La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI CLINICA PSICHIATRICA CLINICA PSICHIATRICA Scuola di Specializzazione in Psichiatria Dir. Prof. Gian Carlo Nivoli La cartella.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI CLINICA PSICHIATRICA CLINICA PSICHIATRICA Scuola di Specializzazione in Psichiatria Dir. Prof. Gian Carlo Nivoli La cartella."— Transcript della presentazione:

1 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI CLINICA PSICHIATRICA CLINICA PSICHIATRICA Scuola di Specializzazione in Psichiatria Dir. Prof. Gian Carlo Nivoli La cartella clinica Prof. Giancarlo Nivoli

2 È una raccolta di informazioni finalizzata allassunzione di decisioni, che fornisce una base informativa per attuare scelte razionali e per garantire la continuità assistenziale.È una raccolta di informazioni finalizzata allassunzione di decisioni, che fornisce una base informativa per attuare scelte razionali e per garantire la continuità assistenziale. Consente la tracciabilità delle azioni clinico-diagnostiche e delle responsabilità.Consente la tracciabilità delle azioni clinico-diagnostiche e delle responsabilità. Costituisce una fonte informativa per obiettivi di ricerca, formazione ed amministrazione.Costituisce una fonte informativa per obiettivi di ricerca, formazione ed amministrazione. È una raccolta di informazioni finalizzata allassunzione di decisioni, che fornisce una base informativa per attuare scelte razionali e per garantire la continuità assistenziale.È una raccolta di informazioni finalizzata allassunzione di decisioni, che fornisce una base informativa per attuare scelte razionali e per garantire la continuità assistenziale. Consente la tracciabilità delle azioni clinico-diagnostiche e delle responsabilità.Consente la tracciabilità delle azioni clinico-diagnostiche e delle responsabilità. Costituisce una fonte informativa per obiettivi di ricerca, formazione ed amministrazione.Costituisce una fonte informativa per obiettivi di ricerca, formazione ed amministrazione. La cartella clinica

3 Scrivere tutto anche linopportuno Scrivere quello che serve evitando linopportuno

4 Essere incomprensibile = Essere lasciato in pace

5 Le correzioni fatte ora Per cancellare lerrore fatto allora

6 Non scrivere = Aver fatto

7 I testimoni si tolgono le responsabilità I testimoni dicono la verità

8 La realtà della documentazione La realtà del caso clinico

9 Scrivere nella cartella clinica la propria imputazione e condanna

10 Cartella esistente Cartella inesistente

11 Le autoaccuse dettagliate in cartella della propria criminalità

12 Non scrivere in modo adeguato di aver informato

13 Non saper gestire i problemi emotivi

14 Non saper diagnosticare i pretesti per le Madri di tutte le vendette

15 Lasciare in cartella le richieste inevase

16 Non credere a chi dice di aver diritto alla cartella clinica senza controllare

17 Consegnare la cartella clinica a chi ne ha diritto

18 Legge n.675/96 per la tutela della riservatezza. Art.81 e 82, Dlgs 30 giugno 2003, n.196 (Trattamento dei dati personali) La cartella clinica

19 Lillegittima divulgazione del contenuto della cartella clinica può condurre a conseguenze di ordine penale per la violazione del segreto professionale o di quello dufficio e a censure a carico del proprio ordine o collegio professionale per violazione del segreto professionale. La cartella clinica Legge n.675/96 per la tutela della riservatezza.

20 1.Deve essere assicurata la comprensibilità dei dati; 2.Devono essere distinti i dati relativi al paziente da quelli eventualmente riguardanti altri interessati, ivi comprese informazioni relative a nascituri. art.92 Dlgs n° 196 del 30/06/03 La cartella clinica

21 3.Eventuali richieste di presa visione (…) da parte di soggetti diversi dall'interessato devono essere giustificate dalla necessità: di far valere o difendere un diritto in sede giudiziaria, o di tutelare una situazione giuridicamente rilevante di rango pari a quella dell'interessato, ovvero consistente in un diritto della personalità o in un altro diritto o libertà fondamentale e inviolabile. La cartella clinica art.92 Dlgs n° 196 del 30/06/03

22 Aumento della sinistrosità

23 Le discipline più interessate

24 SPAZIO TERAPEUTICO Norme giuridiche Norme etico-deontologiche Norme cliniche Responsabilità professionale

25 Violazione della privacy (L n°675, ) Rifiuto di atti dufficio (C.P. art. 328) Omissione di soccorso (C.P. art.593) Abbandono di incapace (C.P. art.591) Norme giuridiche

26 1. Responsabilità diretta Reato commesso ai danni del malato 1.1. Abuso di mezzi di correzione 1.2. Violazione di segreto professionale 1.3. Imposizione arbitraria di TSO 1.4. Rifiuto (omissione) di atti d'ufficio visita, presa in carico proposta/convalida di TSO continuità intra-extraospedaliera sorveglianza 1.5. Abbandono di incapace 1. Responsabilità diretta Reato commesso ai danni del malato 1.1. Abuso di mezzi di correzione 1.2. Violazione di segreto professionale 1.3. Imposizione arbitraria di TSO 1.4. Rifiuto (omissione) di atti d'ufficio visita, presa in carico proposta/convalida di TSO continuità intra-extraospedaliera sorveglianza 1.5. Abbandono di incapace

27 2. Responsabilità indiretta 2. Responsabilità indiretta Violazione di regole cautelari (errore professionale) cui si collega eziologicamente un evento dannoso commesso dal paziente su se stesso o su altri e che viene imputato allo psichiatra a titolo di colpa o dolo, per non impedimento. Violazione di regole cautelari (errore professionale) cui si collega eziologicamente un evento dannoso commesso dal paziente su se stesso o su altri e che viene imputato allo psichiatra a titolo di colpa o dolo, per non impedimento.

28 3. Responsabilità della Pubblica Amministrazione 3. Responsabilità della Pubblica Amministrazione

29 Abuso di mezzi di contenzione Reati ipotizzabili violenza privata (art. 610 c.p.) sequestro di persona (art. 605 c.p.) abuso di mezzi di correzione (art. 571 c.p.) Reati ipotizzabili violenza privata (art. 610 c.p.) sequestro di persona (art. 605 c.p.) abuso di mezzi di correzione (art. 571 c.p.)

30 Imposizione arbitraria di Trattamenti Sanitari Imposizione arbitraria di Trattamenti Sanitari Reati ipotizzabili Sequestro di persona (art. 605 c.p.) Falso ideologico (artt. 480, 481 c.p.) Reati ipotizzabili Sequestro di persona (art. 605 c.p.) Falso ideologico (artt. 480, 481 c.p.)

31 Rifiuto (omissione) di atti d'ufficio -Rifiuto (Omissione) di visita, presa in carico -Rifiuto (Omissione) di continuità di assistenza intra-extraospedaliera -Rifiuto (Omissione) di proposta/convalida di TSO -Rifiuto (Omissione) di visita, presa in carico -Rifiuto (Omissione) di continuità di assistenza intra-extraospedaliera -Rifiuto (Omissione) di proposta/convalida di TSO Reati ipotizzabili Rifiuto di atti d'ufficio (art. 328 c.p.), per operatori del Servizio Pubblico, reato doloso Omissione di soccorso (art. 593 c.p.), per professionisti privati Reati ipotizzabili Rifiuto di atti d'ufficio (art. 328 c.p.), per operatori del Servizio Pubblico, reato doloso Omissione di soccorso (art. 593 c.p.), per professionisti privati

32 Abbandono di incapace Abbandono di incapace Reato ipotizzabile Abbandono di incapace (art. 591 c.p.) Reato ipotizzabile Abbandono di incapace (art. 591 c.p.)

33 Rispetto dellautonomia del pazienteRispetto dellautonomia del paziente BeneficialitàBeneficialità Non maleficialitàNon maleficialità RiservatezzaRiservatezza VeritàVerità … Norme etico deontologiche

34 Stabilità della struttura terapeuticaStabilità della struttura terapeutica NeutralitàNeutralità ConfidenzialitàConfidenzialità AstinenzaAstinenza AnonimatoAnonimato Norme cliniche

35 a.GENERICA (negligenza, imprudenza, imperizia) b. SPECIFICA (inosservanza di leggi, regolamenti, ordini o discipline) Responsabilità professionale La colpa:

36 Omissione volontaria di atti che si ha il dovere di compiere Negligenza Imprudenza Omissione di dovute cautele o compimento di atti pericolosi Imperizia Inettitudine materiale o intellettuale, al di sotto della comune capacità richiesta per lesercizio della professione Responsabilità professionale La colpa:

37 art.40 c.p.: …nessuno può essere punito per un fatto preveduto dalla legge come reato, se levento dannoso o pericoloso, da cui dipende lesistenza del reato, non è conseguenza della sua azione o omissione…. Omissione: …non impedire un evento che si ha lobbligo giuridico di impedire equivale a cagionarlo… (art. 40, I° cpv) Rapporto di causalità

38 Esclusione del rapporto causale (scientificamente lipotesi è impossibile) Esclusione del rapporto causale per insufficienza di dati a favore dellipotesi (è possibile ma improbabile o assai poco probabile) Rapporto causale incerto (lipotesi ha modesta probabilità) Rapporto causale molto probabile Rapporto causale sostanzialmente certo Rapporto di causalità

39 Consiste nellimmaginare assente lazione o omissione chiedendosi se quella conseguenza si sarebbe verificata o meno. a)Ipotesi che azione o omissione non sia stata compiuta b)Spiegazione dellaccadimento mediante leggi scientifiche che per lo più hanno una base probabilistica Rapporto di causalità Teoria della sussunzione sotto legge (ragionamento controfattuale) Teoria della sussunzione sotto legge (ragionamento controfattuale)


Scaricare ppt "UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI CLINICA PSICHIATRICA CLINICA PSICHIATRICA Scuola di Specializzazione in Psichiatria Dir. Prof. Gian Carlo Nivoli La cartella."

Presentazioni simili


Annunci Google