 Area Ambiente / Federico Beffa 1 febbraio OBIETTIVI DEL BANDO 4.la predisposizione di un sistema di monitoraggio degli obiettivi e delle azioni previste dal PAES, nonché di uno strumento informatico per la simulazione di scenari a supporto della definizione di politiche energetico-ambientali 5.linserimento delle informazioni prodotte nella banca dati PAES predisposta dalla Fondazione Cariplo SEAP template registrazione effettiva realizzazione delle azioni e dei risultati conseguiti per 2 anni dal termine del progetto Sostenere il processo di definizione di obiettivi e azioni per la riduzione di gas serra di oltre il 20% da parte dei Comuni piccoli e medi, attraverso:

4 Area Ambiente / Federico Beffa 1 febbraio il rafforzamento delle competenze energetiche allinterno dellAmministrazione comunale (efficienza energetica, rinnovabili, normativa, servizi energia, aggiornamento dati) 7. la sensibilizzazione della cittadinanza sul processo in corso (coinvolgimento, informazione, stimolo) Sostenere il processo di definizione di obiettivi e azioni per la riduzione di gas serra di oltre il 20% da parte dei Comuni piccoli e medi, attraverso: OBIETTIVI DEL BANDO

5 Area Ambiente / Federico Beffa 1 febbraio REQUISITI PER LAMMISSIBILITA RICHIESTA DI CONTRIBUTO non superiore al 70% dei costi totali quota costi di personale (A5+A6) 30% SOGGETTI AMMISSIBILI Comuni (singoli o aggregati) con numero residenti abitanti Unioni e Consorzi di Comuni, Comunità montane Laggregazione è obbligatoria per centri abitanti In caso di aggregazione, necessario Protocollo di intesa o Accordo di partenariato

6 Area Ambiente / Federico Beffa 1 febbraio PROGETTI NON AMMISSIBILI richieste che prevedano interventi strutturali progetti che prevedano solo alcuni degli obiettivi 1-7 o obiettivi differenti BUDGET: SCADENZA 11 maggio 2012

7 Area Ambiente / Federico Beffa 1 febbraio CRITERI DI VALUTAZIONE Priorità ai progetti in linea con: affidabilità delle metodologie adeguatezza delle procedure di monitoraggio significatività del processo di formazione rilevanza del processo di coinvolgimento dei cittadini adeguatezza ed equilibrio del piano finanziario (costo singole azioni, costo per comune/abitante) precedente esecuzione di audit energetici azioni documentate precedentemente messe in atto da parte dei Comuni per il risparmio energetico e nel campo della sostenibilità aggregazione di più comuni supporto/coordinam. enti istituzionali sovracomunali.

8 Area Ambiente / Federico Beffa 1 febbraio PROGETTI FINANZIATI: 93 COMUNI COINVOLTI: 230 (14% dei comuni ab.) POPOLAZIONE COINVOLTA: abit. (20% della pop. dei comuni ab.) COSTO TOT. PROGETTI: CONTRIBUTI TOT. ASSEGNATI: DOMANDE PRESENTATE: 232 COMUNI COINVOLTI: 664 POPOLAZIONE COINVOLTA: abit. COSTO TOT. PROGETTI: CONTRIBUTI TOT. RICHIESTI: RISULTATI DEL BANDO 2010 DOTAZIONE INIZIALE

9 Area Ambiente / Federico Beffa 1 febbraio DOMANDE PRESENTATE: 172 COMUNI COINVOLTI: 510 POPOLAZIONE COINVOLTA: abit. COSTO TOT. PROGETTI: CONTRIBUTI TOT. RICHIESTI: PROGETTI FINANZIATI: 94 COMUNI COINVOLTI: 337 (20% dei comuni ab.) POPOLAZIONE COINVOLTA: abit. (23% della pop. dei comuni ab.) COSTO TOT. PROGETTI: CONTRIBUTI TOT. ASSEGNATI: RISULTATI DEL BANDO 2011 Numero medio di comuni per raggruppamento: 2,5 nel ,6 nel 2011

10 Area Ambiente / Federico Beffa 1 febbraio CONTRIBUTI ASSEGNATI PER PROVINCIA ProvinciaContributi assegnati% BG ,0026,8% BS ,009,8% CO ,001,8% CR ,003,7% LC ,004,7% LO ,003,4% MB ,004,3% MI ,0023,7% MN ,003,1% NO ,002,7% PV ,002,1% SO ,006,1% VA ,005,8% VB ,001,9% Totale ,00 100,0% RISULTATI DEI BANDI

11 Area Ambiente / Federico Beffa 1 febbraio N° PROGETTI E COMUNI PER PROVINCIA Provincia N° progetti finanziati % N° comuni coinvolti % BG 4021,4%17430,7% BS 1910,2%9717,1% CO 31,6%61,1% CR 52,7%264,6% LC 105,3%325,6% LO 84,3%101,8% MB 84,3%142,5% MI 5328,3%7112,5% MN 84,3%91,6% NO 52,7%213,7% PV 42,1%203,5% SO 105,3%284,9% VA 115,9%396,9% VB 31,6%203,5% Totale %567100% RISULTATI DEI BANDI

12 Area Ambiente / Federico Beffa 1 febbraio RISULTATI DEI BANDI comuni finanziati: 33% dei comuni di Lombardia e delle province di Novara e Verbano-Cusio-Ossola (1.712) 40% dei comuni aderenti al Patto in Italia (1.409) 18,5% dei comuni aderenti al Patto in Europa (3.070) ad oggi 798 PAES complessivamente inviati dai firmatari al CoMO il 50% ha ricevuto il finanziamento anche per il Bando Audit Il 40% dei comuni aderenti in Italia svilupperà il PAES con il contributo di Fondazione Cariplo

13 Area Ambiente / Federico Beffa 1 febbraio RISULTATI DEI BANDI 2010 E 2011 Provincia Comuni < ab N°comuni finanziati % comuni < ab finanziati BG ,6% BS ,3% CO16063,8% CR ,0% LC893236,0% LO601016,7% MB481429,2% MI ,2% MN69913,0% NO872124,1% PV ,7% SO782835,9% VA ,5% VB762026,3% TOTALE ,0%

14 Area Ambiente / Federico Beffa 1 febbraio UN BUON PROGETTO Descrive in modo chiaro ed esaustivo lapproccio metodologico (fonti dati, eventuali tool informatici per la definizione degli scenari e per il monitoraggio, ecc.) Pone attenzione alla compagine istituzionale che possa garantire il raggiungimento degli obiettivi (aggregazione/bilanciamento numero di comuni, coordinamento sovracomunale) Ha un profilo di costi equilibrato (singole azioni, costo/abitante, costo/comune) Evidenzia e allega documentazione interventi svolti dai comuni in campo energetico e sostenibilità Attribuisce un ruolo importante ai tecnici comunali


Scaricare ppt "PROMUOVERE LA SOSTENIBILITA ENERGETICA NEI COMUNI PICCOLI E MEDI."

Presentazioni simili


Annunci Google