La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lezione 2 VARIABILI MACROECONOMICHE FONDAMENTALI Produzione aggregata prodotto interno lordo (PIL) Disoccupazione tasso di disoccupazione Inflazione tasso.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lezione 2 VARIABILI MACROECONOMICHE FONDAMENTALI Produzione aggregata prodotto interno lordo (PIL) Disoccupazione tasso di disoccupazione Inflazione tasso."— Transcript della presentazione:

1 Lezione 2 VARIABILI MACROECONOMICHE FONDAMENTALI Produzione aggregata prodotto interno lordo (PIL) Disoccupazione tasso di disoccupazione Inflazione tasso di inflazione

2 Produzione Aggregata Tre definizioni : –valore dei beni e dei servizi finali prodotti nelleconomia in un dato periodo di tempo. –somma del valore aggiunto nelleconomia in un dato periodo di tempo (valore della produzione - valore dei beni intermedi. –somma dei redditi delleconomia in un dato periodo di tempo (imposte indirette + redditi da lavoro + redditi da capitale)

3 Produzione Aggregata Approccio 1: Produzione di beni finali Impresa 1 Siderurgica Ricavi delle Vendite di acciaioEuro 100 Salari (spese)Euro 80 ProfittiEuro 20 Impresa 2 Auto Ricavi delle Vendite Euro 210 SpeseEuro 170 Salari Euro 70 Acquisto AcciaioEuro 100 ProfittiEuro 40

4 Produzione Aggregata Il PIL è Euro 210 Se sommiamo il valore prodotto dalle due imprese (Euro Euro 210) i Euro 100 di acciaio sono contati due volte Si deve contare solo il valore dei beni finali (le auto) che include già quello dei beni intermedi (lacciaio) Altrimenti cosa accadrebbe se le imprese si fondessero? Qualè il PIL? Euro 310 o Euro 210?

5 Produzione Aggregata Approccio 2: Valore Aggiunto= Valore della produzione - valore dei beni intermedi Produzione Acciaio –Nessun bene intermedio utilizzato –Valore Aggiunto = Euro 100 Produzione Auto –Beni intermedi (acciaio) = Euro 100 –Beni finali (auto) = Euro 210 –Valore aggiunto = Euro 110 Sommando le imprese, il valore aggiunto e`Euro 210

6 Produzione Aggregata Approcci 1 e 2 definiscono il PIL dal lato della Produzione Approccio 3 dal lato dei redditi: Somma dei redditi pagati da uneconomia –Imposte Indirette (Imposte sulla vendita) –Reddito dei lavoratori (fattore lavoro) –Reddito alle imprese (fattore capitale)

7 Produzione Aggregata Approccio 1: Produzione di beni finali Impresa 1 Siderurgica Ricavi delle Vendite di acciaioEuro 100 Salari (spese)Euro 80 ProfittiEuro 20 Impresa 2 Auto Ricavi delle Vendite Euro 210 SpeseEuro 170 Salari Euro 70 Acquisto AcciaioEuro 100 ProfittiEuro 40

8 Produzione Aggregata Redditi (nellimpresa siderurgica) –Lavoro = Euro 80 –Capitale =Euro 20 –Totale=Euro 100 Redditi (nellimpresa automobilistica) –Lavoro = Euro 70 –Capitale =Euro 40 –Totale = Euro 110 Il totale dei redditi è Euro 210

9 Composizione del PIL in USA Redditi da Lavoro 66%65% Redditi da Capitale 26%27% Imposte Indirette 8% 8% Sostanzialmente stabile In Italia la composizione è simile

10 Produzione Aggregata PIL = Prezzo x Quantità di beni Prodotti PIL NominalePIL Nominale = somma delle quantità di beni finali valutati ai prezzi correnti cresce per due ragioni: per laumento della produzione aggregata per laumento del livello dei prezzi PIL RealePIL Reale = somma delle quantità di beni finali valutati ai prezzi costanti (di un anno-base) è una misura della produzione aggregata che non è influenzata dallandamento del livello dei prezzi, che sono tenuti fissi allanno base.

11 Anno 0 BeneQuantità Prezzo Valore Auto20E E Vestiti 3.000E 100E Frutta E 10E PIL NOMINALE E Anno 1 BeneQuantità Prezzo Valore Auto20E E Vestiti 4.000E 100E Frutta E 11E PIL NOMINALE E

12 Scegliere lanno base (ad esempio lanno 0) Calcolare il PIL in ciascun anno con in prezzi dellanno base –Anno 0: PIL reale = PIL nominale = Euro –Anno 1: PIL reale = 20* * *10 = Euro Terminologia: PIL reale o a prezzi costanti o aggiustato per linflazione o a prezzi dellanno base o in termini di beni. Calcolo del PIL reale

13 (PIL reale anno 1 - PIL reale anno 0)/ PIL reale anno 0 = = 18,3% Misura della crescita della produzione / reddito Crescita del reddito reale nellanno t = (y t - y t-1 )/y t-1 La crescita del reddito nominale (PIL nominale) sarebbe stata 23,5% Cambiando lanno base cambia il risultato ottenuto Tasso di crescita del PIL reale

14 Misura la crescita del livello dei prezzi Due Misure del livello dei prezzi –Deflatore del PIL –Indice dei Prezzi al Consumo Tasso dInflazione

15 Prezzi medi dei Beni Finali Prodotti Deflatore del PIL al tempo t = P t P t = NY t /Y t Il suo livello è arbitrario (dipende dallanno scelto) ma la sua variazione è una grandezza informativa, è il tasso dinflazione Il Deflatore del PIL

16 Anno base = 0 P 1 = / = 1,043 Inflazione = (P t - P t-1 )/ P t-1 = 0,043 = 4,3% Anno base = 1 P 0 = / = 0,95 Inflazione = (1 - 0,95 )/ 0,95 = 0,052 = 5,2% Calcolo del Deflatore del PIL

17 Prezzo medio dei beni consumati in un paese, invece che prodotti Il CPI è diverso dal deflatore del PIL perché –Alcuni beni finali prodotti sono venduti a governo e esportati –Viceversa alcuni beni consumati sono importati Indice dei Prezzi al Consumo (CPI)

18 Perché ci preoccupa lInflazione? Basterebbe poterla prevedere con esattezza Si possono indicizzare tutti i contratti? Problemi: –Non tutti i prezzi/salari sono colpiti in modo uguale (induce redistribuzione, tipicamente dai poveri ai ricchi) –Maggiore inflazione si accompagna a maggiore variabilità (imprevedibilità) Inflazione

19 Alcune definizioni: Popolazione Età Lavorativa (WAP)=N+U+OLF N=Occupati; U=disoccupati; OLF=Fuori Forza Lavoro Forza Lavoro (L) = Occupati (N) + Disoccupati (U) Tasso di disoccupazione u=U/L Tasso di partecipazione = L / popolazione adulta (16- 65) Come si rilevano i disoccupati? Con indagini statistiche perché le iscrizioni al collocamento sono imprecise Tasso di Disoccupazione

20 Dati USA (1998) Occupati = 131,4 milioni Disoccupati = 6,2 milioni u = 6,2/(131,4+6,2) = 4,5% Alcune persone escono dalla disoccupazione perché scoraggiate. Importanza del Tasso partecipazione Misura della Disoccupazione

21 Leconomia cresce a tassi troppo bassi (Legge di Okun) Alta crescita del reddito, la disoccupazione diminuisce Bassa crescita del reddito, la disoccupazione aumenta Può aumentare u anche se loccupazione sta crescendo? Danni della Disoccupazione

22 Legge di Phillips Cè una tendenza a una relazione negativa tra inflazione e disoccupazione, o meglio per date aspettative una disoccupazione molto bassa può provocare un aumento dellinflazione Viceversa una situazione di elevata disoccupazione tende a ridurre linflazione Inflazione e Disoccupazione


Scaricare ppt "Lezione 2 VARIABILI MACROECONOMICHE FONDAMENTALI Produzione aggregata prodotto interno lordo (PIL) Disoccupazione tasso di disoccupazione Inflazione tasso."

Presentazioni simili


Annunci Google